Cammina Nel Sole

l'alba del sesto sole

CRONACA DI UN RISVEGLIO…(quando il Wesak e la luna piena ti motivano a condividere un’ esperienza importante)

| 1 commento

Welcome-Summer

Alessandro Campani è un mio caro amico di Fb …qualche giorno fa mi ha scritto chiedendomi se volessi pubblicare la sua esperienza di vita e di risveglio  così particolare…in molti sicuramente si rispecchieranno in alcuni dei suoi vissuti…e avranno “piacere” di ritrovarsi  in  parte in un cammino che attualmente ha  un’ unica direzione…superare il momento attuale seppur talvolta duro e faticoso per abbracciare gli albori del nuovo mondo…Gli ho detto Si…perchè il coraggio di esporsi e  fare da apripista…è qualcosa che ho sempre apprezzato nell’ essere umano…Grazie Alessandro di aver condiviso questa tua esperienza qui sul mio blog…

Qui troverete la bacheca su FB di Alessandro : https://www.facebook.com/alessandrocampani1972?fref=ts

 

“Gli eletti si sentono diversi fin dalla nascita, non si adeguano alla realtà di questo mondo; vorrebbero cambiarlo, ma non sanno come fare. Imboccare la via dell’evoluzione è un cambiare che è in realtà diventare sé stessi.”  Giuliana Conforto, dal libro “Il gioco cosmico dell’uomo”

Approfitto del WESAK  per scrivere qualcosa sul periodo che molte anime stanno attraversando, attingendo dalla mia personale esperienza.

Come ha ben scritto il Conte di Saint-Germain, IO SONO; io so perfettamente chi sono, e comincio anche a comprendere perché sono qui, in questa vita, in questo paese in questo corpo fisico che nella attuale manifestazione terrena è chiamato Alessandro Campani.

Fin da adolescente mi sono sentito fuori luogo su questo pianeta; mai mi sono riuscito e ho voluto uniformarmi alla massa che vedevo davanti ai miei occhi, e ne ho pagate care le conseguenze per anni.

Da adolescente non capivo il significato della scuola (adesso lo comprendo: è l’educastrazione, termine usato più volte da Salvatore Brizzi, per uniformare tutti i piccoli cuccioli di uomini alla massa di pecore dormienti che popolano Gaia Sophia, altrimenti chiamata Terra), che è stata quasi sempre un peso per me, così come la famiglia “tradizionale” e tutte le varie regole imposte dalla società.

Mi sono ritrovato già da teenager pieno di problemi che di fatto credevo di avere ma non era così, e che ho rigorosamente tenuto dentro di me, confidandomi pochissimo e solo quando non ne potevo più.

Passando gli anni, dopo alterne vicende, tra cui un tentato suicidio e un incidente d’auto nel quale per MIRACOLO non ho perso la vita, mi sono reso conto che forse qualcosa di superiore c’era, e non certo quello che ci viene inculcato dalle religioni.

Nel frattempo giro e mi muovo, mi sposto spesso, nella mia Pisa e in altre zone della Toscana non lontane, perdo entrambi i miei genitori, ritrovandomi così da solo in questa vita, non avendo ancora risolto alcune paure legate alla famiglia (dato che mio padre era pure “malato di mente”, mi sia passato il termine) e quindi senza nessuna “voglia di crearne una mia”.

Trovo  dei lavori, anche “fissi” (a tempo “indeterminato”), e per qualche anno la cosa sembra anche funzionare, fino a quando la mia spinta interiore, l’ANIMA, mi porta a fare altre scelte.

Cioè avvicinamento al buddhismo, che considero soprattutto una filosofia, e in particolare a quello tibetano del Dalai Lama e ai suoi scritti; viaggi in India alla ricerca “dell’illuminazione”, percorsi di vario tipo qui in Italia, in parte legati alla spiritualità e in parte al miglioramento personale.

Passo di esperienza in esperienza, e intanto la coscienza animica lentamente si apre, alcuni barlumi cominciano a farsi vedere, e con questi anche la voglia di condivisione, di creare una famiglia (soprattutto diversa da quella tradizionale, magari una comunità).

Nel frattempo porto avanti i viaggi e le letture di libri, due “cose” che mi hanno aiutato molto e che amo, soprattutto dal 2006 in poi che esce il documentario (e libro) THE SECRET, dal quale si apre un mondo nuovo.

Nel frattempo continuo a cambiare case, lavoro e non lavoro, vivo con gli animali, prima un cane femmina, affiancata dopo  da una gatta, poi un gattino prematuramente scomparso, quindi un’altra gatta. L’affetto gratuito che danno gli animali è impagabile, e sia coi cani che coi gatti ho instaurato un contatto diretto, una specie di simbiosi, dove spesso ci capiamo senza dire nulla, nemmeno parlo. Credo sia una reminescenza di qualche mia vita precedente nell’antico Egitto, dove il gatto, meglio se nero, era considerato un animale sacro. E ad oggi sembra che un 30% dei gatti viventi sulla Terra siano di provenienza “aliena”: una delle due con cui vivo potrebbe esserlo.

Capita anche che mi crollino addosso tutte le mie paure, per essere affrontate, trasmutate, risolte, accettate. La “storia” comincia ad essere faticosa, a volte ho dei momenti in cui mi sento giù vedendomi solo al mondo e sono sempre le gatte a coccolarmi e rincuorarmi. Sono loro che hanno adottato me, mica il contrario!

Cotinuo ogni 1-2 anni a cambiare casa, Pisa mi sta stretta e per meno di un anno mi trasferisco a Torino, dove mi rendo conto, soprattutto gli ultimi tempi, di fare una “non vita”, schiavo delle paure non risolte e immobilizzato dalla zona di comfort che tanto ci blocca.

Ma contemporaneamente una nuova consapevolezza arriva, mi sento passo dopo passo più forte, abbandono attaccamenti, rancori, antipatie, gelosie, paure.

Torno in Toscana e adesso per un po’ sono ramingo, sempre con le 2 “bimbe pelose” con me, e meno male che ci sono loro, mi sposto più volte nella regione, e sento sempre più i cambiamenti, la forza/voglia di creare una comunità, un “qualcosa per aggregarsi” a cui tanti anelano. Credo proprio che sia parte della mia missione.

 

Questi ultimi mesi sono stati molto forti da tutti i punti di vista, fisico (dolori in più parti del corpo, calore continuo), emozionale, spirituale, energetico. Sento questa grande forza in arrivo che “si sta impossessando di me”, mi sento sempre più tranquillo, un po’ alla volta mi affido sempre di più.

Il contatto con fratelli e sorelle che sono nello stesso percorso è fondamentale, ho chiaro da tempo che in tanti siamo qui per il risveglio delle coscienze, non mi sento più solo al mondo, adesso è possibile creare una famiglia di anime, e mi sento sempre più che, proprio perché sono forse quello che ne sente la necessità in maniera maggiore di altri, sono investito di un grande compito.

Continuo ad affidarmi nel mentre mi sposto; non ho certezze se non me stesso. Comprendo che l’esistenza di persone che di fatto sono angeli in Terra e mi aiutano, ma non sempre “so chi sono in anticipo”. Magari credo che mi aiuti quel tal amico e invece se ne occupa un’altra persona; tutto questo mi porta sempre di più a vivere il momento presente, ad arrendermi all’adesso giorno dopo giorno, a credere che sono protetto “lassù”, e il ricordo che in tutti i momenti bui della mia vita ce l’ho fatta SEMPRE è altro carburante nel mio motore.

Ci sono dei momenti down chiaramente: mi chiedo cosa ho fatto in altre vite per vivere questa adesso, so che il corpo magro e gracile di Alessandro Campani a volte è troppo poco per contenermi, dato che IO SONO. E quindi è anche il momento di rimettermi a fare sport, per aumentare la muscolatura.

Comprendo perfettamente che IO SONO un essere spirituale incarnato in un corpo fisico; sto realmente cominciando ad amare questo corpo, amo tantissimo Alessandro e gli sono grato che mi ospita in questa incarnazione, so che non siamo separati pur avendo chiaro che un conto è l’ANIMA e un conto è il corpo fisico.

Guardo sempre meno quello che succede nel mondo: mi centro costantemente sul momento presente, da “monaco guerriero”, e sono oramai quasi certo al 100% che ce la faremo. Siamo all’inizio di una Nuova Era dorata, che porterà amore, abbondanza, serenità, pace, comunione d’intenti. E’ possibile, ci siamo!

E’ potenzialmente per tutti, si tratta di scegliere di viverla e di mettersi al servizio di “un qualcosa di superiore”. Chi pensa di evolvere sul divano con le pantofole ad ingozzarsi di popcorn mentre vede la televisione, e magari ci crede pure…beh, ha tanta strada da fare ancora!!!

Questo scritto è per dire alle persone di unirci, di credere, di ricordarsi (ricordare = riportare al cuore) che siamo in tanti e nessuno viene lasciato solo. Tutti stiamo affrontando momenti difficili sotto tanti punti di vista (fisico, emozionale, spirituale, economico, logistico almeno io), eppure so che CE LA FAREMO!!!

Andiamo avanti e creiamo il mondo nuovo, ci sta aspettando! E’ qui!!!

“Se tutto intorno a te non vedi nessuna via d’uscita, forse proprio tu sei stato chiamato a crearne una”  Draco Daatson

“Siamo quello che pensiamo” Buddha Siddhartha Gautama

Alessandro Campani

Il Risveglio

Voto medio su 1 recensioni: Buono

Un commento

  1. Ciao.
    Grazie per la Condivisione!
    Ammiro molto il Tuo Spirito con il quale hai deciso di affrontare la Vita e il Nuovo Mondo in arrivo.

    Mi piacerebbe incontrarti e scambiarci le esperienze di Vita.
    Faccio anch’io parte di coloro che hanno iniziato il Cammino negli ultimi anni.
    Ora abito anch’io in Toscana.
    Ti lascio la mia mail, se vuoi contattarmi.

    Buon Tutto!

    Cristal Reiki

    cristal.reiki@virgilio.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: