Cammina Nel Sole

l'alba del sesto sole

DEUNOV (BEINSA DOUNO):LA MISSIONE DELLA DONNA NELLA NUOVA ERA DELL’ACQUARIO (da leggere)

| 2 commenti

madre-terra-fiumi

Oggi predico alle donne: voi dovete aiutare gli uomini a rivolgersi al Signore. La salvezza del mondo è nelle vostre mani. Voi siete l’emblema dell’Amore. Voi dovete correggere le menti corrotte dei vostri uomini. – Come si realizzerà questo? – Importando l’Amore di Dio nei vostri cuori. Amerete i vostri mariti. Amerai il tuo unico marito senza diventarne sua schiava. Amerai l’Unico, cioè il Dio in lui.

Lo spirito lavora ora sulle donne, perciò sono più religiose e spirituali rispetto agli uomini. Osservate, laddove la donna mette piede, tutto va avanti: scienza, religione, musica, tutto procede bene. La donna è un suolo sul quale tutto cresce. Se la donna scompare, tutto si ferma: la scienza, la religione, la musica, l’arte, non vi è suolo. Il poeta scrive finché porta la donna nella sua mente. Se togliete la donna, egli perde il senso della vita e prende le armi. Nella mente di tutte le persone sta la donna. Essa è l’amore, è la loro idea. Io considero la donna come un polo. Inizialmente, quando Dio creò la donna, era completamente diversa rispetto a quella di oggi. Sulla Terra vi è solo una donna che non è né come quella in Cielo, né come quella in paradiso. È solo un riflesso di quella donna elevata e nobile. L’amore però si manifesta solo laddove vi è la donna. Se la donna è assente nell’essere umano, è assente anche l’amore. Se le persone comprendessero il significato della donna e la mettessero al suo posto, il mondo si eleverebbe immediatamente.

Nella mia vita ho incontrato solo alcune donne, alcune in Bulgaria, altre all’estero. La vera donna si distingue per la sua tenerezza, neanche una parola rozza uscirà dalla sua bocca! Ogni donna che è in grado di manifestare rozzezza, non è ancora l’incarnazione della vera donna,  è deviata. Ciò, invece, che distingue il vero uomo è la nobiltà.

Oggi considerano la donna un essere che ha bisogno di un uomo che si prenda cura di lei. Vi dico: questa non è una donna, è un disabile in ospedale. Secondo me, è donna colei che salva il mondo; è donna colei che tiene le chiavi della vita; è donna colei che manifesta la grande e potente forza dell’amore, che porta la vita. Di conseguenza, la salvezza verrà tramite la donna, non tramite l’uomo.

L’essere umano deve applicare due grandi leggi. La prima legge è l’amore verso Dio e rappresenta l’uomo. La seconda legge è l’amore verso il prossimo e rappresenta la donna. L’uomo deve occuparsi della prima legge, la donna deve occuparsi della seconda. L’essere umano, invece, deve occuparsi di entrambe le leggi. Le seconda legge, l’amore verso il prossimo di cui si occupa la donna, crea le istituzioni, crea l’ordine sociale. Di conseguenza, l’ordine attuale e tutto ciò che contiene è dovuto proprio a questa donna umiliata. E allora, quale deve essere l’obiettivo della società contemporanea e quello degli Stati contemporanei?  L’elevazione della donna. Elevate la donna alla situazione in cui si trovava in precedenza! Ponete la donna a quel grado in cui si trovava inizialmente e vedrete che in 25 anni il mondo si correggerà. La salvezza del mondo è nell’innalzamento della donna. Se non elevate la donna e se lei non si eleva da sola, la salvezza non potrà venire da altre parti.

Quando parlo dell’elevazione della donna, io intendo che questa idea penetri in tutta la vita. Deve penetrare non solo tra le persone, ma anche tra gli animali, le piante e i minerali. Questa grande legge deve coinvolgere completamente anche il cuore umano. Se qualcuno avvilisce il suo cuore, la salvezza non potrà venire. La salvezza dell’Umanità contemporanea si cela nell’innalzamento del cuore. Se avvilisci te stesso, avvilisci anche il tuo cuore. Se elevi te stesso, elevi anche il tuo cuore. Tutti gli angeli, tutti i santi evoluti hanno per scopo l’elevazione della donna. Molte delle persone contemporanee si oppongono a questo grande scopo e dicono: “Sapete che cosa è la donna? È un vero serpente!” Solo chi ha avuto un’esperienza diretta, può parlare di lei.” Dicendo che la donna è cattiva, vi chiedo: chi non è nato da una donna?

Vostra madre che vi ha portato nel suo grembo, che vi teneva fra le sue braccia, che vi portava nella sua mente e nel suo cuore, non era una donna? Non considerate che è avvilita! Chiunque sia questa donna, oggi lei è vostra madre. Se avete una compagna, consideratela come se fosse vostra madre. Considerate vostra madre, invece, come se Dio fosse in lei. L’Umanità deve cambiare radicalmente le proprie idee per quanto riguarda la donna, altrimenti la salvezza del mondo non arriverà da nessuna parte.

Esiste una legge importante che ognuno di noi deve considerare. Questa legge è la seguente: quando una donna ama un uomo, essa è in grado di elevarlo. Se però lei comincia a odiare l’uomo, egli avrà una fine fatale. Una serie di statistiche in America dimostrano che tutti i preti che hanno mogli brave sono famosi come preti eminenti. – Perché? – Perché le loro mogli li amano e condividono le loro convinzioni. E viceversa: tutte le mogli di preti che non li amano e non condividono le loro idee contribuirono alla caduta dei loro mariti. Di conseguenza, la donna è in grado di elevare e di far cadere l’uomo. Ora, invece, dico alle donne: immettete nella mente dei vostri mariti più luce. Solo la donna può farlo. Un uomo non può salvare un altro uomo, la donna lo salverà.

Come verrà la pace nel mondo? Chi può importare la pace? Oggi nessuna legge è in grado di eliminare la guerra e di stabilire la pace. Se tutti gli scienziati si unissero e cominciassero a lavorare con la scienza per eliminare la guerra e stabilire la pace, nemmeno loro vi riuscirebbero.

Vi dico: esiste un’unica forza nel mondo che è in grado di eliminare la guerra e di stabilire la pace. Qual è questa forza? – La donna! Se tutte le donne si riuniranno dicendo: “Da oggi in poi non faremo più nascere delinquenti!”- esse porranno fine alla guerra.

D’ora in poi le donne saranno considerate responsabili per la mancata esecuzione del proprio compito. Proprio per questo motivo da migliaia di anni in generale le donne sono state picchiate e sono state ridotte alla posizione di schiave. Hanno delle sofferenze insopportabili. La legge che viene applicata nei loro confronti è implacabile. – Perché? – Poiché hanno la forza di risolvere la questione della salvezza dell’Umanità, ma non vogliono utilizzare la loro forza. Le donne devono indirizzare le loro forze verso tutto il mondo e dire: “No alle guerre! No a tutte le illusioni! No a tutti gli insegnamenti pagani!”

Noi, le persone contemporanee, risolviamo la questione di come bisogna vivere. Non dobbiamo risolvere la questione di come bisogna vivere, ma quella di come bisogna nascere. Dobbiamo risolvere la questione di quali madri e padri dobbiamo avere. Dicendo “madri” io non intendo la madre nel senso proprio della parola. Vogliamo essere sani, felici, intelligenti, vogliamo avere una religione, tutto ciò va molto bene. Ma questa religione deve essere la religione dell’Amore. Vogliamo avere delle scuole, che queste siano le scuole della Saggezza. Vogliamo avere un ordine sociale, vogliamo avere delle leggi, ma che tutto ciò si basi sulla Divina giustizia assoluta! Le madri risolveranno questo compito. Quali madri? – Quelle future, non quelle attuali. Dal punto di vista puramente organico, nel mondo vi sono due istituzioni che sono Divine. Una è il padre e la madre, ossia la casa. È la prima istituzione sulla Terra. Non esiste uno stabile più nobile e più luminoso della casa. Non esiste nemmeno un titolo più elevato di quello del padre e della madre. In verità, vi sono molti padri e madri sulla Terra, ma in realtà sono dei patrigni e delle matrigne. Per quanto riguarda il mondo organico, il padre e la madre hanno un ruolo importante. Tramite il loro sangue trasmettono le buone qualità delle loro anime. L’educazione del bambino viene determinata dalle qualità che la madre investe in suo figlio ancora in tenera età. Con la parola “sangue” non intendo il semplice sangue, ma quella che in tutte le condizioni della vita rimane invariabile.

L’unica forza che può correggere il mondo è l’Amore. In questo senso, l’uomo non deve mai sposare una donna che non ama, per la quale non è pronto a sacrificare tutto. La donna non deve mai sposare un uomo che non ama, per il quale non è pronta a sacrificare tutto. Il figlio deve nascere dall’amore di sua madre e di suo padre. Un bimbo nato per amore è il bimbo del nuovo tempo.

Affinché un bimbo nasca, il padre e la madre devono aver lavorato una serie di generazioni su se stessi, devono aver raccolto un materiale per la costruzione di una solida e bella casa per il bambino. Se non hanno questo materiale, è meglio che non si sposino, che non costruiscano una casa che dopo qualche anno crollerà. Direte che è scritto nei libri sacri che le persone si sposino e si moltiplichino. Dal punto di vista Divino ciò significa: sposatevi e moltiplicatevi secondo la legge dell’Amore, della Saggezza e della Verità. È arrivato il momento in cui bisogna creare le condizioni gradevoli per la nascita dei bambini. La donna, come futura madre, ha una grande responsabilità. Se si rendesse conto della sua responsabilità, non dovrebbe mai rivolgere pensieri negativi verso il proprio compagno.

Nessuno nasce casualmente. Per esempio, si suppone che il primo uomo sia stato creato nel giorno del primo equinozio, quando le condizioni erano favorevoli, armoniche. Ecco perché tutti gli artisti, musicisti, scrittori, poeti e tutti i grandi scienziati parteciparono alla creazione dell’essere umano. Il mondo ha bisogno di persone nuove che lavorino per la sua correzione ed elevazione. Questo dipende dalla donna. Essa è il fattore interno che deve utilizzare correttamente tutte le condizioni favorevoli esterne. In questo contesto, la donna-madre, la sorella, la vergine è da considerare come un fiore delicato e fragrante, che non prende ruggine da alcun gelo.

Se la nascita è un processo importante per il quale sono richieste delle condizioni nuove e favorevoli, processi non meno importanti sono il concepimento e la gravidanza. La donna della Nuova cultura deve educare i figli prima che nascano, quando sono ancora nel grembo. Lì il bambino ha tutte le condizioni per poter percepire, mentre dopo la sua nascita, avrà già bisogno di condizioni per l’elaborazione di quanto percepito. Ecco perché anche la vita mentale della donna incinta non è da trascurare. La letteratura più squisita deve essere il suo cibo mentale. La vita dei santi, delle persone grandi deve essere il motore del suo pensiero. Tranquillità e silenzio sono necessari alla donna-madre, ma anche alla Natura che in questo momento compie un grande atto di creatività: la creazione dell’essere umano.

Se volete che il frutto dell’albero sia buono, creategli delle buone condizioni e lasciatelo alla Natura. La stessa cosa vale anche per l’essere umano. La persona buona e ragionevole viene concepita e si sviluppa in condizioni particolari. A tal fine sono necessari tre importanti momenti: scopo, mezzi e realizzazioni. Troverete tutto ciò nella Natura ragionevole. Solo lei è salute, bellezza e purezza.

Le doti dipendono dall’amore. Se la madre ha amore in sé, partorirà un figlio grande, geniale. Quando una madre vuole far nascere qualcosa di grande, deve prepararsi per questo, deve rendersi conto del proprio scopo. Nessuno può far nascere un’idea elevata se si occupa delle piccolezze della vita. Le persone da sole creano delle idee elevate, da sole creano anche delle idee semplici. Servire Dio, questo è la grande idea divina.

La madre è una sorgente e ciò che sorge da lei, confluisce nel bambino. Essa gli trasmette ciò che è Divino in lei. Lo scambio tra la madre e il bambino non è solo esterno, ma anche interno. La madre ha un ruolo importante non solo nel mondo materiale, ma anche nel mondo dei pensieri e dei sentimenti. Non crea solo la forma, ma immette in essa un contenuto e un senso. Avviene uno scambio tra l’anima della madre e l’anima del bambino.

Se la madre che ha concepito il suo bambino, ispirata da grandi idee sull’Umanità, ancora in stato di gravidanza gli trasmette tutte le qualità, lei è come Dio per il bambino e potrà fare di questo fango ciò che vuole. Una volta uscito dal suo grembo, il bambino diventerà già indipendente nei suoi pensieri e sentimenti. Se durante lo stato di gravidanza di nove mesi la madre immette nel bambino tutte le sue buone qualità di amore e saggezza, per tutta la sua vita il bambino avrà una buona predisposizione verso sua madre e sarà sempre pronto a sacrificarsi per lei. Se nel periodo della gravidanza la madre rivolge al bambino  pensieri come “Tu sarai un buon figlio, crescerai, otterrai un’istruzione, amerai le persone e le aiuterai”, il bambino diventerà veramente tale, quale la madre lo desidera. Anche il criminale più grande può essere educato, ma solo mentre è nel grembo di sua madre. Ecco perché, la donna incinta deve nutrirsi di un cibo particolare: di pensieri, sentimenti e azioni pure ed elevate. Così come oggi nutrono, fanno crescere ed educano i bambini, non si può aspettare nulla di buono da loro.

Il cibo che la donna incinta utilizza e il modo in cui lo percepisce, esercitano una grande influenza sul bambino che nascerà. In questo ambito sono state condotti molti studi e si è giunti alla conclusione che il cibo é uno dei fattori principali per il benessere fisico e spirituale del bambino.

Il latte materno è di grande importanza per il bambino. Quando egli tocca il seno di sua madre, non solo il latte che inghiotte esercita un’influenza benefica su di esso, ma percepirà anche la forza magnetica che scorre ora dal seno sinistro, ora dal seno destro della madre. Se un’altra donna lo nutre, non si avrà lo stesso effetto. Dalla madre esce una forza che sarà di beneficio per il bambino. Quando la madre allatta il bambino al seno, deve avere un’ottima predisposizione di spirito senza arrabbiarsi. Gli uomini non prestano alcuna attenzione alla predisposizione della madre in questo periodo. Il latte della donna contiene forze ragionevoli che non potete trovare in alcun altro cibo. Quando la madre allatta il bambino al suo seno per tre anni, deve avere una vita pura, senza immettere alcun pensiero negativo nella sua mente. Che la sua casa sia bruciata, che suo marito l’abbia abbandonata, ciò non deve violare la sua pace. Durante questi tre anni deve essere silenziosa e tranquilla. Se le persone comprendessero il significato del cibo cucinato che preparano, si influenzerebbero nell’autoeducazione.

Ogni madre deve prendere in considerazione ciò nell’educazione del proprio bambino. Fino all’età di 7 anni deve cucinargli da sola. Fino a quell’età il bambino deve mangiare solo cibo preparato da sua madre. In relazione a questo, gli uccelli servono da esempio. La madre ed il padre portano costantemente il cibo finché i piccoli crescono. Li fanno crescere da soli. Una volta cresciuti, volano via dal nido. I genitori lasciano che da soli si prendano cura di sé stessi. Gli uccelli hanno risolto meglio la questione della vita familiare rispetto alle persone.

Esistono due vie in cui questo insegnamento si può realizzare. Il primo modo è tramite l’educazione, la seconda via è tramite la madre. Devono conoscere le nuove condizioni, come i giardinieri, i coltivatori studiano le condizioni in cui semineranno. Tutte le qualità negative della madre diventano delle qualità negative anche del bambino. Con delle statistiche noi possiamo dimostrare che tutte le qualità positive della madre diventano delle qualità positive del bambino e anche le qualità positive del padre vengono trasmesse come qualità positive del bambino. Perciò noi dobbiamo vivere in maniera positiva. La madre deve avere una disposizione religiosa per poter esigere lo stesso dal bambino. Come intendere “disposizione religiosa”? Io intendo quando nell’anima della madre sorge un tale amore che è pronta ad avvolgere non solo il proprio bambino con questo amore, ma anche tutto il mondo e a sacrificarsi per gli altri. Questa è la predisposizione religiosa: che sorga amore in te. Non salvare solo te stesso, ma sacrificati per gli altri.

Io determino il concetto di “madre” nelle seguente maniera: “madre” è solo quella donna che sia in grado di immettere un’idea Divina nell’anima di sua figlia. Una madre che non è in grado di immettere un’idea Divina nell’anima di sua figlia non è una vera madre.

Un padre che non può immettere un’idea Divina nell’anima di suo figlio non è un vero padre.

Ora, desidero che tutte diventiate delle donne! In altre parole ciò significa: io desidero che le anime di tutte le persone si riempiano d’amore. Ciò significa essere madri. In questo senso desidero che tutti voi diventiate madri. Oggi con la parola “madre” intendono una donna che partorisce. No, una madre è solo colei i cui bambini non muoiono. Se i figli di una madre muoiono, non è una vera madre. Una madre è solo la donna pura, la vergine che rimane vergine anche dopo aver partorito. Una madre è quella vergine i cui figli non muoiono. Di conseguenza, tutte le persone devono essere vergini e cioè assolutamente pure, se vogliono che ciò che hanno partorito non muoia. Questo è il significato della filosofia profonda della vita. Se intendete questa filosofia, la vostra vita diventerà gradevole.

Dunque, il primo grande comandamento è di amare il Signor Dio tuo con la pienezza del tuo cuore, della tua mente e della tua forza. Il secondo grande comandamento è di amare il tuo prossimo ossia la tua vergine, il tuo cuore, di porsi lo scopo di elevarlo. Siate dunque lavoratori per l’elevazione della donna e, di conseguenza, anche lavoratori per il futuro di tutta l’Umanità!

Lezione Del Maestro Benisa Douno
Fonte: http://www.beinsadouno.it
Musiche: Beinsa Douno
Voce Narrante: Andrea Diletti

FONTE: http://www.fratellanzadiluce.com/2011/10/beinsa-douno-la-missione-della-donna.html#more


2 commenti

  1. Donna, l’anima mundi…forse la vera forza dell’era nuova non è l’universo, ma il cuore delle donne… Buona giornata e grazie per questa pubblicazione.

  2. Ancora una cosa, sto imparando a conoscere questo insigne insegnante di vita. Ha ragione completamente: l’amore è l’unica chiave, l’unica strada percorribile, quell’amore che nasce da una parte della nostra anima più recondita, oltre l’oscurità che comunque va addestrata, oltre la nostra sofferenza. Come diceva anche il grando poeta Tagore, la grande avventura della vita dell’uomo è costruirsi una propria spiritualità, essa nasce dalla nostra linfa vitale e quando si ama una persona quella linfa si estende e si amplia. Grazie ancora.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: