l'alba del sesto sole

IL GIORNO FUORI DAL TEMPO,25 LUGLIO 2017 : LASCIAMO ANDARE

| 0 commenti

Le cose stanno accadendo in modo molto veloce. L’ultimo giorno dell’anno della Tempesta Spettrale ci ha portato verso panorami inimmaginabili, un’energia di supporto molto potente per lasciar andare ferite vecchie di secoli.
Come ha detto il direttore di Aura-Soma Mike Booth, stiamo ripulendo i primi tre Chakra (1, 2 e 3) dalle memorie delle tragedie ereditate dalle Guerre del Tempo, quando la distruzione fu il frutto di giochi di potere e di manipolazione che portarono all’annientamento del pianeta chiamato Maldek, di cui oggi sopravvive la Cintura degli Asteroidi.
Chi padroneggia la lingua inglese, può leggere Arcturus Probe – qui il LINK. Un altro libro interessante in questo senso è Il Libro del Trono, qui il  LINK, entrambi di Arguelles. La profezia del 2012 ci avvisava che saremmo passati per lo stesso flusso se non fossimo riusciti ad andare oltre, verso la ricostruzione. Così è stato. Siamo passati, e ora stiamo  attivando la consapevolezza  per assestarci su un nuovo stato di coscienza, la Coscienza Solare. Dal 2013 al 2020 secondo la Storia Cosmica stiamo vivendo dentro i 7 anni che ci porteranno ad installarci sullo stato di coscienza Solare. E la chiave per arrivare lì è il nostro Cuore, il Quarto Chakra, Portale verso l’Infinito.
Dalle parole della Regina Rossa: veniamo chiamati dal nostro Se’ del futuro che ci sta inviando messaggi sonori di Risveglio. Per poter ascoltare il battito d’amore è necessario ripulire il Cuore dalle memorie di paura e di dolore.
Quel Se’ è già radicato nello stato di coscienza Solare – siamo già risvegliati. È necessario ricordarselo.
Così oggi compiliamo la lista di cose da lasciar andare e bruciamola. Poiché l’energia del Giorno Fuori dal Tempo 2017 è Notte Blu Spettrale, ciò che lasciamo andare può avere a che fare con tutto quello che riteniamo, sentiamo, ci stia separando dalla realizzazione dei nostri sogni. La funzione di questo 365′ giorno del Sincronario Galattico è proprio quella di servire quale spazio neutro di rilascio, così da non portarsi dietro i pesi del vecchio. Prendiamoci del tempospazio per percepire le urgenze da lasciar andare.
Una riflessione che è risalita alla consapevolezza è che in ogni caso, quando improvvisamente e senza motivo ci sentiamo felici e pieni di gioia, e ringraziamo perché ci sentiamo benedetti, nonostante tutto, e non cerchiamo più di cambiare, né di spostarci altrove, stiamo sperimentando l’amore puro. Così la più grande prova d’amore a noi stessi è rimanere in tutto ciò che è, sapendo che qualunque cosa succeda, noi siamo lì ad accoglierla in ogni manifestazione, ad ogni livello, in ogni strato di esistenza. Ed ognuno di questi stati avrà un dono enorme per noi. Non desiderare più di essere altrove, usando le discipline spirituali per evitare la sofferenza anziché creare lo spazio di accoglienza nel cuore, elevando la frequenza, così che la sofferenza non abbia più motivo di essere sperimentata. La testimonianza di se’ ad ogni livello dell’Essere diventa la più grande prova d’Amore.
Buona Festa del Giorno Fuori dal Tempo
In lak’ech!
Stefania Gyan Salila


Grazie...

Condividi

Lascia un commento