yod1
Yod e Tetraktys

Il 18 Agosto il cielo della prossima Luna Piena in Acquario presenterà per tutti noi un’interessante configurazione poiché nell’arco della stessa giornata saremo sotto l’influenza non solo di un’Eclissi Lunare, ma si delineerà anche una significativa configurazione a Yod nelle sfere celesti.

La Yod è la 10ma lettera dell’alfabeto ebraico, una delle più importanti perché costituisce l’inizio del nome di Dio (Yod Hey Wav Hey). Sembra un semplice punto, ma evidenzia che il mondo finito può contenere il mondo infinito. Rappresenta la vita primordiale dell’Universo poiché significa “Dito di Dio” o “Mano di Dio”, sinonimo dell’infallibile testimonianza della visibile paternità di tutte le Sue opere. L’energia che porta rivela l’infinita capacità della Volontà di Dio di supportare tutta la creazione e, allo stesso tempo, la nostra capacità di sintonizzarci con la mente del Creatore per ricevere insight e guida per la nostra evoluzione spirituale. Il corpo di questa lettera rappresenta la profonda comprensione dei misteri più alti dell’Anima poiché porta giù la luce dall’Alto per poterci guidare negli affari materiali, specialmente in relazione alla dissoluzione dei nostri schemi karmici.

La Yod simboleggia il dito indice, il dito associato alla decisione, al silenzio e alla comprensione. Quando puntiamo il dito, indichiamo il nostro futuro e la direzione che prenderà.

La Yod celeste verrà formata da un aspetto a sestile (60°)  tra la Luna in Acquario e Urano in Ariete, con due grandi quinconce (150°) tra questi due corpi celesti, e Mercurio e Giove congiunti in Vergine. Questo produrrà una lunga forma a triangolo, simile ad un cappello di strega, che punterà verso Mercurio e Giove.

Giove e Teti - Jean - Auguste - Dominique Ingres
Giove e Teti – Jean Auguste Dominique Ingres

Dal punto di vista astrologico la Yod è significativa di una missione karmica che dobbiamo completare per muoverci ad un nuovo livello interiore, per stabilire una profonda connessione con la nostra anima. Il punto chiave della configurazione a Yod è che tutte le energie create dal sestile, e innescate dai due quinconce, troveranno un luogo in cui dirigersi, indicando il Punto di Attivazione o Punto di Consapevolezza evidenziato dalle dinamiche degli angoli.

Platone chiamò Giove “La Parola di Dio”, la parola dell’anima che scende a noi attraverso la fusione della mente e del cuore per rivelare il proposito che ci dona la vita interiore, il significato per cui vivere qui. Questa intelligenza celeste veicola l’energia del Raggio 2, l’Amore/Saggezza, la volontà di unificare, sintetizzare, produrre coerenza e attrazione reciproca, e stabilire relazioni. Mercurio, il Messaggero degli Dei, rappresenta la mente che offre la guida spirituale dell’anima che vuole manifestarsi sulla Terra.

Dal punto di vista esoterico la Vergine è il segno zodiacale associato alla Forma come Veicolo del Creatore, nel senso che ci mostra come abbiamo la possibilità di rivelare il significato spirituale della nostra vita nella materia. Esprime l’andare oltre la separazione interiore tra la personalità e l’Anima per rivelare dove l’anima vuole veramente andare.

Come ho scritto nel mio blog precedente, il Leone è ora aperto ad andare oltre la consapevolezza centrata sul sé e sentire la Chiamata del Divino. Ora il Sole in Leone porta la propria luce sulla Luna in Acquario attivando la nostra mente, appena iniziata agli scopi della Mente Universale, per portare l’anima verso una cooperazione attiva con il piano interiore di Dio. Il Leone governa il cuore nel corpo ed è nel cuore che inizieremo a sentire il bisogno di andare oltre ciò che pensiamo di essere.

Urano in Ariete, sestile alla Luna, porterà l’inaspettato e innescherà i cambiamenti di cui abbiamo bisogno per oltrepassare la porta della nuova esistenza. Avvertiremo un forte bisogno di liberarci del passato e di tutte le limitazioni che non ci permettono di essere chi siamo veramente.

È il tempo di giungere al raccolto di quel senso di fine che abbiamo avvertito nelle ultime settimane, a partire dalla Luna Nuova in Leone e all’apertura del Lionsgate dell’8 – 8.

Questa configurazione ci permetterà di accettare i nostri sentimenti ed esprimerli direttamente in modo da stabilire un nuovo ordine e nuove relazioni nella nostra vita. Urano veicola l’energia del Raggio 7, il Raggio dell’Ordine Cerimoniale e della Magia, cioè la Volontà di Espressione, la necessità di abbracciare “tutto ciò che sta sopra e che sta sotto” e produrre bellezza, ordine, un tutto perfetto e giuste relazioni; è l’energia trainante emanata dallo Spirito che appare, prende forma e vive. Lo scenario verrà enfatizzato dall’Eclissi Lunare, che evidenzierà i bisogni, le intenzioni e i desideri della personalità ormai giunti alla fine senza soddisfare la nostra vera natura.

Questa configurazione a Yod è molto particolare perché produrrà anche un effetto a boomerang: Chirone, il Centauro, tradizionalmente noto come il Guaritore Ferito, sarà opposto a Giove in Vergine a 25° in Pesci. Questo significa che l’energia nel punto di azione in cui si trova Giove, rimbalzerà nel punto di reazione di Chirone offrendo l’espressione finale alla pressione energetica creatasi nella configurazione a Yod.

Avremo la sensazione di non avere il controllo delle nostre vite e dovremo arrenderci al potere superiore e permettere all’anima di emergere.

Leda e il Cigno - Correggio
Leda e il Cigno – Correggio

Il simbolo Sabiano del grado di Chirone “UN’ORGANIZZAZIONE RELIGIOSA HA SUCCESSO NEL SUPERARE L’INFLUENZA CORRUTTRICE DI PRATICHE PERVERSE E IDEALI MATERIALIZZATI” conferma che il potere dell’Anima interverrà nella vita personale per indurre le catarsi necessarie: crisi e purificazioni saranno la chiave del processoLa nostra intuizione aumenterà e sperimenteremo profondi insight che ci porteranno rivelazioni uniche, un senso di auto-riscoperta e, quale conseguenza, un’aumentata fiducia in noi stessi per perseguire la nostra vera natura, poiché realizzeremo che non possiamo più negare chi siamo veramente come anima. La Luna Piena sarà congiunta alla stella fissa Sador, nella costellazione del Cigno, esattamente nel mezzo del suo petto. Il Cigno rappresenta Zeus/Giove, che sedusse Leda, regina di Sparta, assumendo la forma di un cigno, facendole concepire due gemelli, Castore e Polluce, Elena e Clitennestra. L’etimologia della parola associa il cigno a “colui che canta”. Le leggende narrano che dopo una vita in silenzio, sul punto di morte, il cigno alzi il proprio canto verso gli Dei per esprimere la gioia per la propria reintegrazione con il Divino. Per questa ragione viene associato alla seconda fase del processo alchemico, l’albedo, in cui l’alchimista scopre la propria anima e si muove verso l’ultimo stadio della Grande Opera.

Arcane-Arcana-20-jugement-judgment
Il Giudizio – Tarocco XX di Oswald Wirth

Nei Tarocchi esoterici la costellazione del Cigno è connessa con il 20mo trionfo, Il Giudizio; rappresenta la chiamata di risveglio all’azione, chiedendoci di tradurre quello che riceviamo per poter essere intermediari tra lo Spirito e la materia.

Siamo sulla soglia della seconda morte, in cui la luce dell’Anima diviene facilmente accessibile nella nostra vita quotidiana: la Luna ha concluso il proprio mandato ed è pronta a consegnare nel tempio del corpo la nuova vita guidata dall’Anima.

 

«Bussa, E Lui aprirà la porta

Scompari, E Lui ti farà brillare come il sole

Cadi, E Lui ti innalzerà al cielo

Divieni nulla, E Lui ti trasformerà nel tutto» – Jalāl al-Dīn Rūmī

 

Cristiana Caria

 

FONTE : http://it.blog.cristianacaria.com/2016/08/12/luna-piena-in-acquario-con-eclissi-lunare-il-dito-di-dio-e-la-missione-karmica/

Pagina FB : https://www.facebook.com/CristianaCariaTeacher/?ref=hl