Cammina Nel Sole

l'alba del sesto sole

IL CORRIDOIO DELLE ECLISSI DI SETTEMBRE – 01/16.09.2016 – ABBANDONARE IL SENSO DI SACRIFICIO PER RENDERE SACRA LA VITA

| 0 commenti

copie_14
 
Come ogni settembre, entriamo nel Corridoio delle Eclissi autunnali. Il mese di settembre inizia con un’Eclissi Parziale di Sole in Vergine, in occasione del Novilunio l’01.09.2016 come ho già accennato nell’Astrobollettino settimanale. dove lo Stellium di pianeti in Vergine si apre a contenere la spinta del cambiamento di coscienza, con relativo salto potente e definitivo verso il Nuovo. La Vergine possiede una qualità unica di purezza in tutto lo Zodiaco, accompagnata ad una grande lucidità mentale ed un necessario e sano distacco emozionale grazie ai suoi valori di Terra ma soprattutto al Governo di Mercurio, che qui diventa logica risolutiva per sintetizzare i fattori ed ottenere il meglio possibile.
Ripropongo qui sotto la fotografia del Cielo al momento di questa Eclissi parziale di Sole, visibile in Africa, nello zona del Mozambico, come già pubblicata ieri.
E’ chiaramente visibile una piramide la cui base è formata dal dialogo tra il segno dei Pesci e quello della Vergine ed il vertice nel segno del Sagittario. Le due Eclissi, questa parziale di Sole e quella penombrale di Luna del 16 settembre avvengono lungo l’asse Vergine/Pesci, dove in questo momento risiedono i due Nodi Lunari, portatori delle informazioni dell’attuale viaggio evolutivo umano. Stiamo chiudendo un ciclo molto antico. Il segno dei Pesci, ultimo dello Zodiaco, sta trasmettendo già da ottobre 2015 l’impulso a chiudere, a prendere decisioni drastiche che portino cambiamenti profondi nell’esistenza, con l’obiettivo di ABBANDONARE IL SENSO DI SACRIFICIO, che ormai non paga più, mantenendoci invece nella posizione della vittima inconsolabile, che tende a biasimare tutto e tutti, senza prendersi la responsabilità del proprio stato. E’ arrivato il tempo di prendere una decisione e di mettersi nella posizione di poter fare qualcosa di bello per noi stessi, rendendosi responsabili delle proprie azioni e dell’impatto che possiamo avere nell’esistenza.
Ciò significa RENDERE SACRA LA VITA, con un immenso senso di gratitudine per essere qui ora, in questi tempi speciali, molto delicati e drammatici, come abbiamo sperimentato. Tutto sta cambiando ed il cambiamento possiamo diventarlo noi, se ce lo permettiamo.
Ed ecco la fotografia della seconda Eclissi di Luna del 16.09.2016, alle 21,05, ora italiana:
Questa seconda Eclissi presenta una grande complessità di aspetti – intanto è visibile in tutta la zona europea, africana, asiatica ed australiana – e mette in moto la sensazione di trovare il centro per non essere sbalzati fuori dalla propria esistenza. Oltre all’opposizione persistente dell’Asse Vergine/Pesci, da cui però è uscito nel frattempo Giove, che entrerà in Bilancia il 10 settembre (ovviamente ne parlerò presto!) il Cielo presenta una forte opposizione tra Urano in Ariete a 23° (il fulmine a ciel sereno) e Venere in Bilancia a 21° (ricerca di armonia). Questo scontro tra Fuoco/Ariete e Aria/Bilancia lascia che altri veli illusori e consolatori di compensazione possano aprirsi e sollevarsi, così da non lasciar più spazio ai tentennamenti che ci impediscono di entrare prepotentemente dentro il risveglio. Il quadrato tra Chirone in Pesci, il Guaritore Karmico, e Marte in Sagittario, il samurai in missione per conto di Dio, ci chiede prepotentemente di fare qualcosa con l’energia di luce che ci abita, per non sprecare tutto il Bene che possiamo fare a noi stessi e agli altri. Il meraviglioso Trigono di Terra tra Mercurio in Vergine, Plutone in Capricorno e l’Ascendente in Toro del Plenilunio ci indica chiaramente che ora è possibile ancorare quella determinata luce in un qui e ora che ci sostiene e ci radica. E’ un’occasione unica che si apre per noi. L’Eclissi di Sole del 01 settembre purifica il vecchio, quella di Luna del 16 ci mostra la direzione oltre quel vecchio che avremo purificato durante il Ciclo Lunare da Nuova a Piena. Stiamo ricevendo in mano tutti gli strumenti giusti, o meglio, stiamo risvegliando gli strumenti che già possediamo. Sta a noi, come sempre, esprimere un atto di volontà che ci permetta di essere nel posto al momento giusto perché tutto accada. E che accada nel miglior modo possibile, nel pieno rispetto di ciò che noi siamo e della nostra storia che ci ha reso chi oggi siamo.
Vi terrò aggiornati con ulteriori dettagli perché ci sarà molto da approfondire nei prossimi giorni. Sta per iniziare un mese molto importante per il processo di risveglio, il cui primo risultato è la nascita di nuova gioia nel profondo, nonostante tutto. Accogliamola con la gratitudine di essere vivi, di essere salvi, di essere centrati sul nostro qui e ora. Nulla va mai dato per scontato.
Stefania Gyan Salila

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: