Cammina Nel Sole

l'alba del sesto sole

6 MAGGIO 2016 LUNA NUOVA IN TORO:UNA RINASCITA ATTRAVERSO L’ACCETTAZIONE

| 0 commenti

newmoontaurus

Questa settimana avremo la Luna Nuova in Toro, precisamente il 6 Maggio, che aprirà lo spazio per il sorgere di una nuova alba in noi.

Nei tempi antichi la Luna Nera era associata a Ecate, la dea greca dei crocevia e delle vie d’ingresso, la Madre degli Angeli e dell’Anima Cosmica del Mondo. Per questo motivo la Luna Nuova è stata associata al momento appena prima della nascita, poiché diviene nera come la Terra per permettere al nuovo seme di riposare e attendere il tempo della fioritura della Luna Piena. Scompare in modo che le stelle possano essere viste nell’immensità dello spazio.

Ecate - William Blake (1795)

Ecate – William Blake (1795)

Sin dai tempi più antichi, la Luna Nuova era associata alla morte, in quanto portava alla consapevolezza presagi, dolori e vecchie ferite per poter favorire una grande trasformazione. È il tempo del matrimonio interiore tra l’argentea Personalità e l’Anima dorata, tra la Luna, che ha lasciato andare gli schemi del passato associati ai desideri, ai bisogni e alle bramosie per divenire ricettiva al servizio all’Anima (il Sole).

Tradizionalmente la luna governa il Cancro, il segno zodiacale associato al nostro karma, gli attaccamenti alle cose così come sono, poiché porta con sé vecchi modelli da altre incarnazioni; esotericamente invece, governa l’Acquario, riflettendo completamente la volontà universale e il dissolvimento del senso di separazione che sperimentiamo nella nostra vita. Il Sole è il governatore del Leone, sia dal punto di vista exoterico che esoterico, ma la differenza si trova nel modo in cui questo accade. Il Leone controlla la volontà, ma mentre dal punto di vista della personalità si tratta della volontà collegata al nostro intelletto, ai bisogni personali e ai desideri, dal punto di vista dell’anima è associato alla volontà dell’Anima e della Grande Vita. Il Sole è portatore dell’energia del Raggio 2, il raggio dell’Amore/Saggezza, che si riferisce alla volontà di unificare invece che di separare.

Giove, Nettuno e Plutone - Caravaggio (1597/1600)

Giove, Nettuno e Plutone – Caravaggio (1597/1600)

Il fatto che sia Venere che Mercurio, che è ora retrogrado (attivando tematiche del nostro Karma irrisolto nelle relazioni), siano congiunti al Sole e alla Luna, apre la possibilità di un’unione interiore su molti aspetti: Venere infatti, rafforza l’unione della mente inferiore con quella superiore (Mercurio) attraverso l’Amore ad un profondo livello.

Non molti di noi sanno che nei tempi antichi, nella lingua greca, vi erano cinque parole diverse per esprimere il concetto di amore nelle sue varie forme: Agape, Phileo, Thelo, Storge e Eros. Agape è l’amore spirituale o universale che eleva l’uomo e gli fa comprendere che egli non possiede Dio, ma che è da Lui posseduto; Phileo è l’amore tra gli amici; Thelo è il desiderio di fare cose che ci rendono felici; Storge è l’amore associato al senso di appartenenza, come l’amore tra la madre e il bambino; ed Eros è l’amore fisico passionale tra gli amanti.

L’amore che qui evidenziamo, e che è citato 258 volte (13/4 = lasciare andare la propria identità e affidarsi a qualcosa di più grande di noi) nella Bibbia, e a cui Gesù di riferiva, è Agape. Nell’amare la nostra anima e la nostra vera essenza, dimentichiamo profondamente il nostro intelletto e la nostra personalità per poter servire la volontà della nostra Coscienza Superiore e realizzare il nostro compito/missione nella vita.

Questo matrimonio interiore è attivato dal Grande Trigono, formato da Giove e Plutone e dalla Balestra attivata da Nettuno. Questi tre pianeti sono fratelli nella mitologia e presiedono sui regni del Cielo, del mondo terreno e degli Inferi. In alchimia Giove rappresenta lo zolfo (intermediario tra anima e corpo) e l’elemento aria (i nostri pensieri), Nettuno il mercurio (il principio unificatore di conscio e inconscio) e l’acqua (le emozioni), e Plutone il sale (ciò che mantiene la consistenza della nostra natura corporea) e la terra (le situazioni o eventi fisici).

Carta dei Tarocchi XVI - La Maison Dieu

Carta dei Tarocchi XVI – La Maison Dieu

Nettuno si relaziona all’Anima in manifestazione e pertanto rappresenta il veicolo dell’espressione della Coscienza Superiore, poiché egli è l’Amore Incarnato. Poiché troviamo questo pianeta nel segno dei Pesci, a 11°39’, ci viene ricordato che dobbiamo trascendere la resistenza della personalità (il pensare, le emozioni e la fisicità) per poter lasciare andare le illusioni della mente che ci tengono prigionieri.

Il tema qui, associato alla carta dei Tarocchi Esoterici La Force (la Forza), che punta verso l’energia di Giove, opposto a Nettuno, è “Che la forza sia con te” nel senso dell’essere aperti a servire il manifestarsi della vita, così come è, con amore incondizionato e accettazione, poiché questa è l’unica energia che può unificare la mente e il cuore, cosa che è compito di Giove.

Il Sole e la Luna a 16° sono associati con il Tarocco Esoterico La Maison Dieu (La Torre) a esprimere la possibilità dello Spirito di entrare nel cuore dell’uomo e dissolvere tutte le torri, le credenze, i valori e gli obiettivi nella vita che il nostro intelletto ha sinora costruito. La Torre è fatta principalmente di orgoglio, che è l’orgoglio di pensare che abbiamo il controllo su ogni cosa.

Aura-Soma® B16 - La Tunica Viola

Aura-Soma® B16 – La Tunica Viola

Dal punto di vista del colore si associa alla bottiglia Equilibrium Aura-Soma® 16, viola/viola, che è chiamata La Tunica Viola. Il Viola ci parla dell’opportunità di una profonda trasmutazione non solo del nostro pensare o del nostro sentire, ma del nostro essere attraverso un intenso processo alchemico chiamato metanoia in cui andremo oltre lo stato mentale ordinario per allinearci alla nostra Anima. Il Viola è l’impegno verso lo Spirito e l’Anima, poiché solo se permettiamo all’Amore di passare attraverso di noi, possiamo divenire un tutt’uno e integrare i diversi aspetti del sé. Il Viola nasconde la rabbia e la frustrazione (poiché il rosso che lo compone è nascosto), che potrebbero essere innescati da Marte (associato nel sistema Aura-Soma® alla bottiglia Equilibrium B6, rosso/rosso) quadrato a Nettuno e Giove, ma dobbiamo ricordare a noi stessi che è questo il momento per lasciare andare e aprirci alla possibilità di una nuova alba e di una nuova rinascita.

Le parole chiave di questa Luna Nuova sono l’Accettazione e il Permettere, imparando a fidarci del processo e del manifestarsi della Vita quale nostra migliore Insegnante e Maestra.

Cristiana Caria

FONTE: http://it.blog.cristianacaria.com/2016/05/02/luna-nuova-in-toro-una-rinascita-attraverso-laccettazione/

Pagina FB: https://www.facebook.com/CristianaCariaTeacher/?fref=ts

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: