l'alba del sesto sole

NON LASCIARTI DA SOLA di Georgia Briata

| 0 commenti

 

Non lasciarti da sola.

Non lasciare da sola quella parte di te che sente di aver subito ingiustizie e violenze ma che si è sempre data la colpa.

Il primo passo da fare ora, è ritrovare l’amore per te stessa, ritrovare il tuo valore, la fiducia in quello che fai, in quello che sei, in quello che senti dentro di te.

Non c’è un tempo per questo, non farti fretta, non chiederti di dare e di fare di più di ciò che senti.

Consentiti di vedere in che punto ti trovi in questo momento, in che punto ti trovi di volta in volta. Accettalo e permettiti di vivere i pensieri e le emozioni che quel punto ti porta, perché comunque ti parleranno della tua storia, ti parleranno di te, ne varrà sicuramente la pena.

Hai tanti volti dentro di te che si compenetrano, che conservano le memorie di ferite subite. Parti di te alle quali nessuno ha mai riconosciuto i torti, il male sofferto, il diritto al dolore. Alle quali nessuno ha mai chiesto scusa né dato giustizia.

Nessuna di loro può ancora essere trascurata, azzittita, non riconosciuta.

Se stai leggendo queste pagine è perché sei in viaggio, in un percorso attraverso il quale forse hai già compreso che ciò che vivi dipende dalle emozioni e dai programmi che conservi dentro di te.

Bene.

Ma sapere e sentire non sono la stessa cosa, non saltare alcun passaggio quindi, sarebbe inutile e dannoso.

Cosa significa non saltare passaggi?

Significa che è importante come primo passo, che la bambina ferita che è in te trovi pace.

Così come è importante che l’adulta che sei diventata, ritrovi il suo ruolo.

E che la donna che incarni, come genere sessuale e come essenza, prenda coscienza del male subito, per poter in questo modo rinfrancare la propria dignità calpestata e l’amore per sé stessa.

Una volta fatto questo, allora il percorso può continuare per includere dentro di te anche il maschile, gli altri e la tua famiglia.

Troverai tutti questi aspetti nei prossimi capitoli, ma sarai tu a prendere ciò che ti serve momento per momento, rileggendo anche nel tempo quello che hai tralasciato, così da andare sempre più in profondità e liberarti dal passato.

Sii gentile con te stessa, come non lo sei stata mai.

Questo viaggio che ti appresti a fare è importante e Sacro, dedica quindi a questa avventura maestosa tutto il tempo, la cura e l’amore che puoi e non serve arrivare in fondo al libro per iniziare ad essere la tua migliore amica, quella che non ti lascerà mai più sola.

Da adesso scegli te stessa.

E se la tua liberazione deve passare per un po’ attraverso la rabbia verso altre persone, va bene. Oggi va bene. Almeno per oggi conceditelo.

Forse dovrei dirti subito di amare incondizionatamente, questo è lo scopo certo. Ma non mi interessa scrivere un libro con tante belle parole spirituali, per poi scoprire che nel viaggio abbiamo lasciato indietro frammenti di te, solo perché ti volevo dire a tutti i costi che devi imparare ad amare.

Non mi interessa l’amore universale in questo momento.

Mi interessi tu.

Mi interessa che tu esca dalla tua prigione di senso di colpa, svalutazione e rabbia verso te stessa, perché non importa quante cose grandiose tu sia riuscita a fare, se stai leggendo questo libro è perché ancora non ti sai amare.

Quindi parti in questo viaggio armata solo di coraggio.

L’unico scopo che dona un senso alle mie parole, è quello di riportarti a te, a te soltanto, per ricompattarti nell’immagine che disegni di te stessa dentro alla tua mente.

Una sola è la regola qui:

Scegli te stessa.

Per tutto il tempo in cui leggerai almeno.

Scegli te stessa.

Tutto quello che verrà successivamente, sarà una benedizione e sicuramente sarà amore, ti ci accompagnerò se vorrai, ma non oggi.

Oggi, te lo ripeto, mi interessi solo tu, mi interessa solo che tu sappia che:

 

Io ti vedo.

Clicca qui e vai alla pagina facebook

Fonte : http://www.iosonoilmiobuddha.it/2018/01/non-lasciarti-da-sola.html#more


Loading…

 

 

Grazie...

Condividi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.