l'alba del sesto sole

LUNA NUOVA IN ACQUARIO LIBERA TUTTI – 4 FEBBRAIO 2019 di Francesca Spades

| 0 commenti

Salve amici oggi vi presento Francesca Spades un’astrologa molto brava che da oggi pubblicherà nel mio sito..L’astrologia di Francesca ha uno spessore e una profondità di contenuti notevole denota una grande  conoscenza degli archetipi e dei miti  legati all’essere umano …I suoi post rappresentano  un viaggio in un sapere antico  accompagnato da un sentire e  da una capacità interpretativa del cielo astrologico  che incantano …Gli articoli  di Francesca meritano attenzione e tempo …vi auguro una felice e consapevole lettura …Grazie Francesca Spades

Pagina FB : http://www.facebook.com/AstrologiaKarmicaPerAnimeConfuse

https://www.oroscopodelmese.it/

Luna Nuova libera tutti ( 4 Febbraio 2019 ore 21.03)

 

La luna nuova segna un piccolo punto di partenza nella storia quotidiana di ciascuno di noi.  Il suo significato è quello di scaricare un peso, un’energia per ripartire come nuovi.

Quella di questo mese per molti di noi potrebbe tuttavia indicare un’importante linea di start, in Acquario infatti stazionavano già Sole, Mercurio e Lilith e la congiunzione che lega questi corpi celesti nella Quinta Casa astrologica racconta qualcosa di speciale per noi umani. Ovvero la possibilità di lasciare affiorare alla nostra coscienza delle tematiche introiettate molto tempo fa, che conservano però il grande potere trasformativo delle profondità da cui provengono.

La Quinta Casa dal canto suo è il luogo astrologico delle genesi, dei parti, del mettere al mondo, dello scoprirsi nuovi e autentici. Ma come? Attraverso quale processo?

Ci sono ferite che ognuno di noi porta dentro vecchie come il mondo.

Il bisogno d’essere riconosciuti, accolti, amati vive da quando vive l’uomo in questo cosmo.

La parabola di Lilith per esempio è la ben nota storia di sofferenza di una creatura non considerata.

Se ne parla nel Talmud ebraico e anche nella Bibbia, ne parlano alcuni miti Assiri e Babilonesi in cui è facile rintracciare la storia della grande bellissima ribelle.

Lilith riceve una profonda ferita a ridosso della sua creazione.

Dio l’ha fatta nello stesso momento di Adamo, dalla stessa sostanza. Dovrebbero comportarsi da poli dello stesso magnete lei e Adamo, giocando sullo stesso piano, invece lui pretende di domarla nel momento dell’amore, quando si incontrano i loro corpi. Lilith non ci sta. Non le piace prendere ordini da un suo pari. Scappa piuttosto.

Ripara sulle rive del Mar Rosso, un posto deserto e inospitale, buio come la mancanza di Dio. E Dio cerca pure di recuperarla, la manda a prendere dai suoi Angeli, in numero di tre, radiosi, bellissimi. Lei li scaccia perchè sa che il suo destino sarà sempre quello di camminare dietro un uomo, come accadrà a Eva dopo di lei, a Era con Zeus sull’Olimpo e a una grande sfilza di figure archetipiche care al genere umano. Per Lilith la ferita è così intollerabile da pesare più dell’obbedienza a Dio, più dell’armonia con il Creatore. Allora la punizione si abbatte sulla fuggitiva. La storia si fa efferata. Le uccidono i figli per ridurla all’obbedienza. Questa seconda ferita, ancora più profonda della prima, non la riporta di certo a casa. Ormai impazzita Lilith ci mette il carico da novanta. Ammazza gli altri figli rimasti, si alza alle spalle del Dio che l’ha creata. Acquisisce la forza nera della dannazione. Diventa essa stessa un demone assettato di sangue che si vendica sull’anima degli uomini, assalendoli con le lusinghe del suo corpo sensuale, strisciando fuori da pozzi e stagni di notte per ridurli alla pazzia.

L’impronta Plutonica di Lilith è evidente, ma ha anche a che fare con la libertà di cui l’Acquario è simbolo, e soprattutto la carica infernale di questa Lilith si fonde nel cielo attuale con la Luna Nuova, con l’assenza di una forza femminile cosciente e ben formata. La Luna Nuova è una luna bambina, rappresenta il lato accogliente e ricettivo di noi stessi non ancora consapevole. Non è la Luna che potrebbe simbolicamente incarnare una Era regina degli Dei. Moglie, madre risolta nel suo ruolo di domina accanto a Zeus, la Luna Nuova è fanciulla inesperta, un astro nascente con il suo slancio genuino e fresco, con la sua dolcezza di intenti. In Acquario simboleggia infatti il desiderio di cambiamento e rinascita che ci portiamo dentro tutti in questo momento. Allora la sua saldatura con la Luna Nera di Lilith ci mette in relazione profonda e diretta con la nostra ombra, senza che questo movimento incontri resistenze. Senza filtri.

Da dove viene il bisogno di cambiamento che l’Anima avverte nella Luna Nuova?

Probabilmente da luoghi che non si vogliono indagare perchè demoniaci e reietti come Lilith la Diavolessa.  Luoghi in cui si annidano bambini ignorati dai genitori, bambine considerate meno dei fratelli maschi, bambini maschi mai abbastanza all’altezza di padri troppo esigenti, adolescenti oggetto di derisione da parte dei propri simili.

La sfilza delle fragilità annidate nell’ombra dolorosa della nostra personale Lilith possono essere centinaia. Il vaso comunicante che la congiunzione del 4 febbraio forma fra Luna nuova, Lilith, Sole e Mercurio realizza il canale attraverso cui queste fragilità possono fluire come un torrente verso la piena coscienza. Potremmo addirittura ricordare cose rimosse. Capire a pieno faccende soltanto lambite finora. Il Sole del raziocinio maschile Yang sarà una lampadina accesa sulla nostra zona d’ombra.

E il senso di tutto sarà naturalmente liberarsi di certi meccanismi che non ci servono più.

Mi ha sempre colpito molto la radice della parola Febbraio.

Febris era la dea romana della febbre o purificazione.

Veniva invocata nei casi di malaria per ottenere guarigione. In suo onore si celebravano dei riti di purificazione nell’antica Roma che avevano luogo fino alla metà del mese che dalla divinità prese il nome.  Più tardi, con l’avvento del Cristianesimo, la festività venne sostituita con S. Valentino. Ma il significato rimase intatto seppur trasformato: la fiamma della passione che divampa nel cuore degli amanti. Dunque Febbraio è il momento in cui il fuoco riduce in polvere la negatività. E’ il mese in cui il corpo intercetta quei virus che utilizza per estirpare tossine in eccesso e lo fa usando il fuoco della febbre. Allo stesso modo è la parte dell’anno in cui si possono scaricare zavorre karmiche. Astrologicamente infatti siamo nel regno dell’Acquario che libera con la forza del suo maestro Urano.

E Urano infatti, fratello e sposo della terra Gea, è quella divinità che ha consentito il respiro e l’altezza delle idee a un mondo in cui esisteva solo la materia. E’ la mente nel corpo. Ha reso possibile un primo distacco dal mondo corporeo e terreno rappresentato dalla sua fertile sposa. Il distacco è la sua parola d’ordine. Distanza che diventa presto libertà.

Da cosa dobbiamo cercare distanza allora?

Da tutte le strategie che abbiamo adottato nel tempo per impedire che qualcuno ci cogliesse vulnerabili e ci portasse a replicare il copione delle nostre ferite karmiche. La nostra Lilith personale è quell’ altarino di cui tutto sommato non abbiamo più bisogno e che ancora funziona da innesco per reazioni inutili e inquinanti dei rapporti che viviamo ogni giorno.

Lilith non si sente considerata.

Poichè devo sottostare al mio compagno non sento di esistere come dovrei. Ragiona così.

E il suo personale sentire è la causa di tutte le sue sciagure.

Il dramma che si racconta è quello della non esistenza, è lo stesso di Medea rifiutata da Giasone, che al pari suo, reagisce con la follia e il sangue dei suoi stessi figli.

La ferita riguardante l’esistenza coglie il dolore più grande per l’essere umano perchè mette in dubbio tutto. Il nostro valore, il nostro senso, le nostre capacità. E continua ad essere una spina nel fianco fintanto che resta confinata nell’apprezzamento che pretendiamo dal mondo esterno. E’ la lente con cui guardiamo il mondo che cambia il significato di persone e avvenimenti. E’ Lilith a sentirsi meno di Adamo, è in lei la genesi della disputa che ne deriva, e tutti i suoi mali originano in quel sentirsi talmente ferita da non poter considerare nemmeno di disfarsi del proprio fardello interiore ed accettare quello che la vita e il piano divino le mettono davanti. Lilith non aspetta un’eventuale giustizia di Dio per il torto subito. Vede e sente solo quel suo torto secondo la sua soggettività.

Questo cielo allora rappresenta una grossa chance per disfarci del nostro personale fardello.

Consente una grande presa di coscienza di tematiche ombra per ciascuno di noi allo scopo di bruciarle nel fuoco liberatore di Febbraio. Il fuoco ricordiamo è principalmente luce, rende affrontabili i nostri nemici interiori, quello che giace nel buio è nella zona del rimosso e può farci sgambetti nelle occasioni più impensate.

Dunque l’invito celeste è di restare fermi e osservare quello che emergerà grazie alla sinergia degli astri.  Restare saldi e centrati come vogliono Plutone e Saturno che stazionano nell’archetipo del Capricorno. Perchè tutto quel che di noi scopriremo in questo momento servirà a creare struttura, per quanto spaventoso o imbarazzante possa essere, e sarà un’importante palestra per l’avvento di Urano nel segno del Toro il mese prossimo.

Buona Luna Nuova libera tutti.

 

Francesca Spades

Pagina FB : http://www.facebook.com/AstrologiaKarmicaPerAnimeConfuse

https://www.oroscopodelmese.it/

Risveglio
Con gli esercizi delle antiche scuole esoteriche

Voto medio su 63 recensioni: Da non perdere

€ 17,00

Il Codice del Cuore
Un bambino e gli antichi maestri – Con Salvatore Brizzi e Gregg Braden

Voto medio su 17 recensioni: Buono

€ 9,00

Loading…

 

Grazie...

Condividi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.