Cammina Nel Sole

l'alba del sesto sole

NON è QUESTA L’ORA DI ARRENDERSI….*bellissimo*

| 1 commento

444817-1024x640

Il confine dei mondi e del tempo è ormai oltrepassato con successo.

Il passaggio dall’era governata dall’energia maschile alla nuova era governata dall’energia femminile, dall’era del padre all’era della madre, dall’era della piramide all’era del vaso, è già avvenuto.

Che cosa sta avvenendo?

Quali nuovi doni, quali nuove leggi e regole?

Nella terza dimensione, la dimensione dell’energia maschile, della materia, della mente, ogni cosa funziona in base al simbolo della piramide.

Il capo in alto, da solo, gli altri che man mano discendendo, aumentano di numero e scendono di importanza.

Dio è visto in cima a quella piramide, quasi inaccessibile, solo, separato dagli uomini, che con il suo occhio severo vede e giudica.

Tutto vorrebbe puntare verso l’alto, ma la forza di gravità riporta tutto alla base, alla pesantezza, alla densità dove ogni cosa si manifesta e lì rimane bloccata.

Più si sale più si soffre, perchè nella piramide più sali più c’è spazio solo per te, devi condividere ciò che hai con sempre meno persone è vero, ma hai di conseguenza sempre meno aiuti. Fino a rimanere solo, nelle tue comprensioni, nel tuo ego. Credi di sapere tutto, e forse è così, ma nessuno ti capisce.

La salita è fatica, sforzo, ferita, la ferita di sapere che per raggiungere ciò che desideri devi rinunciare agli altri, perchè nessuno ti comprende più.

Più sali più sei un estraneo, un diverso, strano, quasi alieno.

Più sali più il tuo ego si fa grande, più la solitudine si fa forte.

Così avete vissuto per tutte le vostre vite, in questa dolorosa scalata per arrivare dove siete stati negli ultimi anni: SOLI.

Tutto ciò che conoscevate della vostra vita, le persone con cui prima condividevate il tempo, i vostri interessi, le passioni, il lavoro, i progetti, la famiglia. TUTTO SCOMPARSO.

Soli, in cima a quella piramide che tanto volevate scalare, e poi sulla vetta vi siete chiesti:

“E ora dov’è il mio premio? Dov’è la mia ricompensa”

Vi siete sentiti abbandonati dagli uomini e da Dio, traditi da voi stessi, come tante volte vi siete sentiti in ogni incarnazione. Le vostre fatiche buttate al vento, gli sforzi vanificati, la vostra immagine umiliata e denigrata. E così da mesi, anni, vi state sentendo ora.

“Dov’è la mia ricompensa?”

“Per cosa ho tanto lottato, Dio?”

“Anche questa volta mi abbandoni? Come ho potuto essere così ingenuo, come ho potuto crederci ancora e ancora deludere me stesso per la mia ingenuità?”

Queste le vostre domande, il vostro dolore, la vostra ferita che di nuovo si apre.

E i più bravi, coloro che prima degli altri sono arrivati in cima, coloro che più degli altri con tenacia ci hanno creduto, si sono impegnati, stanno soffrendo da più tempo. Da più tempo si sentono abbandonati.

Siete stanchi, non ce la fate più.

NON E’ QUESTA L’ORA DI ARRENDERSI!

Non siete stati traditi, non siete stati abbandonati, non resterete delusi, non questa volta.

Siete solo stati troppo bravi, troppo veloci ad arrivare in cima quando il tempo ancora non era venuto.

Il tempo in cui la piramide si sarebbe girata, si sarebbe capovolta. Con voi sopra.

Ma quel tempo è ora.
La piramide adesso E’ capovolta.

La piramide della terza dimensione è ancora lì, e voi siete sulla punta, ma ora a partire da quella punta il vaso si erge al cielo.

E voi siete nel mezzo, quella che era la fine, l’arrivo, ora è la partenza. L’inizio. E voi ci siete sopra.

E siete ancora nel mezzo perchè prima di avanzare, prima di tornare verso il divino, il vostro ego doveva cadere. Tutte le vostre convinzioni e certezze crollare, le vostre false maschere sciogliersi. L’attaccamento alle vostre identificazioni, alle vostre ferite infantili, ai vostri piccoli sogni umani doveva cedere.

Questo è ciò che state vivendo, non è un errore, non avete sbagliato nulla. E’ come deve essere.

Le vostre anime stanno rivisitando il passato, state risentendo in ogni cellula il dolore, la rabbia, la frustrazione, l’impotenza, la sofferenza, perchè così il vostro corpo terreno diventa più leggero, la vostra energia si purifica. Questo è il modo che l’anima usa per diventare più sottile, per poter vibrare a frequenze sempre più alte.

Non siate delusi, passato questo momento non aspettatevi un nuovo sforzo, una nuova salita operatori di luce.

Le leggi dello spirito sono opposte a quelle di terza dimensione.

Da qui non si sale, da qui si ASCENDE.

Quali sono queste nuove regole?

Come funziona questo vaso, questa piramide capovolta?

Partendo dalla punta in cui vi trovate ora, in cui vi sentite soli, abbandonati persi, e lo siete, si inizia a salire, verso il Divino.

Più salite verso il Divino più tutto si amplia.

La vostra visione diventa sempre più grande, comprende sempre più cose, persone, eventi, amore, energia.

Man mano che salite verso Dio tutto si espande, come si espande la figura del vaso, della madre.

Accoglienza che si amplifica, accudimento, amore, calore.

In terza dimensione il passaggio era dalla base, dalla madre, dalla terra, verso il padre, la punta il cielo.

Adesso il passaggio è dal padre, dalla punta, alla madre, al nuovo grembo materno, al SANTO GRAAL, che come vaso che ci accoglie e che ci accetta completamente e profondamente, ci dona abbondanza e amore continui, sempre di più man mano che si sale.

In questo momento padre e madre sono uniti, le due punte combaciano, e in questo punto voi operatori di luce nascete di nuovo a voi stessi.

Da adesso la salita può essere dolce, perchè nella piramide capovolta più si sale più si ha accanto un numero sempre maggiore di anime sorelle, fino a diventare uno con il Divino, che non è un punto, ma è il tutto, ampissimo.

Questo NON E’ il momento di arrendervi operatori di luce.

Questo NON E’ il momento di tornare indietro.

La vostra ricompensa è qui.

La piramide è capovolta.
Il Santo Graal è manifesto.

Il paradiso che attendete è ora accessibile, anche se ancora non lo percepite.

Sappiate che già molti di voi hanno superato questa soglia e stanno ora sperimentando questa nuova dimensione espansa. Il futuro è già qui se lo volete, se non vi lasciate andare ora.

Cercate la gioia dentro di voi.

Cercate l’amore in quello che fate.

Ascoltate la vostra anima dove vi vuole portare, attraverso i vostri talenti.
Sentite e sentitevi attraverso il cuore.

Quella è la porta.

Non arrenderti operatore di luce, ci sei.

E così è.

I MIEI LIBRI

IL GUSTO DELL’ANIMA di Georgia Briata
Questa è la storia, sotto forma di romanzo, di come ho realizzato il mio Sogno. 
Spero che le mie parole siano di conforto quando la fiducia vacilla, perché c’è qualcosa che ci spinge ad andare avanti anche quando sembra non avere più un senso: Il Sogno.
CLICCA qui e vai alla scheda del libro per acquistarlo o saperne di più

BASTA IL MARE di Georgia Briata

Una favola per adulti

che hanno bisogno

di imparare

a sognare di nuovo

CLICCA qui e vai alla scheda del libro per acquistarlo o saperne di più

QUI TROVERETE LE PAGINE DI GEORGIA BRIATA

FB :https://www.facebook.com/iovivoreiki/

FB: https://www.facebook.com/Io-sono-il-mio-Buddha-1549700495313330/

BLOG : http://www.thedream-ilsogno.it/

Google + : https://plus.google.com/114677525035666277362/posts

FONTE: http://www.iosonoilmiobuddha.it/2016/05/come-essere-il-vero-te-stesso-e-seguire.html#more

 

Un commento

  1. <3 <3 <3 _/\_

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: