l'alba del sesto sole

31 GENNAIO – 1 FEBBRAIO IMBOLC : LIBERARE IL NOSTRO INFINITO POTENZIALE

| 0 commenti

16073450_5510_625x1000

Imbolc, Candlemass o Candelora, è il tempo in cui il grembo della Terra che nel periodo invernale ha custodito pazientemente i semi della prossima primavera, riceve le energie cosmiche, la spinta sacra alla nascita. Il seme, per poter Venire alla Luce, deve permettersi di uscire dal luogo caldo, umido, comodo, dal buio nutriente per sbocciare in una realtà sconosciuta.
Cos’è che spinge il seme a Fiorire? a lasciare il conosciuto per il mistero?
La stessa energia che spinge il bruco a non resistere alla trasformazione che lo renderà farfalla.
Sia il seme che il bruco non sanno coscientemente in cosa si stanno Trasmutando, non sanno che saranno più belli, perfetti, completi, divini.
Nel seme e nel bruco esiste l’istinto, a cui si abbandonano in perfetta fiducia, sanno che quello è l’unico modo per divenire quello che veramente sono, resistere alla Trasmutazione, scegliere di rimanere seme e bruco semplicemente non è naturale.


Quello che avviene nella natura, è una parabola meravigliosamente preziosa per raccontarci quello che avviene nel profondo di noi.
Il seme come nostro potenziale infinito di bellezza, grazia, perfezione, è lì nel buio, comodo, nutriente del nostro Essere, è pronto a ricevere la spinta energetica per Venire al Mondo.
E’ necessario però che sacrifichiamo l’immagine di noi stessi che ci siamo fatti, ogni cosa che consideriamo la nostra realtà. Dobbiamo necessariamente lasciare la crisalide di ciò che abbiamo sempre creduto di essere e permettiamo a Ciò che realmente Siamo di Nascere.
La crisalide per il bruco e il seme per il fiore, sono semplicemente fasi; uno stadio, non quello che Realmente Sono. E’ solo uno dei potenziali, non il potenziale unico e ultimo, nonostante sia il bruco che il seme non sappiano quello che diventeranno seguono l’istinto naturale, e in totale fiducia permettono al potenziale di quello che realmente sono di svilupparsi.
L’essere umano spesso, rimane invece nella sua originaria forma di bruco o seme, pensa che semplicemente è tutto lì, costruisce limiti e barriere invalicabili trasformando la crisalide in una sicura, comoda prigione.
E se fuori c’è la possibilità di essere farfalla?
Meglio non fidarsi, continuare a creare bruchi sempre più intelligenti, sempre più tecnologici, sempre più raffinati, ma che rimangono bruchi.
Ci hanno insegnato che non potremo mai essere perfetti, sani, immortali e noi bruchi ci siamo rassegnati a non poter avere le ali. Ci siamo organizzati un mondo su misura di bruchi e semplicemente ammiriamo le farfalle come un’altra specie, qualcosa che noi non potremo mai essere.
La libertà della farfalla in fondo ci spaventa anche.Se riusciamo a renderci conto che forse possiamo diventare farfalle, subito ci tiriamo indietro perché questa nuova rivelazione, intuizione, ci spinge fuori dall’unico mondo che conosciamo; ci rende un’altra specie.

E’ il momento amati esseri umani di renderci conto che non esiste nessuno di noi che non è farfalla, siamo tutti farfalle che fingiamo di essere bruchi, alcuni diventano quello che in realtà sono, altri li ammirano e costruiscono crisalidi sempre più resistenti perchè la trasformazione non giunga mai al termine.
Come decidiamo di Venire al mondo in questa nuova primavera?
Nessuno romperà la nostra crisalide, nessuno costringerà il vostro seme a divenire fiore.
Cosa ci spingerà a lasciare il nostro ruolo di bruchi?
L’assoluta Fiducia che è nostro Diritto Essere Farfalle.

Emanuela Pacifici

FONTE:http://nelnomedellamadre.blogspot.it/2016/01/imbolc-liberare-il-nostro-infinito.html

Liberarsi dentro per Liberarsi Fuori

Voto medio su 1 recensioni: Buono

Libera il Tuo Potere Interiore

Voto medio su 10 recensioni: Da non perdere

Loading…

Grazie...

Condividi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.