l'alba del sesto sole

QUELLA PAURA DI APRIRE LE ALI di Vera Nika

| 0 commenti

Ancora non capisci cosa c’è che non va, cosa ti tiene lontano da te stesso.
C’è un sipario che appena ti distrai viene calato.
Qualcosa che ti allontana da te, ti allontana dalla visione unitaria, dal tuo mondo magico.
E non vedi.
Non capisci perché, a volte è come se ti disconnettessi e devi riallacciare il filo che ti lega all’eterno, alla vita vera, quella che conosci.


Non lo capisci, non lo vedi, perché avviene in maniera silente, nel tuo inconscio.
Questo è il motivo per cui senti il contrasto tra quello che sai, quello che sei e questo freno, che ti tira per la giacca e ti vuole bloccare.
Sei tu che lo fai, ma non te ne accorgi, non lo sai, lo fai inconsciamente, anche se è un paradosso, perché non lo vuoi fare, ti sembra non abbia senso.
Sono le tue resistenze inconsce, lavorano silenziosamente contro di te, contro i tuoi passi verso la tua Anima.
Se ti fermi e ascolti, senti la voce della tua anima e la riconosci.
Vedi le dinamiche magiche agire nella tua realtà e le riconosci.
Ma poi le perdi, ti senti come se qualcosa ti disturba e ti fa tornare giù.
Allora, cosa c’è che non funziona?
Perché a volte sembra che tu stesso non ci credi?
Perché a volte sembra che la vita sia quella ordinaria, meccanica, lenta, grigia, quella che tu sai essere solo una parte, limitata, di quella vera?
Te lo chiedi e ti sfugge.
Sei connesso alla tua Anima, senti i suoi messaggi e qualche minuto dopo non lo sei più e ti senti risucchiare nella densità.
Chieditelo ancora, non desistere…arriverà la risposta.
Chieditelo e ascoltati.
Fai silenzio, ascolta il tuo corpo.


Ti accorgerai che tremi.
C’è una parte di te che inizierà a tremare, ad avere paura di essere vista e vorrà rimanere nell’ombra, in disparte, nascosta.
Ha paura di dover venire fuori.
Perché?
Perché tante volte ha sofferto.
Conserva memorie di dolore, di umiliazione, sopraffazione, di morte.
Sono le memorie di tutte le vite in cui sei stato schernito, deriso, umiliato, torturato, giustiziato, respinto, ripudiato, abbandonato, tradito, ucciso, per quello che eri, per quello che eri in grado di fare, per i tuoi doni, per i tuoi talenti, per la tua connessione con l’invisibile, per la tua attitudine e capacità di vedere bellezza, magia, sacralità, creare bellezza, magia, sacralità, manifestare bellezza, magia, sacralità.
Il tuo regno è l’invisibile, tante volte l’hai vissuto e ti ha causato dolore.
Il tuo regno è fatto di leggi sottili, abitanti sottili, modalità di manifestazione e azione sottili, tante volte sei stato accusato, denigrato, non compreso, svilito, umiliato.
Hai vissuto di amore, nell’amore, per l’amore.
Hai agito in nome dell’amore.
Sei stato capace di sacrificare ogni cosa per l’amore, anche te stesso, anche la tua vita.
Hai capito perché tremi?
Il tuo regno è fatto di potere, puoi polarizzarlo e finalizzarlo al servizio, puoi usarlo per il bene e l’equilibrio di tutti o puoi piegarlo al tuo volere. Se l’hai fatto, se l’hai usato male, adesso lo temi.
E ti frena il senso di colpa, la vergogna, il giudizio che rivolgi a te stesso.
Ma ascolta, perdonati. Bene e male sono solo categorie umane, ricordi?
Hai vissuto quelle esperienze per trascenderle.
Le hai vissute per farne esperienza, per imparare, accogli l’insegnamento, non giudicarti, non vergognarti, non colpevolizzarti.


Stai giudicando e colpevolizzando una parte della vita, il suo meccanismo di evoluzione.
Se non lo perdoni in te, non sarai in grado di perdonarlo agli altri, alle vicende umane, alle vicende globali.
Ti accorgi che vedi la perfezione in quello che apparentemente sembra “male” fuori da te e in te, invece, senti vergogna, colpa e giudizio?
Per questo tremi, per questo hai paura, per questo ti nascondi, per questo a volte fuggi e vuoi vedere solo quello che è concreto, solido, materiale, ordinario.
Non avere paura.
Vinci le tue resistenze. Perdonati, accogliti, benediciti, amati.
Il tuo regno è l’invisibile, ora lo sai, scegli di riappropriartene e di porlo al servizio dell’Amore.
Non giudicarti, non colpevolizzarti. Hai fatto esperienze che ora ti consentono di scegliere. Scegli l’Amore.
Apri le ali, sono fatte di luce, non nasconderle.
Servono per volare, per creare bellezza, diffondere amore.
Sono il frutto della connessione tra la Terra e il Cielo.
Sono l’energia che si sviluppa dalla loro unione.
Le ali sono la rappresentazione dell’energia, sono la rappresentazione dell’amore e quell’energia, quell’amore, sei tu!

Vera Nika

Fonte : https://www.facebook.com/Traanimaedego/

Un Battito D'Ali
€ 16,90

Prigioni o Ali
Memorie da ritrovare, da liberare, da trasformare

Voto medio su 8 recensioni: Da non perdere

€ 15,00

 

Loading…

Grazie...

Condividi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.