Cammina Nel Sole

l'alba del sesto sole

12 GENNAIO 2017: LUNA PIENA IN CANCRO : LA PREPARAZIONE PER LA RIVOLUZIONE di Cristiana Caria

| 1 commento


La configurazione celeste che sperimenteremo nel corso della prossima Luna Piena in Cancro del 12 Gennaio sarà una Grande Croce Cardinale. Quest’aspetto si verifica quando quattro o più pianeti occupano i vertici di un quadrato immaginario creando nel cielo due opposizioni e quattro quadrature. Questa croce indica genericamente che stiamo vivendo un forte stress e che stiamo affrontando una serie apparentemente interminabile di sfide per raggiungere i nostri obiettivi. I pianeti che formano questa Grande Croce saranno nei segni Cardinali: la Luna si troverà a 22° in Cancro, Urano sarà congiunto ad Eris in Ariete, il Sole, Plutone e Vulcano si collocheranno in Capricorno, mentre Giove transiterà in Bilancia. Quando siamo sotto l’influenza di questa configurazione, stiamo lavorando con uno schema karmico che abbiamo ripetuto per molte vite e che dobbiamo correggere. Ora l’Esistenza ci dice che è giunto il momento di liberarcene. Questo tempo rappresenta un’opportunità che è stata karmicamente disposta per aiutarci a crescere in consapevolezza attraverso un’esperienza focalizzata e concentrata che, a livello superficiale, può apparirci stressante, limitante e frustrante, ma che ha lo scopo di portare ordine nel caos che abbiamo creato.

Elman Bacher nel suo libro “Uno Studio sull’Astrologia” (N.d.T.) afferma: “La vita istituisce sulla base del Principio di Polarità misure contrastanti per focalizzarci e concentrarci in modo sempre più specifico in modo da generare processi di alchimia consapevole o inconsapevole attraverso la ripetitiva e continua applicazione: per superare la debolezza sviluppando la forza, per dissipare l’ignoranza acquisendo conoscenza e comprensione, per lucidare e raffinare le grossolanità delle passate non rigenerazioni e distillare la consapevolezza dell’anima e il nostro potere spirituale. Stabiliamo le misure e il ritmo del nostro sviluppo, ma le Forze e i principi della Vita ci forniscono la sostanza dell’evoluzione dei nostri processi nell’ambiente, nelle relazioni e nelle attività in cui e attraverso cui siamo concentrati e focalizzati per fasi specifiche di realizzazione e crescita”.
La qualità dell’esperienza che questa Grande Croce della Luna Piena creerà in noi è uno stato d’impotenza, tolleranza senza speranza, antagonismo, resistenza rabbiosa e frizione, ma innescherà anche in noi l’urgenza di fare un uso costruttivo di questa esperienza per la nostra formazione e crescita personale.

Nella Grande Croce tre energie negli angoli del quadrato stanno cercando di attirarci verso di sé, lontano dal nostro centro, mentre il quarto angolo rappresenta le qualità spirituali e i poteri che la nostra anima ci sta chiedendo di portare alla consapevolezza per sviluppare un equilibrio e un’integrazione interiori. La Luna descrive il vecchio schema karmico, Urano il bisogno di unire la nostra dualità interiore a livello mentale per lasciarci alle spalle la vecchia struttura mentale e aprirci al nuovo, mentre Giove indica la sincerità della motivazione per creare un’alchimia interiore che dissolva il nostro falso orgoglio e il nostro desiderio di perseguire infruttuose compensazioni. La presenza del Sole/anima ci ricorda che dobbiamo focalizzarci su Dio per realizzare chi siamo veramente e che cosa vogliamo per vivere nella Verità.

Nell’Astrologia Esoterica la Croce Cardinale è associata alla Crisi d’Iniziazione in cui viviamo un processo di trasfigurazione per portare alla luce l’anima; per questa ragione viene anche chiamata la “Croce del Cristo Risorto”. È la Croce dell’Iniziazione e degli “inizi”, delle “braccia e del cuore aperti” e della “Mente superiore”.

L’Ariete è il segno dell’inizio, la Bilancia rappresenta il punto di equilibrio tra il vecchio e il nuovo, il Capricorno la fine della vecchia Forma/modalità di essere, il trionfo sulla morte e la resurrezione, mentre il Cancro si riferisce al lasciare andare il vecchio schema karmico che ci teneva addormentati nella vecchia modalità di vita associata alla consapevolezza di massa. A livello figurativo il Cancro è associato al granchio che è simbolico del bisogno di proteggere se stessi invece di sentirsi obbligati a servire i bisogni di un’altra persona prima dei nostri. Per questa ragione la Luna Piena in questo segno ci ricorda di farci valere e imparare a dire di no alle richieste degli altri quando non sono giuste per noi, incoraggiandoci a decidere dove vogliamo veramente andare e che cosa vogliamo fare quando ci arriveremo. Questo è probabilmente il motivo per cui etimologicamente la parola Cancro significa in greco “tenere o circondare” e in ebraico “colui che tiene”, “che lega”. Nei tempi antichi le due stelle principali di questa costellazione erano chiamate Asellus Australis (Delta Cancri) e Asellus Borealis (Gamma Cancri), o “l’Asino del Sud” e “l’Asino del Nord”. Altri nomi erano “Il Luogo del Riposo” o la “Fine di una Fermata”.
Gli Asini sono stati considerati animali sacri sin dai tempi antichi: in Egitto l’asino era il simbolo del Dio Ra; due asini assicurarono al dio Dionisio la vittoria nella sua guerra contro i Titani; e due furono gli asini su cui Gesù era seduto quando entrò a Gerusalemme. Il comune denominatore è che tutti questi dei, in modo simile, dovevano viaggiare lentamente, a cavallo degli asini ed affrontare situazioni difficili, ma alla fine riuscirono a superarle ed essere vittoriosi in un modo o in un altro. A livello simbolico gli asini sono testardi, persistenti, hanno la forza di resistere, devono essere addomesticati e ignorano la propria vera natura spirituale. Per questa ragione sono espressione della battaglia interiore tra la natura Divina e quella animale nell’uomo.

Quando Gesù/anima entrò a Gerusalemme sull’asino, fu indicazione che l’uomo perfezionato (divino/anima) stava raggiungendo la pace a livello cosciente attraverso il processo alchemico.

Durante l’influenza di questa Luna Piena in Cancro tutti gli aspetti interiori che non volevamo vedere prima emergeranno in noi per aiutarci a vedere la verità che si trova davanti ai nostri occhi.

Le emozioni cancerine che sperimenteremo saranno lì per essere liberate e per mostrarci dove vogliamo andare. Da un po’ di tempo ha iniziato a generarsi un’energia rivoluzionaria e continueremo a sentirla crescere fino al suo picco che avrà luogo durante la stagione delle Eclissi del prossimo mese. La pressione innescata da questa Luna Piena in Cancro ci mostrerà quello che non siamo più in grado di sopportare in modo da discriminare quello che dobbiamo lasciare andare e quello che invece deve rimanere. Non dobbiamo spingere in una direzione o nell’altra, ma semplicemente permettere all’Universo di assumere il comando e portarci verso il nostro futuro.
“Il dolore ti prepara alla gioia. Esso spazza via tutto in modo violento dalla vostra casa affinché una nuova gioia possa trovare lo spazio per entrare.

Scuote le foglie morte dal ramo del tuo cuore in modo che foglie verdi possano crescere al loro posto.

Sradica le radici marce così che le nuove radici nascoste sotto trovino lo spazio per crescere.

Qualunque cosa il dolore faccia vacillare nel tuo cuore, avverrà perché cose molto più belle ne prendano il posto”

Jalāl al-Dīn Rūmī

Cristiana Caria

Fonte : http://it.blog.cristianacaria.com/2017/01/10/luna-piena-in-cancro-la-preparazione-per-la-rivoluzione/

 

La Luna nel Cielo
Alla scoperta della dimensione perduta dell’astrologia
€ 29.5

Un commento

  1. Grazie!!!
    Perfetto, vero, chiarissimo!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: