l'alba del sesto sole

MANTIENI PULITO IL TUO GIARDINO di Vincenzo Bilotta

| 0 commenti

Viviamo in un mondo dominato dal giudizio. Questo giudizio lo esprimiamo sia verso noi stessi che verso gli altri. Ciò ci porta a spostare la nostra attenzione all’esterno, come se le nostre azioni nascessero in maniera automatica e non, come invece accade, dopo un processo decisionale interno a noi.
Possiamo immaginare la nostra parte spirituale, racchiusa in noi e che pochi riescono a ricontattare, come un giardino segreto. Questo giardino si trova, come già detto, dentro di noi ma non ce ne accorgiamo per due motivi: 1) siamo persi nel sogno della nostra Vita e in esso disperdiamo le nostre energie quanto il nostro tempo; 2) fissiamo la nostra attenzione sugli eventi esterni credendo, ciò accade alla maggior parte degli esseri-zombie di oggi, che tutto sia governato da forze a noi estranee e casuali.
La conseguenza di ciò sarà che il nostro giardino interiore verrà trascurato e, a volte, abbandonato. Proprio là, invece, si trova la nostra salvezza, la nostra gioia incondizionata. In esso solo, infatti, risiede la pace e l’equilibrio. Esso è un luogo silenzioso, solitario. Al suo interno dimora, da sempre, DIO. Perchè non tornare a casa, allora?
Il lavoro su di Sè dev’essere orientato proprio alla riscoperta e alla conseguente pulizia di questo giardino. La pulizia dev’essere QUOTIDIANA. Questo lavoro di pulizia del giardino interiore non sarà esente da fatica, sacrifici e rinunce. I risultati, però, non tarderanno ad arrivare sotto forma di armonia, pace interiore, gioia incondizionata di vivere.
Da dove cominciare? Smettendo di guardare “fuori”, di giudicare se stessi e gli altri, cessando di credere la Vita come un susseguirsi di eventi casuali. IL DESTINO NON E’ MAI ESISTITO: ESSO E’ SOLO UN VOCABOLO TRAMANDATO DA MILLENNI PER RENDERCI SCHIAVI ED IMPOTENTI. Cominciate a credere che IL DESTINO SIETE VOI. Ogni giorno, infatti, attraverso le vostre scelte, il lavoro che andrete a compiere su di Voi, potrà determinare un cambiamento della vostra storia, del vostro carattere e, di conseguenza, del vostro destino.
Il giardino va coltivato giorno per giorno, ognuno in base alle proprie possibilità. Eliminate ogni forma di invidia nei confronti di chi possiede un giardino più pulito del vostro. Piuttosto che sprecare tempo provando questi sentimenti deleteri, concentratevi su come migliorare il vostro di giardino.
Gioite del fatto stesso di avere scoperto il vostro giardino interiore: non tutti sanno di averlo, alcuni non lo scopriranno mai! Il fatto di averlo scoperto, però, da solo non basta: occorre rimboccarsi le maniche e cominciare ad estirpare le erbacce (pensieri negativi, giudizi, paure, dubbi, mancanza di fiducia nella Vita), zappare la terra per potervi poi seminare nuove varietà di piante (gioia incondizionata, Amore universale, equilibrio, presenza mentale), innaffiare il terreno (consapevolezza) affinchè il seme possa germogliare.
Come vedete, il lavoro sul vostro giardino interiore non si ferma solo alla sua riscoperta. Questo è solo il punto di partenza. Occorrerà poi coltivarlo, RICORDARSI DEL PROPRIO GIARDINO, EVITANDO DI GUARDARE QUELLO ALTRUI. Bisogna OSSERVARE CON ATTENZIONE CIO’ CHE VIENE SEMINATO. QUELLO CHE SI SEMINA, INFATTI, SI RACCOGLIE. Curiamo, quindi, di piantare sementi di prima qualità, concimandole con tanto AMORE E CONSAPEVOLEZZA RISVEGLIATA.
Anche se il lavoro sarà a volte difficile e pesante, ne varrà la pena. Col tempo e la COSTANZA, potrete raggiungere l’obiettivo finale che sarà quello di vedere germogliare i fiori più belli e variopinti che possano esistere: QUELLI DELLA PRESENZA MENTALE SENZA TEMPO.
Vincenzo Bilotta
Metamorfosi Spirituale
Ovvero l’Arte di Vivere la Vita oltre le Apparenze

Voto medio su 6 recensioni: Da non perdere

€ 15

L'arte della Consapevolezza
Al dì là di scienza e religione alla scoperta del nostro vero io

Voto medio su 42 recensioni: Da non perdere

€ 22

Loading…

Grazie...

Condividi

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.