Cammina Nel Sole

l'alba del sesto sole

2017-2018 : IL TRANSITO DEI NODI LUNARI NELLE CASE ASTROLOGICHE – Come portare nel quotidiano l’attuale viaggio evolutivo della Coscienza

| 0 commenti

Faccio seguito al post sul cambio di asse zodiacale dei Nodi Lunari dello scorso 26 aprile – leggi QUI –  e approfondisco l’argomento con la spiegazione del significato dettagliato di questo transito estremamente importante per ciascuno di noi. Riassumendo brevemente, i Nodi Lunari simboleggiano il viaggio del Sé da un punto della mappa astrale al suo opposto, da un segno zodiacale al suo opposto, da una Casa ad un’altra opposta. Essi dunque rappresentano la chiusura di un cerchio fondamentale per l’individuo. Grazie alla loro posizione nel tema di nascita, l’umano può comprendere quali sono le sfide da affrontare per imparare la lezione che il Sé Superiore ha predisposto quale salto evolutivo in questa esistenza.

Dal 28 aprile 2017 al 16 novembre 2018 essi attraverseranno in moto retrogrado l’Asse Aquario (Nodo Sud, il passato da lasciar andare) / Leone (Nodo Nord, il nuovo da acquisire).
Nell’individuare dentro la propria mappa quali sono le Case interessate dal loro moto, possiamo scoprire quale sia il terreno interiore dentro cui è necessario crescere per fondersi con la polarità opposta a cui siamo stati finora ciechi.
In questo post non si tratta dei Nodi Lunari di nascita, ma del dono che possiamo trarre dal transito attuale dei Nodi Lunari tra il Segno dell’Aquario e quello del Leone riferiti alla nostra carta astrologica di nascita.

Ogni anno e mezzo il transito dei Nodi Lunari cambia Asse Zodiacale. Con questo termine si intende un Segno ed il suo opposto; per esempio, l’Ariete, Segno di Fuoco, crea un’Asse con la Bilancia, Segno d’Aria; il Toro, Segno di Terra,  con lo Scorpione, Segno di Acqua; i Gemelli, Segno d’Aria, con il Sagittario, Segno di Fuoco; il Cancro, Segno d’Acqua, con il Capricorno, Segno di Terra; il Leone, Segno di Fuoco, con l’Aquario, Segno d’Aria; la Vergine, Segno di Terra, con i Pesci, Segno d’Acqua.
Gli Elementi opposti sono chiaramente complementari, per cui viaggiare consapevolmente dentro il transito dei Nodi Lunari ci permette di assimilare ciò che manca, ciò che è dormiente e deve essere risvegliato, ciò che è latente e necessita di essere manifestato. E’ l’embrione del Processo Alchemico applicato alla vita quotidiana.
Dunque i Nodi transitano all’interno della nostra mappa natale ed attivano determinate tematiche nelle Case in cui vanno a cadere. Le 12 Case astrologiche (tante quanti sono i Segni zodiacali) rappresentano il palcoscenico su cui si svolge una commedia che è l’esperienza evolutiva da vivere. Se ci sono pianeti dentro una Casa, essi danno forma precisa a quell’esperienza rappresentando le risorse con cui vivere. Se la Casa è vuota, il suo andamento dipende dalla posizione del pianeta che governa il Segno in cui cade. Ogni Casa si attiva quando un pianeta o una configurazione astrologica la illumina entrandoci dentro.
Per calcolare il tema natale e scoprire quali sono le Case astrologiche interessate da questo transito cliccare QUI

Ecco l’elenco delle 12 Case astrologiche con il loro significato generale. Oltre a ciò viene riportato il percorso evolutivo che ciascuno di noi può fare più o meno consapevolmente in questo periodo, in base a quale siano le Case dove cade l’Asse Aquario/Leone. Calcolate il vostro tema, verificate in quale Casa si trovi il Segno del Leone. Cercate sotto la dicitura corrispondente. Trovate così qual è il senso di questo transito per voi ora, fino al prossimo novembre 2018 e quale dono potete trarne:

PRIMO ASSE – CASA I/CASA VII
CASA I (Ascendente) definisce le qualità dell’individuo. E’ infatti detta Casa dell’Io Sono. Poiché coincide con l’Ascendente, rappresenta il punto di vista della persona sul mondo, che viene osservato e percepito attraverso i valori del Segno che occupa la Casa.
CASA VII (Discendente) definisce la relazione con il mondo esterno, nella fattispecie con l’Altro. E’ infatti detta Casa della Coppia. Il Segno che la occupa descrive la modalità con cui una persona vive la relazione sentimentale, il matrimonio, e quali sono le qualità del partner che attiriamo nella vita.
NODO NORD IN LEONE IN CASA I/NODO SUD IN AQUARIO IN CASA VII – il nativo ha bisogno di fare ordine nella propria esistenza per mettere se stesso al primo posto. Le relazioni possono essere una via di fuga da una realtà percepita come troppo pesante. Ora è necessario fermarsi perché la verità del cuore non permette più di girare lo sguardo altrove. L’individuo deve lasciarsi alle spalle partner irresponsabili, assenti ed inaffidabili per imparare prepotentemente ad amare se stesso, cominciando a riconoscere la propria intrinseca bellezza. Questo atteggiamento attira un partner che nutre le qualità luminose del nativo
NODO NORD IN LEONE IN CASA VII/NODO SUD IN AQUARIO IN CASA I – è arrivato il momento di arrendersi all’amore mettendosi d’impegno a costruire una relazione sana e responsabile. Il nativo viene chiamato ad iniziare un processo di radicamento dentro un ruolo per trovare un posto stabile nella sua vita nomade. In questo modo è possibile fare spazio a qualcuno che vuole starci accanto. Ciò che il nativo deve lasciarsi alle spalle è la paura di esprimere i propri sentimenti, diventando consapevole che finora il timore di essere rifiutato era più forte del desiderio di ricevere amore. Questo è un passo che guarisce il cuore dalla ferita dell’amore non corrisposto.
SECONDO ASSE – CASA II/CASA VIII
CASA II definisce il valore che il nativo dà a se stesso. I valori del Segno che la occupa sono quelli che il nativo utilizza per definire il proprio ruolo nel mondo, la relazione con le aspettative esterne e con le sfide da affrontare. E’ la Casa che descrive il rapporto del nativo con l’Abbondanza.
CASA VIII definisce il karma familiare, ciò che è accaduto agli antenati/nonni/genitori che il nativo è venuto a sciogliere; definisce il ruolo sociale che il nativo deve integrare per sentirsi all’altezza della propria missione. Definisce le eredità che derivano dalla famiglia. E’ una casa karmica perché governata da un Segno d’Acqua (Acqua = memoria del passato), in questo caso lo Scorpione (ottavo Segno). Qui vengono descritti i pesi da lasciarsi indietro.
NODO NORD IN LEONE IN CASA II/NODO SUD IN AQUARIO CASA VIII – il nativo viene chiamato a prendersi la responsabilità di rendere se stesso felice costruendo una situazione di vita che lo porti a fare esperienza di stabilità e serenità. Ciò che deve lasciarsi alle spalle è un passato indefinito, dove il nativo ha sperimentato l’incertezza e la precarietà, per dare a se stesso l’opportunità di misurarsi con il proprio valore in modo concreto.
NODO NORD IN LEONE IN CASA VIII/NODO SUD IN AQUARIO IN CASA II – il nativo viene investito di una missione di vita, passaggio fondamentale per acquisire autorevolezza e saggezza, come un Cavaliere che riesce ad estrarre la Spada dalla Roccia e diventa Re del proprio Regno. Ciò che la persona deve lasciarsi alle spalle è la frustrazione di non riuscire ad auto-definirsi a causa dell’aver voluto ignorare la verità del cuore. In questo caso l’individuo riconoscere di avere la forza di affrontare anche le più grandi sfide perché al loro confronto se ne sente all’altezza.
TERZO ASSE – CASA III/CASA IX
CASA III definisce la vita quotidiana, le piccole cose, la relazione del nativo con le persone più vicine (fratelli, sorelle, vicini di casa). Descrive la situazione del nativo dentro la propria esistenza, se fluisce con facilità o se si sente un extra-terrestre. Rappresenta le capacità comunicative semplici e dirette di una persona e la sua volontà ad aprirsi al mondo.
CASA IX definisce lo straordinario dell’esistenza (come opposto all’ordinarietà), la predisposizione del nativo ad esplorare l’ignoto e ciò che si trova lontano da casa, la capacità di comunicare con chi parla altri linguaggi. Rappresenta la chiamata del nativo verso lo studio e la comprensione dei Grandi Sistemi della Vita (spiritualità, filosofia, ecc.).
NODO NORD IN LEONE IN CASA III/NODO SUD IN AQUARIO IN CASA IX – il nativo viene chiamato a portare nel quotidiano un messaggio importante, di difficile comprensione. In questo modo l’individuo impara a condividere le sue idee, rendendole concrete, acquisendo così anche senso pratico, di cui è carente. Ciò che la persona deve lasciarsi alle spalle sono i voli pindarici della mente per dedicarsi ad un progetto che sia vivibile, così che il mondo si possa arricchire di un valore aggiunto.
NODO NORD IN LEONE IN CASA IX/NODO SUD IN AQUARIO IN CASA III – il nativo viene chiamato ad elevare lo sguardo oltre i limiti auto-imposti della zona confort, delle situazioni note anche se disagevoli, per costruire nuovi orizzonti che portino a manifestazione i valori dettati dalla verità del cuore. Ciò che il nativo deve lasciarsi alle spalle è la tendenza alla dispersione, alla difficoltà a focalizzarsi su un punto di interesse in particolare, per imparare a seguire la verità del cuore quale timone di vita, grazie alla quale saprà scoprire i propri valori fondamentali.
QUARTO ASSE – CASA IV/CASA X
CASA IV (Fondo Cielo) definisce le radici, la figura paterna e la relazione del nativo con essa.  Nella mappa di un uomo descrive come questo vive la paternità. Descrive la situazione da cui la persona proviene ed essendo una Casa d’Acqua, governata cioè da un Segno che appartiene a questo Elemento (in questo caso Cancro, quarto Segno) è una Casa karmica. Nei valori del Segno che si trova al Fondo Cielo si ritrovano le memorie della vita precedente a questa, a livello di tematica fondamentale.
CASA X (Medio Cielo) definisce gli obiettivi da conseguire nella vita, l’autonomia e l’auto-realizzazione. Descrive la figura materna, la relazione del nativo con essa e per una donna come questa vive il proprio ruolo di madre. In qualità di punto opposto al Fondo Cielo, questa Casa descrive l’evoluzione dell’anima durante la vita, come anelito dell’essere verso la liberazione dal passato e la costruzione di qualcosa di nuovo grazie alla tenacia e alla determinazione.
NODO NORD IN LEONE IN CASA IV/NODO SUD IN AQUARIO IN CASA X – al nativo viene chiesto di fare pace con il passato, con le radici, e di accettare ciò che apparentemente sembrava essere una prigione. La persona può scoprire che restando fermo, anziché spostarsi incessantemente, la realtà si espande. Nella stabilità le radici affondano ed i rami della pianta crescono nello spazio. Così dal mondo delle Idee si raggiunge il mondo della Materia. Ciò che il nativo deve lasciarsi alle spalle è la rigidità della mente per abbracciare la spontaneità delle sensazioni corporee. Il corpo è la bussola sensoriale che riconosce i segni della sincronicità.
NODO NORD IN LEONE IN CASA X/NODO SUD IN AQUARIO IN CASA IV – il nativo deve staccarsi dalla casa dei genitori per inseguire le proprie priorità e mettere in atto la missione di vita per cui è nato. Alla persona viene chiesto di prendersi la responsabilità di portare a compimento un disegno più grande di sé che sfrutti le risorse con cui è nata. Ciò che il nativo deve lasciarsi alle spalle è la finta sicurezza di una zona confort che lo tiene prigioniero nella paura di perdersi per strada. Come sempre si dice, occorre perdersi per ritrovarsi. E non è mai troppo tardi, poiché la Casa X è la Casa di Saturno, il pianeta legato all’età matura.
QUINTO ASSE – CASA V/CASA XI
CASA V definisce i talenti della persona, ciò che il nativo ha imparato a fare oltre ciò che la famiglia gli ha insegnato. Descrive il rapporto che l’individuo ha con la leggerezza, il divertimento, la creatività. Descrive le caratteristiche del primo figlio, se esiste, e come il nativo vive il proprio ruolo di figlio.
CASA XI definisce il modo con cui l’individuo si rapporta con il sociale (gli amici, i gruppi collettivi – colleghi, compagni di scuola, conoscenti). Descrive il ruolo che la persona tende ad occupare nel sociale, se è predisposta a prendersi cura degli altri, o se al contrario è un solitario, oppure se il nativo viene naturalmente visto come un punto di riferimento per chi ha bisogno.
NODO NORD IN LEONE IN CASA V/NODO SUD IN AQUARIO IN CASA XI – al nativo viene chiesto di scegliere per se stesso, affrancandosi da una realtà sociale che non lo riconosce più e che non gli permette più di vivere la propria verità. La persona necessita di sperimentare se stesso in solitarietà, cominciando a costruire una sua realtà individuale precisa e auto-definente. Ciò che il nativo deve lasciarsi alle spalle è il bisogno di identificarsi con il gruppo, dentro cui tende a nascondersi. Ora viene chiamato a prendersi responsabilmente i propri rischi da solo.
NODO NORD IN LEONE IN CASA XI/NODO SUD IN AQUARIO IN CASA V – il nativo deve imparare ad aprirsi al mondo esterno, portando fuori le proprie predisposizioni, manifestando le potenzialità e mettendo a frutto i talenti naturali di cui è fornito. Alla persona viene chiesto d’esporsi e di prendersi la responsabilità di difendere se stesso e gli altri che non sono in grado di farlo. Ciò che il nativo deve lasciarsi alle spalle è il timore di essere visto, la paura della nudità interiore. Quando si è nudi, cominciano ad intravvedersi i colori della vera aura.
SESTO ASSE – CASA VI/CASA XII
CASA VI – definisce il senso pratico che il nativo possiede, la sua predisposizione lavorativa, la sua capacità di mettersi al servizio. Descrive la tendenza mentale all’organizzazione, alla schematizzazione della realtà, all’utilizzo della facoltà interiore del discernimento. E’ la Casa del Guaritore, descrive il talento della persona in questo senso, ed anche il livello di salute del nativo e l’andamento della salute durante la vita.
CASA XII – è la Casa karmica per eccellenza perché si trova alle spalle della Casa I, che definisce il punto della nascita. Nella Casa XII viene descritto ciò che accadde prima che l’individuo nascesse, sia durante la propria gestazione, sia nelle vite precedenti all’attuale. E’ la terza Casa governata da un Segno d’Acqua, in questo caso i Pesci, dodicesimo Segno. Definisce le predisposizioni del nativo alla contemplazione, meditazione, astrazione, alla ricerca di stati alterati della coscienza che ripropongano un tipo di realtà al di fuori dei parametri sensoriali.
NODO NORD IN LEONE IN CASA VI/NODO SUD IN AQUARIO IN CASA XII – il nativo necessita di abbracciare la realtà oggettiva, abbandonando un punto di vista reattivo, timido, che intrappola l’individuo nella ripetizione inconsapevole di automatismi scollegati al vissuto attuale. Essi risalgono infatti alle memorie di vite precedenti. Alla persona viene chiesto di prendersi la responsabilità di agire in modo concreto, affinché la sua visione, sicuramente peculiare, possa trasformarsi in qualcosa che sia di servizio a sé e agli altri. Ciò che il nativo deve lasciarsi alle spalle è il senso di solitudine ed estraniamento da un mondo che viene percepito come giudicante e severo. Da vittima accecata dalla sofferenza l’individuo può trasformarsi in co-creatore consapevole .
NODO NORD IN LEONE IN CASA XII/NODO SUD IN AQUARIO IN CASA VI – il nativo deve imparare a fermare il ritmo frenetico della propria esistenza per cominciare ad osservare il volo delle farfalle, lo sfaldarsi e ricompattarsi delle nubi in cielo, le timide luci delle stelle di notte. Da un atteggiamento razionale e reattivo è necessario portarsi nella progettualità basata su un sogno folle che può finalmente trovare spazio per diventare reale. Ciò che il nativo deve lasciarsi alle spalle è la contrattura muscolare dovuta ad un forte senso del dovere che porta a dimenticarsi di sé. E’ necessario ricostruire una via che porti a ricordarsi dei propri sogni e desideri. Perché la Vita è una trama che noi sogniamo momento dopo momento.
Buon viaggio a tutti!
Stefania Gyan Salila


Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: