Cammina Nel Sole

l'alba del sesto sole

I PIANETI RETROGRADI E IL KARMA

| 0 commenti

media_145226451631860400

Avete presente quando siete in treno e il convoglio su cui viaggiate ne supera uno che si muove più lentamente? Non sembra forse che l’altro vada all’indietro? Ecco, è esattamente quello che accade in cielo tra due pianeti quando si dice che un pianeta ha moto retrogrado. Poiché l’astrologia, a differenza dell’astronomia, studia il movimento dei corpi celesti dal punto di vista terrestre, se un pianeta, per un certo periodo di tempo, si muove più lentamente lungo la sua orbita, rispetto alla Terra, il moto di quel pianeta in quel periodo di tempo sembrerà retrogrado. E seppure si tratta di un’illusione ottica, il suo effetto non si fa sentire meno! Anzi, un pianeta retrogrado nel tema natale (TN) porta con sé una significativa dose di karma irrisolto e il suo potenziale superamento. Chiunque abbia uno o più pianeti retrogradi alla nascita, avrà quindi la possibilità di integrare l’energia espressa da quei pianeti in modo ancora più profondo e intenso, non prima però di una lunga e faticosa elaborazione.

Da un punto di vista karmico, un pianeta retrogrado indica la ripetizione di una lezione non appresa o di una esperienza vissuta male, che non ha permesso di portare a compimento il programma iniziale dell’insieme di incarnazioni da cui l’individuo proviene. Poiché ogni pianeta retrogrado nel nostro TN rappresenta un effetto, è utile interrogarsi sulle cause, che risiedono in noi stessi, nei nostri comportamenti, nelle scelte fatte dalla nostra anima in altre vite. Solo prendendo coscienza di sé e dei propri nodi con intelligenza, perseveranza, e amore, potremo provare a sciogliere il nostro karma, o per lo meno potremo evitare di generare ulteriore karma negativo.

Un’analisi dettagliata e completa del significato di un pianeta retrogrado nel TN deve necessariamente tenere conto del segno e della casa in cui si trova il pianeta. Tuttavia, può essere utile conoscere il tipo di sfida che rappresenta quel determinato pianeta, per il solo fatto di essere retrogrado alla nascita. Con le progressioni secondarie (1 giorno = 1 anno) si può anche verificare con le effemeridi se il pianeta in questione diventerà diretto durante la vita o se, al contrario, qualche pianeta, diretto alla nascita, diventerà retrogrado in seguito. Questi cambiamenti segnano una svolta profonda nell’esistenza dell’individuo.

Per cominciare, precisiamo subito che Sole e Luna non possono mai essere retrogradi. Al contrario, i Nodi Lunari, di cui abbiamo parlato qui e qui sono praticamente sempre retrogradi. E questo ha indubbiamente un significato, essendo i Nodi i principali indicatori karmici.

La maggior parte delle persone ha nel proprio TN almeno un pianeta retrogrado. Quando un individuo ha più di un pianeta retrogrado, sente ancora più intensamente il bisogno di sintonizzarsi con il piano spirituale, e ha difficoltà a distinguere il presente dal passato, poiché tende a confondere situazioni e sensazioni reali e attuali con quelle cristallizzate nell’anima dalle precedenti incarnazioni. Chi non ha pianeti retrogradi, o è un’anima giovane, che ha alle spalle poche vite, o ha scelto di vivere una vita facile, e in questo caso l’appuntamento con il karma è solo rimandato (e con gli interessi!).

Vediamo ora il significato del moto retrogrado dei pianeti nel TN (cioè al momento della nascita):

Mercurio retrogrado

Mercurio retrogrado indica difficoltà di comunicazione o un modo poco pratico di affrontare la vita. Il soggetto è nervoso o instabile, ha sempre bisogno di muoversi. Le vite precedenti sono state vissute in modo caotico, senza organizzazione, soprattutto mentale. In questa vita, deve imparare l’ordine, la disciplina, e deve porsi e perseguire obiettivi specifici in modo attento e metodico. Tende a cogliere più l’essenza delle cose che non i dettagli. La sua creatività si esprime più negli ambiti di comunicazione non verbale, come la musica e la pittura. Molti geni musicali hanno Mercurio retrogrado! Poiché Mercurio è un pianeta “veloce”, mediante le progressioni si può verificare quando torna diretto e prepararsi al momento in cui ci sarà lo sblocco del debito karmico.

Venere retrograda

Venere retrograda è indicativa di una vita affettiva difficile. Il soggetto è portato ad agire in modo contradditorio con il partner. Da un lato cerca di pianificare la relazione in modo serio, dall’altro reagisce in modo opposto, poiché c’è una disarmonia di fondo tra gli obiettivi amorosi e il modo di vivere l’amore e gli affetti. La mancanza di sicurezza interiore impedisce al soggetto di instaurare relazioni serene con l’altro sesso, anche a causa della solitudine affettiva interiore; pertanto, il soggetto viene sottoposto a una tensione tale nei rapporti che, alla fine, si blocca e non riesce ad esprimere i suoi sentimenti. Venere retrograda indica un karma molto pesante nell’ambito affettivo: nelle vite precedenti, il soggetto non aveva compreso molto dell’amore, e comportamenti inappropriati gli hanno portato molta sofferenza. In questa vita, il ricordo di quel dolore gli impedisce di darsi pienamente. A volte, soprattutto negli uomini, Venere retrograda indica tendenze o comportamenti omosessuali nella vita precedente, o continui sospetti di infedeltà o interessi egoistici che si annidavano nella mente tanto da portarli a rifiutare anche solo l’idea dell’amore. Quando Venere riprende il moto diretto, il soggetto migliorerà in modo significativo la sua vita sentimentale. La lezione Karmica con Venere retrograda è in sintesi “amare o cercare di amare senza attaccamenti e senza possessività”.

Marte retrogrado

Marte retrogrado indica un cattivo uso dell’energia nelle vite precedenti. Il soggetto ha seri problemi ad adattare il suo comportamento alle situazioni che deve affrontare in questa vita: impiega troppa energia e in modo impulsivo, pensando di trovarsi di nuovo in vecchie situazioni nelle quali si è dovuto difendere perché lo attaccavano. In questa vita tende ad esternare le qualità negative di Marte: “meglio la morte oggi che soffrire domani”, vale a dire impulsività, violenza, rabbia, sessualità aggressiva. Il soggetto deve imparare a vivere in questa vita qui e ora e deve cercare di sfruttare tutta la sua energia mettendosi al servizio degli altri, in modo da riscattare il suo karma negativo, utilizzando meglio le energie fisiche e vitali che l’anima ha a disposizione in questa incarnazione .

Giove retrogrado

Il significato principale di Giove è “espansione”, e da questo principio derivano il senso pratico, la fede, la fiducia, le ricchezze, fortuna e felicità. Un Giove retrogrado indica che nelle vite precedenti l’anima non ha saputo usare, o ha usato male, o a fini egoistici, una o più delle qualità citate. Le vite precedenti, quindi, sono state vissute o nello spreco o in ristrettezze economiche, e non sono stati raggiunti i risultati attesi, o peggio, la persona ha rifiutato i sacrifici richiesti per portare a termine il programma dell’anima, non facendo alcun progresso. In questa vita, è necessario ricominciare tutto da capo.

Saturno retrogrado

Saturno è considerato il Signore del Karma; pertanto, quando è retrogrado segnala pesantemente uno o più settori nei quali il soggetto non si è evoluto nel passato, pur avendo avuto più volte l’opportunità di farlo. In questa incarnazione , l’anima si ritroverà faccia a faccia proprio con le tematiche che si è sempre rifiutata di affrontare, e questa volta non potrà sfuggire alle sue responsabilità. Saturno retrogrado rappresenta quindi un karma che viene proposto di nuovo, in quanto l’anima ha avuto altre occasioni per risolverlo, ma non ha trovato il coraggio di liquidarlo, e questa volta sentirà un grande peso, poiché sa che dovrà imparare la lezione e non potrà più rimandare. Chi possiede questa configurazione planetaria è una vecchia anima che ha acquisito molta saggezza attraverso i secoli e le vite passate. Avendo già sperimentato tanto lo spreco, il lusso e le cose futili quanto la povertà, ora sa apprezzare quello che riceve e prende questa incarnazione molto sul serio. L’anima deve concentrare tutte le sue forze, come d’altronde sa fare, per portare a termine il suo compito evolutivo.

Urano retrogrado

Questo pianeta indica lo spazio, e in particolare lo spazio interiore. Questo spazio, in un certo senso, rappresenta la libertà divina che viene data ad ogni anima e senza la quale non è possibile esprimere amore. Il soggetto con Urano retrogrado alla nascita ha sempre la sensazione di avere poco spazio, e ha sempre paura di avere degli obblighi verso qualcuno, sentendosi soffocato, bloccato, limitato. Rivoluzionario, contesta sistematicamente qualsiasi forma di gerarchia e autorità. Non lo si può costringere a fare da gregario a nessuno, né è possibile “utilizzarlo” come subordinato. Il karma indica che deve essere un simbolo di libertà per coloro che si comportano come pecore, sempre prigionieri della paura.

Nettuno retrogrado

L’influsso generale di Nettuno è a volte frainteso. In realtà Nettuno gioca un ruolo importante nel rilascio di debiti karmici. Tendendo a dissolvere l’ego e, quindi le illusioni alle quali il soggetto si era attaccato, non fa altro che separarlo dalle apparenze e dalle cose di questo mondo: l’anima si libera dei falsi valori ereditati nelle sue vite precedenti. Inoltre, Nettuno è il pianeta dell’oblio che permette il perdono. La lezione karmica di Nettuno è: “dimenticare per perdonare”. Nettuno quindi consente all’anima di prendere le distanze dalle cose, per potersi sintonizzare con il cosmo e le leggi divine. Quando Nettuno è retrogrado e male aspettato (ad esempio, forma opposizioni o quadrature con altri pianeti nel TN), l’anima fa molta fatica a tollerare il peso del dolore terreno e tende a rifugiarsi nella droga, nell’alcool, nel sesso, e in evasioni mistiche. Alcuni autori ritengono che Nettuno retrogrado appartenga ad anime che hanno vissuto almeno una vita precedente ad Atlantide, 10 – 12000 anni fa.

Plutone retrogrado

Plutone è per sua natura un indicatore karmico: fornisce molte informazioni sulle vite precedenti e indica che in questa incarnazione ci saranno cambi di direzione, trasformazioni dolorose e radicali che dovranno portare l’anima a una dimensione superiore, per riorientarla verso nuove esigenze spirituali. Indica la possibilità di una notevole crescita spirituale. Il soggetto sarà costretto dagli eventi della sua vita a trasformarsi: la morte (reale o simbolica) di persone, idee e cose in cui crede lo porterà alla trasformazione che gli darà accesso a uno stadio superiore. Se un individuo ha sia Plutone sia Nettuno retrogradi, vivrà in questo mondo, ma in qualche modo si sentirà sempre separato dal piano materiale.

Se volete saperne di più, e avete domande più specifiche sui pianeti retrogradi nei segni e nelle case, scrivetemi e cercherò di soddisfare le vostre curiosità!

E non spaventiamoci se scopriamo di avere più pianeti retrogradi nel nostro TN! Ci sia di incoraggiamento e conforto sapere che anima e spirito sono al di sopra delle leggi del karma, e tutte le difficoltà possono essere superate. Solo attraverso il dolore e la fatica, e il superamento dei nostri limiti, possiamo mettere in atto la nostra crescita spirituale!

Fonte : https://lastronellamanica.com/category/astrologia-karmica/page/2/

Pagina FB : https://www.facebook.com/LAstro-nella-Manica-269493466450524/

Astrologia Karmica - Vol. 1
Nodi lunari e reincarnazione – I pianeti retrogradi

Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere

€ 23.5

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: