l'alba del sesto sole

01.01.2018 – L’INGRESSO NEL NUOVO ANNO NEL GIORNO DELLA NOTTE BLU LUNARE, KIN 223 – QUALE CIELO ASTROLOGICO ATTRAVERSIAMO DURANTE IL PASSAGGIO?

| 0 commenti

01.01.2018, Notte Blu Lunare, Kin 223, giorno 2 dell’Onda Incantata del Vento Bianco. Questa è l’energia galattica che descrive la natura dell’anno che sta per cominciare.

Il Vento Bianco è Conoscenza e Saggezza, e queste qualità sono supportate dal transito di Saturno in Capricorno che è appena iniziato lo scorso 20 dicembre e che proseguirà fino al 2020. Quindi il 2018 si apre offrendoci l’opportunità di respirare dentro la Saggezza innata, risvegliando il contatto con il Maestro Interiore.


In base al Sincronario Galattico il Primo Gennaio 2018 assume la forma della Notte Blu Lunare, Kin 223, che diventa così l’Identità Galattica dell’anno. La Notte Blu è il Sognatore, e quando risuona al Tono Lunare essa ci presenta la Sfida di voler mantenere la focalizzazione verso un obiettivo nel tempo, così da rendere concreta una visione. Anche questo conferma lo stesso insegnamento di Saturno in Capricorno, che stimola la tenacia e la determinazione.
Durante l’anno sarà interessante osservarci vivere, individuare quali siano i punti di forza, quanto crediamo in ciò che crediamo, quanto forte sia il nostro animo, quanto centrati siamo nel Cuore e nella Ricerca della Verità.
In ogni caso, un anno che inizia con l’energia del Tono Lunare ci presenta la difficoltosa prospettiva della dualità consapevole. Diventa sempre più chiaro cosa per noi significhi sentirci separati, proiettare continuamente nel mondo esterno la responsabilità, proiettare sugli altri le parti di noi stessi che non vogliamo vedere. La parte interessante è che in un modo o nell’altro saremo sfidati ad aprire gli occhi su questa tematica talmente avvolgente per gli umani che la maggior parte di noi ne è totalmente inconsapevole.
Dall’acquisire la vista sulla reale natura della dualità nasce il senso di unità, ovviamente, di integrità e di pace. Da tempo scrivo come sia ora di fare pace dentro. Questo è il momento, guardando il mondo esterno come un’emanazione nostra, dove le situazioni arrivano per permetterci una data esperienza.


Il Tono Lunare è il secondo tra i 13 Toni Galattici, le 13 vibrazioni che emanano dalla Fonte, chiamato Hunab Ku dai Maya Galattici, l’Eterno Datore di Movimento e di Misura, quale manifestazione dell’energia dell’Uno, per appronfondimenti leggi QUI.

In base all’Astrologia Solare il 2018 inizia con una potentissima Quadratura tra i Nodi Lunari (Asse Aquario/Leone) e Giove congiunto a Marte in Scorpione. Non ci può muovere verso nulla di nuovo se l’intento non è allineato con la Ricerca della Verità, e questo vale in ogni settore dell’esistenza. Il confronto con se stessi diventa forte e non è più possibile raccontarsi storie.

Leone, Scorpione ed Aquario fanno parte del gruppo dei Segni Fissi, i segni del Radicamento. Essi mantengono forte una posizione, non si muovono, affinché l’energia della Nuova Luce possa attecchire nella Coscienza, aprendo la porta all’Oltre, cosicché il Cielo diventi visibile sulla Terra, attraverso la Luce che emana dagli sguardi degli umani.
A livello collettivo questi movimenti coinvolgono la Casa II, il valore che diamo a noi stessi, la Casa IV, le Radici, la Casa del Padre e la X, l’Autonomia, Casa della Madre.
Ci sono pochi commenti da fare, se non per sottolineare che il Viaggio evolutivo indicato dai Nodi Lunari ci spinge ad abbandonare le mura sicure del noto per prendere l’uscita verso tutto quello che è l’ignoto, concedendoci finalmente di manifestare ciò che cui siamo nati. E’ molto bello come percorso ma difficile perché costa il prezzo della responsabilità. Inutile continuare a battere i piedi pretendendo che la vita sia come vogliamo che sia. E’ ora di arrendersi e lasciarsi trasportare dal flusso dell’Intelligenza di Luce che ci abita. La cosa facile del 2018 è che non sarà possibile fare altro che questo: arrendersi. Una bella lezione costante nel tempo.
Un buon viaggio a tutti e l’augurio che emano è che ognuno di noi sappia risvegliare la quantità d’amore di cui siamo portatori spontanei. Tutto il resto si manifesterà da lì.
In lak’ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila

Fonte : http://ashtalan.blogspot.it/2017/12/01012018-lingresso-nel-nuovo-anno-nel.html


LE CATEGORIE DELLE SEGUENTI PUBBLICITA’ SONO STATE FILTRATE

Loading…

Grazie...

Condividi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.