Cammina Nel Sole

l'alba del sesto sole

SE VUOI GUARIRE …GUARDA LA TUA FERITA E LASCIA CHE ESSA TI INSEGNI…Paul Ferrini… (bellissimo)

| 8 commenti

Il-mondo-visto-con-gli-occhi-di-un-bambino

Ringrazio la mia amica Marina j di Donato e il suo gruppo  La casa della consapevolezza che ogni giorno ci fa dono di qualcosa di veramente speciale…

«Solo pochissime persone hanno compiuto da sole il processo della propria guarigione, anche coloro che cercano di aiutare gli altri. La maggior parte di loro non sono guarite dentro. Come possono aiutarti? Gli altri non possono aiutarti. Devi darti la guarigione da solo. Se hai bisogno di qualcuno che ti guidi, scegli una persona che abbia percorso la via da solo/a. E stai molto attento: non sono molti quelli che l’hanno fatto. Se guardi con attenzione, potrai vedere se l’oscurità in loro è stata integrata, oppure se stanno ancora lottando per allontanarla. Chiunque sia spaventato dai propri lati oscuri non può procedere verso la luce. Chiunque rifiuti la propria umanità e finga di essere completamente spirituale, non è integro né integrato. Non accettare un guaritore ferito, anche se ha un nome angelico, anche se è tenuto in grande considerazione dagli altri. Trovati una guida che non abbia un’agenda di lavoro. Qualcuno che ti dica: “Sì. Ci sono passato. Conosco grossomodo la strada, ma non so esattamente cosa ti aspetta. Tutto ciò che posso fare è accompagnarti, aiutarti a entrare nell’ombra e stare a vedere ciò che accade. Tutto ciò che posso fare è “l’amico”, non “l’esperto”. Non c’è nessun esperto. Ci sono semplicemente persone che hanno compiuto il viaggio e persone che non l’hanno fatto. Coloro che sono arrivati in fondo non assumono un ruolo professionale. Sono stati resi umili dal loro viaggio. Coloro che il viaggio non l’hanno fatto fanno affermazioni tronfie, che vanno in pezzi la prima volta che s’identificano con te e che i loro pulsanti vengono premuti. Chi ha fatto il viaggio fino all’inferno ed è tornato indietro non smania per il cielo. Non appartiene al regno delle favole. Odora di fuoco e di terra. La sua fronte è solcata dalle rughe, perché per secoli è stata sott’acqua. La sua bellezza è quella della terra. E’ una principessa segnata dal tempo, una madre, non una sposa dal candore virginale. Per risorgere, per salire al cielo, prima devi incontrare il diavolo, a testa alta. Non lo troverai, se continui a cercarlo negli altri. Se non credi nella tua esistenza, significa che non ti sei dato la pena di cercarlo dentro la tua mente. Il diavolo è la tua stessa presenza angelica, dissacrata. E’ la tua dimenticanza, la tua violenza nei confronti di te stesso. E’ colui che è ferito, crocifisso, l’angelo caduto dal cielo al letamaio, nella forza selvaggia dell’incarnazione terrena. Lui è te, più di quanto non lo sia il tuo io angelico. Il tuo io angelico è etereo, come l’aria. Non è di questa terra. Non può elevarsi rispetto a ciò che non ha mai incontrato. Il diavolo è di questa terra. La tua mente, il tuo ego è il creatore della terra, con tutto il suo dolore e la sua bellezza manifesti. Non respingere la tua creazione prima di essere arrivato a conoscerla. Cammina sotto la pioggia. Bruciati sotto il sole. Rotolati nel fango. Assapora tutto pienamente. Non cercare di lasciare questo mondo prima di essere pronto. La necessità di partire segnala la totale dipendenza dallo stato di dolore. Devo dirti francamente che non c’è nessun posto dove andare. E’ così. Non puoi andartene, uscire dalla tua stessa creazione. Devi muoverti in essa, essere con essa e imparare ad allontanarla da te. Dio non verrà come salvatore, a liberarti da un mondo che ti sei creato da solo. Questa è una vecchia soluzione paradigmatica. Non ti dà alcun potere. Anche se fosse possibile, non sarebbe nel tuo interesse. Dio arriva attraverso il tuo gesto di accettazione nei confronti della tua mente. Arriva nell’amore e nella compassione che porti a colui che è ferito, dentro e fuori. Arriva quando ti chini ad abbracciare le ali scure che si muovono piano, di fronte alla porta chiusa della tua paura. Queste ali non potranno farti male. Nessuno è dissacrato, per quanto grande sia la ferita che ha dentro. Nessuno viene derubato della sua innocenza, per quanto grave sia l’abuso che ha fatto o ricevuto. Devi vedere attraverso quel colore scuro, ed entrare nel calore di quelle ali. Qui c’è una porta che conduce diritto al cuore. Entra nel tuo dolore! Non puoi arrivare a Dio se non attraversi la notte oscura dell’anima. Tutte le tue paure, i tuoi motivi di vergogna, devono essere innalzati. Tutti i tuoi sentimenti di separazione devono venire a galla per essere curati. Come puoi risorgere dalle ceneri del tuo dolore, se prima non lo riconosci? Coloro che fingono di non avere ferite non inizieranno mai il viaggio spirituale. Coloro che aprono la ferita e fustigano se stessi o gli altri non faranno più di un passo nel processo di guarigione. Se vuoi guarire, ricorda, lascia affiorare il dolore. Guarda la tua ferita, riconoscila. Sii con essa e lascia che essa t’insegni.»

Paul Ferrini – “Il Silenzio del Cuore”

8 commenti

  1. Articolo scritto magnificamente.
    Come si fa a trovare una “guida” per poter attraversare l oscurità?
    La consapevolezza c’è sia degli errori fatti che di quello subiti ma come si fa a smaltire il dolore e quindi guarire?

    • Ciao Grazia,
      io ho attraversato circa tre anni veramente difficili per motivi sentimentali ed economici.
      Non sapevo minimamente cos’era la spiritualità. Eppure mi son ritrovato circondato, quasi di colpo, da decine di persone che mi hanno sostenuto moralmente ed economicamente. Ognuna di loro è stata una guida, chi per un motivo, chi per un altro.
      Tra questi, una famiglia in particolare è diventata per me una guida spirituale (oltre che una “famiglia adottiva” vista la situazione).
      Con tutte queste persone ho conosciuto molti aspetti della spiritualità ed allargato il campo delle conoscenze in diverse direzioni.
      Non ho mai nè cercato nè chiesto delle guide.
      Ma quando sei sul fondo e invochi l’aiuto di Qualcuno, anche se inconsciamente, quel Qualcuno ti manda sempre le persone giuste che ti servono in quel momento, vuoi per offrirti un pasto caldo per quel giorno, vuoi per portarti delle risposte o dei consigli che ti servono in quel dato momento per proseguire sul Cammino.
      Sono sicuro che se ti guardi intorno anche Tu vedrai le Tue Guide.
      Forse finora non te ne sei mai resa conto.
      O forse hai sempre creduto che la “guida” dev’essere una persona con le ali e l’aureola sulla testa ….
      Sicuramente ci sono anche i tuoi Angeli intorno a te, SEMPRE!
      E sempre pronti a sostenerti e ad indirizzarti sulla strada giusta.
      Non siamo mai da soli! MAI!!!
      Siamo solamente noi che non vogliamo vederli o percepirli …
      Ma spesso questi Angeli sono persone semplici come Noi … senza ali e senza aureole ..

      Ognuno di Noi è un angelo, una guida, un Maestro …

      Questa è stata, brevemente, la mia esperienza.

      In merito allo smaltire il dolore e a guarire, io ho imparato ad accettare gli errori fatti e subiti, comprese quelle che in passato chiamavo ingiustizie, ed ora chiamo semplicemente lezioni di Vita…
      E’ un lavoro difficilissimo, lo so!
      Ma solo accettando questo e imparando a perdonare sia Noi che le altre persone coinvolte, unitamente all’esser grati di tutto e a tutti per ciò che abbiam vissuto, possiamo guarire.

      Ti auguro un Felice Cammino, certo che anche Tu riuscirai presto a ri-vedere la Luce che brilla in Te!

      Un abbraccio di Luce,
      Cristal Reiki

      cristal.reiki@virgilio.it

      • Buonasera Maurizio ti ringrazio per la risposta l ho riletta tante volte….che intendi per spiritualità???
        Nei miei sogni spesso chiudo aiuto ma nessuno sente.

  2. Ciao Grazia.
    Per spiritualità intendo tutto ciò che riguarda la componente animica di noi esseri umani. Lo Spirito, l’Essenza interiore, l’Anima, il Sè interiore … e ogni cosa che ruota intorno ad Essa. Quindi le lezioni da apprendere e da insegnare, l’Universo e i Suoi Messaggeri, Angeli e Guide spirituali …
    Prima della crisi che ho vissuto, a fatica conoscevo questo termine e associavo la spiritualità con la religione, sbagliando. Non chiamavo mai un Dio e rimanevo distaccato, quasi schivo, con chi professava un Credo religioso. Questo perchè le persone, spesso, dogmatizzano Dio (vittime di duemila anni di storia mal raccontata e gestita dall’uomo con l’ego).
    Io ho sempre amato dire l’espressione “Dio o Chi per Esso” …. sentendo che Qualcosa c’era ma non ero io in grado di “definirlo”.
    Poi arrivano gli anni bui… una separazione, una crisi economica profonda, nuove conoscenze e incroci di persone che mi hanno portato a vedere la nostra Vita non più con gli occhi di un uomo/essere umano, ma bensì con gli Occhi dell’Anima.
    Perchè è questo che siamo Noi tutti. Siamo Anime in Cammino.
    E da lì ho appreso moltissime lezioni di Vita.

    Il Mio Cammino è il Cammino di ognuno di Noi. Ognuno con le proprie sfaccettature, in relazione alle lezioni che deve imparare in questa vita.
    Tra le tante, ho appreso che ognuno di Noi è allievo e Maestro allo stesso tempo. Nessuno escluso!
    Oggi tu sei in una fase di sofferenza, e quindi percepirai di essere allieva di qualcuno che ti si affianca e ti aiuta a rialzarti, illustrandoti le vie da prendere.
    Ma nel tempo vedrai che sei allo stesso tempo Maestro per colui che ti stà aiutando, fosse anche solo per il fatto che gli fai da specchio per ciò che lui ha vissuto in precedenza.
    Un domani ti troverai tu a rivestire quel “ruolo” di Maestro. E se ben avrai imparato le lezioni fino ad allora, credimi che percepirai che, aiutando l’Altro, oltre al maestro sarai anche l’allievo.

    Anche questa è Spiritualità…

    Riguardo ai tuoi sogni in cui chiedi aiuto e nessuno sente, credo vogliano esprimere le tue paure di rimanere abbandonata dalle persone intorno a te.
    Forse, se tu riuscissi a credere di più in te stessa sapendo che uscirai da questo periodo di sofferenza, questi tipi di sogni potrebbero assumere altri connotati.

    Anche questo, vedi, l’ho imparato durante il mio periodo negativo. Le risorse per risollevarci e ricominciare a camminare con la Felicità nel Cuore, sono tutte e sempre dentro di Noi!
    Tutte le Guide che incontriamo possono aiutarci a capire dove sbagliamo, possono sostenerci nei momenti più bui e pesanti, possono illuminarci la strada….
    Ma le scelte ed i passi decisi per rialzarci e ricominciare a camminare, possiamo farle solamente Noi! Ed una vera Guida, un vero Maestro, sà che non può forzare ed invadere il Tuo libero arbitrio. Può solamente provare a farti aprire gli occhi e a capire quali strade intrapprendere.
    Poi, se fare il passo verso quel sentiero o continuare a rimanere intrappolati nei nostri dolori, dipende solamente da Noi.

    E sono certo che quando avrai appreso ciò che la sofferenza ti doveva portare come lezione, anche Tu troverai la forza di rialzarti, da sola con le tue gambe, e ricominciare a camminare!

    A presto!

    Cristal Reiki

    cristal.reiki@virgilio.it

    • Ti ringrazio infinitamente per il tempo dedicatomi e mi scuso se posso per il mio piccolo disturbo. So per certo che ogni uomo\ donna attraversa nel corso della vita ostacoli momenti tristi dispiaceri e dolori come anche felicità gioie e piaceri come è giusto che sia. Esiste il bene come esiste il male utili entrambi.
      Ebbene nel corso degli anni mte volte ho provato a salire in cima a quelle scale ci ho messo forza e volontà ed ero sola ma poi scivolavo giù di nuovo e tutto ricominciava. Anche io credo in qualcosa ma non so cosa forse si chiama Dio forse no…… Non vedo nessuna guida accanto a me c’è solo tanta solitudine. Potresti darmi un consiglio? Cosa devo fare? Ti auguro una buona serata e grazie ancora è un piacere leggerti ( amo i libri) scrivi magnificamente

  3. Ciao Grazia.
    Per Me non è mai un disturbo aiutare il Prossimo. Anzi, lo faccio sempre con infinito piacere.
    Grazie per il complimento sulla scrittura, è un dono che ho ricevuto e che è stato sempre apprezzato. Prima o poi dovrò decidere di scrivere il libro che ho sempre voluto ..

    Inizio dicendoTi che non sei mai sola, come invece dici Tu. Le Guide, gli Angeli o come vuoi chiamarli, sono sempre lì.
    Se nei momenti bui non hai persone che ti sorreggono e ti aiutano, intendo persone fisiche, non vuol dire che sei sola. Sicuramente una o più presenze angeliche è SEMPRE lì a fianco a Te!
    Se non ci sono persone fisiche in quei momenti, è perchè così dev’essere. Devi apprendere qualche lezione da sola. Vuol dire che ti viene data la possibilità di rialzarti e procedere verso la cima di quella collina con le sole Tue mani. E questo perchè Tu hai SICURAMENTE piena facoltà di riuscire nell’azione del momento.
    Tutte le potenzialità per uscire dalla sofferenza e raggiungere la cima sono dentro di TE …
    L’eventuale vicinanza di qualcuno, evidentemente, ti porterebbe a prendere decisioni non tue, ma sotto il condizionamento altrui.
    Prova a cercare dei fattori comuni a tutti quei momenti in cui stavi male e ti sentivi sola, “abbandonata” … e mettili insieme. Sicuramente lì risiede una o più lezioni che tu devi imparare. Probabilmente quella di superare il senso di abbandono o di bisogno di altre persone e imparare a Credere e a FidarTi di Te stessa …

    Ti ho detto in precedenza che Io ho avuto intorno a me, in questi tre anni di dolore, persone a me care che mi hanno sostenuto, aiutato.
    Io non ho mai avuto bisogno di altri nè temuto di essere abbandonato, anche perchè io ho sempre vissuto bene nella “solitudine”, spesso cercandola per ritagliarmi spazi e tempi tutti per me.
    Quindi, forse è per questo che a me hanno affiancato delle persone fisiche, oltre che le Guide che spesso ho percepito.

    Ma queste persone fisiche mi hanno sostenuto e illustrato/indicato le strade giuste del Cammino. Ma i passi decisivi li ho sempre presi e sostenuti da solo.
    E prima di ogni decisione, ero sempre solito fare delle lunghe passeggiate in solitaria …

    Una volta che ho capito che non siamo mai soli, che ogni prova che incontriamo ci viene messa sul Cammino unicamente perchè dobbiamo imparare qualche lezione (che abbiamo scelto Noi, come Anime, prima di reincarnarci su questa Terra…), che le soluzioni ai nostri problemi sono sempre, e dico SEMPRE, dentro di Noi, che nulla avviene per caso …
    Bèh.. una volta fatte mie tutte queste lezioni, ho dato una svolta alla mia vita, trovando finalmente la Felicità tanto ricercata. Ad oggi, qualsiasi cosa mi accade nel quotidiano, sorrido! Mi dico subito che se è arrivata ha il suo buon motivo, sò che dietro a quel fatto c’è una lezione da imparare e/o da insegnare… Sò che anche questa volta arriverò in cima a questa nuova collina e potrò ammirare nuovi panorami… Sò che dopo questa collina ne incontrerò un’altra, ancora un pò più elevata di quest’ultima …
    Non è facile, non fraintendere. Però ho imparato a fermarmi per il tempo che mi serve per con-centrarmi su di Me, rifletto sulla situazione, l’accetto e la lascio andare.
    Se serve mi pongo delle domande e le lascio andare nell’Universo, senza attendere risposte immediate. Quando sarà il momento giusto arriveranno queste risposte….

    Materialmente non ho quello che ho sempre desiderato. Ma ho trovato la vera Ricchezza interiore. E ho capito che tutto ciò che mi serve arriva al momento giusto.
    E solo in quel momento lì! Nè prima nè dopo!

    Spero di esserTi stato d’aiuto. Non farti problemi se hai bisogno di scrivermi per dei consigli, anche in pvt se ti va.
    Forse un Angelo in presenza fisica, ora, l’hai trovato 🙂

    Un abbraccio di Luce!
    Cristal Reiki

    cristal.reiki@virgilio.it

    • Buonasera Maurizio, grazie ancora per le tue preziose parole. Dimmi come posso fare per scriverti in pvt. Grazie ancora.

  4. Ciao Grazia,
    scrivimi a quest’indirizzo mail.

    cristal.reiki@virgilio.it

    A presto.
    Crista Reiki

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: