Cammina Nel Sole

l'alba del sesto sole

KRYON -LASCIAR ANDARE -FEBBRAIO 2016 (da leggere)

| 0 commenti

941245_556022984441121_488606144_n

Bellissimo messaggio di Kryon, fondamentale in questo momento, da leggere fino in fondo

 

Saluti miei cari, Io Sono Kryon del servizio magnetico.

Facciamo un attimo di pausa…

Il mio partner si fa da parte, ma è ancora qui; e questo è un concetto difficilissimo per chiunque. Per lui è difficile parlarne. La canalizzazione crea un’energia interessante, spesso influenza le cose attorno a voi; gli viene difficile spiegarvelo.

Voglio parlare di questo, voglio parlare di cose lineari. Voglio parlare di nuovo di presupposti, e tutto questo riguarda voi. Questa è la chiusura di un seminario, e io so chi è qui in questo edificio, lo so. Conosco l’energia che tutti insieme stiamo creando in questo momento. Alcune di queste (energie) sono abbastanza forti da prosciugare le batterie e spegnere gli allarmi. Questo è ciò che accade con cose multidimensionali che sono al di fuori della linearità; ci sono energie che sviluppate che sono inspiegabili. Questo (fatto) va in due direzioni, lo fa davvero. E voglio davvero parlarvi di cose che sono presupposte come lineari, quando non lo sono. C’è un insegnamento che è stato dato questo weekend che riguarda molti pezzi e molte parti della nuova energia del corpo fisico, della mente, della coscienza e del Pianeta; questo può essere (un insegnamento) enorme, specialmente per l’Operatore della Luce che sta cercando di renderlo lineare al massimo. Una delle cose più difficili da concepire per voi è quesa relazione di cui si è parlato per tutto il weekend. Avete così tanti nomi per lei: c’è il Sé Superiore, c’è la Ghiandola Pineale, c’è l’Innato, c’è la Coscienza Superiore, c’è l’Amore. E la cosa più travolgente riguardo tutto questo è che mentre ascoltate in merito a queste cose, mentre ricevete insegnamenti a riguardo, iniziate a metterle in “scatole”. Lasciate che vi dia un esempio…

L’Innato, (da voi chiamato) il Corpo Intelligente, è collegato alla Ghiandola Pineale, e la Ghiandola Pineale è collegata al Sé Superiore; coinvolge la vostra intuizione, e abbiamo detto che le affermazioni, in questa nuova energia, sono probabilmente una delle cose più forti che potete usare per l’auto-guarigione, per cose legate a situazioni, per tutte le cose; ma in seguito avete confuso questo con Dio.

Voglio che usciate dalle scatole per un momento e ascoltiate. La vostra struttura cellulare non sta lavorando in maniera efficiente e ha bisogno di aiuto, la vostra struttura cellulare non è Dio. Ora, Dio è dentro di voi, ma la struttura cellulare è qualcosa che ora sta crescendo in efficienza, nella comunicazione: il vostro Innato sta iniziando a sposarsi di più con la vostra Coscienza…Voglio che mettiate da parte tutto questo per un momento: questo è un aspetto.

Ma l’Amore di Dio, il vostro scopo, la vostra Coscienza, la vostra relazione con lo Spirito…. è tutt’altra cosa. Non mettete le cose assieme.

Ci sono così tante cose che volete mettere in una piccola scatola e poi combinare con un’altra piccola scatola, in modo da mettere un’altra scatola al di sopra di quella scatola e dire “Cosa viene prima, cosa viene al secondo posto, cosa al terzo. Se si fa questo cosa succede qui”. E questo porta a qualcosa: porta ad una vita in cui siete costantemente a fare la domanda “Sto facendo bene? È nell’ordine giusto? Perché non sta succedendo questa cosa ora? Ho fatto questo ma è successo questo”. Queste sono grandi domande per una creatura lineare, ma non per chi è un’Anima Antica del Pianeta, uno che ha fatto parte di tutto. Sì, miei cari, ci sono procedure a cui state imparando a lavorare assieme al vostro Innato. E questo è ciò di cui si è trattato oggi: le avete fotografate, le avete messe su carta, siete usciti da qui con delle informazioni molto valide riguardo voi, la vostra struttura cellulare e la vostra biologia in questo momento dell’Umanità…. ma, miei cari, non confondete questo con l’Amore di Dio.

Ascoltatemi. Ci sono molti qui in questo momento che stanno facendo la domanda in merito a cosa succederà, perché sta succedendo questo… e state cercando l’Innato per la risposta. L’Innato parla alla vostra struttura cellulare; se avete un problema di salute parlate al vostro Innato; ma dovrete parlare anche alla Coscienza che è collegata con lo Spirito. Voi – l’Innato, la Coscienza e quella parte di voi che è l’Amore di Dio – tutti voi assieme creerete le soluzioni… e non soltanto uno (di voi). Ma c’è un grande presupposto di cui voglio parlare proprio ora. È difficile persino descrivere dove andrò a finire con questo.

Così tanti nella sala, così tanti all’ascolto, stanno cercando di scoprire come andare oltre qualcosa; come andare oltre il muro magari della paura, o come affrontare qualcosa che non è successa e che sapete che è lì… potete sentire che è lì… e non sapete come fare. Siete venuti in questo luogo, avete appreso riguardo l’Innato, l’Equilibrio della Respirazione (Balance Breathing)… avete appreso riguardo tutte quelle cose per cui un Operatore della Luce, in questa energia, sta iniziando a comprendere che è un’esperienza del tutto corporea. Ma non confondete questo con l’Amore di Dio.

Ci sono certi ostacoli che state cercando di superare e, miei cari, l’Innato non puoi aiutarvi in questo. L’Innato vuole guarire il vostro corpo; l’Innato vuole tirare fuori delle cose dall’Akasha per guarire il vostro corpo; l’Innato vuole lavorare con ciò che è accaduto in precedenza, anche in questa vita, in modo da cambiare la struttura cellulare. Ne avete bisogno, avete bisogno di vivere più a lungo. Ma non confondete questo con l’ostacolo della paura, specialmente l’ostacolo dell’illuminazione.

Ho delle informazioni per voi che è così difficile comunicare… per cui voglio che le  percepiate. È una delle poche volte in cui sono stato di fronte a quelli, seduti nelle sedie, dove ho detto che il vostro linguaggio non è sufficiente. Voglio comunicarvi qualcosa: un modo per oltrepassare l’ostacolo, un modo per passarci attraverso, per arrivare a quel luogo che è prossimo. Così tanti di voi sono frustrati, posso vederlo in voi, nella vostra Merkabah; c’è frustrazione… non siete molto sicuri riguardo cosa sia, va oltre il linguaggio, per cui ve lo trasmetterò, sia con il linguaggio, che con ciò che chiamerò “La Terza Lingua”. Ora, la Terza Lingua non è per niente una lingua: è un’energia catalitica di comunicazione che lo Spirito usa con voi che va proprio nella Coscienza di quelli che sono pronti a riceverla; è il grande “Ahhh”.

“Uno scienziato è seduto col suo puzzle, sa che è realizzabile. Ha qualcosa per risolverlo. Sta cercando qualcosa che è impossibile, sta cercando una soluzione… sa che sta arrivando. E osserva il puzzle e ci lavora; prova questo e quello, questo e quello. Chiama in causa in suoi colleghi, ci lavorano assieme… in questo modo e in quest’altro, in questo modo e in quest’altro… Non si trova una soluzione da nessuna parte, ogni volta che prova qualcosa, fallisce. È interessante, e se parli con gli scienziati, vi diranno che questa è il modo in cui funziona; possono sentire che una soluzione – nella Fisica o nella Scienza o nella Biologia – è proprio lì di fronte a loro; e non importa cosa facciano, non si mostra! E guardano alla logica di questo fatto, e costruiscono un po’ di “scatole” e lavorano a tutti i puzzle, fanno tutti i calcoli. Lavorano al puzzle… ma niente, niente! E la sera vanno a casa.

Lo scienziato, che è stanco di “calcolare”, accende il televisore e guarda un film; stacca completamente la sua mente dal puzzle, pronto ad “attaccarlo” l’indomani, guardando un film che parla di niente… quando all’improvviso arriva la soluzione. Era qualcosa di così ovvio! Esclama “Certo!”. Schiaffeggia la sua fronte, si alza dal letto, va a metterla su carta, fa i calcoli, e voilà… la soluzione!”

Che cosa è appena successo? Ciò che è successo è che lo scienziato ha disinnescato la logica, e in maniera accidentale – senza neanche pensarci sopra – ha sospeso ogni parte del problema che era nella sua psiche; ha mandato giù tutte le barriere, perché non era più tempo di lavorare. E quindi le barriere se ne sono andate, il disinnesco della scienza era totale, veniva guardato il film ed ecco che arriva la soluzione… che è sempre stata lì, in attesa che le barriere della logica cadessero.

Non sapete ciò che non sapete. Come potete risolvere questo puzzle con cose che non conoscete? Miei cari, state lavorando troppo al puzzle.

Voglio che sospendiate la vostra logica per un momento e che mi seguiate. La soluzione a ciò di cui molti di voi stanno chiedendo giace lì, proprio ora, con impresso il vostro nome, in attesa che smettiate di pensarci.

Voglio che cancelliate per intero l’idea che dice “Come faccio?”, perché la stessa sinapsi inglese è sbagliata. “Come faccio” non funzionerà con un Essere Umano Multidimensionale che è un’Anima Antica e che sta imparando cose che ancora non conosce. State imparando cose che ancora non conoscete, per cui come potete applicare la vostra logica tridimensionale a un puzzle che va oltre la logica? È solo quando la sospendete e mollate la presa e dite allo Spirito: “L’Innato è qui e sto risolvendo il puzzle. Ma che dire riguardo il grande problema, che dire riguardo la paura di andare avanti, la paura di andare al prossimo luogo, di superare questo… o questo… o questo?” Ci sono tanti “questo” quante persone. Stiamo parlando di qualcosa di Spirituale adesso, stiamo parlando di relazione e di comunicazione con Dio; riguarda la vostra Vita, le vostre lezioni e la ragione per cui siete qui. Non parlate all’Innato in questo momento; voglio che pensiate a questo – ma non troppo intensamente: voglio che immaginate per un momento soltanto che la barriera, che sapete che è lì e che vi trattiene da certe cose, si sta dissolvendo senza alcuno sforzo da parte vostra se non l’intenzione di superarla; (voglio che immaginate) che c’è una sorta di meccanismo – che non comprendete, che non conoscete – che è così potente da ricordare e riconoscere quando sospendete il vostro credere, quando lasciate cadere la vostra logica e semplicemente permettete che accada! Come lo scienziato, che ha dovuto rendersi conto che c’era una soluzione ma che nessun tentativo di risolvere il puzzle ha funzionato. Voglio che combinate questo vostra intenzione con l’idea e il credere che c’è un Potere Creativo più forte che conosce il vostro nome, sa chi siete, ed è pronto ad aiutarvi proprio ora; che questo Potere più grande – che è la Sorgente Creativa – è stato con voi per tutto il tempo. Ma la barriera che vi ha mantenuti scollegati da Lui è l’unica cosa che pensavate potesse risolvere (il problema): la vostra logica, il vostro sopravvivere.

E voi, in quanto Esseri Umani intelligenti, riuscite a lasciarla andare? Ci riuscite? Se potete vedere questa barriera dissolversi, solo per un momento, per nessun’altra ragione se non che siete qui seduti e che lo permettete, voglio che visualizziate anche una seconda cosa, ossia la connessione della vostra mano allo Spirito, che viene fuori da questa barriera che si sta dissolvendo, e che prende la mano di Dio. E non sapete perché, e non potete comprendere. Non sapete cos’è successo, non ne avete idea, ma all’improvviso va tutto bene.

La paura è un prodotto dell’intellettualismo. Avete ascoltato? Viene dal cervello, dal computer che dice: “Non toccare il fornello acceso, perché ti bruci”; viene da lì. Non viene da Dio, non viene dalla vostra intuizione: (viene) direttamente dal vostro cervello. E questo richiede che l’Essere Umano sia in grado di liberarsi da quella cosa che è la sopravvivenza, per sempre. Non dovete liberarvi e andare in giro senza di essa, solo al momento dovete equilibrare lo strumento della sopravvivenza col Cuore, con la Ghiandola Pineale, lasciando che la trilogia lavori in voi. Ci sono persone in questa sala che hanno aspettato di sentire quanto detto e che per questo saranno guarite. Mi avete sentito? Non siete stanchi di provare? “Può essere che sia così semplice?” E la risposta è che non è semplice abbandonare la sopravvivenza, ma è una soluzione elegante. Quando ve ne renderete conto, vi  colpirete la fronte e direte: “Wow… Tutto quello che dovevo fare era mollare la presa!

Sto parlando a quelli che in questo momento sono qui seduti e a quelle altre migliaia di persone che stanno ascoltando e che ascolteranno il messaggio di colui che è qui seduto. Questo non è per le masse… questo è per voi! So chi siete! Lo Spirito sa chi siete. Si sta festeggiando il fatto che siete venuti qui per ascoltare questo messaggio, e alcuni lo comprenderanno e altri no. Ciò per cui siete venuti oggi può accadere proprio adesso… se mollate la presa. Alcuni di voi usciranno da qui e diranno: “Beh, è un bel messaggio, ma non sono sicuro che posso mollare la presa… non sono sicuro che tu (Spirito) l’abbia fatto” (Semplicemente) perché s’inizia a cambiare immediatamente. Come vi sentirete questa sera prima di andare a letto? Vi sfido! Mettete una mano sul vostro Cuore stasera, prima di andare a letto, e dite: “Grazie Spirito, ho ricevuto quello per cui sono venuto!” E ci sono alcuni qui che potrebbero dire: “Ma come può funzionare?” Potreste dire: “Non ne ho idea, ma funziona!

Non cercate di capire come accadono le cose o non accadranno; non in questa energia, non con ciò verso cui si sta andando. Dovete attraversare questo ponte, e se non sapete di cosa sto parlando, si tratta di una canalizzazione data nel ’94, nel ’95 e ancora nel ’96. Una delle prime cose che vi ho detto è di avere fiducia in ciò che non conoscete, e di sapere che siete nelle mani di Dio. E ora il cerchio si completa.

Il messaggio è questo. Ci sono molti di voi che avevano bisogno di ascoltarlo proprio ora, questa sera. Non dovete restare bloccati dove pensate di essere bloccati, non quando lasciate dissolvere (il problema) in questo modo, non quando avete fiducia in ciò che non si vede, e senza mai chiedere “Come faccio questo?” Potete alzare la vostra mano e dire: “Grazie Spirito per fare ciò di cui ho bisogno nella mia Vita, ora. Non so perché ne ho mai dubitato” E andate via da qui e alcuni di voi diranno: “Questa è incompiutezza se non so come viene compiuto” Più fate questo e meno vi sentirete completi. E arriverà un tempo in cui terrete conto di ciò che non si vede, di ciò che non ha per niente senso. Abbandonerete il vostro strumento di sopravvivenza? Ignorerete il vostro cervello, che vi dice che questa è follia, e realizzerete che il cervello è tridimensionale, ma voi no?

Una nuova integrazione è al di sopra di voi: le cose invisibili che entrano nella vostra Vita e iniziano a funzionare. E voi non avete un’idea del perché, a parte il sapere che siete collegati. È tutto ciò che dovete sapere. Alcuni chiedono: “Come hai fatto?” E voi potete dire: “Io sono collegato, eccome come ho fatto!” E sapete cosa diranno gli altri? Non diranno: “Non riuscirò a farlo” perché non lo comprendono. Vi guarderanno e diranno: “Tu l’hai fatto, mostrami come collegarmi!” Questo è quello che è venuto a fare un’Anima Antica. È un messaggio criptico, non è vero? E alcuni di voi l’hanno ricevuto attraverso la “Terza Lingua” e lo sentono e lo conoscono; lo stanno accettando e stanno avendo un cambiamento, proprio ora. E alcuni di voi lo riceveranno dopo… ve lo garantisco… perché abbiamo dei testardi qui! Non per molto. Potreste dover ascoltarlo di nuovo, e allora la stessa “Lingua del Tre” sarà a vostra disposizione.

Questo è il bello del lavorare con quelli che sono Anime Antiche. C’è un bagaglio di Saggezza, per quanto si possa essere testardi, che inizia ad avere un senso… col tempo.

Io sono Kryon, che vi da la Verità, oggi, riguardo uno Spirito Umano in evoluzione che sta iniziando a diventare più multidimensionale che mai. È l’inizio. Il colore è in arrivo su questo Pianeta, e le Anime Antiche hanno i pastelli (crayons)… e non c’è relazione con Kryon… ma suona davvero come se ci fosse, non è vero?

E così è.

Kryon

FONTE : http://www.entourage-di-kryon.it/lasciar-andare-testo-14-febbraio-2016

Kryon - La Ricalibrazione dell'Umanità

Voto medio su 10 recensioni: Da non perdere

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: