Cammina Nel Sole

l'alba del sesto sole

LUNA NUOVA IN LEONE, 23 LUGLIO 2017: LA LUNA DELL’EROE RITROVATO

| 0 commenti

Sentiero Astrologico di Anna Elisa AlbaneseLUNA NUOVA IN LEONE

Nella mattina del 23 luglio 2017 alle ore 11.45 italiane, avrà luogo il Novilunio in Leone a 0.44°.

  
Una Luna importante questa di luglio, di cui in questi giorni si affollano articoli, e dagli ultimi mesi viene spesso nominata decisiva la data del 21 agosto 2017, giorno di eclissi totale di Sole (non visibile in Italia), come il momento di arrivo di questa massima tensione evolutiva. Le eclissi, sono sempre un momento di grande impatto per l’uomo, nell’antichità erano temute e considerate malefiche, ora se ne riconosce e comprende il significato astronomico, e per gli astrologi è possibile vederne il grande contenuto simbolico in esse è racchiuso. Il momento in cui ombra e luce si incontrano, un’emersione di contenuti inconsci che emergono violentemente alla coscienza. Quali contenuti e come emergeranno, sta a noi comprenderlo, accompagnandoci con fiducia nel processo.

I cicli della Luna, potenziati dall’effetto eclissi, sono importanti perché smuovono a livello sottile, energie emozionali poco riconoscibili,affinano il nostro metterci in ascolto con il tempo ciclico, i suoi segreti antichi ed eterni, l’oscillazione precisa di pause, avanzamenti e corse. La Luna si lega ai tempi della semina e del raccolto, al tempo antico della terra quando in un passato nemmeno troppo lontano, era la cosa fondamentale e la fonte di sussistenza. Era importante comprenderne i sacri momenti, per i marinai sapere di maree, per i contadini quando raccogliere e seminare, e quando c’erano i cambi di stagione e le grandi perturbazioni. Dal raccolto dipendeva e ancora dipende la sopravvivenza di intere famiglie (e per alcuni ancora è così in posti meno civilizzati della società occidentale).

La Luna dunque, per noi spiriti più o meno evoluti, siamo fortunati e non ce ne rendiamo conto, perché possiamo andare oltre la sopravvivenza e occuparci anche di contenuti spirituali, (ma senza dimenticarci che questo passaggio si può compiere solo se abbiamo integrato davvero il nostro corpo e la realtà del quotidiano – la spiritualità non dev’essere una fuga), è quell’energia che espande e dilata, ma allo stesso tempo, non scordiamoci, rappresenta il legame con la terra, l’antica saggezza femminile che sa attendere il tempo giusto e la matrice originaria di tutte le cose in vita. Questo lo dico a rischio di andare contro corrente, ma a volte noto che c’è molta aspettativa, fin troppa, rispetto ai transiti lunari, come se dovessero compiere chissà quale tipo di magia. La Luna è bene osservarla per capirne la simbologia nei suoi cicli e illuminare parti di noi. Per essere dunque noi stessi in prima persona a far si che qualcosa si verifichi ed essere noi i fautori della magia, che conosciamo da sempre, ma abbiamo scordato di osservare per impazienza e per un dominio forte della sfera celebrale cognitiva e dell’abbandono dei ritmi sapienti della natura.

 

Luna nuova come gestazione e inizio, di un seme, un proposito, un germoglio, che porteremo in noi e faremo maturare e germogliare nella Luna piena in Acquario del 7 agosto, energia che terminerà la sua fase di rilascio, nella fase si luna calante, fino al crearsi del nuovo ciclo del 21 agosto, giorno di eclissi di Sole e la Luna nuova che ci porterà alla Luna Piena del 6 settembre 2017. L’inizio della Luna Nuova segna l’inizio di questo passaggio tra le due eclissi e segna una delle più importanti fasi dell’anno, nella trasformazione e il passaggio nella massima luce, oscurata anche dall’ombra (eclissi).

 

Nella mattina del 23 luglio 2017  Sole e Luna e Marte saranno congiunti e appena nati nel segno del Leone e formeranno una quadratura con Urano in Ariete, essendo dello stesso elemento fuoco, sarà un aspetto che produrrà una grandissima energia propulsiva e volta all’espressione di sè. Marte in questi ultimi giorni che precedono il Novilunio, ha appena compiuto il passaggio negli ultimi gradi del Cancro, e ha smosso in modo molto forte l’inquietudine e il non accettare più nessun tipo di compromesso o tradimento di sé: movimento di avvicinamento a sé stessi, ampliato con il grande momento del Solstizio d’estate del 21 giugno 2017. In quei giorni, i pianeti, per la maggior parte nel segno del Cancro, hanno preparato il lavoro di contenimento interiore, come una gestazione di sé, un portare in grembo le nostre emozioni, la nostra essenza, i sentimenti più intimi, tramite l’accettazione e l’amore, quello più grande di tutti, il materno.

Ci siamo fatti da madre ed ora è il momento di far esprimere il bambino interiore, le fragilità che abbiamo fino ad ora fatto crescere e abbiamo imparato ad accettare, i preziosi messaggi che ci sono giunti in sogno, le piccole e grandi emozioni liberatorie e l’ampiezza del cuore, grazie all’energia Canterina, che nutre, preserva e fa crescere.

Dall’elemento Acqua che contiene e preserva, passiamo a tutto il calore dell’elemento Fuoco del Novilunio, che infonde, scalda e trasforma – le energie interiori, le scoperte e le intuizioni pervenutoci, dovranno trovare un canale di espressione verso l’esterno di noi ed essere donate – ora viene resa impellente l’urgenza di mostrarsi ed agire in modo creativo.
La creatività del Leone è maestosa e necessaria, e non parlo necessariamente di creatività artistica, ma creare nel senso di poter alimentare il fuoco della coscienza che ci rende diversi da tutti gli altri esseri viventi, il fuoco naturalmente presente nei bambini che giocano con tutto e sono creativi con qualsiasi esperienza della vita sperimentano. Puri e senza pregiudizi. Immacolati ad ogni risveglio, nello stupore ancora di poter scoprire qualcosa che non conosciamo.

Altrimenti il rischio è la combustione energetica. Il sovraccarico di energie vitali che non trovano spazio per esprimersi come vorrebbero, dilagano in forme distorte di espressione, come quelle volte solo a mostrare noi stessi come migliori di altri (lato ombre del Leone).

Siamo in mezzo ad un grande e duplice passaggio, sia Sole che Luna saranno congiunti nel Leone, quindi il maschile (Sole) e femminile (Luna), misceleranno le loro rispettive peculiarità per trovare una forma nuova. La Luna, a suo agio nell’elemento Acqua e nelle sottili reazioni emotive legate al passato e alla paura, verrà colmata dalle energie del Leone, più temerario, coraggioso ed estroverso. Il Sole in Leone, a sua volta molto intento a brillare e a non riconoscere i suoi bisogni emotivi, potrà invece fare un passo indietro, e prendere una postura più introspettiva e riflessiva. Allo stesso tempo accadrà che anche Marte, energia maschile, scudo e paladino del Sole, principio di difesa e di attacco, sarà congiunto a Sole e Luna e porterà a un ulteriore sbilanciamento verso l’energia maschile espressiva. Insomma, se vogliamo fare un paragone rispetto all’ultimo mese passato, siamo proprio di fronte a una grande eruzione vulcanica, o un grande scoppio di un fuoco d’artificio, ovviamente sta a noi, cercare dare un canale entro cui possa scorrere la lava senza fare danni, e un cielo abbastanza ampio dove far esplodere il fuoco d’artificio perché possa davvero illuminare.

Leone, energia fuoco, elemento Yin, simbologia dell’Eroe, del Re, del Pontefice – Pontifex (=pontem facere) significa in latino “costruttore di ponti” – colui che ha una grande missione da compiere e una grande responsabilità, che non è solo sul piano personale, ma riguarda il collettivo. La funzione di essere colui che si pone come intermediario tra il piano umano e il piano divino e può cogliere i messaggi che arrivano da ciò che a molti è precluso, e restituire alla collettività questo dono. Anche la figura dell’Eroe, ha una missione da compiere, trovarsi a realizzare la sua unicità e a costo di dover fare un cammino irto di ostacoli, oltrepassare e mettere in discussione ciò che arriva dal passato o dal retaggio famigliare o culturale da cui proviene, comprendere se vi appartiene oppure no, quindi scegliere. Scegliere la propria strada.

Ognuno di noi ha un compito speciale e ognuno di noi ha un Sole da realizzare,  il proprio segno, anche se non è in Leone, ha un cammino di Individuazione, come viene definito da Jung, e di ricerca di chi siamo davvero, che dura tutta l’intera vita. Conosciamo davvero il nostro potenziale? Cosa ancora non stiamo permettendoci di essere per paura di ferire qualcuno?

Siamo noi a dover cercare di essere quel ponte, che mette in collegamento il nostro Io cosciente, alle parti di noi, che ancora non conosciamo, la mente all’intuito, il corpo, l’anima e il cuore.

 

 

 

Ogni Eroe ha un prezzo e una prova da affrontare, superare la colpa di dover lasciare indietro qualcuno – superare lo schema famigliare comporta anche il non sentirsi più appartenere ad esso – sentirsi solo. In attesa di trovare i nuovi spiriti affini, che non appartengono più alla famiglia, ma giungono da altri legami, possiamo essere a lungo in sentiero senza luce, in cui però sappiamo di essere sulla strada giusta, anche se le conferme esterne non giungono. La prova del non essere compreso da tutti, e l’antica ferita egoica di ogni Leone, che si trova alla ricerca del proprio cammino e del padre interiore, che lo guida, gli dona fiducia e non lo fa sentire solo. Il Re, Eroe, Pontefice conduce e non è più condotto e guidato. Un passaggio di enorme crescita rispetto agli antichi bisogni emozionali e al senso di accudimento che cerchiamo da sempre di colmare, quel bambino che ancora richiede aiuto. Trovare la propria strada adulta e consapevole, comporta anche il sentirsi diverso rispetto ai valori o le aspettative, ma è un cammino verso la vera libertà e la piena maturità dell’esistenza.

 

In questo Novilunio un bellissimo Trigono di segni di Fuoco alimenta l’ascolto di questa chiamata, delle proprie intuizioni e del perseguire i propri sogni a discapito di tutto, l’ascolto del canale di risonanza infantile e luminoso che ci mette in contatto con il Tutto. Mercurio in Leone, Urano in Ariete e Saturno in Sagittario, sono adesso quel ponte. Il ponte tra noi e l’infinito.

 

Osserviamo dove e in quali settori della nostra vita già naturalmente attingiamo a quella fiducia originaria e istintiva che è tipica del Fuoco, dove già vibriamo con la fanciullezza dei bambini e ci muoviamo verso la meraviglia della vita. Dove nonostante le cose non siano proprio come le vogliamo ci sentiamo come i protagonisti delle fiabe e sappiamo in cuor nostro, che tutto andrà bene. Dove creiamo già spontaneamente forme nuove di pensiero e dove non percorriamo i soliti canali conosciuti. Abbiamo tutti questa possibilità. Abbiamo tutti in dono quel ponte con il Divino, accade ogni volta che ci innamoriamo.. di un altro essere umano o della vita, perché no? Riuscire ad essere innamorati della vita allo stesso modo questo è il vero passaggio da compiere, come fossimo sempre in quello stato di ricettività e gioia. L’energia del Cuore, punto centrale da dove sgorga la vita.
Pensate a quando siete innamorati? Il mondo attorno a voi non è meraviglioso? Non camminate a un metro da terra? C0s’è cambiato? Il vostro stato d’essere, lo sguardo con cui guardate e percepite il mondo. Avete spalancato l’Anima in totale apertura. 

Questa è la piena creatività vitale rappresentata della energie del Leone, essere il centro pulsante e vitale che si collega agli altri, al mondo e lo inonda di luce. Questa è la responsabilità che ha chiunque abbia tanti pianeti in Leone, non tenersi stretta tutta questa luce, ma donarla. 

Dove nel Tema Natale abbiamo Pianeti e Case nel segno del Leone, e dove abbiamo segni di Fuoco (Sagittario e Ariete), per il prossimo mese saranno evidenziati i nostri potenziali di espressione di vitalità e di fiducia innata verso la vita. Dove avremo voglia di oltrepassare barriere e dove saremo un po’ più coraggiosi del solito. Dove potremo innamorarci ancora. Di tutto ciò che ci circonda. Dove potremo giocare come bambini. Dove potremo essere quei pionieri di qualcosa di strabiliante e potremo illuminare come faro, anche con una semplice parole, la vita di qualcun altro.

Dove potremo essere eroi, anche per un solo giorno.

Buona Luna nuova a tutti,

Anna Elisa Albanese 

“Io, io vorrei che tu sapessi nuotare
Come i delfini, come nuotano i delfini
Sebbene niente,
niente ci terrà uniti
Possiamo batterli, per l’eternita’
Oh possiamo essere Eroi,
anche solo per un giorno” (David Bowie)

 

ccc5d6f7c4f114a2baa3ab5c9712ee2e

 

CORSI DI ASTROLOGIA UMANISTICA CALENDARIO 2017/18 

Segui la Pagina Facebook Sentiero Astrologico   logo-facebook--blog-alhi-18

Consulti personalizzati sul tuo Tema Natale Consulti individuali 

Fonte : http://www.sentieroastrologico.it/luna-nuova-leone-23-luglio-2017-la-luna-delleroe-ritrovare/

Manifestare con la Luna
Come sfruttare il potere della luna per realizzare i tuoi desideri

Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere

€ 12

La Luna nel Cielo
Alla scoperta della dimensione perduta dell’astrologia
€ 29.95

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: