Cammina Nel Sole

l'alba del sesto sole

CHI MI AMA MI CERCHI

| 0 commenti

12742792_10153304481872617_2786087337251269694_n

Chi mi ama mi cerchi

 

Non dovremmo camminare dietro a qualcuno che ci vede arrivare e ci evita. Non dovremmo stare dietro a qualcuno quando sa già dove siamo, sa che vogliamo percorrere la sua strada e non ci fa passare. No. Dobbiamo concederci un’opportunità.

L’affetto non va elemosinato e la mancanza di interesse è un chiaro segno di mancanza di affetto. È giunto il momento di riavviare l’orologio e far ripartire il calendario. È il momento di risorgere, di volerci bene e di lavorare sulla nostra dignità. È il momento di dire: “chi mi ama mi cerchi”.

L’affetto non parla lo stesso linguaggio dell’egoismo e dell’indifferenza. No, l’affetto è sincero, neutro, cordiale, reciproco. L’affetto sa di interesse quando cerca il beneficio comune, quando tenta di annaffiare il proprio albero e crescere.

Oggi ti lascio libero. Oggi mi dimentico delle mie paure. Oggi comincio a valorizzarmi. Oggi faccio un passo avanti. Oggi, oggi smetto di aspettarti…
Donna-mare

Lasciarsi trascinare: quali sono le conseguenze per l’autostima e il benessere emotivo?

“Lasciarsi trascinare” e supplicare briciole di attenzione e affetto lascia una breccia molta profonda nella nostra autostima e nel nostro benessere emotivo. Il fatto di essere ignorati ci fa sentire piccoli, insignificanti e vulnerabili.

A questo si aggiunge l’impotenza, la frustrazione e la rabbia per non ottenere il rapporto che ci piacerebbe avere con quella persona che dà per scontata la nostra presenza e sminuisce il nostro interesse.

In situazioni del genere, la concezione che abbiamo di noi stessi si vede compromessa. Sentirci in questo modo non ci permette di mantenere un atteggiamento corretto verso noi stessi.

Ricostruire ciò che il tempo e l’indifferenza altrui hanno rovinato non è un compito facile. Ricomporre i pezzi è una questione di orgoglio, di coraggio e di una sana dose di egoismo, il che significa ricominciare a prenderci cura di noi al di sopra di tutto e tutti.

Ho conosciuto una persona. Sono io. Voglio darmi una possibilità.
Elvira Sastre
Libertà2

Non cercate, fatevi trovare

Cari lettori, cominciate prima a cercare voi stessi e a permettere che gli altri vi trovino. Correre dietro alle persone che vi ignorano non fa altro che avvelenare la vostra anima.Chi vi ama vi cercherà; se non accade, semplicemente vuol dire che quella persona non deve far parte della vostra vita.

Sapete cosa vuol dire imparare a volare? Beh, è arrivato il momento di metterlo in pratica, spiegare le ali e prendere il volo. Riprendete in mano le redini della vostra vita e circondatevi di persone che non vivano delle vostre suppliche, che non vi affoghino e che non si nutrano di egoismo.

Dovete sapere che le pretese di un cuore egoista segnano profondamente il vostro cammino. Liberatevi il prima possibile di queste pesanti pietre che hanno riempito le vostre scarpe.

Non potete (né dovete) scappare dagli errori già commessi e dalla sofferenza nata dalla scoperta che qualcuno non vi vuole nella sua vita e che addirittura si è approfittato della vostra presenza.
Palloncino-cuore

Per ristabilire la vostra autostima e il vostro concetto di coraggio e di individualità, dovete prendervi cura di voi stessi e darvi l’opportunità di non dipendere da ciò che fanno gli altri.

Una volta usciti da questi circoli viziosi, sarà normale sentirne la mancanza o continuare a desiderare qualcosa che non avete mai avuto, ma sempre voluto. È probabile che, di fatto, non siate riusciti a sintonizzare bene le vostre emozioni e capire ciò che davvero vi rende felici.

Lasciare andare quello che fa del male porta sempre con sé aspetti nuovi e positivi.Poco a poco, riscoprirete l’idea che avete bisogno solo di voi stessi per vivere, che siete le persone più importanti e che meritate di circondarvi di persone che apprezzino la vostra compagnia.

Se qualcuno non vi dedica nemmeno un minuto della sua vita e, nonostante questo, vi riempie di pretese, spezzandovi il cuore in mille pezzi con la sua indifferenza, allora è giunto il momento di dirgli addio, di andarvene e farvi cercarvi. Sarete voi a farvi trovare se lo volete. È arrivato il momento di farvi valere.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: