Cammina Nel Sole

l'alba del sesto sole

Solstizio d’inverno 21-12- 2014…siamo pronti per un altro salto!?

| 7 commenti

Birth

Si sta avvicinando  il Solstizio d’inverno (21 dicembre 2014)… siamo pronti per un altro “salto”?…Lasceremo l’energia dei portali galattici https://camminanelsole.wordpress.com/2014/12/14/i-portali-galattici-10-19-dicembre-dove-stiamo-andando-2/  e ci sentiremo  investiti da una  nuova ondata cosmica …che ci farà passare da un livello di comprensione ad un altro…Tutto quello che in questi giorni abbiamo vissuto e sperimentato anche in maniera talvolta dolorosa sarà resettato e all’improvviso ci ritroveremo a spaziare dentro  nuovi orizzonti   tra coordinate temporali che ci faranno fare un salto all’indietro nel tempo  ed una proiezione in avanti …La  Grande Purificazione soprattutto attraverso i solstizi e gli equinozi… lavora come una “pialla da falegname” …tralasciando i circuiti di tipo frattale https://camminanelsole.wordpress.com/circuiti-di-tipo-frattale/  che presuppongono una comprensione più “scientifica” e profonda dell’ evento…vorrei farvi capire come lavora una pialla che “salta” da uno strato di vernice ad un altro….Immaginiamo che la nostra vita  in relazione al nostro corpo e alle nostre emozioni sia rappresentata da  una linea temporale  e immaginiamo che questa linea sia un asse di legno con vecchi strati di vernice e che su questo asse scorra una pialla che ha il compito di ripulire questi vecchi strati… …La pialla nel suo meccanismo  di ripulitura andrà su e giù  cercando di toccare gli opposti dell’ asse temporale (asse di legno) … e si soffermerà in quei punti dove la vernice sarà più incrostata…dunque sarà molto semplice sentirci spesso  proiettati in situazioni e sintomatologie  del passato per  riviverle… e all’improvviso  poi…  vederci catapultati nel presente  alle prese con le diatribe quotidiane ma con il pensiero rivolto al passato…Il meccanismo della pialla andando indietro si soffermerà sui blocchi molto antichi e ci metterà in condizione di  poterli risolvere  ma nel contempo ritornerà in avanti permettendoci di rivalutare il problema alla luce delle nostre nuove consapevolezze e dinamiche di vita…Insomma questo andare avanti e indietro è  estremamente stancante …ma alla fine l’asse ritornerà al suo vecchio splendore nudo e grezzo…e noi se avremo permesso al nostro cuore di collaborare e di aprirsi  al flusso divino ci ritroveremo nuovi come bambini e pronti per il salto finale..….

Ho sempre cercato di portare l’informazione spirituale alla portata di tutti… ringrazio dal profondo del mio cuore  i miei maestri preferiti Gesù… Aivanhov e Deunov che mi hanno insegnato a parlare con semplicità  al cuore delle persone…mi inchino alla loro grande saggezza e alla loro meravigliosa essenza…senza di loro e senza tutti gli altri grandi maestri spirituali…l’umanità non avrebbe avuto la comprensione di questa epocale…. unica e meravigliosa ….possibilità di evoluzione….

Cammina nel Sole (M.R. Iuliucci)

Testi di Maria Rosaria Iuliucci
Riproduzione consentita con citazione della fonte.

Consigliati

7 commenti

  1. Ciao, cosa significa esattamente fare un salto all’indietro nel tempo ed una proiezione in avanti ? grazie 🙂

    • Rivisitare stati d’animo e sintomatologie del passato e dunque sembrare di essere ripiombati in situazioni che oramai non ci appantengono più e nel contempo sentire una forza propulsiva che ci proietta di nuovo nel tempo presente e che richiede la risoluzione dell’evento o sintomo passato…se guardi una pialla di un falegname al lavoro lo capirai perfettamente <3

  2. Cara Sandra, se sei in sincronia con l’onda, avrai notato che molte persone del tuo passato sono ricomparse nella tua realtà, una telefonata, un incontro per caso, un pensiero, è il passato che chiede di essere chiuso. Chiuso vuol dire risolto, integrato, liberato dalle profondità in cui si era infilato. Dopo la morte Gesù va all’inferno a liberare tutti. E’ metaforico, va a liberare il passato. Non si butta via niente, si integra e finisce lì :).

  3. NAMASTE ! Finalmente una descrizione dell’attuale situazione ,miscelata di tutto ciò a cui sono legata, di cui sono strutturata, intrisa.Volevo complimentarmi con chiunque abbia steso questa sacra descrizione che nella maniera più avvolgente mi appartiene e mi rappresenta…seguo con estrema attenzione e riconoscenza questo svolgersi che proponete poichè è come essere seduti sullo stesso sedile del mezzo che ci sta portando alla medesima meta…un immenso “IO CI SONO” mi esce così dal cuore, dove necessità di condivisione e felicità pura campeggiano da tempo !! chiara

  4. Carissimi, grazie! Che siate immensamente benedetti! Namastè!

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: