Cammina Nel Sole

l'alba del sesto sole

ARRENDITI AD ESSERE TE STESSO di Michela Ruffino *da leggere*

| 1 commento

abundance-ebook
 L’Universo fa così: te le boccia tutte finché non ti arrendi ad essere te stesso.
Riflettevo in questi giorni con diversi clienti su come non dovremmo dannarci per impedimenti ed imprevisti, ma imparare ad ascoltare. Cosa? Il nostro grido interiore, l’urlo della nostra Anima che si fa materia tramite persone ed esperienze che ci impediscono di farci ancora del male. Il paradosso: chi ci fa del male ci fa del bene. Come? Interpretando quella parte di noi alla quale non diamo voce!
Questa settimana ho sentito parlare di inquilini che non sfrattano, partner che non chiamano, colloqui di lavoro che non vanno, persone che non pagano, macchine che si rompono, e tutti ad imprecare o ad insistere…quando invece dovremmo fermarci e stare in ascolto di fronte a tutto ciò, per arrenderci finalmente a noi stessi: era veramente il lavoro che desideravo, voglio ancora stare ad aspettare questa persona, sto andando dove voglio andare, mi permetto di ricevere davvero?
Per arrivare alla mia scelta definitiva di essere Counsellor quante ne ho dovute passare…benedette e benedetti…contesti di lavoro aberranti al limite dell’ingiustizia, coliti e sciatiche, mai una giornata giusta, sembravo seduta su un cesto di spine, non c’era una posizione comoda in cui potessi stare, tutto faticoso e affaticante. Ma grazie…grazie…altrimenti avrei continuato a dormire, non mi sarei chiesta cosa ci facevo lì, chi ero, a chi o cosa stavo dando la mia vita, quale parte di me stavo nutrendo…e quale stavo facendo morire di fame!
Anche per altre situazioni me ne sono successe di ogni…ma io non ho voluto ascoltare, ‘di coccio’ ad insistere di fare la crocerossina con personaggi distanti, sociopatici, affettivamente dissociati, non curante dei mille avvertimenti dell’Universo. E ne ho sempre pagato io le conseguenze della mia sordità a me stessa. E poi pero a chiedersi il perche degli acufeni…quanti siamo a soffrirne? Quanti hanno paura di ascoltarsi?
Una volta avevo superato tutte le prove di una selezione disumana per un posto pubblico nelle risorse umane…non importava se avevo un mal di schiena da ospedale, una pancia gonfia come al sesto mese, e non importava che non era quello che volevo per me: volevo far felici i miei gentiori che erano preoccupati per me. Fui rimandata a casa da questo Ente pubblico per “annullamento della selezione per mancanza di esigenze organizzative” (dovevano metterci qualcuno..e non si aspettavano la mia comparsa che sulla carta li obbligava ad assumermi avendo ottenuto i punteggi più alti) – tutti a dirmi “fai ricorso!”. Ma de cheeee!!! Mi si é aperto un mondo! Ma grazie ai cari corrotti…ora starei li a bestemmiare me stessa e invece ho intrapreso il Viaggio piu bello della mia vita! Che é poi diventato la mia missione e il mio lavoro..Cosa c’é dietro l’angolo quando la smettiamo di andare dritto? Cosa ci aspetta al di la delle nostre solite scelte? Cosa non riusciamo a vedere dietro ad un No, un blocco, un imprevisto? Lasciate stare la sfiga…le ingiustizie…e lasciate anche state “la mano divina” come una forza di cui siamo obbligati a non conoscere nulla…noi siamo tutt’Uno con la mano divina…non c’e separazione fra noi e Lui/Lei…più conosciamo noi stessi più ritroviamo Dio, siamo chiamati a riconoscerci, a re-imparare ad essere autentici a partire dall’essere onesti con noi stessi…e non lamentarci e contrastare gli aiuti dell’Universo…poiché é proprio la nostra Anima che ci invia messaggi lamapanti affinché rivisitiamo le nostre scelte. E finché non ci mettiamo in ascolto…insiste…lei insiste insiste insiste….lei insiste.Un abbraccio luminoso
Animo!
MichelaCounsellor, Moon Mother ed altro su michelaruffino.weebly.com
Seguimi su Facebook su Cuore e Scarponi (gruppo)
Foto

Un commento

  1. Questa sera è stato illuminate leggere queste parole….ero in lacrime perché non mi trovo bene al lavoro (lavoro tanto sospirato ed ambito in ospedale!),troppe cattiverie subite troppi torti il continuo sentirmi inadeguata ma le tue parole mi fanno sperare che l’universo mi dice che non sono sulla strada giusta,forse basta cambiare strada!Grazie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: