La Luna Piena Rosa: L’Interludio e l’Affinità
Bilancia

La Luna Piena di questo mese è conosciuta come Luna Rosa. Questo nome non deriva dal colore che la luna diffonderà nel cielo, ma ha la sua origine nella cultura dei nativi che la associa alla ricomparsa di alcuni dei primi fiori primaverili di Flox Selvatico, anche chiamati muschio rosa.

L’11 aprile la Luna Piena cadrà a 21° in Bilancia e sarà congiunta a Giove a 17° e alla Stella Fissa Spica. Tutti questi elementi sono molto positivi e, per questa ragione, alcuni astrologi le hanno dato l’appellativo di “Signora della Fortuna”.

La Luna Piena Rosa: L’Interludio e l’Affinità
Contemplazione – Christian Schloe

A livello esoterico la Bilancia è un segno di contemplazione; essendo il segno associato alla 7° casa del matrimonio interiore e del giudizio, rappresenta un tempo di interludio, meditazione, contemplazione, illuminazione e ispirazione in cui l’anima si organizza per la battaglia e la personalità attende. Qui abbiamo l’attività in cui la personalità cresce e si sviluppa e, contemporaneamente, vela e nasconde “l’uomo dal cuore nascosto”, l’aspetto dell’anima, nella forma umana, come il Maestro Djwal Khul la definisce. È il momento in cui la dualità viene conosciuta, ma nessuno dei due aspetti domina, facendoci attraversare un’esperienza di oscillazione tra il vecchio modo di essere, le vecchie abitudini e i vecchi desideri, e la vita dell’anima. Per questa ragione la Bilancia è stata anche chiamata “il luogo del giudizio”, poiché è il punto in cui prendiamo una decisione e lanciamo il dado che separa “le pecore dalle capre” o, in termini astrologici, l’Ariete dal Capricorno.

Il Sole sarà in Ariete (opposto alla Bilancia) e Plutone in Capricorno, creando una spettacolare configurazione a T con la Luna Piena, che innescherà un punto di crisi attraverso la manifestazione di una situazione in cui sarà necessario un riorientamento di atteggiamento.La Luna Piena Rosa: L’Interludio e l’Affinità

La vita interiore e quella esteriore attraverseranno un processo di allineamento attraverso la Grande Legge del Signore del Karma. Negli insegnamenti esoterici il Karma è associato al numero 8 e alla carta dei Tarocchi La Giustizia, che si relaziona alla Bilancia. L’8 ha a che vedere con “il trovare un punto di equilibrio tra azione e reazione in modo da poter giungere ad un allineamento naturale con la nostra verità interiore, senza mettere in discussione noi stessi attraverso il senso di colpa e l’orgoglio”. (Claudine Aegerter in “The Spirit of the Tarot. Numbers as Initiators of the Major Arcana”)

La Luna Piena Rosa: L’Interludio e l’Affinità
Immagine tratta dal web

L’8 ci invita a distruggere le vecchie idee e ad introdurne delle nuove; ha a che vedere con il divenire consapevoli della verità interiore dell’anima e con l’iniziare ad esteriorizzarla. Questo significa che la protezione, la paura e il desiderio di essere in controllo si dissolveranno facendoci comprendere che le delusioni provengono da quello che pensavamo di essereIl Karma è il nostro Maestro e ci offre l’opportunità di andare oltre i limiti in cui ci troviamo dal punto di vista del pensare, del sentire e del nostro comportamento.

Il Sole in Ariete è l’Anima e Plutone in Capricorno rappresenta il luogo di esperienza in cui incontreremo il nostro vecchio sé e i nostri passati desideri, creando un confronto doloroso per poter conoscere il nostro vero sé. Giove congiunto alla Luna supporterà l’unione del cuore con la mente, offrendoci lo spazio per realizzare la verità interiore.

La Luna Piena Rosa: L’Interludio e l’Affinità
L’Adorazione dell’Agnello Sacrificale – Jan van Eyck

Urano, il governatore esoterico della Bilancia, è congiunto al Sole, portando l’energia del Raggio 7 della Magia e dell’Ordine Cerimoniale nella situazione introducendo nuove forme di civilizzazione. Il Raggio 7 può portare disordine e caos, incorretto uso della parola, falsità e l’emergere di valori egoistici per condurre al corretto uso dei poteri dell’anima per fini spirituali, all’identificazione di se stessi con la verità e con il giusto ordine del Grande Piano. Urano materializza quello che necessita una manifestazione oggettiva attraverso l’unione dello Spirito (anima) e della materia (la personalità – la Luna). È attraverso Urano che le grandi coppie di opposti dell’Ariete e della Bilancia si uniscono poiché questo pianeta è rappresentativo del “Dio Padre”, Colui che mette in relazione. E l’Ariete rappresenta il riorientamento della mente e “l’Agnello Sacrificale”, a indicare che il contatto con l’anima ci redimerà dalle nostre incomprensioni, dalla colpa, dall’orgoglio e dall’oscurità della materia.

Plutone in Capricorno, un segno di terra, veicola l’energia del Raggio 1 della Volontà e del Potere. A livello simbolico il capro ci conduce in luoghi aridi alla ricerca di cibo e acqua, ma scala anche la cima della montagna. In questo segno vediamo espresso il punto più denso della manifestazione della materia, che la rende molto dura. In questa fase, secondo la legge, la materia viene facilmente frantumata e l’uomo dà inizio alla sua stessa distruzione con il supporto del Signore del Karma. Il Capricorno è anche un segno di conclusione, di “arresto periodico” poiché, quando raggiungiamo la cima della montagna, non possiamo andare oltre, perché l’unica via è scendere nella valle del dolore, della disperazione e della morte prima di poter scalare nuovamente la cima. Plutone ci chiede di affrontare ciò che abbiamo creato, che ora ha bisogno di sgretolarsi e di essere ricostruito secondo una nuova verità interiore. Per questa ragione, il Capricorno è considerato un segno di scelta e rappresenta l’inaugurazione di un nuovo ciclo di sforzi, tensione e battaglia interiore con le forze superiori dell’anima.

L’energia del Sole sarà rafforzata dal trigono con Saturno a 27° in Sagittario, congiunto al Centro della Galassia a 26°. Saturno ha lo scopo di offrire un’opportunità, o una situazione, che renda la scelta inevitabile e un atto consapevole decisivo, che implica responsabilità.

La Luna Piena Rosa: L’Interludio e l’Affinità
Philip Sedgwick

Come Philip Sedgwick afferma nel suo libro “The Galactic Trilogy”, il Centro della Galassia è come una candela di energia infrarossa che svolge due funzioni primarie sulla nostra consapevolezza: da un lato, “i raggi infrarossi aprono la mente inconscia. Quest’apertura ci porta ad abbandonare le nostre più grandi lamentele emotive […]. Secondariamente, gli infrarossi portano all’apertura del chakra della radice nel sistema energetico. Questo chakra lascia andare il vecchio, rigenera la nostra energia e fa alzare il nostro fondoschiena grazie ad una nuova ispirazione e un senso di reale progresso”, dall’altro, “Il Centro della Galassia agisce come un disco satellitare, dirigendo le informazioni ispirate dal Divino direttamente alla materia grigia potenzialmente ricettiva dei nostri cervelli. Se credete in Dio, questa potrebbe essere la voce che sentite. In ogni caso, grazie a questa connessione, avrete la capacità di portare giù informazioni immediate, che non avreste altrimenti la possibilità di conoscere”.

La Luna Piena Rosa: L’Interludio e l’Affinità
Flox Selvatico

Nel linguaggio dei fiori il Flox Rosa esprime la ricerca e la ricettività a partner simili, indicando che il suo proposito è quello di supportarci nel trovare il nostro vero sé, la nostra vera anima per il matrimonio interiore. Ha a che vedere con nuovi paradigmi di relazione e una nuova e più profonda qualità d’Amore intessuta nell’accettazione di chi siamo veramente e dell’emergere di un senso di affinità che non avevamo mai sperimentato prima in noi stessi. L’affinità è stata descritta come una sensazione di Amore oltre il tempo e la distanza poiché solo ciò che è reale è permanente.


Incontrare l’anima dentro di noi o attraverso l’altro è una benedizione; si tratta dell’emergere della verità da dentro.  Ha a che vedere con l’abbracciare il cambiamento la cui fragranza era stata nell’aria per un po’ e con l’accettarla a cuore aperto, perché riconosciamo di aver incontrato l’Amore, innanzitutto in noi stessi.


La Luna Piena Rosa: L’Interludio e l’Affinità
La Ruota della Vita

Lascia andare i pensieri!

Non portarli nel tuo cuore!

Sei nudo, e i pensieri sono come il ghiaccio.

Usa i tuoi pensieri per cercare di lasciare andare la sofferenza e il dolore,

mentre i pensieri sono la causa della sofferenza e del dolore.

Il regno della creazione si trova fuori dalla portata del pensiero.

O incosciente, vedi l’opera e guardane la bellezza!

Guarda nella direzione da cui le immagini fluiscono.

Vedi il ruscello che fa in modo che la ruota giri.

Jalāl al-Dīn Rūmī

 

Cristiana Caria

Fonte: http://it.blog.cristianacaria.com/2017/04/10/la-luna-piena-rosa-linterludio-e-laffinita/

Pagina FB : https://www.facebook.com/CristianaCariaTeacher/?fref=ts