di Alessandra Barbieri

Partiamo dall’obiettivo di arrivo: veder sbocciare il nostro progetto.

Quando? A settembre.

Come?

Facciamo un passo indietro. Chi mi ha seguito mi sente dire da mesi che siamo dentro un grande corridoio energetico che determinerà i nostri futuri dieci-dodici anni; se non mi avete seguita, vi invito a iscrivervi al mio canale Telegram https://t.me/alessandrabarbiericommunity e troverete articoli e video di spiegazione.

Come ho già spiegato, i primi tre mesi ovvero maggio, giugno e luglio, erano la parte finale del lavoro. Quale lavoro? Quello che l’universo ci ha obbligato a fare su noi stessi a suon di prove. Qualcuno a questo ha associato lavori di consapevolezza, altri no, ma l’Universo non ha risparmiato nessuno. Diciamo che chi ha lavorato bene su sé stesso prima è arrivato alle olimpiadi della vita pronto, chi non lo ha fatto ha avuto e sta continuando ad avere serie difficoltà.

Ma nonostante tutto l’Universo sta continuando a dare possibilità a tutti: cerchiamo di capirle assieme.

Abbiamo appena vissuto un Solstizio d’Estate che ci ha chiesto di compiere LA scelta: quella di affrancarci dalla condizione di figli, ovvero quella di smetterla di aspettarci che l’altro ci sollevi dai pesi o ci doni la felicità. Quella di prendere in mano la nostra vita e di agire veramente e senza scusanti.

Noi il 22 giugno abbiamo svolto un rito di apertura dell’uovo e, almeno io, ho sentito fortissima la spinta a ritrovare il coraggio che anni di avversità avevano un po’ minato. Tanto che ho preso una decisione che potrebbe essere vista un po’ avventata, ma ho capito che il mio sogno è ancora li che mi aspetta, mi sto avvicinando sì, ma lui è li che mi aspetta!

Il 29 giugno c’è un’ulteriore soglia con la luna nuova in Cancro, una ruota che gira ulteriormente e ci chiede di fidarci del nostro cuore. Infatti nella seconda parte del semestre saremo chiamati a non agire ma ad assecondare la corrente così come indico nella mappa del periodo Astroscienza che trovate qui

 

Cosa vuol dire non agire ma assecondare la corrente? Non vuol dire disinteressarsi, anzi! È come portare una barca a vela: raggiungi l’obiettivo che ti sei prefisso solo se assecondi il vento. E questo è quello che ci richiederanno luglio e agosto per arrivare nell’equinozio d’autunno al punto che ci siamo prefissi.

Dovremo quindi capire come cambia il vento e avere il coraggio di NON PENSARE, che significa valutare con il cuore e non con la testa; di NON AGIRE, che significa avere il coraggio di lasciare che le cose accadano, limitandosi a rispondere agi stimoli, non a forzarli. Infine a NON CERCARE DI SAPERE, ovvero la propensione di cercare di essere rassicurati rispetto le cose che ci mettono ansia. Non è facile, sarà agevolato chi ha lavorato anche se potrebbe comunque sentirsi in difficoltà.

Chi non lo ha fatto potrà trovare giovamento dal sapere da che parte tira il vento per cercare di assecondarlo, informazioni che può trovare nella nostra membership estiva Astroscienza

 

Io consiglio a tutti di capire come soffia il vento dell’estate, perché abbiamo veramente la possibilità di arrivare a risvegliare il nostro sogno, quello inscritto nella nostra anima.

Non so voi, ma io ho il desiderio di ridare la possibilità al mio sogno di emergere: non quello che so fare e basta ma quello che amo dal profondo!

Quello, proprio quello!

Alessandra Barbieri

Fonte : https://www.symbolcacademy.com/vento-destate-dove-ti-porta/

Se il mio sito per te è fonte di
crescita ed evoluzione
sostienilo con una donazione



Grazie

Lascia un commento