Cammina Nel Sole

l'alba del sesto sole

1 OTTOBRE 2016 …LUNA NUOVA IN BILANCIA: Liberati da responsabilità che non ti appartengono, ritroverai la leggerezza che cerchi

| 0 commenti

stars-and-moon

 

Liberati da responsabilità che non ti appartengono, ritroverai la leggerezza che cerchi. 

Il percorso di ricongiungimento con la Fonte Divina continua ogni singolo giorno, ma eventi importanti come le Lunazioni, Lune Piene, Equinozi e Solstizi, ed ogni configurazione planetaria particolare sia in stretta connessione con il nostro Tema Natale che ad un livello più collettivo indicano sempre vibrazioni che vanno a stimolare determinate energie affinché noi ne possiamo prendere coscienza.

Lo so che molti di voi stanno attendendo il momento in cui finalmente possano avere un po’ di tregua, felicità e serenità, leggendo parole del tipo:

“Ecco, ci siamo! Lo dicono anche gli astri! Finalmente la pace si espanderà su tutto il pianeta ed ogni essere umano vivrà in uno stato di beatitudine e serenità”.

Non sarà questo il titolo del mio articolo, ma posso assicurarvi che vi darò qualche indizio su come arrivarci.
Ogni singolo giorno di vita su questo pianeta veniamo appunto invitati a raggiungere e vivere questa beatitudine.  Il punto è che stiamo aspettando un momento piuttosto che crearlo giorno per giorno.

Farò una “breve” introduzione, prima di addentrarmi profondamente nell’analisi di questa lunazione, perché la bilancia vuole sempre chiarezza e diversi spunti per poter valutare con attenzione.

Avverrà di notte questo mistico incontro tra Sole e Luna, esattamente alle 2:12 AM, mentre gran parte di noi verrà accolta nel mondo onirico, prestate pertanto particolare attenzione ai vostri sogni.

Ad ogni Luna Nuova Sole e Luna si congiungono in una danza intimamente mistica, fondendosi reciprocamente uno nell’altra. Il segno in cui si trovano e la casa astrologica nella quale avviene questa fusione, nonché tutte le energie planetarie del momento ed il segno che si trovava ad ascendere ad est al momento della lunazione, vanno a creare la perfetta energia cosmica che ci accompagnerà lungo tutto il mese, e che avrà particolare importanza sui temi che andrà a sollecitare. Essendo il Capricorno il segno ad ascendere, particolare rilevanza assumerà pertanto Saturno, che si troverà in perfetta quadratura con i nodi lunari.

Come per ogni luna nuova il Sole che rappresenta l’energia maschile di azione si unisce all’energia femminile e nutritiva della Luna, e noi veniamo invitati a fare altrettanto dentro di noi.

Questa fusione avverrà in casa terza, una casa che assume diversi significati a dipendenza della tecnica interpretativa, ma io amo definirla la casa delle percezioniche indica con quale energia e modalità noi percepiamo il mondo circostante. Quella sottile e a volte invisibile comunicazione che avviene tra noi e la realtà nella quale viviamo.

Abbiamo appena varcato le soglie dell’autunno per addentrarci in una nuova entusiasmante avventura all’insegna dell’introspezione, ed ora il percorso continua, non si arresta mai d’altronde.
Ecco che siamo arrivati alla prima indicazione del viaggio “appena” iniziato lo scorso 22 settembre ma che continua da sempre: Luna Nuova in Bilancia.

Andiamo dunque a vedere quali sono le energie planetarie e cosa potrebbero sollecitare in noi collettivamente.

Beh’.. innanzitutto nel segno della Bilancia l’invito è quello di ritrovare unequilibrio interiore tra due energie opposte, l’energia maschile del Sole e l’energia femminile della Luna.
Il segno in cui avviene questa fusione suggerisce che sarà attraverso la relazione con l’altro che possiamo mettere luce su noi stessi, innanzitutto relazionandoci con l’altro, o più precisamente, come annunciato nell’articolo dell’equinozio di autunno, osservando attentamente come noi reagiamo ad ogni azione, parola o gesto altrui, senza stare sulla difensiva, ma piuttosto diventando spettatori della nostra stessa vita.
Trovandosi in casa terza, avrà sicuramente a che fare (oltre che con le percezioni personali) con la comunicazione ed espressione emotiva.

Siamo tutti uno, questo si ripete ormai da tanto tempo, ma quanto realmente vengono comprese queste parole? Se siamo tutti uno, come mai io vedo e percepisco l’altro come un essere separato da me? Qual’è lo scopo di questa separazione? Qual’è lo scopo di questa illusione?

Innanzitutto perché il modo migliore per ritrovarsi, è perdendosi, e poi perché non vi è modo di comprendere quanto sia caldo il Sole, se non viviamo le notti fresche della Luna. Non potremmo mai ammirare la magia di un cielo stellato se il firmamento non si offrisse a noi di notte, e mai in modo scontato, come non potremmo mai ammirare la bellezza della Luna, se non venisse illuminata dal Sole. Due visioni opposte dunque ci aiutano a definire noi stessi e la nostra realtà.

Questa illusoria separazione è pertanto necessaria alla nostra evoluzione.
Innanzitutto perché se non potessimo mai confrontarci l’uno con l’altro non avremmo nessun metodo di riferimento e non potremmo mai sapere chi desideriamo essere, quali sono i nostri pensieri ed emozioni. Chi vogliamo diventare, cosa dobbiamo ancora imparare, e quali sono le persone con le quali desideriamo percorrere un pezzo del nostro cammino e quali invece non desideriamo facciano parte della nostra vita. Confrontarsi diventa assai importante per comprendersi e conoscersi.
Dunque la presenza dell’altro è fondamentale alla nostra crescita e ci accompagna a prendere coscienza di chi veramente siamo.

Il problema è che siamo talmente identificati in questo ruolo da perdere di vista la vera Luce. Non quella del Sole, né tantomeno quella della Luna, ma la Luce della nostra vera Essenza, e così veniamo costantemente spinti a cercarla all’esterno di noi stessi, perché ci sentiamo incompleti e vuoti, se

Ed è solo ora che mi sto addentrando nell’interpretazione di questa Luna Nuova.

La casa delle percezioni….

Come percepiamo il mondo circostante? il luogo in cui viviamo? le persone che ci circondano?
Quali sono le nostre percezioni attuali?

Il Nodo Lunare Sud di questa lunazione, sempre in Pesci e sempre congiunto a Kirone e Nettuno, non indicano di certo un bagaglio emotivo facile da gestire, soprattutto considerando che questa configurazione si trova in casa ottava, e per l’Astrologia Karmica, questo è un terreno assai bollente.

Analizzando attentamente il Nodo Lunare Sud ed i pianeti con esso coinvolti, il cosmo ci vuole invitare a considerare il motivo per cui reagiamo con sfiducia o paura, quali sono i sensi di colpa che ancora ci impediscono di essere chi veramente desideriamo essere. Chi siamo e perché agiamo in determinati modi, di cosa abbiamo paura e perché, ma soprattutto quanto il rapporto con l’altro diventa fondamentale in tutto questo, perché non potremmo mai comprendere pienamente tutto questo se non ci confrontassimo con la vita e le persone che ci circondano, e dunque osservandole come entità distinte che hanno lo scopo di mostrarci qualcosa di ben preciso.

Le energie planetarie di questa lunazione indicano che vi è paura nell’umanità. Una paura che ha fatto nascere un insicurezza, un insicurezza che a sua volta ha fatto prendere delle decisioni. Ed è dunque proprio quella paura a determinare le nostre scelte, decisioni, comportamenti, pensieri ed emozioni, a determinare il modo in cui entriamo in contatto con la nostra realtà, come percepiamo dunque il mondo circostante.

Questa paura è legata alla perdita in generale, di persone,  di sicurezza, di sostentamento necessario alla nostra sopravvivenza. Paure che ci tengono ancorati a quello che abbiamo. Che si tratti di materia o persone, e questa paura è tale da portarci a voler mantenere un controllo a tutti i costi, sulle persone che sulle cose, sulla vita.

Sappiamo bene quanto sia difficile mantenere il controllo della situazione soprattutto quando la paura prende il sopravvento. Ma non sappiamo bene quanto potente sia quando è inconscia.

Spaventati ed insicuri costruiamo un Ego dietro il quale nasconderci e rendiamo responsabili gli altri della nostra felicità.
Rincorriamo l’Amore, come se fosse la nostra unica via di salvezza.
Sogniamo l’Anima Gemella, come se dovesse riempire definitivamente quel vuoto interiore, quella sensazione di essere incompleti. Senza rendercene conto e continuando a mantenere un ruolo che comunque viene anche dalla cultura nella quali viviamo e siamo cresciuti, cerchiamo costantemente un aiuto ed un supporto dall’esterno, dall’altro soprattuto. Lo facciamo a tal punto da non riuscire più a renderci conto di quanto carichiamo l’altro di responsabilità, e di quanta ne assumiamo noi forse convinti di doverlo fare per dimenticare o nascondere quella paura, o per rispondere alle aspettative altrui.

Ed in questo modo diventiamo uno responsabile della felicità dell’altro. Non della nostra, ma dell’altro!

Vi rendete conto di quanto possa essere pesante questa responsabilità?

Forse no, perché è diventata talmente un abitudine da impedirci di rendercene conto.

Basti pensare al ruolo della donna e dell’uomo.
La donna pensa a nutrire l’uomo, e l’uomo a proteggere la donna, facendola sentire sicura.
La donna chiede inconsciamente all’uomo di nutrirla dell’energia maschile, mentre l’uomo costantemente cerca di completarsi con l’energia femminile.
Lo fanno a tal punto e da così tanto tempo da essersi dimenticati di possedere entrambi le energie, di essere già completi.

Il rapporto sessuale per la maggior parte dell’umanità si è trasformato in un bisogno fisico, quando dovrebbe essere un dono Spirituale.

Avere una donna che si occupi di un uomo, sembra essere il sogno di ogni madre per suo figlio. Ed avere un uomo che si prenda cura di una donna, il desiderio di ogni padre.
Ed alla fine ci ritroviamo coinvolti in ruoli che non ci appartengono affatto, diventando madri per i nostri compagni e padri per le nostre compagne, figli per le nostre compagne e figli per i nostri compagni.

Ma se dobbiamo prenderci cura dell’altro, come possiamo prenderci cura di noi stessi e ricordare chi siamo veramente e quali sono i nostri reali bisogni?

Come ho scritto in un post dedicato alla Bilancia, nella sua manifestazione negativa quest’energia tende a rinnegare se stessa per compiacere l’altro, mentre nella sua manifestazione positiva ricerca il giusto equilibrio. Ed e’ dunque qui che dobbiamo portare attenzione. Questa Luna Nuova in Bilancia in casa terza ci invita a ritrovare il giusto equilibrio interiore che ci permetta di avere un maggior equilibrio con il mondo circostante.
La presenza di Giove ci incoraggia ad avere fede in questo processo, ed espande queste sensazioni. Di completezza o di vuoto, a dipendenza di quello che vivete e percepite dentro di voi. Lo scopo è quello di ristabilire il giusto equilibrio.

La Lunazione ci vuole mostrare che ognuno di noi è già completo, ma per mostrarlo potrebbe farvi sentire le paure che vi impediscono di sentire questa completezza.

Ma davvero, ognuno di noi è già completo! L’Energia maschile e femminile è presente in ognuno di noi! e’ con noi stessi che dobbiamo costruire, instaurare e mantenere un rapporto sacro!

L’altro non ci deve completare affatto! Non abbiamo bisogno di nulla e di nessuno per sentirci completi. Né di un uomo, né di una donna. Questo non significa affatto che dobbiamo vivere da soli, significa soltanto che non dobbiamo rendere l’altro responsabile della nostra felicità.

Sono solo le nostre paure ad averci allontanato da questa sensazione di completezza ed unione con il tutto! E non vi è alcun altro modo di riconquistarla che concentrarsi su se stessi. Non abbiamo bisogno dell’altro per essere felici!

Ma bisogna fare chiarezza anche sul reale bisogno! Perché di bisogni reali ce ne sono eccome!

Reale è quel bisogno di aiuto quando costretti su una sedia a rotelle o infermi in un letto di ospedale, abbiamo bisogno di una persona che ci nutri, ci sostenga, ci incoraggi, ci vesta, e ci lavi.

Ma non è reale quel bisogno in cui chiediamo all’altro di renderci felici!

Non sta all’altro renderci felici! Dobbiamo liberare l’altro e noi stessi da questo enorme peso!

E se tutti noi ci focalizzassimo su noi stessi e su quei reali bisogni, non solo conquisteremmo quella sensazione di leggerezza, ma potremmo fare qualcosa di utile per chi davvero ne ha bisogno! L’Amore che possiamo trasmettere o ricevere diventa immensurabile!

Liberatevi dunque da quel senso di responsabilità di dover rendere felici gli altri e nel contempo liberate loro stessi dall’aspettativa nei vostri confronti.

Durante questo mese dunque chiedetevi quali sono i vostri reali bisogni,
Quanto state chiedendo all’altro di rendervi felici o quanto voi vi siete assunti questo ruolo
Cosa potreste fare per aiutare chi veramente ha bisogno di un aiuto reale.
Come vi sentite dentro e a chi o cosa state chiedendo di riempire quel vuoto.

e poi rivolgetevi a voi stessi osservandovi allo specchio, dicendovi: Ti Amo! mentre vi risponderete: ti stavo aspettando da tempo.

Buona Lunazione a voi…

Claudia Sapienza

Fonte : http://astrosapienza.blogspot.it/2016/09/luna-nuova-in-bilancia-liberati-da.html



Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: