Cammina Nel Sole

l'alba del sesto sole

1 OTTOBRE 2016… LUNA NUOVA IN BILANCIA, RICONGIUNGIAMOCI CON L’UNITÀ

| 0 commenti

libra-two-moons

 

Ed ecco Anna Elisa Albanese con i suoi  bellissimi post sulla Luna nei vari segni astrologici

Qui troverete il suo BLOG : http://www.sentieroastrologico.it

Qui la sua pagina FB : https://www.facebook.com/Sentieroastrologico/?fref=ts

 

Ci sono due principi fondamentali attraverso i quali agisce il processo creativo: il primo principio è il principio attivo, l’altro è il principio del non intervento,ovvero del lasciare che le cose accadano. Questi due principi esistono in tutto l’Universo e si manifestano in tutti gli aspetti della nostra vita. Essi regolano tutto ciò che accade, desiderabile o indesiderabile che sia, importante o insignificante, dal più piccolo movimento terreno, fino alla creazione dell’Universo.
Affinché il risultato di qualunque cosa sia costruttivo, fruttuoso e soddisfacente, questi due princìpi devono interagire in maniera armoniosa: devono completarsi reciprocamente.”

Eva Pierrakos

 

Un cielo di grande energia Bilancia in questa Luna Nuova di ottobre, Sole e Luna congiunti a Giove in Bilancia in Casa 3 ci portano direttamente a contatto con le parole discernimento e scelta. I due Luminari, Sole e Luna sono uniti simbolicamente nel matrimonio sacro, nel segno che più rappresenta questo ideale ricongiungimento: La Bilancia, il cui pianeta governatore è Venere – Essa ha nel suo sviluppo esistenziale e archetipico, il raggiungimento delle famose nozze alchemiche, il matrimonio degli opposti, l’equilibrio tra energia maschile e femminile, l0 Yin e lo Yang  racchiusi dentro ognuno di noi.

In un processo di crescita ideale ( ma anche auspicabile per ognuno di noi), prima di arrivare all’incontro d’amore con un altro essere umano, dovremmo aver raggiungo uno stato di completezza, di unità-integrità interiore per essere in grado di unirci con un altro essere umano da noi scelto, in modo tale da non sbilanciarci così tanto da perdere il nostro centro, me nemmeno troppo poco da non essere in contatto con l’altro. Questo è il fine ultimo per tutti noi e a maggior ragione prioritario, se qualcuno si trova ad avere più pianeti o il suo Sole, nel simbolo della Bilancia, il cui obbiettivo primario è: entrare in una relazione affettiva duratura senza perdere se stessa. Notare bene, che la difficoltà è di dare ascolto a entrambi i bisogmi o poli del dualismo: entrare in relazione – non perdere se stessi.

Questi due principi possono essere anche molto comunemente espressi come il principio femminile – passivo e ricettivo – e il principio maschile – attivo e creativo, che tutti noi esprimiamo e viviamo nelle semplici azioni di ogni giorno su più livelli della nostra vita.

Ognuno di noi sa, che c’è nel proprio modo di essere, una polarità che è più faticosa dell’altra, o sbilanciata, (indipendentemente se siamo maschi o femmine), se siamo più inclini a scalpitare e avere necessità di trovare immediatamente la soluzione, organizzare, controllare ( principio maschile distorto), oppure se siamo troppo arenati nell’attesa, nell’indolenza, in un inerzia  bloccante, o nell’illusione che le cose si risolveranno completamente da sole (principio femminile distorto). Ovviamente se fossimo già perfetti e con una modalità di espressione equilibrata del nostro essere, non avremmo bisogno di fare l’esperienza qui sulla terra e se questi due poli si muovessero con l’equilibrio e la semplicità di un respiro (inspirazione – espirazione), non ci incontreremo l’un l’altro per capire e fare esperienza di tutto ciò. Possiamo dunque notare, grasie all’amore e le nostre relazioni, quando se uno dei nostri due principi risulta troppo sbilanciato da una  parte o dall’altra. A livello relazionale arriva sempre qualcuno che ci mostra il meccanismo, e possiamo capire di più di noi stessi semplicemente notando la natura profonda e complessa che regola i nostri rapporti. Sono quello che vorremmo?

Noi entriamo in relazione con l’altro, esattamente nel modo in cui siamo in relazione con i nostri nostri poli maschile e femminile interiori. Essi sono il primo modello genitoriale introiettato, che abbiamo assorbito nell’infanzia – padre e madre – Sole e Luna gli archetipi genitoriali, ma poi diventano i nostri poli interni – l’asse intorno a cui ci muoviamo nelle nostre azioni – o non azioni – Il polo attivo e il polo ricettivo. Grazie allo specchio dell’altro, magica alchimia dall’innamoramento (Casa 5 – Leone) all’amore relazione (Casa 7 – Bilancia), possiamo andare ogni volta a vedere cosa mettiamo in moto in modo inconsapevole, dove ci sbilanciamo, dove non agiamo qualcosa o la agiamo troppo.

Possiamo iniziare semplicemente ad osservare i nostri rapporti interpersonali e chiederci:

Diamo più ascolto all’altro e alla sua volontà, reprimendo la nostra, per paura di perderlo?

Siamo troppo concentrati su di noi, tanto da non vedere i bisogni dell’altro?

Assecondiamo dieci cose all’altra persona e infine all’undicesima, ci manifestiamo con una rabbia divorante e rinfacciamo tutto quello fatto poco prima?

Cosa ci dice la persona che è in relazione con noi, che immagine ci rimanda? Cosa ci chiede? 

Come esprimiamo la nostra volontà? In modo diretto e limpido, o ci aspettiamo di essere capiti e che i nostri bisogni vengano esauditi senza nemmeno chiedere?

Come esprimiamo i nostri desideri?

Diciamo all’altro la verità su di noi? 

Esprimiamo la rabbia se sentiamo di aver subito un ingiustizia? Come? In modo costruttivo per la relazione o rinfacciando e usando la parola “colpa”?

Ovviamente queste domande sono da porsi in qualsiasi livello di rapporto ci troviamo, che sia di coppia, affettivo, familiare, lavorativo.

Questa altalena tra il mio volere e il volere dell’altro, è un pendolo con cui ci troviamo a che fare per tutta la vita, fa parte della polarità dell’asse Casa 1 – Casa 7, ben rappresentate dal polo Bilancia -Venere e il polo Ariete – Marte. 
Ma cos’è esattamente dunque che ci mette di fronte come energia questa Luna Nuova in Bilancia?
La permanenza di Giove in questo segno fino all’autunno 2017 e questa data corrispondente alla fase di Luna Nuova, sono molto importanti, per avviarci consapevolmente al processo evolutivo che si sta verificando: andare e modificare ogni tipo di relazione basata su dinamiche distorte – tutto questo andando andando prima di tutto a verificare con onestà all’interno di noi stessi, dove esistono queste scissioni o lacerazioni.

Ora è davvero un messaggio quasi imperativo: se non ci confrontiamo con i nostri maschile e femminile interiore, accettando e integrando le parti che non possiamo sopportare, come potremmo mai pensare di aspettarci questo amore incondizionato da qualcun altro? Siamo in grado di farlo con noi stessi, di amarci incondizionatamente così come siamo al punto in cui siamo?

Ora nel Tema di Luna Nuova, Giove in Bilancia in Casa 3 ( le relazioni vicine, i rapporti del contingente, fratelli e sorelle, parenti, il vicinato, il quartiere, la comunicazione), espanderà sempre di più questa necessità di vedere e chiarire ogni tipo di relazione. Giove espande nel bene e nel male quello che trova, non è né benefico né malefico, il suo compito è portare a un sufficiente stato di fiducia il nostro Io, perché possa farci abbracciare ancora di più, un altro pezzetto di visione nel nostro cammino. Giove allarga la visuale. Giove – Zeus è quell’aspetto di noi che crede e vede che si possa crescere ancora e si possa andare avanti con fiducia.

Dove si colloca il segno della Bilancia nel nostro Tema di nascita? Che aspetti fa de ci sono pianeti al suo interno. Qui in quest’anno apporteremo una crescita e una notevole espansione.

Venere nel Tema di Luna Nuova inoltre si trova in Scorpione, e ci porta direttamente a vedere dentro di noi nei lati più oscuri e nascosti, dove ancora agiamo vecchie paure o schemi compulsivi inconsapevoli di potere emotivo sull’altro, subito o effettuato, non fa differenza perché siamo parte della stessa Unità, di cui l’altro ci mostra il tassello che ci sfugge.

Questa Luna Nuova ci dà l’opportunità di sperimentare e vivere l’amore autentico, che sa essere puro e pulito, limpido e senza rinunce, né più i ruoli di vittima-carnefice, senza più egoismo, possibile solo se sapremo amarci e rispettarci per primi. Solo così potremo insegnarlo all’altro senza parole, ma essendo in perfetta comunione con l’amore stesso della nostra Anima.

Buona Luna Nuova a tutti

 

Anna Elisa Albanese


Astrologia e Transiti
Guarigione spirituale – Valori planetari e mutamenti della coscienza
€ 12

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: