Cammina Nel Sole

l'alba del sesto sole

FIAMME GEMELLE-IL LATO OSCURO DELLA LUNA-RUNNER E CHASER NON ESISTONO di Virna Trivellato

| 0 commenti

fiamme-gemelle-olio-2004-1

THE FINAL CUT

PINK FLOYD

E se io ti mostro il mio lato oscuro
Mi stringerai a te comunque stanotte?
E se ti apro il mio cuore
E ti mostro il mio lato debole

Cosa faresti?

E mi lasceresti solo?
E mi faresti un sorriso rassicurante
Mentre parli al telefono sottovoce?
Mi manderesti a fare le valigie?
O mi porteresti a casa?

Siediti Anima e rilassati…

Respira…

Accomodati al nostro cerchio e respira.

Se sei arrivata su questa pagina e stai leggendo può essere che tu pensi, senta o abbia la consapevolezza di essere una Fiamma Gemella.

Se è così può anche essere che tu abbia letto un sacco di materiale sulle Fiamme.

E se stai leggendo proprio questo articolo potrebbe anche essere che tu, in questo momento, sia nella fase cosiddetta di separazione fra le Fiamme, magari immersa nei “balletti” della dinamica chiamata di RUNNER E CHASER, cioè quella che si instaura fra due Fiamme gemelle, delle quali una all’apparenza scappa dalla relazione, e l’altra all’apparenza si pone nel ruolo dell’inseguitore, di colui, o colei, che invece, sempre all’apparenza, fa di tutto per restare nel legame gemellare.

Se tu che stai leggendo ti trovi in un momento di sofferenza, e ti sembra di identificarti nella Fiamma consapevole, quella che vorrebbe ritrovare l’unione con il suo gemello dopo una rottura, un allontanamento, una separazione, bene, se è così,  sappi che io ti comprendo bene.

So esattamente come ci si sente quando, mentre si sta sprofondando in un baratro di dolore che non ha pari, mentre si provano cose, si sperimentano sensazioni e si vivono esperienze che prima ci sarebbe perfino sembrato impossibile che si verificassero,  si entra “quasi per caso” in contatto con l’argomento Fiamme.

So cosa significa credersi impazziti, ossessionati, pensare di essere sul baratro della follia e poi trovare informazioni che ti spalancano la mente, e farne incetta come i bambini di caramelle la sera di Halloween.

So come ci si sente quando finalmente si trovano notizie, articoli, materiali audio e video che paiono rassicurarti sul fatto che non hai perso la sanità mentale, che ti fanno sentire meno strano, meno sfasato, meno solo, che ti aiutano ad allargare la tua mappa del mondo fornendoti la possibilità di ampliare la tua visione a concetti che prima ti mancavano.

So come ci si sente, anche quando di quelle informazioni hai finito per fare indigestione e comunque vada, comunque sia, non sembra cambiare proprio nulla nello stato emotivo che stai vivendo e che spesso è quello più doloroso di tutta la tua vita, perchè tu riesci solo a pensare tutto il giorno, 24h su 24 che la tua Fiamma è lontana da te, che scappa da te e ti senti come se ti avessero strappato un polmone senza neanche avere la cortesia di ricucirti.

Ecco è qui, proprio qui che voglio inserirmi.

E sento la domanda che ti stai facendo: perchè mai dovrei leggere l’ennesimo articolo e credere che questo sia diverso?

Perchè quello che leggerai potrebbe non piacerti, tanto per cominciare, anzi potrebbe urtare proprio tanto la tua sensibilità e andare a cozzare con tutto ciò che pensi di sapere.

E quindi potrebbe anche confonderti e aprire la tua mente a qualcosa di nuovo, fornendoti chiavi e codici che ti possono servire nel tuo viaggio.

Per rendere questa esperienza più gradita ti fornisco subito una via d’uscita…una specie di “gattaiola”, puoi uscire quando vuoi… con una semplice spinta… ma se invece resti, potresti anche vedere che qualcosa di te muta e si apre ad una consapevolezza nuova…

Ma siccome nessuno detiene la verità assoluta, dopo aver letto rammenta di portare con te solamente quello che ti risuona e niente altro. Tieni con te solo ciò che riscalda il tuo cuore o ti fa intravedere un nuovo riflesso di luce… e lascia andare tutto il resto.

Ed ecco la via d’uscita.
Sono convinta che spesso le convinzioni a cui ci attacchiamo diventano ostacoli sul percorso. Sono convinta che spesso gli attaccamenti emotivi che tratteniamo ci continuano a far star male e ci fanno girare intorno. Sono anche convinta che sia un bene mettere in dubbio tutto e tenere solo ciò che profondamente suona armonioso in noi.
Perciò ti regalo questa frase: dopo aver letto il testo puoi mettere la mano sinistra sopra il tuo cuore e la destra sopra la sinistra e ripetere: Rilascio ogni attaccamento emotivo a quello che ho letto e a tutto ciò che rappresenta per me.
Ovviamente la frase la puoi usare con la stessa modalità su tutto, ma proprio tutto, pensieri, idee, convinzioni, emozioni, ricordi….

Ora rilassati e respira.

Quello che ho da dirti potrebbe non piacerti.

Se sei una Fiamma gemella, se ti identifichi con il ruolo di fiamma consapevole che è stata lasciata, abbandonata, che ha dovuto separarsi dal suo gemello, se lo hai inseguito, e poi magari hai cercato di rinunciare all’inseguimento, o forse lo hai ricominciato e stai sognando che lui o lei che all’apparenza “fugge” il vostro legame faccia ritorno o diventi conscio di chi siete l’uno per l’altra…forse ti sarà capitato di formulare alcuni dei seguenti pensieri sulla tua Fiamma Gemella o su te stesso:

Forse potresti aver pensato che si tratta di “un sadico narcisista che gioca con i tuoi sentimenti.”

Forse potresti aver pensato che l’altra è una scema che sta buttando via l’amore della sua vita per paura.

Forse potresti aver pensato che il tuo gemello non capisce nulla, che ti tratta come uno zerbino e che ormai per te, stargli lontano, è questione di dignità e rispetto.

Forse potresti aver pensato che tutto quello che capita non è affatto giusto.

Forse potresti aver pensato che l’altra è una persona così inconsapevole che davvero ti fa venire voglia di urlare.

Forse aspetti l’intervento della mano divina che possa risvegliare la sua consapevolezza e te lo riporti.

Forse credi che se lui o lei sta con qualcun altro è un benemerito idiota che magari non sa scegliere fra una vita sempre sognata e una vita di comodo.

Forse ti sei detta mille volte “maledetto il giorno che ti ho incontrato”.

Forse hai pensato che sarebbe stato meglio nascere contadino curdo, inconsapevole ma felice.

Forse credi che essere Fiamme faccia rima con “E vissero felici contenti e fecero 10 figli”.

Forse non hai voglia di lavorare su te stesso, per un cammino evolutivo personale.

Forse ti sei fatto il mazzo tutte le ore di tutti i giorni per almeno un anno in questo cammino evolutivo personale, cambiando tutto ma senza che cambiasse quell’unica dannata cosa che conta per te più del destino dell’intero universo, ovvero il vostro rapporto…

Forse ti chiedi perchè dovresti continuare a lavorare su te stesso portando beneficio, secondo il principio dei vasi comunicanti, proprio delle fiamme, anche a quel pirla di cui quella dannata volta ti sei innamorata…

Forse pensi che tu sei così consapevole e hai fatto così tanto e lei è cosi mentale e ottusa.

Beh, se è così l’unica cosa mentale e ottusa è la tua visione della realtà.

Ti manca una chiave di volta.

Ti manca ancora un piccolo salto che ti doni una visione più ampia delle cose.

E io te la voglio fare esplorare, così che poi tu possa decidere se tenerla o buttarla via come una cosa idiota che ha importanza solo per noi.

Ricordi il pezzo di canzone che ho inserito sopra?

Lo copio di nuovo qui e ti prego di rileggerlo:

THE FINAL CUT

PINK FLOYD

E se io ti mostro il mio lato oscuro
Mi stringerai a te comunque stanotte?
E se ti apro il mio cuore
E ti mostro il mio lato debole

Cosa faresti?

E mi lasceresti solo?
E mi faresti un sorriso rassicurante
Mentre parli al telefono sottovoce?
Mi manderesti a fare le valigie?
O mi porteresti a casa?

E adesso te la ripropongo, ma stavolta, cambio la versione per adattarla, come se te la stesse dicendo la tua fiamma:

E se io ti mostro il TUO lato oscuro
Mi stringerai a te comunque stanotte?
E se ti aiuto ad aprire il TUO cuore
E ti mostro il TUO lato debole

Cosa farai?

Mi lascerai solo?
O mi farai un sorriso rassicurante
Avrai la voglia e il coraggio di guardare?
Mi manderai a fare le valigie?
O TI RICORDERAI CHE IO SONO “CASA”?

E ora ti faccio una domanda: credi davvero che il senso di una relazione sia nel “E vissero felici e contenti?”

Se la risposta è si, ti rivelerò una scomoda verità: il senso principale di una relazione è di farti evolvere, e se per fare questo, per il cammino della tua anima, ti serve navigare in acque chete, senza scossoni, fluendo nella vita come una barchetta di carta su un mare che sembra olio, allora questo sarà esattamento quello che manifesterai.

Ma se sei qui per vivere in questa incarnazione l’esperienza del risveglio dell’energia di Fiamma in te, non sei qui per navigare in acque chete….

TU HAI SCELTO IL TUO RISVEGLIO. HAI SCELTO LA MISSIONE, HAI SCELTO OGNI SINGOLA PROVA DEL PERCORSO, PERCHE’ SONO LE PROVE MIGLIORI PER TE. E HAI CONCORDATO OGNI PROVA CON OGNI ANIMA, PRIMA DI TUTTO CON LA TUA CONTROPARTE, LA TUA FIAMMA.

Tu sei qui per compiere una profonda trasmutazione alchemica di te stesso, di tutte le tue convinzioni, dei tuoi nodi karmici, degli schemi ormai obsoleti e non più vitali, tuoi, dell’albero, di questa vita e di quelle passate… sei qui per incontrare la forza prorompente e ardente dell’Amore Divino nella sua forma più pura.

Tu sei qui perchè il tuo cuore si risvegli a se stesso.

Sei qui perchè il tuo Spirito incarni finalmente e pienamente la figura dell’arcano maggiore dei tarocchi che si chiama IL CARRO. In questa carta un auriga conduce con sicurezza e al TRIONFO due cavalli che tendono verso direzioni opposte. Per come la vedo io quei cavalli sono il tuo intelletto, che rappresenta tutto ciò che sai, che hai accumulato sotto forma di nozioni che ti hanno fornito sicurezza,  e la ragione, nel senso della tua lotta per avere ragione su te stesso e sugli altri, dominando dalla testa anzichè dal cuore. Una volta che E’ LA TUA ANIMA A PRENDERE LE REDINI, ALLORA ESSA TI PUO’ GUIDARE AL TRIONFO, IL TRIONFO DELL’AMORE DIVINO CHE SEI, SU TUTTO, MA PROPRIO TUTTO IL RESTO.

Se per caso avessi ancora dei dubbi te lo scrivo chiaro: Sei qui per svegliarti e ritrovare te stesso… per accedere ai tuoi talenti innati, che sono tuoi per diritto di nascita, e poi per utilizzarli, mettendoli al servizio di un bene superiore.

Sei qui per condurre le altre anime e contribuire ad un progetto che coinvolge il Pianeta intero, l’intero Universo.

E chi meglio può aiutarti in questo compito evolutivo che la tua Fiamma Gemella, che altri non è se non te stesso, un individuo che energeticamente ha la tua stessa melodia, la tua stessa frequenza, la tua stessa vibrazione?

La tua Fiamma è qualcuno che in termini di energia è il tuo gemello identico e che quindi può mostrarti il volto meraviglioso e più splendido di te, usando come metafora l’immagine della luna, la tua Fiamma ti specchia la tua bellezza, ciò che vedi ti lascia senza parole come la luce della luna piena che sale magnifica nel cielo ad illuminare la notte ad amanti e poeti.  Ma allo stesso tempo il tuo gemello ti porta in dono anche la visione della tua parte più in ombra, il lato oscuro della luna…quello che per potere ritrovare la tua unità interiore devi portare alla luce con accoglienza ed amore.

Forse tu non lo sai, ma quell’attrazione magnetica che scatta appena vi incontrate, tu e la tua fiamma, agisce sul principio del terzo specchio esseno… lo specchio del colpo di fulmine: la tua Fiamma ti mostra le qualità di te che tu magari da solo non riesci a vedere.

Dopo avere incontrato la tua Fiamma ti senti innamorato, rapito, estasiato, vedi te stesso in potenza, percepisci in lui, lei la tua vibrazione più alta, riconosci la tua stessa luce, anche se non lo sai. Quando ammiri tutto nell’essere che ti sta di fronte è perchè vedi il riflesso di qualcosa che è anche tuo, in espansione, o più spesso nascosto, mostrato, in potenziale, o da potenziare…. oppure trovi esattamente la qualità che tu non hai sviluppato in questa vita ma che si incastra in completezza perfetta con quelle che hai tu e vi armonizzate, come due strumenti che suonano la stessa nota, vi incastrate proprio come due pezzi di puzzle che completano un intero, pur essendo interi a loro volta.

Quando ritrovi la tua fiamma incarnata in terra l’amore che senti è l’amore più grande che potresti sentire, perche’ è l’amore per te stesso che finalmente si accende nella sua pienezza attraverso lo specchio perfetto  dell’altro.

Ma quando tu ti guardi, nell’altro, un pò più a lungo, del tempo che serve  per un primo sguardo incantato, allora la luna continua il suo moto, e sei destinato a vedere, in tutta la sua potenza, anche la sua faccia oscura.

Ecco che può accadere che stando vicino al tuo gemello tu senta risvegliarsi tutto ciò che in te non è armonico e integrato, e lo senti in maniera tremendamente amplificata: se quello che ti arriva a livello energetico fosse un suono sarebbe un grido fortissimo urlato in un megafono a 2 millimetri dal tuo timpano.

Ti sembra di impazzire.

Ecco che può accadere che tu senta riaccendersi in te il trauma di una antica ferita da rifiuto, mai sanata.

Può succedere che si risvegli in te il ricordo doloroso di un abuso subito da ragazzina, contro il tuo volere, e che ti ha lasciato un terribile senso di colpa, vergogna, indegnità…

Può capitare che ti ritrovi a sentire in maniera spudoratamente forte sentimenti “negativi” generati da insicurezze, paure, irrisolti vari, così puoi sprofondare nella più assurda delle dinamiche di gelosia, come in una chiusura in difesa che ti fa diventare un muro impenetrabile, perchè hai il terrore di lasciarti andare all’amore e soffrire.

Può capitarti di guardare l’altro e sentire acuirsi un vissuto, una percezione di indegnità, maturata nei confronti della vita e della gioia.

Può succedere che tutto quello e molto altro ancora, e accade che tu e il tuo gemello mettiate in scena, l’uno per l’altro, proprio tutto ciò che c’è da vedere, da sciogliere, da risolvere, al fine di portarvi amore, e guarire.

Ma affrontare il proprio vaso di Pandora, accettare di guardare ciò che abbiamo sempre rifiutato di portare alla luce, può spaventare moltissimo, può far male.

Ecco allora che può accadere che si accenda quel movimento di attrazione e repulsione che tanti chiamano di fuggitivo e inseguitore.

Ma, e quello che sto per dirti non ti piacerà: Runner e chaser, fuggitivo e inseguitore, non esistono.

SE IL TUO GEMELLO FUGGE IN MODO MANIFESTO E’ PERCHE’ TU FUGGI IN MANIERA FANTASMA.

Ciò che ti fa paura, ciò che respingi, ciò che allontani, pur senza accorgertene, è il lato oscuro di te, la faccia oscura della tua luna.

Se il tuo gemello scappa da te è semplicemente perchè tu stai “scappando” da una parte del lavoro…da una parte di te.

Tu solo ostacoli l’unione.

Tu solo ostacoli il tuo percorso.

Tu solo ostacoli il tuo trovare pace.

Tu solo ostacoli la piena accettazione della tua missione di vita.

Tu solo ostacoli il flusso del tuo sentire, il risvegliarsi dei tuoi doni.

Sei qui per essere una fiaccola per l’umanità intera, un faro di pura luce e puro amore, sei qui per illuminarti di amore divino e ardere in te tutto ciò che amore non è, per rinascere, come un’araba fenice e  portare la verità di questo amore a tanti cuori che hanno bisogno di trovare la via.

Sei qui per manifestarti nella tua pienezza, per risvegliare, non attraverso qualcosa che fai, bensì attraverso il tuo semplice brillare, e invece ti comporti come un cerino spento dalla pisciata di un cane…

Lo so, l’ho già scritta altrove questa affermazione e forse non ti piace, ma per me rende bene l’idea .

Ti perdi così facilmente, dimenticandoti di te e della tua forza…
Ma sai cosa ti dico?

Ogni volta che ti lamenti di come stai,  di come si comporta il tuo gemello, di come è dura la vita, stai chiudendo lo sguardo e il cuore e stai guardando fuori di te, ignorando il lato oscuro della tua luna.

Ogni volta che punti il dito contro l’altro per ciò che sceglie, per ciò che da, per ciò che fa , stai chiudendo lo sguardo e il cuore e stai guardando fuori di te, ignorando il lato oscuro della tua luna.

Ogni volta che dai energia ai concetti di runner e chaser, di false fiamme, di forze oscure che ti stanno intralciando nella tua missione, stai chiudendo lo sguardo e il cuore e stai guardando fuori di te, ignorando il lato oscuro della tua luna.

Non sto negando l’esistenza di altri movimenti oltre il tuo, ma sostengo che quello più importante da guardare, proprio ora, per te stesso e per compiere al meglio il tuo cammino, è il tuo!

Se tu non guardi dentro, se ogni volta che ti senti perso, smarrito, che stai male, non giri lo specchio per guardarti dentro, ancora più in profondità, allora non stai onorando te stesso, la tua origine, l’amore che dici di provare o la persona che dici di amare ….

Se non ti guardi dentro, ancora più in profondità finchè non senti che hai portato armonia in ogni angolo, in ogni buco, in ogni anfratto, anche se ci sono cose che non ti piacciono, anche se ci sono cose che possono pure farti schifo, ma arrivi ad accettarle con amore, allora invalidi gli sforzi della tua anima che ti sta dando lo spazio e il tempo e le occasioni per lavorare su di te.

A cosa credi che serva la riunione iniziale con la fiamma? Serve a farti guardare dentro e a permetterti di evolvere.

A cosa credi che serva l’emergere di tante dinamiche fra voi? Serve a farti guardare dentro e a permetterti di evolvere.

A cosa credi che serva una eventuale divisione? Serve a farti guardare dentro e a permetterti di evolvere.

A cosa credi che serva il fatto che qualunque cosa tu faccia lo specchio della fiamma gemella non si toglie mai da davanti, e finisce per tormentarti come una spina piantata in profondità nel tallone del tuo piede destro, per tutto il CAMMINO DI SANTIAGO? Serve a farti guardare dentro per permetterti di evolvere.

A cosa credi che serva che ogni volta che cerchi di scappare dalla lezione che la Fiamma è li pronta per aiutarti ad accogliere, e arrivi perfino al punto di bestemmiare Dio, te stesso, il cammino, chi ami e la Vita stessa, l’universo te la ripresenta in maniera sempre più dura, sempre più subdola, sempre più sconvolgente, al punto da coinvolgere altre anime in aiuto, solo perchè tu finalmente guardi nel posto giusto? Serve a farti guardare dentro per permetterti di evolvere.

Perciò, la prossima volta che ti viene voglia di lanciare anatemi contro la tua fiamma, DIO, il mondo o qualunque altra cosa, oppure che ti scopri a giudicare, o che stai male e soffri, affronta, ti prego, il lato oscuro della luna, di te, potresti scoprire che è anche molto affascinante, potrebbe mostrarti potenziali di te che sono rimasti in ombra una vita perchè quando rifiuti qualcosa rifiuti sempre anche i doni che può portare, e soprattutto potresti accorgerti con molta semplicità che era solo la parte di te che aveva bisogno di più amore.

Come pretendi che un altro ti ami e ti accetti per ciò che sei se tu ti nascondi a te stesso?

Sei disposto a lasciarti cambiare dall’AMORE?

Virna Trivellato

FONTE : https://www.facebook.com/ilnuovomondofiammegemelle/

 



Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: