Cammina Nel Sole

l'alba del sesto sole

4 maggio luna piena…la luna della coppia…

| 0 commenti

La Luna della Coppia è la seconda lunazione che incontriamo durante l’anno e ha sempre inizio nel mese di Aprile. Il plenilunio cade tra aprile e maggio (in questo mese il 4 maggio 2015) e la lunazione completa quest’anno è successiva di circa 17 giorni  alla festa di BELTANE (1 maggio,festa pagana gaelica e primo giorno di primavera in Irlanda)…che tra l’altro rappresenta anche il “sabba delle nozze sacre”. Anche per questo motivo la Luna della Coppia è nota con questo nome. E’ la lunazione che richiama l’estasi dell’amore e della congiunzione tra le forze opposte del maschile e del femminile, tra il Re Cervo e la Vergine Cacciatrice. L’impollinazione del fiore che genera il frutto estivo avviene in questo periodo.
Secondo l’agrilunario di Strie  il clima lunare per la luna della coppia è il seguente: Il Novilunio avviene generalmente in Ariete, segno di fuoco che rende le giornate finalmente primaverili e permette a tulipani e bulbi di fiorire. Raramente può anche compiersi in Toro… come in questo mese di maggio…  indicando clima ancora freddo nonostante il periodo.

La lunazione…cadendo a cavallo, a volte, della notte di Beltane …come in questo caso… porta con sé la bellezza dell’amore e dell’accoppiamento, il bisogno di creare legami forti, di costruire famiglie e innamorarsi nuovamente della persona con cui abbiamo deciso di condividere la nostra strada.
Il simbolismo della Coppia qui è l’aspetto della condivisione e dell’amore che sboccia. Il potere sessuale è al picco in questo momento e anche gli animali lo percepiscono. Incomincia infatti la stagione degli amori, quando le pulsioni sessuali si impennano e il bisogno di trovare un partner diventa una questione quasi di sopravvivenza. Siamo circondati dal pieno risveglio del verde smeraldo dell’erba e dei fiori che stanno fruttificando. In natura vediamo come le poche razze di animali con tendenze sociali monogame trovano il compagno per la vita, come il pinguino, il lupo, il licaone, il dik dik, l’acquila, il cavalluccio marino, lo sciacallo, l’albatro, la rondine, il gerbillo, il tasso, la sula, il falco, e il panda. Ma tra tutti è forse proprio il cigno che ci dà di più il significato dell’amore stesso. Il simbolo stesso del cuore come lo intendiamo a livello simbolico ci giunge proprio della forma dei loro colli quando si incontrano. Il cigno infatti è la rappresentazione più pura che possiamo trovare di “amore eterno”. Quando, per un motivo o per un altro, uno dei due partner appartenente alla coppia viene a mancare, l’altro cade in uno stato di profonda depressione e malinconia e smette di mangiare fino a lasciarsi morire. Questo comportamento va contro ogni tipo di preservazione della specie, di istinto di sopravvivenza: va letteralmente contro natura, eppure i cigni lo fanno. Ci sarebbe forse qui da prendere per le orecchie chi ha il coraggio di affermare che gli animali non provano emozioni.
La Luna della Coppia è quindi la luna della scoperta e del risveglio del desiderio sessuale, del bisogno di aprirsi all’altro sesso per cercare un compagno o una compagna con cui costruire una famiglia e vivere la propria passione e il proprio bisogno di appartenere a qualcuno o di poter contare su qualcuno. Le energie infatti sono sia ricettive che proiettive. Queste energie trasformatrici ci consentono una chance di rinnovamento anche su ogni fronte di “rapporto”: di amicizia, di compartecipazione. E’ la Luna della comunione degli intenti, è il periodo di profumo e di freschezza che segnava, per me, l’approssimarsi della fine della scuola, quando gli alberi erano in fiore, le ragazze sorridevano più spesso e si mostravano più gentili e le vacanze non apparivano così lontane.
Questa luna è nota anche come Luna dell’Orso. Questo nome ci giunge per motivi vari. In greco, il termine arktos significa appunto “orso” e in gaelico troviamo questo stesso termine con la similarità fonetica di Arthios che poi ha rimandato allo stesso nome “Arthur” per rappresentare la forza dell’animale il quale, guarda caso, era proprio il nome del più grande e nobile condottiero britannico. Nel mito celtico troviamo la Dea Artio, la Dea Orsa, protettrice e madre stessa della classe guerriera. Questa luna si chiama quindi Luna dell’Orso per la capacità dell’orso di andare in letargo e risvegliarsi e andare in amore proprio sotto questa luna. L’accoppiamento infatti cade esattamente durante questa lunazione e si sa che un’orsa è, se possibile, l’animale più aggressivo quando si tratta di difendere i cuccioli.
La Luna della Coppia, come abbiamo visto, è il momento per dare acqua ai rapporti e  farli fiorire di nuovo…durante questa lunazione saremo piu invogliati e propensi ad attrarre l”amore nelle nostre vite.

Articolo preso dal sito http://www.thereef.it/ e riveduto da Cammina nel Sole (Maria Rosaria Iuliucci)

Le Tredici Lune

Voto medio su 5 recensioni: Buono

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: