Cammina Nel Sole

l'alba del sesto sole

23/03/2017
di camminanelsole
0 commenti

LA SEPARAZIONE è UN’ILLUSIONE TRIDIMENSIONALE di Cammina nel Sole

Fin quando ci sarà un ponte che collegherà le due linee temporali quella che ci ancora alla terza dimensione e quella che viaggia già oltre la quarta avremo tutto il tempo di scegliere… cambiare… trasmutare la nostra vita…Il ponte c’è e sono proprio le frequenze della Purificazione-Rivelazione che lo creano…in molti parlano di due linee separate in un punto (vedi grafico nell’articolo linkato)  …di una biforcazione netta e tangibile e la qualcosa è vera e sta avvenendo già da tempo http://camminanelsole.com/da-2-a-3-a-4-eliche-del-dna-la-nuova-era-e-gia-iniziata/ …ma vi assicuro che c’è un collegamento tra le due linee…La purificazione ti mette in condizione di fare questi infiniti salti tra le due linee..innanzitutto perchè ti fa tornare indietro nel tempo di tutte le tue vite passate ma ti dà la sottile consapevolezza che le tue vite future sanno che non potranno mai essere integre se il passato non verrà guarito …purificato… trasmutato e il nostro passato qui su questa terra è un passato tridimensionale…Dunque la biforcazione tra le due linee temporali c’è…ma tra le due linee c’e un ponte : nella consapevolezza …nell amore… nell’armonia e nella pace totale si viaggia già nella linea temporale che va oltre la quarta dimensione ..nella rivisitazione si torna indietro… attraverso il ponte…. nella linea temporale legata alla terza dimensione infinite volte…e questo accadrà ancora e ancora …quando le due linee si biforcheranno completamente fino a creare un angolo di 180 gradi …allora vorrà dire che il ponte starà scomparendo …che il lavoro di rivelazione purificazione sarà concluso …che le due linee si saranno comunque unificate in unica linea …che contiene tutto il tempo …l’evoluzione e le dimensioni possibili e immaginabili..e solo allora sapremo in armonia con il Piano Divino quale sarà la NOSTRA SCELTA…solo allora nel campo delle infinite possibilità potremo osservare nella purezza e integrità più totale del nostro essere rinnovato la direzione intrapresa …La separazione è un illusione tridimensionale …tutto ci riporterà nell’unità universale …e nella consapevolezza del viaggio del singolo che diventerà una sola cosa con la moltitudine alla fine di questa purificazione-planetaria…Che la sorgente Divina ci benedica tutti

PS…Questo ovviamente è un mio sentire che non ha alcuna pretesa scientifica ma che si basa esclusivamente sull'”OSSERVAZIONE” del momento   e sulla grande esperienza mia e di tantissime altre persone legata alla purificazione planetaria

CON AMORE

Cammina nel Sole (Maria Rosaria Iuliucci)

Testi di Maria Rosaria Iuliucci
Riproduzione consentita con citazione della fonte.

Tutto è uno
L’ipotesi della scienza olografica

Voto medio su 11 recensioni: Da non perdere

€ 12


23/03/2017
di camminanelsole
0 commenti

L’ANNO 2017 di Monique Mathieu

«Vorremmo, com’è usanza fare sulla Terra, augurarvi il meglio, umanamente e spiritualmente.

Adesso la cosa davvero importante, è la comprensione che avete di voi stessi, della vita, di ciò che siamo noi, di ciò che diventate e di ciò che diventerete.

Sappiamo tuttavia che non è facile, per le persone la cui coscienza è ancora velata, proseguire senza vedere realmente in modo chiaro, sia sul loro cammino spirituale che sul loro cammino umano.

Andate avanti, senza conoscere ciò che c’è alla fine della strada! Andate semplicemente avanti con fiducia e fede in voi, dicendo a voi stessi: “la mia strada è giusta, la mia strada è vera, la mia strada mi condurrà sempre verso la Luce e l’Amore”.

Se, come dite voi sulla Terra, aveste avuto il problema con la soluzione, vale a dire che se vi fosse stato dato tutto senza sforzi, non ci sarebbe stata evoluzione. Naturalmente, le esperienze non sono necessarie per evolvere, poiché potete evolvere in un’ altra maniera, vale a dire con la comprensione, l’Amore, la coscienza e la fede, ed anche –ma soprattutto- attraverso una profonda trasformazione di voi stessi, grazie ai vostri comportamenti, ai vostri pensieri, alle vostre parole e al vostro modo di amare.

L’anno 2017 fa parte di un nuovo ciclo. Ci sono stati diversi cicli più o meno lunghi, più o meno importanti dal 2012, cicli non percepibili dalla coscienza umana, tranne che per alcune persone più ricettive di altre, che sentono le energie e le frequenze vibratorie.

Molte persone dicono che, in base alla numerologia, vi trovate nell’anno 1. Non parleremo né di numerologia, né di astrologia perché occorre andare oltre. Dovete poter comprendere che avete tutto dentro di voi! Vi basta semplicemente voltare le pagine del vostro stesso libro! In esso vi è scritto tutto quanto! Voi siete una parte del Divino; voi fate parte del Divino, fate parte dell’Anima-Madre, quindi avete la Conoscenza. Tuttavia tale Conoscenza è per il momento nascosta perché non siete ancora abbastanza saggi per poterla rivelare a voi stessi.

Questo nuovo anno vedrà molti risvegli! Delle persone che erano totalmente addormentate si sveglieranno a causa di sofferenze e difficoltà. Vi sono anche tutti coloro che cercano, tutti gli Operatori di Luce di cui voi fate parte, tutti coloro che si sono impegnati e continuano ad impegnarsi perché vogliono andare sempre più lontano, comprendere, evolvere e amare ancora di più.

Voi che fate parte di questa categoria riceverete molto aiuto. Tuttavia, questo aiuto vi verrà dato solamente nel momento in cui avrete pulito il vostro campo o il vostro giardino interiore; se esso è ricoperto da erbe infestanti, se il vostro campo è ricolmo di cose totalmente inutili, non ci sarà posto per il rinnovamento, per tutto ciò che vi viene inviato dall’universo, per tutto ciò che noi vi offriamo e che vi inviamo.

Sappiamo tuttavia che, per gli esseri umani, non è facile tirare una riga sul loro passato, in quanto lo portano sempre nel loro presente, in un certo qual modo per alterare il loro futuro!

Immaginate che il vostro presente sia una gerla che vi portate sulla schiena. Questa immensa gerla è colma di tutto ciò che appartiene al vostro passato, è ricolma di tutti i vostri problemi, di tutte le vostre sofferenze, del vostro non mollare la presa, del vostro non perdono e dei vostri sensi di colpa. Come volete che resti dello spazio per tutto ciò che vi verrà offerto?

La vostra gerla è pesante perché il passato è spesso pesante. Se riuscirete a svuotare questa gerla, la potrete riempire di cose leggere, perché tutto ciò che corrisponde alla vostra evoluzione, tutto ciò che corrisponde ad una vibrazione molto più elevata non ha peso, e vi permette inoltre di evolvervi molto di più. Se riempirete il vostro cesto di tutte le belle cose che vi aspettate, che desiderate, che chiamate a voi, salirete molto più facilmente, perché la vibrazione di tutto ciò che integrerete, di tutto ciò di cui vi caricherete, vi permetterà un risveglio molto più significativo e un aumento vibratorio molto più importante.

Quest’anno, viene chiesto agli Operatori di Luce di mollare la presa in modo definitivo, di non lamentarsi continuamente e di essere ottimisti in tutte le azioni della loro vita.

Rendete positiva la vostra vita, ringraziate per tutti i piccoli momenti di felicità che l’universo vi offre! Ringraziate per l’Amore che scende fino al vostro cuore e che vi inonda! Ringraziate per gli Esseri di Luce che vi accompagnano o per le vostre guide che vi evitano grossi problemi! Anche se non ve ne rendete conto perché ve li hanno evitati!

Voi siete accompagnati e aiutati, ma il nostro aiuto e tutto ciò che riceverete, saranno molto più efficaci se avrete ripulito il campo, se avrete estirpato le erbacce dal vostro giardino; al loro posto metteranno radici solo la bellezza, l’armonia, la gioia, l’Amore e la fiducia.

Immaginate che la bellezza corrisponda ad un personaggio; egli è nel vostro campo, sta aspettando. In seguito, ci sarà un personaggio che potrà chiamarsi compassione. Dopo, ci sarà un personaggio che potrà chiamarsi fiducia. Ci saranno poi dei personaggi che potranno chiamarsi coraggio, volontà, mollare la presa, perdono, gioia, serenità, Amore, ecc. Tutti questi personaggi avranno indossato degli abiti di Luce, essi irradieranno la loro presenza e la loro bellezza. Ricordate di portare tutti questi personaggi nel vostro campo o nel vostro giardino, poiché se date loro una realtà, essi saranno lì per aiutarvi e non vi lasceranno soli.

Ricordate che un pensiero è anche un personaggio! Se pensate costantemente di essere felici, create un personaggio che rappresenta la felicità. Se pensate sempre di essere in perfetta salute, create un personaggio che è in perfetta salute. Tutti i personaggi che avrete creato saranno, in una certa maniera, a vostra disposizione, e vi aiuteranno sempre.

È per questo motivo che, durante questo nuovo anno, è necessario prendere coscienza delle vostre immense capacità, occorre prendere coscienza che il vostro cammino è un magnifico cammino e che, anche se in esso rimane ancora qualche piccola spina, qualche pietra qua e là, con l’aiuto di tutti i personaggi che avrete creato per aiutarvi, queste pietre e queste spine non avranno più importanza, voi le sorvolerete; non esisteranno nemmeno più, in quanto non saranno più necessarie alla vostra evoluzione.

Individualmente, quest’anno potrà portare molte gioie. Tuttavia, ripetiamo ancora una volta che se il vostro grande canestro è pieno, non riceverete nulla. Siate consapevoli di questo! Per riempire un recipiente, occorre che sia vuoto! Un recipiente pieno non può essere riempito con altre cose! Quindi, lavorate in modo da alleggerirvi e comprendere l’inutilità di ciò che può frenarvi!”

 

Potete riprodurre questo testo e darne copie secondo le seguenti condizioni :

  • che non sia tagliato,
  • che non subisca nessuna modifica di contenuto,
  • che fate riferimento al nostro sito  http://ducielalaterre.org
  • che menzionate il nome di Monique Mathieu.

22/03/2017
di camminanelsole
0 commenti

LA PRIGIONE DEL DESIDERIO E DELL’ATTACCAMENTO

Gli esseri umani dei nostri giorni non hanno ancora chiaro un concetto: tutto ciò che noi in realtà afferriamo, muore. Pensiamo di poter controllare la vita, di portare ogni ambito della nostra esistenza alla perfezione, ma ci dimentichiamo che tutto ciò non è nelle facoltà della natura umana: la natura stessa cambia in continuazione e così sarà sempre nella vita.
Non è necessario che le cose debbano andare secondo i nostri desideri per essere felici, e non possiamo basare tutta la nostra vita nel pretendere questo. Quando vogliamo controllare qualcosa stiamo uscendo dal flusso della vita, quindi è necessario imparare il meccanismo del vivere con le mani e le braccia aperte, in segno di accoglienza, non di controllo.
L’attaccamento alle cose e alle persone è una vera prigione che ci lega all’infelicità e ci condiziona in ogni istante della nostra vita. Imparate a rinunciare, a non desiderare. Noi pensiamo troppo spesso che la felicità passi attraverso il desiderio, quante volte nella nostra mente udiamo frasi del tipo: “Come sarei felice se avessi una casa come quella che desidero”, “La mia felicità l’avrò quando incontrerò la persona giusta”; oppure “Se al mio compleanno riceverò quel regalo, sarò la persona più felice al mondo”. Questi sono i desideri che ci “imprigionano”, il pensare che senza quella cosa lì, o quella persona lì, noi non possiamo essere felici.

Per vivere senza attaccamento e liberi dalla prigione del desiderio, è necessario avere fiducia nel momento presente, avere fiducia che in questo preciso momento (sì proprio mentre stai leggendo!) noi possiamo essere felici ed appagati. Basta veramente il non voler afferrare nulla e nessuno. Questo, naturalmente, comporta lo sforzo di abbracciare l’incertezza, l’impermanenza, in quanto tutto cambia in continuazione, e solo tutto questo ci permette di scorrere insieme al flusso della vita.
L’attaccamento è come un virus, ci ammala l’anima, ci conduce fuori dalla vita, ci estranea dalla realtà. Attenzione, perchè attaccamento non vuol dire non godere della ricchezza e della pienezza della vita, poiché la vita è pienezza ed abbondanza, ed è necessario godere di questo; ma ricordarsi che tutto può passare, trasmutare in continuazione, da un momento piacevole ad uno meno piacevole o addirittura doloroso.
L’accettazione, il scorrere insieme al flusso della vita, ci dà la libertà e ci fa sentire bene, e qui che si trova la felicità. Non è necessario che le cose vadano come vogliamo noi per essere felici, pensate che bello: noi possiamo essere felici qualunque sia la nostra vita, qualunque siano le situazioni passate, presenti e future. Per realizzare tutto questo basta saper accettare, scorrere, lasciarci andare, con la massima presenza.
Impariamo ad abbracciare i giorni che cambiano, gli amori che passano, le situazioni che si alternano: questa è la vita, non c’è alcun trucco 😉 !

Il desiderio è pensare e sentire che non possiamo essere felici senza quella cosa lì, quindi si accetta di vivere una vita in cui la felicità è vincolata, condizionata dalle cose e dalle persone. Mentre noi possiamo diventare i co-creatori della nostra realtà, tendendo verso la pienezza della vita, in ogni giornata in ogni momento, entrare nella vita che si occupa di noi, abbracciandola in tutti i suoi elementi, godendone appieno .
Quando accettiamo di poter essere felici in ogni momento, allora siamo destinati a vivere in pienezza e non ci sarà nessun desiderio che tenga, perché non ne avremo più bisogno.
Il desiderio, come un demone, ci toglie dal tempo presente, ci pone un velo davanti ai nostri occhi e non ci permette di vedere la bellezza di tutto ciò che ci circonda: ci priva della felicità. Se accettiamo di scacciare il demone del desiderio, allora possiamo CREARE la nostra realtà, in accordo ai nostri talenti, alle nostre qualità, alle nostre passioni, al nostro senso della vita, alla nostra missione, alla nostra storia. Il desiderio è un qualcosa che va sempre nel futuro, mentre il creare è qualcosa che vive già ora, ed è quello che noi cerchiamo, che dà soddisfazione. Il desiderio è mancanza, la creazione è il poterne godere già subito, in questo preciso istante.

È nella natura del desiderio di non poter essere soddisfatto, e la maggior parte degli uomini vive solo per soddisfarlo.” Aristotele

Tragicomico

Fonte : http://www.tragicomico.it/la-prigione-del-desiderio-e-attaccamento/

 

 

I Cinque Livelli dell'Attaccamento
Stai usando la conoscenza o la conoscenza sta usando te?

Voto medio su 5 recensioni: Buono

€ 12.9


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: