l'alba del sesto sole

ULTIMO MESSAGGIO DI KRYON …(Phoenix 2016)

| 0 commenti


Kryon2

LE FONDAMENTA DEL CREDERE

Saluti miei cari, io sono Kryon del Servizio Magnetico. Spesso, i messaggi che diamo alla fine dei seminari di due giorni e soprattutto durante il secondo giorno, sono personali. Sappiamo che in molti ascoltano successivamente, compresi coloro che si trovano qui, ma voglio che questo (messaggio) sia per chi si trova in questa stanza. Particolarmente per quelli in questa stanza. Non dovremmo dover dire questo genere di cose, perché l’energia parla per sé stessa e il discernimento è sovrano, ma le diciamo lo stesso. In questa stanza, accade moltissima attività che non potete vedere. Allarga il vostro sistema di credenze, miei cari, pensare che, mentre siete seduti qui, accade più di quanto sappiate. Una delle energie più importanti, che è il catalizzatore di tutto ciò per cui siete venuti, o per cui avete pensato di venire, è la credenza. È anche lo schema del perché siete venuti, di quanto siete aperti per ciò che c’è realmente qui, e non per ciò che pensavate ci fosse qui. Quanto siete aperti a ciò che potrebbe trovarsi qui, che potrebbe andare oltre ciò che viene offerto dagli Esseri Umani sul palco? È possibile che siate stati portati qui affinché quelli che non potete vedere potessero lavorare su di voi? Che cosa dice il vostro sistema di credenze? È ok? O no? È ridicolo? È reale?

Vorrei che riuscissimo ad aprirvi, proprio ora, all’amore che sentiamo per voi. Cancellerebbe tutti i dubbi e le paure nella stanza; solleverebbe immediatamente i pregiudizi che portate con voi, ciò che state portando via da qui. Se poteste percepire la cura della Sorgente Creatrice per voi, proprio adesso, vedreste un quadro più grande, molto più grande! Una delle domande, davvero ottima, che è stata fatta è che “un conto è fare qualcosa durante un seminario e un altro conto è farlo quando si torna a casa”. E posso spiegarvi il motivo, miei cari: è il credere. Ciò che vorrei poter fare, proprio ora, ma è necessario il vostro Libero Arbitrio… ciò che vorrei è che poteste percepire fortemente la cura che Dio ha per voi. Conosciamo i vostri nomi, conosciamo la vostra anima. Il velo che potete tirare via è lì di proposito, di proposito, e vi chiedo “come avete fatto finora?”. Qual è la vostra credenza riguardo a ciò che sta accadendo in questo momento? Ci credete che ci sono entità, o angeli, o come preferite chiamarli, che non potete vedere e che sono intorno a voi? Miei cari, c’è un mondo multidimensionale, pieno di energie che conoscono il vostro nome. Non possono toccarvi se avete un atteggiamento negativo, non possono toccarvi se avete scetticismo o paura; devono essere invitate. Prima di arrivare e di varcare la porta, avete chiesto loro di far cadere i vostri pregiudizi? Avere chiesto loro di farvi uscire dal vostro guscio, solo per un momento, per percepire queste cose che si trovano qui per essere percepite? Forse non ci avevate pensato, forse questo vale per il futuro. Avete deciso prima di entrare che cosa avreste imparato e che cosa no? State vedendo questo evento come se ci fosse qualcosa qui e voi siete lì? Oppure avete compreso che qui c’è qualcosa di molto più vasto per voi? Conosciamo i vostri nomi. Conosciamo i vostri volti e il vostro sconforto, le vostre gioie… sappiamo che cosa state cercando di fare. Come vi fa sentire l’avere un entourage? Non le conterò perché non è possibile contarle… un entourage di energie che vivono con voi, che stanno con voi e dormono con voi e mangiano con voi. Non possono toccarvi, non possono salutarvi, non possono dirvi “ti amo”, non possono dirvi chi siete. Tutto ciò che possono fare è sedersi e aspettare che glielo chiediate. Tutto qui. È tutto ciò che dovete fare!

Quando il mio partner, nel totale e completo scetticismo… uno che si prendeva gioco della New Age e di tutte le cose che la riguardavano… quando quest’uomo, perplesso dalla questione, si sedette nella sedia, l’unico modo che avesse per conoscere un qualsiasi tipo di verità fu fare la domanda. Un miscredente! Lineare al massimo. E pronunciò le parole “se sei lì, mostramelo!”. E noi riempimmo il suo cuore d’amore e le lacrime rigarono le sue guance. Ciò non lo convinse e infatti si arrabbiò… disse che lo stavamo controllando… ma c’era qualcosa lì. E l’ingegnere (che è in lui) non poteva lasciarlo da solo: c’era qualcosa lì! Si sedette nella sedia e qualcosa accadde. Questo è un rompicapo, vero? È al di fuori dell’ambito della sua formazione, della sua scatola di realtà. Ebbe un risultato perché alla fine, in modo poco serio, disse “mostrami!” e lo intendeva davvero. Era pronto a cambiare le sue credenze e lo fece. Eravamo stati accanto a lui per tutta la sua vita e conoscevamo i potenziali di ciò che avrebbe fatto. Per più di 40 anni… più! (Abbiamo) camminato con lui, dormito con lui, (l’abbiamo) visto piangere e ridere. Siamo andati a scuola con lui! E non ha mai detto niente… proprio come voi. Questo è il sistema, miei cari, delle Anime Antiche. Vi trovate qui alla ricerca per imparare delle cose, sperando che non abbiate deciso prima di venire che cosa avreste imparato, perché non sapete ciò che non sapete. E se ciò che imparerete non fosse mai stato presentato su questo palco, ma lo fosse adesso? Se rilasciaste la bolla intorno a voi e lasciate entrare Dio, che è la famiglia, e lo riconosceste subito, tornereste a casa con esso; vi riempirebbe con una tale sensazione di pace che a casa, quando vi sedete nella sedia dicendo “sono qui”, o meditate, ci invitereste immediatamente a prendere la vostra mano per iniziare a lavorare con voi in un modo non accademico né intellettuale: va dritto al cuore. Vedete, siete connessi con noi, completamente, ogni minuto del giorno, ed è questo che vogliamo insegnarvi proprio adesso mentre siamo seduti nelle sedie. Forse è per questo che siete venuti. Siamo connessi. Non importa il vostro sesso… siete Anime Antiche, siete già stati qui. Qual è il sistema? Quale pensate che sia davvero il sistema? State cercando di capire o state cercando di farci entrare? Dovete sempre capire tutto, ma in realtà non dovete, non dovete. Tutto ciò che dovete fare è aprire il vostro cuore a qualcosa di più grande che non conoscete, nel quale arriverà una sincronicità che vi porterà in giro e che vi sposterà e che sapete che vi ama. E inizierete a fare un percorso in cui letteralmente vi volterete dicendo “anche io ti amo”. Iniziate e percepire intensamente che in questo universo c’è una forza molto più grande di voi o del Pianeta o dei governi o degli eventi. È più grande di tutto questo e voi ci state camminando in mezzo, Anime Antiche. Il ciclo del Pianeta e della vita stessa è parte dell’energia che portate con voi in quanto Anima Antica. È così. Non è accademico, non lo potete trascrivere… semplicemente è.

E abbastanza presto inizierete a realizzare che non siete soli, davvero non siete soli, mai! E presto vi renderete conto che vi abbiamo preso la mano e che non la lasceremo andare, perché ci avete dato il permesso. Vedete, noi non siamo lineari e una volta che ci avete fatti entrare, una volta che ci avete dato il permesso, una volta che iniziate a chiederci di starvi intorno, non è come nelle 3D, in cui le cose iniziano a svanire e ad andarsene col passare del tempo… noi ci siamo sempre! Questo è il principio di ciò per cui siete venuti, perché è da qui che inizia l’insegnamento. Qualsiasi cosa sia stata presentata qui, impallidisce di fronte a quello che scoprirete da soli quando camminate con Dio. Quella è la risposta a tutte le vostre domande e comincia con l’essere in pace; in pace verso tutte le cose della vostra vita, a prescindere da quali siano le tematiche; in pace col fatto che ci si sta lavorando sopra, che c’è una sincronicità nella vostra vita, che vi amiamo abbastanza da prenderci cura di voi e che non dovete farlo da soli. Alcuni di voi sono appena usciti da un letto di ospedale… io so chi c’è qui! E hanno sentito la nostra presenza aiutarli a farcela. Alcuni di voi sono freschi di altre situazioni o drammi attraverso cui vi abbiamo accompagnati. Non dovete farlo da soli. C’è una tempistica in tutte le cose, smettete di essere impazienti: aspettate la sincronicità, sapendo che a prescindere da come appare, l’amore di Dio darà un esito benevolente a tutto, nella vostra vita. A volte non sembra così, perché nella linearità avete già deciso quali sono le soluzioni, non avete ottenuto quello che pensavate e quindi ve ne andate amareggiati. Non date nessuna credibilità al fatto che forse c’è qualcosa che non sapete, persone che non avete ancora incontrato, cose che magari non sono ancora state scoperte, che voi non avete ancora scoperto, che stanno arrivando e che recano il vostro nome. Ci avete mai pensato? Sappiamo chi c’è qui, sappiamo chi siete. Ed è personale, è personale!

Tutti voi alla fine della vita, e ci sarà, avrete un déjà vu, quando esalerete il vostro ultimo respiro, così pieno di paura, di afflizione, di amarezza, per il potenziale di morire a tutti quelli intorno a voi e poi, quasi all’improvviso, ancor prima che il vostro corpo diventi freddo, c’è un risveglio, a un livello di cui non siete nemmeno consapevoli, che dice “me lo ricordo! va bene! wow non vedo l’ora di andare alla festa!”. Dovete avere a che fare con quelli che vi lasciate dietro e questa è la parte più difficile, dovete amarli, avete del lavoro da fare, ma voi state bene, perché siete eterni e perché siete la mia famiglia, io sono la vostra famiglia e siete parte della Sorgente Creatrice. È proprio la verità! Dopo la morte c’è vita! Infatti la Terra è temporanea, la vera storia è quando non siete qui, quello è reale! E poi tornate. Vi abbiamo già detto che sta cambiando, che è nuovo, davvero nuovo; che quando vi svegliate di nuovo, qualcosa dentro di voi, qualcosa dentro di voi, ha una maggiore saggezza, efficienza, se lo desiderate, una maggiore coscienza e anche da neonati, quando aprite gli occhi e vedete le luci, ve ne ricordate… “ah, già: déjà vu! sono già stato qui; questo l’ho già fatto.”. Siete tornati. Questo è un ciclo d’amore: tenere le vostre mani proprio adesso, cercando di farvi capire che c’è della bellezza nel sistema. Sappiamo chi siete, c’è della sincronicità a portata di mano e potete spingere quell’involucro ovunque vogliate perché siete voi a controllare ciò che pensate sia la realtà; spingete la curva a campana, facendole fare quello che volete, per creare fortuna. Siete qui per imparare ciò. Ma niente di questo accadrà, a meno che non lo crediate. Arriverete e andrete via, arriverete e andrete via, arriverete e andrete via in luoghi come questo, se siete nel giudizio e vi difendete con lo scetticismo, ma una volta che vi affidate, è tutto un altro mondo. Perciò vi dirò, cari fratelli e care sorelle nell’amore: la nostra mano è protesa, sta a voi crederci o meno. Siete qui per affidarvi o no? Una volta che iniziate il percorso, siamo sempre lì. Non potrebbe esserci messaggio più semplice e più grande che il tessuto dell’universo è fatto di amore e compassione e che la lezione per l’umanità è come usarlo, prenderlo, crearlo, mostrare agli altri che cos’è. Va al di là della dottrina, delle regole, della conoscenza. Tutto ciò per cui siete venuti può essere condensato come una parte dell’amore di Dio. Voglio che ve ne andiate da questo posto, portando questo messaggio nel vostro cuore, nel vostro cervello, nel vostro intelletto e se non lo avete afferrato e non lo avete compreso, potete domandare di nuovo, perché siamo sempre vicino a voi. Sempre. E sempre lo saremo. Fino all’ultimo respiro, (quando)il sipario si chiude, e voi vedete i nostri sorrisi e noi vediamo i vostri e celebriamo un altro ciclo di vita, in amore.

E così è.

FONTE: http://www.entourage-di-kryon.it/le-fondamenta-del-credere-testo

Kryon - I 12 Strati del DNA

Voto medio su 19 recensioni: Da non perdere

Kryon - La Ricalibrazione dell'Umanità

Voto medio su 10 recensioni: Da non perdere

Grazie...

Condividi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.