l'alba del sesto sole

APRILE 2017-MERCURIO RETROGRADO TRA TORO E ARIETE – L’INTEGRAZIONE DEL SE’ MANCANTE –

| 0 commenti

Per la seconda volta nel 2017, il 09 aprile (ore 23,14 UTC) Mercurio ha iniziato il suo moto in retrogradazione a 04° del Toro. Il 21 aprile torna in Ariete, finché il 04 maggio riprende il moto diretto. Questo movimento del pianeta più vicino al Sole accade tre volte all’anno, solitamente in inverno, poi in primavera ed infine in autunno.

La cosa più comune che si legge rispetto ad esso è che il moto retrogrado di Mercurio rende difficoltose le transazioni finanziarie, per cui si consiglia sempre di astenersi dal firmare contratti o dare inizio a nuove imprese.

Dal punto di vista del cammino del Sé, Mercurio retrogrado in Toro ha creato uno splendido Quinconce con la Luna Nera durante lo scorso Plenilunio dell’11 aprile, mettendoci di fronte ad incontri di una certa rilevanza. E’ possibile che in questi giorni possiamo aver incronciato persone molto particolari, che ci muovono dentro, che ci sconvolgono ed aprono in noi panorami antichi, dimenticati. E’ necessario mantenere la calma e la centratura in questi frangenti perché quando Mercurio è retrogrado è come se si aprissero portali spazio-temporali. Sappiamo quanto il processo di lasciar andare sia attivo ora. Ciò significa che, quando uno strato di emozioni viene trasformato e purificato, altri risalgono alla superficie, ancora più profondi e nascosti dei precedenti. E’ dunque possibile che l’affiorare di queste vibrazioni inconsce richiamino esperienze passate, ed all’improvviso ci si ritrova dentro fiumi emozionali di un’intensità impossibile (perché rimasti nascosti). Spiego meglio: l’anima è un magazzino di ricordi ed esperienze spesso, ma non sempre, legati a dolori e sofferenze. Nel corso dell’esistenza, periodicamente entriamo in una modalità in cui si aprono delle bolle che contengono determinati ricordi. Allora incontriamo esseri che probabilmente erano con noi in quel dato spazio-tempo ed insieme percorriamo un sentiero comune per riconoscersi e finalmente lasciarsi andare nella pace. Per questo spesso ci si incontra: per riconoscersi, ringraziarsi reciprocamente della presenza dell’altro e poi per andare ciascuno in pace verso il proprio cammino.
Quando, come ora, ci sono 4 pianeti retrogradi, questi passaggi possono essere più frequenti. Gli incontri devono essere presi con quanta più leggerezza possibile perché hanno la funzione di aiutarci a ricordare chi siamo. Le persone che riconosciamo ci portano in dono pezzi di noi stessi che avevamo lasciato indietro. E’ importante non scambiare questo per amore. Ciò che si ama è la scintilla di luce che la persona ci consegna, non la persona in sé. E’ molto importante mantenere questo tipo di centratura. In questo modo si apre poi un periodo di integrazione di un nostro aspetto negato, rifiutato, e da lì nasce un grande senso di integrità, di avvenuta guarigione. Sperimentiamo ciò che si chiama Presenza, e tutto scorre molto più fluido sia dentro che fuori.
Può anche accadere che non sia necessario un incontro vero e proprio per attivare il ricordo. E’ possibile che improvvisamente ci arrivino comprensioni, illuminazioni, intuizioni, che risistemano tutto il quadro generale che chiamiamo IO. Possiamo essere arrivati ad un punto tale per cui avviene un allineamento tra Cielo e Terra, dove il primo è il nostro Corpo di Luce e la seconda il corpo fisico, oppure la mente ed il cuore. In ogni caso c’è una coincidenza di pezzi del puzzle che prima non collimavano e che ora invece si contengono completamente. Così sta operando Mercurio fino al 20 aprile pomeriggio UTC, finché cioè retrocede da 04° a 0° gradi del Toro, mantenendo il Quinconce con Lilith in Sagittario.
Alle 17,37 UTC Mercurio passa a 29° dell’Ariete, e ci congiunge con Urano a 24° (la congiunzione precisa al grado ci sarà a fine mese). Anche il Sole, ormai passato in Toro, è comunque coinvolto in questo aspetto a 0° del Toro. Tutto farebbe presagire un contenimento delle intenzioni aggressive delle varie potenze mondiali.

A livello personale e spirituale, l’attenzione è di nuovo centrata sulla Coppia, perché questa congiunzione avviene nella Casa VII, il settore che riguarda le relazioni. La verità del cuore venuta a galla nella prima parte di retrogradazione di Mercurio in Toro porta ora una nuova consapevolezza, chiarezza e soprattutto non ci permette più di stare dentro una mezza felicità. Il passato (Mercurio retrogrado) ci mette di fronte a ciò che avevamo ignorato per comodità o codardia. Tuttavia non possiamo più ignorare lo stato attuale delle cose ed è ora di prendere le giuste decisioni, o almeno di arrendersi, accettare l’evidenza. La congiunzione di Urano con Mercurio retrogrado fino al 03 maggio non ci permette più di mentire a noi stessi. Qualunque sia, la verità che ci riguarda viene a galla, così da guarire il cuore, lasciar andare i pesi, trovare la strada, ricostruire un senso.
E’ dunque un passaggio delicatissimo quello dentro cui ci troviamo. E’ bene prendersi cura di sé, delle proprie urgenze, lasciando che i segreti, le omertà e le mezze verità con cui abbiamo offuscato il cuore si dissolvano. Urano è uno specchio e Mercurio retrogrado è il passato che riaffiora da lì. Che ognuno ci ritrovi se stesso per integrare ciò che mancava.
Stefania Gyan Salila

PS dal 17 al 31 maggio si riforma di nuovo l’aspetto di Quinconce tra Mercurio in Toro e Lilith in Sagittario – ne scriverò ovviamente a suo tempo, ma ci sarà l’apertura di un’altra interessante finestra di guarigione del Cuore


Mercurio - Acqua Vibrazionale
Attivazione, sapienza, risveglio, conoscenza – Le acque dei pianeti e delle stelle
€ 21.9

Grazie...

Condividi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.