l'alba del sesto sole

LUNA PIENA IN CANCRO – 2-01-2018 – L’INCARNAZIONE DELLO SPIRITO SULLA TERRA – OLLIN

| 0 commenti

Il 2 Gennaio alle 3:24 apriamo l’anno con una SUPERMOON, la Luna piena in cancro, infatti, si vedrà grandissima e potente e apre davvero il nuovo ciclo con la forza della manifestazione della Luce. E’ un evento speciale perchè il cielo diventa davvero un’onda di acqua che va a toccare la sfera emotiva di ognuno di noi, quindi mari in tempesta e nuovi orizzonti ci aspettano.

Il Cancro è la casa della Luna quindi viene esaltata al massimo, si metterà in buona posizione con Nettuno in Pesci e Marte e Giove congiunti in Scorpione creando un canale potentissimo di sensibilità, sensitività, medianità in alcuni casi. Il canale di connessione al Divino che si manifesta attraverso questi Pianeti per essere spinto dalla Luna nell’asse Cancro-Capricorno che rappresenta l’incarnazione sulla Terra…e vorrei soffermarmi su questo aspetto.

 

Abbiamo lavorato tutta l’estate con un triangolo di fuoco attivo che si è mantenuto per parecchi mesi e che, come saprete, rappresenta la trasformazione più veloce e profonda. Il fuoco è l’elemento più mobile e trasformativo che ci sia, ha capacità di divampare da un incendio alle ceneri della conoscenza, trasformando ogni processo in saggezza. Questo ci veniva richiesto: un’accelerazione di processo interiore che ci avrebbe permesso di bruciare via ogni residuo di impedimento per intraprendere il viaggio dell’eroe con il passaggio di Saturno in Capricorno iniziato a dicembre 20, 2017.

 

Lo Spirito aveva bisogno di essere riconosciuto in tutto il suo splendore. Ora nel passaggio in cui ci troviamo, per creare il nuovo allineamento in coerenza e verità, nell’essenziale, ci dobbiamo liberare di tutti gli impedimenti emozionali. La Terra è un luogo meraviglioso ma, ahimè, il corpo emozionale è decisamente colpito e delicato. Diventa fragile a causa delle esperienze che viviamo e che ereditiamo, presenti e passati, familiari e individuali e ci costruiamo delle barriere forti e dure per proteggerlo senza renderci conto che l’unica cosa che avviene con quelle protezioni, è una dissociazione, una perdita di sentire, una sconnessione con noi stessi.

 

Allora come fa lo Spirito a incarnare in un corpo se abbiamo paura di quel forte dolore che nascondiamo dentro?Come fa lo Spirito a manifestarsi attraverso la materia di cui si serve per vivere in questa dimensione se glielo impediamo? La maggior parte di noi rifiuta la condizione terrestre e si dissocia, spesso senza rendersene conto, attraverso una separazione dello Spirito e dei corpi sottili dal corpo.

Oggi ci viene richiesto di incarnarci completamente facendoci carico di quel dolore che ci spaventa tanto e non abbiamo scelta, perché se così non accade, il corpo si inizia ad ammalare. Abbiamo sofferto nel passato, ci sono storie che si ripetono nei secoli, memorie collettive, memorie familiari molto forti, dolori che non sono stati risolti da secoli e sono così profondi che sembrano lacerare l’Anima ogni volta che si sfiorano.

 

Quanto tempo vogliamo ancora continuare a nasconderlo? Quanto tempo ancora trasmetteremo quel dolore al collettivo e ai nostri posteri? Ricordatevi che siamo sempre le stesse Anime che si incarnano, quindi, siamo sempre noi con involucri diversi che siamo richiamati a risolverlo. Questo indica che prima lo facciamo meglio sarà. Se ci sentiamo pronti per entrare nelle profondità di quell’oceano che ci abita, nel campo emotivo e mettere ordine, allora, lo Spirito divino di cui siamo fatti si potrà incarnare completamente e manifestarsi in tutta la sua bellezza liberandosi dalla schiavitù delle catene.

 

Quando sento le persone dirmi che non sanno quali sono i loro talenti, non sanno cosa ci fanno qui, penso subito a questo processo. Esiste una dissociazione per cui viene rifiutata questa condizione terrena perché è dolorosa, esiste un non vedersi e non riconoscersi perché l’irrisolto è troppo grande.

Questo tema dell’incarnare lo Spirito, di ordinare e rinforzare le radici sulla Terra è un pò ciò che Saturno in Capricorno ci chiede nei prossimi 3 anni. L’inizio dell’anno con questa Luna ci porterà direttamente in contatto con questa tematica espandendola enormemente.

 

Consiglio a tutti di rimanere tranquilli più possibile, il Capricorno è anche il segno del distacco emotivo, se lo portiamo all’estremo (dove non è in equilibrio) diventa la freddezza, l’aridità del cuore, il non sentire, la dissociazione dal sentire per il troppo dolore. Se lo portiamo all’estremo nell’altro senso diventa il Cancro, l’affettività amorosa e sensibile che in estremo diventa attaccamento eccessivo. Esiste un equilibrio tra queste due parti, il portale della sensibilità tra Cielo e Terra viene attivato per creare un equilibrio, per permetterci di ritornare a sentire quel dolore e trasformarlo in esperienza, forza, amore e condivisione. Consiglio, quindi, di cercare il distacco emotivo, che non è la dissociazione, ma il rimanere osservatori dei processi, tenendo presente che avvengono per essere osservati e non per farci coinvolgere. La tempesta poi passa e rimane la chiarezza.

 

Nel calendario Maya il 2 gennaio vede riflessa l’energia della tormenta lunare, l’energia di trasformazione più forte che c’è e che va a toccare la sfera emotiva, è un uragano che tira fuori ciò che l’inconscio nasconde per far venire a galla le limitanti e farci assumere la nostra responsabilità per il cambiamento che ci viene richiesto: un cambiamento per il nostro miglior proposito e miglior bene.

 

Iniziamo col botto e questo 2018 avrà grandi sorprese che vi racconto un pò alla volta. Gennaio è il mese delle due Lune Piene e la seconda è un’eclissi totale di cui vi parlo prossimamente.

 

Buona fine e Buonissimo inizio!!!

 

Ollin

Fonte : https://www.semidiluceblu.it/2017/12/30/luna-piena-in-cancro-del-2-01-2018-e-l-incarnazione-dello-spirito-sulla-terra-ollin/

 

 


LE CATEGORIE DELLE SEGUENTI PUBBLICITA’ SONO STATE FILTRATE

Loading…


Grazie...

Condividi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.