Cammina Nel Sole

l'alba del sesto sole

INNALZA LE TUE VIBRAZIONI

| 1 commento

energia-vitale

L’universo

L’universo è una cosa bellissima. Fondamentalmente è energia che reagisce al nostro libero arbitrio, e il più delle volte non ce ne accorgiamo neppure. Non capiamo che possiamo scegliere il tipo di energia da emanare, da ricevere e di cui circondarci. Non si tratta di dire: «Mi piace quell’energia. Dammela, per favore». Piuttosto sono le sensazioni a scegliere per me. Per esempio, se vi sentite dei falliti, il fallimento arriverà. Se vi sentite felici e soddisfatti anche delle piccole cose, continuerete lungo questa strada.

L’universo è sconfinato e ha molto da offrirci, ma viviamo in un mondo di limitazioni. Sembra folle quando ci si pensa, ma siamo indotti a credere di non poter avere ciò che vogliamo e persino che possiamo perdere ogni cosa. Questa è soltanto un’illusione.

Scegliendo di innalzare le vibrazioni, decidiamo di spostarci in un luogo pieno di potenziale illimitato. Scegliamo di accettare l’energia infinita che l’universo è disposto a offrirci.

L’energia è inesauribile, non cesserà mai di esistere. Anche quando il corpo morirà, l’energia continuerà a vivere. Siamo tutti parte dell’unità della vita e possiamo spostarci dalla dimensione fisica a quella non fisica. Vi sembra una perdita? Non lo è. Quando entriamo in uno stato non fisico, torniamo alla naturale condizione dell’essere.

Il punto è che quando accettiamo di essere illimitati e che siamo sempre tutt’uno con ogni cosa, permettiamo a infinite possibilità di fare ingresso nella nostra vita. Tra queste ci sono i miracoli.

I miracoli

Secondo il testo metafisico Un corso in miracoli, «i miracoli accadono naturalmente come espressioni d’amore». Tuttavia molti di noi trovano difficile crederci e di sicuro pensano di non meritarli. Perché?

Siamo cresciuti in un mondo che misura ogni cosa e la giudica di conseguenza. Così gli altri misurano ciò che possediamo, quanti soldi guadagniamo, quali vestiti indossiamo, che aspetto abbiamo eccetera, e noi facciamo la stessa cosa. Generalmente questo sistema di misurazione ci induce a credere di non essere completi o all’altezza della situazione. Questi sentimenti cominciano a scrivere la nostra storia interiore e quest’ultima ci dice che non meritiamo i miracoli. O almeno, essi sono limitati. Se ne riceviamo uno, lo togliamo a qualcun altro, e questo non è giusto.

E’ arrivato il momento di cambiare le cose, di riscrivere la storia e di coltivare una vita che ci soddisfi a tutti i livelli, che sia costantemente aperta ai miracoli.

Quel che è più importante, bisogna tenere presente che tutti possiamo riceverli. Un corso in miracoli spiega:

I miracoli non sono in competizione tra loro, e quelli che potete fare sono illimitati.

Meritate i miracoli per il semplice fatto di esistere. Per quanto mi riguarda, ciascuno di noi è un miracolo in partenza e può crearne altri nella propria vita.

In parole povere, un miracolo è uno spostamento della percezione, un cambiamento del modo di ragionare e, sostanzialmente, di vivere. Non è necessario che sia un evento esterno eccezionale, può essere un impercettibile mutamento interiore che crea una sensazione di completezza e ricchezza nell’esistenza.

Non ci sono miracoli più grandi o più piccoli di altri. Il cambiamento del pensiero non è un miracolo più importante della comparsa di un maestro sacro. Qui è fondamentale dimenticare il sistema di misurazione. Se consideriamo qualcosa più grande di qualcos’altro, lo rendiamo inaccessibile nella nostra mente e, se è la mente a creare il mondo, lo rendiamo inaccessibile nella nostra vita.

Ecco una riflessione che mi è stata molto utile. Viene dal mio diario:

Non conta quanto sia grande il miracolo, conta quanto posto gli fai.

Quando innalzate le vibrazioni, fate posto ai miracoli nella vostra vita. Preparate lo spazio dentro di voi per ricevere amore e sostegno dall’universo. Quando create una pratica spirituale quotidiana, fondamentalmente vi concedete il tempo per ricordare che meritate sia questo sostegno sia i miracoli.

Lo spirito si libra

Quando entrate in una stanza dove vi aspetta una persona cara che non vedete da tempo, vi sentite pervadere dall’emozione. Il cuore vi scoppia e provate un profondo senso di coesione. A livello fisico avete voglia di abbracciarla, di afferrarle la mano, di guardarla negli occhi e sorridere. A livello emotivo (vibrazionale) avvertite un senso di familiarità. La vostra anima conosce la sua, sentite la sua luce e la percepite dentro di voi.

Il sentimento d’amore che si impadronisce di voi in questi momenti è qualcosa di molto speciale: un promemoria del vostro stato naturale, che è una condizione vibrazionale alta. È per questo che è così piacevole amare ed essere amati. L’amore è la massima vibrazione ed è ciò su cui agisce l’universo.

Qualunque cosa non sia amore, per esempio la paura o l’incontro con un’energia «negativa», ci fa sentire nervosi o ci fa venire voglia di andare nella direzione opposta. Succede perché è l’energia più lontana dal nostro stato naturale.

Quando cominciate a innalzare le vibrazioni, seguite ciò che vi sembra più naturale. Dedicate meno tempo a quello che vi fa sentire a disagio e, se vi succede di sentirvi a disagio, si verifica uno spostamento di pensieri ed emozioni che vi riconduce verso lo stato naturale.

Tanto per fare un esempio, mi piacciono lo snowboard e lo yoga. Entrambi mi riempiono di euforia. A prescindere dal fatto che sia seduto su un tappetino o che scenda a tutta velocità da una montagna, mi sento profondamente vivo. Ho la sensazione di avere ogni cosa e di poter fare ogni cosa. In breve, mi sento illimitato. In questo stato di pura gioia entro in contatto con la possibilità, innalzo le mie vibrazioni e sono in sintonia con l’universo. Riesco anche a convogliare l’energia verso ciò che funziona per me e a sbarazzarmi di ciò che mi ostacola. Sono in grado di stabilire intenzioni e darmi da fare per conseguire gli obiettivi.

La gratitudine

Dunque le vibrazioni alte sono uno stato naturale in cui entriamo quando facciamo qualcosa che ci piace o siamo circondati da persone che amiamo. Possiamo raggiungere questa condizione anche con la gratitudine?

Essa è già di per sé un miracolo. È un riconoscimento fenomenico di ciò che abbiamo e ci fa sentire appagati. Vedere che il bicchiere non è solo pieno ma addirittura traboccante innalza ancora di più le vibrazioni.

Quando lavoro con il pubblico, esprimo l’intenzione che qualunque cosa ricaviamo dall’esperienza sia vantaggiosa per tutti gli esseri senzienti nel tempo e nello spazio. Con la solidarietà innalziamo le vibrazioni perché offriamo agli altri la gentilezza che sentiamo o le fortune che riceviamo. Chiedo inoltre agli spettatori di pensare a qualcuno o a qualcosa per cui sono grati nella loro vita.

Con la gratitudine torniamo verso il cuore e proviamo amore, che è la vibrazione più alta di tutte…

ESTRATTO DAL LIBRO: Innalza le tue vibrazioni di KYLE GRAY

Innalza le tue Vibrazioni
111 pratiche per aumentare le connessioni spirituali
€ 14

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: