Cammina Nel Sole

l'alba del sesto sole

SOLSTIZIO D’INVERNO 2016 – 21.12.2016 ORE 10,44 UTC – NELLA NUOVA LUCE SI ATTIVA LO SPECCHIO DELLA VITA

| 1 commento

solstizio-magia1008837741_n

Siamo arrivati ad uno dei 4 Punti Focali dell’anno, il Solstizio d’Inverno, la Porta che si apre verso la Luce Nascente dall’Est. Da sempre questo momento è considerato come una rinascita, la Festa del Sole, centro del nostro cosmo, simbolo del cuore e della coscienza risvegliata. Quando il Sole entra a 0° del Capricorno, decimo segno dell’anno, arriva il Solstizio e quest’anno ciò avviene il 21 dicembre alle ore 10,44 UTC. Il Capricorno è un Segno Cardinale che si apre sul nuovo in arrivo. Il Solstizio d’Inverno è la piccola Fiamma che ritorna ad illuminare il Cammino del Viandante alla Ricerca del Sé, dopo lo stazionamento dentro il buio atavico dell’Inconscio nei mesi autunnali. Questa Piccola Fiamma crescerà fino a diventare pura Spinta Vitale in manifestazione durante l’Equinozio di Primavera, quando il Sole entra a 0° dell’Ariete, il primo, il Pioniere, il Rinato. Con la forza che deriva da questa energia di Fuoco, tutto matura e diventa lussurioso colore dentro il Solstizio d’Estate, quando il Sole entra a 0° del Cancro. Nutrendosi di tanta passione e vitalità, la si integra e la si diventa, fino ad assumere il colore caldo dell’autunno, nell’Equinozio di fine settembre, quando il Sole entra a 0° della Bilancia, e tutto torna quieto e silenzioso. Il buio torna a trasformare il terreno per fertilizzarlo in attesa della successiva venuta della Luce. I cicli della Natura sono fondamentali per la nostra vita biologica e sottile, per tutto il sistema umano perché noi stessi siamo Natura. Il ciclo inaugurato dal Solstizio d’Inverno è quello del rinnovamento, del risveglio grazie alle ore di luce che in questa parte del mondo cominciano a durare di più.
A quale rinnovamento stiamo andando incontro? Ecco la Mappa:

Anche chi è totalmente digiuno di Astrologia noterà la numerosa presenza planetaria nella parte sinistra del Cielo zodiacale, (dalla 10° alla 03° Casa) che è la parte soggettiva – mentre la parte destra è la parte esterna, l’oggettività (dalla 04° alla 09° Casa). Questo dialogo planetario è un invito a risvegliare la nostra attenzione sulla modalità con cui guardiamo all’esistenza perché essa determina ciò che andremo a vivere. La parte soggettiva così fittamente abitata richiama un processo in cui l’individuo sa chi è e non riesce a percepire chi l’altro sia. Sulla destra Luna e Giove in Bilancia richiamano allo scambio, mentre il Nodo Lunare Nord in Vergine, a sua volta nell’emisfero destro, è un invito a mettersi nei panni degli altri per integrare la famosa Legge del Multiverso: Siamo Tutti Uno. Lo sentiamo veramente? o è solo una bella frase che abbiamo letto in qualche libro? La meravigliosa linea spartiacque creata dall’Opposizione tra Urano in Ariete a 20° (io sono e non ce n’è per nessuno!) e Giove in Bilancia a 19° (l’amore è ricerca di armonia tra due opposti) crea un considerevole punto di attenzione sulle nostre relazioni, come accadrà per la maggior parte del 2017. Ora so che alla maggior parte dei lettori si drizzeranno le orecchie a questo punto. Il 2017 nasce, si sviluppa e prosegue come un percorso in cui fare i conti con la modalità con cui ci relazioniamo. Ne ho già parlato anche in questo Post. E’ una meravigliosa occasione per specchiarsi nella propria verità interiore a cui siamo spesso ciechi e che ora l’altro invece ci riflette indietro. Ci sono infinite implicazioni nelle nostre relazioni, innumerevoli proiezioni che emaniamo, miliardi di input che diamo per scontato rispetto al partner, tantissimi giudizi e loop dentro cui entriamo quando siamo in una relazione. Tutto questo anno sarà una grande finestra aperta sulla risoluzione di tanti automatismi, delle ferite dell’amore tradito e della guarigione dell’amore non corrisposto. Volendolo forte, si creeranno grandi spazi dentro il cuore dove poter portare nuovo ossigeno e prendere il coraggio di compiere gesti di puro amore incondizionato verso l’altro ma soprattutto verso noi stessi.
E se siamo momentaneamente soli, lo ripeto come già ho scritto nel post precedente, sarà comunque uno specchio formato dalla prima relazione che in noi ha creato un vuoto per il quale ora abbiamo scelto (inconsapevolmente o meno) di essere soli. Quindi il confronto sarà profondo e di guarigione, se lo permetteremo. E se la guarigione dovesse passare attraverso la nascita di una nuova relazione, così sarà.
L’Ascendente del Solstizio cade a 19° dell’Aquario, di cui Urano è il Governatore, e crea una formidabile rete di supporto sia a quest’ultimo che a Giove, nel portare avanti il dialogo reciproco di mettere armonia tra gli Opposti. A sua volta Saturno veglia dall’alto della 10° Casa (di cui è Reggente, quindi al massimo delle potenzialità di Saggio Guardiano) affinché l’Ordine dell’Amore venga rispettato e l’Uomo accompagni se stesso in maniera fluida anche nei momenti più difficili. Il Maestro dell’Anima, a sua volta antico Governatore dell’Aquario, ci dona la centratura necessaria per poter sostenere lo sguardo dritto dentro quello specchio senza reagire con irritazione o senza proiettare troppe aspettative sull’altro. Saturno dall’alto dice: possa il tuo sguardo illuminarsi della Luce che sta rifiorendo affinché tu cresca in saggezza e ti accorga che è quello sguardo a dare alle cose e alle persone il valore che hanno. Che quello sguardo sia limpido, e così sarà la nostra vita.

 

Stefania Gyan Salila

Fonte : http://ashtalan.blogspot.it/2016/12/solstizio-dinverno-2016-21122016-ore.html

 

 

I Riti del Solstizio
Feste, Rituali e Cerimonie che Celebrano i Cicli della Terra
€ 16.5

Purificazione
Purificazione dai vecchi pattern di energia tossica e stagnante dal corpo fisico, mentale ed emotivo.

Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere

€ 17.9

Un commento

  1. Grazie Stefania ♥ molto bello il post ♥

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: