Cammina Nel Sole

l'alba del sesto sole

IL CAMMINO DELL’ANIMA E LA MAESTRIA

| 12 commenti

8°-senso

 

Cari Fratelli, anime viandanti, Nostro Padre/Madre creò la ruota del tempo, per permettere allo Spirito di ritornare al Se Integro Divino, quella parte integra di Dio in voi, Corpo, Anima e Spirito. Vi siete smarriti in questa ruota sempre alla ricerca di qualcosa che già siete sempre stati. Avete consumato i tempi nella ricerca di una casa, un “luogo” dove ritornare, la vostra casa e questa casa siete voi. Una delle tante dimore. Avete camminato e avete cercato. Le vostre anime hanno sempre cercato l’integrità della divinità che le compone in questo viaggio nella ruota.
Cos’è il viaggio?
Il viaggio è la ricerca, nel viaggio l’anima cerca se stessa e ciò che cerca trova solo in se stessa integra. Essa diventa integra nell’unione delle tre componenti: corpo, anima e spirito. Ciò che potete trovare al “fine”di questo viaggio, siete solo voi stessi. Il ritorno di Dio a se stesso, nell’anima che fa l’esperienza della divinità attraverso il soffio divino, lo spirito.
Tutto il resto che vi accompagna nel cammino, per un giorno, per un’ora, per un tempo è lo scopo delle vostre ricerche.
Cosa sono le ricerche?
Le ricerche sono illusione ma hanno un’inizio ed una fine solo nella linea temporale, poiché ogni fine è un inizio di una nuova ricerca. Al raggiungimento della maestria, l’illusione svanisce e rimane solo il cammino verso un’ulteriore crescita nella divinità.
Cos’è la maestria?
La maestria è il “mestiere guadagnato” dall’anima, ad ogni fine di un viaggio. Ma l’anima prosegue il cammino nell’espansione della propria maestria.
Questa fine che vivete oggi, è la fine del sonno dell’anima nella ruota delle reincarnazioni, nella ruota del tempo. Qui vi ha inizio una maestria, il guadagno dell’anima per la propria volontà di ricerca del Divino in se. Ma il cammino continua poiché non c’è fine e non c’è inizio ma solo un eterno ritorno di Dio a se stesso.
Il viaggio nella ruota del tempo finisce, con l’apprendimento della Consapevolezza dell’anima nel proprio viaggio.
Cos’è il cammino?
Il cammino è la crescita dell’anima nella maestria, mentre osserva Dio nella sua immensità svariata, sparsa ma organizzata in ogni varietà, forma di vita, in ogni tempo ed in ogni luogo.
Dio cresce per ritornare a se stesso, attraverso l’evoluzione divina in voi, che è la ricerca della volontà di ritornare a casa, il ritorno a se stesso però, non ha mai fine, un ritorno che permette a Dio di continuare a “crescere”, in altri luoghi, in altri tempi, mentre voi, che state permettendo questo, state crescendo lungo il cammino.
Con l’apprendimento della maestria nella ruota delle reincarnazioni, la linea del tempo della vostra mente svanisce ed entrate nella mente di Dio, quella mente divina, quel Dio che continua a crescere…ed il viaggio continua in una Nuova morte e in una Nuova vita!

Yerason Jenil
Florentina

12 commenti

  1. Posta anche magari questo cosi aiuti realmente nel discernimento a comprendere che non tutto è oro ciò che è luce. Cosi si può anche aiutare il prossimo individuando le false strade altrimenti facciamo i raccoglitori di tutto di più a ciò che dice ….. il nostro sentire …. come se fossimo …. certi … di esserci risvegliati e magari in un falso sentire invece di aiutare gli altri a camminare nella luce diamo una mano al polo opposto senza rendercene conto. buon lavoro e grazie.

    http://www.younetspiegalevele.info/2016/05/17/i-falsi-guru-le-false-esperienze-di-samadhi-e-kundalini-e-le-false-canalizzazioni/

    • Nella mia esperienza ho imparato a fare molta attenzione a quei messaggi/canalizzazioni che parlano alla mente piuttosto che al cuore. Alla fine della lettura o dell’ascolto non mi sento affatto bene. E spesso inspiegabilmente piango… Si, piango. Come quando sono attaccata (da energie negative, o in astrale, o da falsi maestri seduttori, manipolatori ecc la maggior parte dei quali neanche sono consapevoli di esserlo.). Vittime per lo più del proprio ego. Del bisogno di qualche forma di “potere”, successo. Di un pubblico… Ma la mia anima li sente e sta male, o prova fastidio. Non sempre quello che ci da fastidio fuori è prima di tutto dentro di noi. A volte è realmente una sensazione che ci comunica l’Anima, che così ci parla, con le emozioni (e non con la mente). Bisogna stare attenti.Come ha tante volte detto Maria Rosaria, Dio, l’Universo, la Sorgente, ciascuno usi le parole che preferisce, E’ SEMPLICE e parla ai nostri cuori, non alle nostre menti. Come un vero Padre/Madre sa parlare ai suoi figli. Grazie Flavio per il tuo intervento in questo contesto, per quanto duro. Ma coraggioso. Condivido!

      • se vogliamo crescere abbiamo bisogno di chiarezza non ti illusioni. grazie a te sara

      • Al di là di tutto, poi, un falso messaggio ha delle BRUTTISSIME vibrazioni. Non ci capisci niente. Ti senti la testa nel pallone. E’ spesso difficile e complicato. Perchè in realtà, anche attraverso un pc, ti sta sottraendo energia. Ecco, intendevo dire questo quando ho scritto che parla alla mente piuttosto che al cuore. Eppure è maledettamente difficile, anche dopo averci sbattuto il naso dentro centinaia di volte ed essersi detti “lo sapevo, lo sentivo, dovevo fidarmi di quello che sentivo ecc.”, è pur sempre difficile esserne certi. Grazie ancora Flavio per la conferma e scusaci Maria Rosaria per l’invadenza. Nulla da parte mia inteso verso di te. Ti sento anzi come una dolce, bellissima anima.
        …”Sii prudente…”

        • Sicuramente sara ma alle volte può accade il contrario dipende sempre dal proprio specifico livello evolutivo a cui è relazionato il … sentire ….. Mi permetto sempre di estrapolare dal link che ho pubblicato sopra ciò che è il nocciolo della questione a cui molti non fanno attenzione presi dalla certezza ( in buona fede ) di indicare agli altri validi strumenti di crescita.

          “Esistono poi altri casi di persone che, in buona fede, credono realmente nelle loro esperienze (anche se non realmente effettive), spinte così in apparenza da un movente altruistico e di servizio. In quest’ultimo caso, anche se l’intento può essere positivo, il risultato di solito non è lo è mai. Ingannate dal piano astrale, in realtà, tali persone non godono di una vera spiritualità, in quanto non posseggono né l’onniscienza, né la saggezza, né comunque un vero contatto con il divino, tale da aiutare se stessi o gli altri. In tutti questi casi, come disse il Cristo, sono “dei ciechi che guidano altri ciechi” ed il risultato non è di certo cambiato negli ultimi duemila anni, finiranno infatti “entrambi nella fossa””

          http://www.fisicaquantistica.it/esoterismo/i-falsi-guru-le-false-esperienze-di-samadhi-e-kundalini-e-le-false-canalizzazioni

          Grazie ancora per l’opportunità di scambio

          • Ciao Flavio e Sara
            dite cose che mi vibrano moltissimo e in tal senso sento una sensazione scomoda che mi lascia intendere dove voler guardare,quindi grazie.

            . Per sara

            Tuttavia trovo utile il confronto fra walk in di avanzamenti differenti e credo che possa essere anche questo un modo di proseguire seppur trasmettendo un messaggio che lascia magari un po di amaro in bocca, tuttavia ci rende più uniti ed aiuta l’alleggerimento del carico personale.

            . Per Flavio

            Forse mi sminuirò ma credo che non esser un cieco che guida ciechi , equivalga a non fare la propria parte verso il prossimo ,
            perché fin tanto che i pianeti non avranno fatto quel che devono per l’ascensione ,
            chi può dire di vedere chiaramente oltre tutti i veli…?

            Ps: Chi é capace faccia, chi non lo é ci provi come riesca, non credete tutti e 2?

            Un enorme grazie a Maria ed il suo enturage 😉
            siete fantastici !

  2. X luca. Che tu sia un cieco o sveglio al cospetto di Dio nessuno si può nascondere. I pianeti faranno quello che devono per l’ascensione ma se non ci …. risvegliamo … attraverso veri reali percorsi di crescita interiore, loro ( i pianeti) faranno quello che devono, noi rimarremo dove siamo senza seguire la loro evoluzione. Si vede oltre i veli lavorando su di se, perchè è dentro che non dobbiamo crescere, non fuori. Ti abbraccio con affetto.

  3. Al di là dei reciproci scambi di opinione, difendersi o sostenersi gli uni con gli altri nelle proprie opinioni, cosa che sinceramente non mi interessa fare… (siamo ancora sul piano solo mentale), ribadisco e sottolineo soltanto IL PUNTO importante che è venuto fuori qui e sul quale mi pare siamo tutti d’accordo: attenzione ai falsi maestri (e naturalmente a non diventare noi stessi uno di questi).
    Di cose da dire ce ne sarebbero tantissime, ma poi intanto volano via tutte. Quello che resta è l’affetto tra le persone, quello vero. L’amore. Quello vero. Quello che non penso proprio si possa vivere nei blog o su facebook. Nè tantomeno purtroppo in gruppi/cerchi di Luce ecc. e tutto quanto fa spettacolo. Grazie Luca per il tuo messaggio. Ti abbraccio forte. E abbraccio anche Flavio (anche se a me l’abbraccio tu non l’hai mandato… un po’ duretto tu con il femminile o sbaglio? 🙂 Ma del resto neanche io te l’ho mandato. Lo faccio adesso, un abbraccio forte anche a te Flavio, e do il buon esempio, perlomeno ci provo, visto che siamo in luna piena e si lavora molto nell’integrazione del proprio maschile e femminile…….
    E naturalmente un grande abbraccio anche a Maria Rosaria.

  4. Poichè siamo in luna piena …. grazie sara per averlo ricordato

    Con questo plenilunio il CRISTO ci porta un messaggio che proviene da Sirio e dalla Gerarchia, un messaggio di amore e di unione che deve essere realizzata sia dentro di noi, sia fra di noi. Ma quest’anno il messaggio del plenilunio ha una forte componente di energia di volontà, quindi di volontà di amare, di volontà di comprendere e di volontà di realizzare, tramite l’amore, il piano divino sulla Terra. Quest’anno la luce d’amore espressa dai Gemelli, proveniente da Sirio si fonde con la Luce dell’occhio del Toro, proveniente da Aldebaran. Entrambi i segni inneggiano alla luce, a vedere la luce e a vivere nella luce. Rispondiamo all’appello del Cristo e da bravi soldati combattiamo nel suo nome, affinché l’Umanità e la Terra siamo salvate e portate in gloria nell’alto dei Cieli. ARTICOLO:

    http://www.yogavitaesalute.it/2016/05/20/il-plenilunio-dei-gemelli-23428.html

    Il cristo lo si dimentica troppo per strada e sarà la sua energia a dover essere ridestata in noi attraverso l’apertura del cuore, certamente non quella richiamata da tanti salamecchi canalizzati spesso purtroppo depistanti il discernimento. Ancora grazie a tutti

  5. Non giudicate ciò che leggete
    Ma bensì carpite ciò che vi serve
    Il resto?
    Lasciate fluire…
    Ognuno segue il proprio cammino
    Non preoccupatevi degli altri
    Seguite semplicemente ciò che sentite nel profondo
    Buon cammino

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: