Cammina Nel Sole

l'alba del sesto sole

LA VERA RIVOLUZIONE è CAMBIARE SEGUENDO IL PROCESSO NATURALE DELLA REALTA’ VIRTUALE IN CUI SIAMO IMMERSI

| 0 commenti

realtàvirtuale
Chi inizia a percorrere il cammino di ricerca, si accorge dopo ,di averlo intrapreso, e lo fa nei primissimi anni dell’ adolescenza o in età adulta..altri iniziano il cammino più tardi, ma in verità troppo tardi non è mai. Ogni giorno rappresenta sempre un nuovo inizio, il giorno uno, lo stesso identico giorno. Parliamo di un percorso circolare, dove alla fine del giro conoscerai Dio, ritrovando te stesso. Non è affatto semplice, forti inquietudini e le sofferenze che si affrontano, sembrano non avere mai fine, e quando te ne vuoi allontanare perché ti senti stanco, stremato..vorresti rinunciare, ci riesci..ma solo per pochi attimi, a volte anche per qualche giorno, in termini di tempo. Momenti questi, in cui ti immergi completamente nella realtà illusoria in cui ti trovi, reprimi quel richiamo, a favore dei giochi nel parco della vita..ma quel qualcosa o qualcuno manda segnali in tutti i modi possibili. Lo fa fuori di te e lo fa dentro di te, al punto che non puoi resisterle, devi assecondarla..è la voce della tua anima che urla, quell’energia che “anima” il tuo corpo, che è il tuo contenitore, permettendo a lui la Vita. Esistiamo grazie a questo potere, non possiamo ignorarlo a favore di un mondo fittizio, che rappresenta il nulla che mette alla prova, e mantiene dipendenti, distogliendoci da quello che è la nostra missione, il vero motivo per cui ci troviamo qui. Chi sceglie questo percorso, sceglie il percorso difficile, poggia i piedi in una strada malconcia e sempre in salita, ti porta davanti ad una croce, davanti a te stesso. Ti permette di morire, e poi di rinascere, per iniziare la seconda parte della tua esistenza, riprogrammato ad una consapevolezza nuova, ma non ancora giunta a compimento. A chi non fa un cammino verso la ricerca, ma ha provato e prova ugualmente tanto dolore, o insoddisfazione, chiedo di non buttare tutto questo alle ortiche, di farne buon uso, perché se anche non si riconosce o non si vuole ammettere, rappresenta anche questo un cammino verso di se, sono delle prove che ci arrivano per trasformare l’essere manifesto, in un Umano..migliore. Siamo in costante cambiamento, se potessimo guardare noi, di una settimana fa ( considerando il trascorrere illusurio del tempo) riusciremo a trovare poco o nulla che assomigli a ciò che siamo, in questo preciso istante. La nuova Era è iniziata, che lo abbia fatto il 21-12-2012 o no, non ha nessuna importanza, in questi mesi stiamo attraversando un ponte che porta da una frequenza ad un’altra, che non abbiamo mai vissuto, almeno per quanto riguarda l’umanità tutta, che sappiamo esistere oggi. Per comprendere meglio, faccio un esempio banalissimo..immagina una radio degli anni 80, c’è un cursore che permettere il cambio da una frequenza ad un’altra..ecco, noi fino a qualche tempo fa, eravamo sintonizzati su un canale, vibravamo su quei numeri. In questo preciso momento, mentre stai leggendo, quel cursore si sta avvicinando ad una nuova frequenza, e noi ne sentiamo gli effetti, lo spostamento, il disagio. Non a caso, tutti i disturbi che stiamo avvertendo a livello fisico, ed emozionale a vari livelli, sono così presenti nelle nostre vite oggi. Chi ha percorso il cammino, in silenzio..improvvisamente sente di dover iniziare a destare gli esseri dormienti, per prepararli alla nuova realtà, al nuovo mondo..ma a dir la verità molti di noi hanno sempre vissuto il loro sapere nascondendosi o condividendolo con pochissime anime, perché consapevoli che se avessero accennato a qualcosa che va fuori dalle righe, avrebbero scatenato paura e instabilità. Ed è ciò che sta accadendo adesso, alle anime inconsapevoli. Chi di noi viene chiamato a divulgare, non sa spesso come gestire il cambio su chi lo circonda. Qualche anno fa pubblicavo articoli di fisica quantistica, pensando che potessero servire ad incuriosire il lettore, oggi preferisco più le parole.. volontariamente velate a protezione di chi legge..ho anche cercato di suscitare dubbi, utilizzando immagini video e riferimenti che potessero essere più vicini al linguaggio odierno..ma la timidezza, la paura, l’incredulita’ e la voglia di distrarsi da questi input, preferendo la routine di sempre, è evidente e forte, come l’attaccamento all’illusione, quella che ci lega al sistema da anni. In questo cambio frequenziale, anche il sistema vecchio sta lottando per rimanere in vita, e chi di noi ancora lo appoggia, gli dona ogni attimo la possibilità di sopravvivenza. La vera rivoluzione è questa..CAMBIARE, seguendo il processo naturale della realtà virtuale in cui siamo immersi..invece di seguire le indicazioni di 4 burattinai, che del loro sapere ne hanno fatto un potere, per attaccare e padroneggiare da pastori, noi..i loro stessi simili (pecore). Chi si avvicina alla consapevolezza..deve usarla per destare, non per manipolare. Risvegliare vuol dire, far intendere all’altro, che non vi è alcun motivo di utilizzare la violenza, di scatenare guerre (pilotate), di suicidarsi, di commettere omicidi, di commettere atti criminali..perché viviamo in un mondo di pura illusione, i cattolici direbbero che tutto è spirito. Quando realizzi questo, tutto ti appare da un ottica diversa, la dualità smette di esistere, anche se è servita per fare l’esperienza. Se ci fosse solo il “male” o solo il “bene”, non potremmo utilizzare il libero arbitrio, che è la libertà di scelta. Scegliendo, in ogni istante costruiamo il presente, che sarà anche il futuro dell’intera umanità. Siamo una rete che scambia dati continuamente..con il potere del pensiero, dell’immaginazione, della parola e dell’azione. Abbiamo la responsabilità di tutto il creato, e quindi per rimodellare un mondo nuovo, dobbiamo riprogrammare noi stessi, con tutta la volontà che possiamo. Avvicinarsi alla comprensione di cosa, chi, perché siamo e dove ci troviamo, è un muro che fa paura scavalcare..la fatica nell’arrampicarsi è quasi insopportabile, ma quando poi ti troverai oltre il muro, dimenticherai tutti gli sforzi che hai fatto per arrivare dove sei..e se dovessi tornare indietro, rifaresti tutto uguale..perché la ricompensa non ha limiti. Da li in poi il viaggio continua, ma tu sarai leggero come una piuma e pieno di puro Amore.
Daniela N. Cassese

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: