l'alba del sesto sole

MESSAGGIO DEI DEVA PRIMA DELLA CHIUSURA DELL’ANNO 2017 di Barbara Ziletti

| 0 commenti

Meravigliose anime, che l’Amore dell’intero Universo attraversi le vostre cellule purificandole e colmandole.

Questo anno solare si sta per concludere e le parole sono molto importanti.

È molto importante scegliere le parole giuste, che siano sempre positive, energiche e soprattutto mai maledire od utilizzare aggettivi negativi, sempre, ogni giorno, ma soprattutto nel caso in cui ci si appresta a chiudere un cerchio e riaprirne un altro.

Ringraziamo questo 2017 perché ci ha permesso di crescere, di avanzare, di comprendere, di attraversare, di varcare, di conoscere, di amare e soprattutto di camminare.

Questo vale per ogni Essere, da qualsiasi dimensione esso provenga.

Spesso usate maledire il passato disprezzandolo, criticandolo e odiandolo, senza essere consapevoli che così facendo state rinnegando una parte sacra di voi stessi, la vostra stessa vita, la vostra anima.

Usare parole negative non fa che attirare fatti negativi perché la legge di attrazione ora è più forte che mai.

In questo momento energetico particolare tutto è accelerato, tutto corre velocemente, di conseguenza dovete imparare ad usare bene le parole ma anche i pensieri e soprattutto le azioni.

Non c’è più tempo da perdere tergiversando, piangendosi addosso, procrastinando, è ora di agire, di agire subito!

Benedite il 2017, lasciatelo andare con immenso amore e con lo stesso amore accogliete il 2018.

Solo così vi ponete nelle note energetiche alte e solo così sarete in grado di produrre il meglio per voi.

Ogni giorno costruite il vostro presente, il vostro futuro, di conseguenza sarebbe opportuno rivolgervi a voi stessi e a tutto ciò che vi circonda con infinita GRATITUDINE  a prescindere da ciò che è stato e che sarà.

Anche se non vi sembra essere stato un anno buono, sappiate che siete come noi alberi nel ciclo delle stagioni, dopo ogni inverno arriva la primavera e si rifiorisce.

La vostra primavera corrisponde alla Rinascita, dopo il rilascio invernale di tutto ciò che non vi serve più.

Dovete imparare a liberarvi delle zavorre energetiche che non vi servono più, abbandonare vecchi schemi e anche vecchie amicizie se non sono buone per voi.

Questo non significa scappare da tutti, ma proteggersi dai peggiori.

Portare avanti drammi e attori non vi fa evolvere, avete bisogno di leggerezza, di bellezza, di semplicità.

Fingete di essere un albero.

Cosa serve ad un albero?

Acqua, luce, amore.

Lo stesso vale per voi.

Ciò che non è nutrimento non vi serve, dovete lasciarlo andare.

Non serve preparare buoni propositi se poi non vengono rispettati.

Imparate ad essere semplici, come gli alberi.

Noi alberi non ci preoccupiamo del domani, siamo immersi nell’oggi e siamo certi che Madre Natura si prenderà sempre cura di noi.

Per voi umani non è così  perché siete ancora troppo legati ai beni materiali e spesso confondete la felicità con la ricchezza.

Non vi manca nulla.

Siete tutti ricchi dentro, dovete solo cercare, scavare, scovare.

Avete dimenticato il tempo in cui bastava essere.

Ora volete apparire dimenticandovi chi siete, così il tempo scorre, diventate vecchi e vi siete dimenticati di vivere, siete semplicemente sopravvissuti.

Ma ora, proprio ora che stai leggendo queste righe sei ancora in tempo per Rinascere, per ricominciare, per benedire il tuo passato e benedire il tuo presente e il tuo futuro.

Abbandona i vecchi schemi, fai come noi alberi, quando in inverno le foglie non servono più ce ne liberiamo, così che possiamo riposare e ricominciare in primavera a lavorare.

Lo stesso vale per i cicli umani.

In fondo ogni Essere vivente è simile all’altro, tutti abbiamo lo stesso fine: evolvere.

Siete immensamente amati, il Grande Popolo dei Deva, gli Spiriti degli Alberi.

Canalizzato da Barbara Ziletti

Blog: www.zilettibarbara.blogspot.com

Fonte : https://zilettibarbara.blogspot.it/2017/12/messaggio-dei-deva-prima-della-chiusura.html

Grazie...

Condividi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.