l'alba del sesto sole

ARRENDITI E AFFERRA LA TUA OCCASIONE di Alessandra Ruta

| 0 commenti

Le cicatrici sono il segno che è stata dura. Il sorriso è il segno che ce l’hai fatta”. 

Madre Teresa 

Siamo arrivati al punto di rottura.

Da questo momento in poi niente sarà più come prima. La direzione che prenderemo dipenderà soltanto da noi, dal nostro coraggio e dalla volontà di voler compiere o meno atti rivoluzionari che invertano definitivamente la rotta. Fuori o dentro… Non sarà facile, né veloce, ma per chi lo vorrà sarà possibile.

L’oscurità è densissima.

Notizie che cadono a valanga ci tirano da un lato all’altro come fossimo un elastico. Si, è la guerra di tutti senza distinzioni. E’ la radice che trema. Le fondamenta che vacillano. Uno dopo l’altro crollano i punti di riferimento, non resta più niente cui aggrapparsi. Nessuna sicurezza, nessun conforto. Fino ad ora abbiamo gridato le nostre opinioni e ampiamente dibattuto su quelle degli altri sparando a zero senza riserve con giudizi e sentenze. Ci siamo dimenati con tutte le nostre forze ostacolando quel tremore interno che non ci faceva star fermi neanche dentro quattro mura.

Osserviamoci.

La tendenza si ripropone ogni volta identica: riempire un vuoto terrificante utilizzando parole e azioni compulsive. Da sempre siamo nel fare e illusoriamente ci identifichiamo con questo. Vogliamo capire sempre tutto e crediamo che il nostro operato sia indispensabile per noi stessi o per qualcun’altro e che ogni cosa dipenda da ciò che quotidianamente compiamo. E inoltre immaginiamo che se “non facciamo” siamo mancanti nei confronti del nostro ruolo fatto di obblighi e doveri e se “non diciamo” nessuno ci consideri e rischiamo di divenire invisibili agli occhi degli altri. Ma le cose come è ben evidente, sono fuori da qualsiasi tipo di controllo e accadono aldilà del nostro volere.

Cambia la Tua Vita
Nati per essere felici, non per soffrire

Voto medio su 9 recensioni: Da non perdere

€ 16,50

Siamo attori e spettatori nostro malgrado di un epocale momento che ho chiamato de-costruzione”, perché sia la distruzione che la costruzione camminano sotto braccio. Questo tempo distrugge e crea, toglie e dona, unisce e divide. E anche se in questo momento può sembrare difficile immaginarlo, dall’orizzonte ogni cosa è in arrivo, ma si manifesterà solo quando saremo pronti per abbracciarla totalmente. Dopo aver camminato nel caos più totale, tra le macerie e nel silenzio assordante. Quando avremo imboccato la nostra direzione con fermezza e ci saremo affidati completamente. Quando saremo davvero disposti a lasciar andare senza trattene, senza la paura della perdita, senza la paura di aver paura…

Osserviamoci.

Le emozioni fanno l’altalena e nel nostro nuovo microcosmo viviamo a fatica oscillando tra attimi di rabbia e panico che a tratti lasciano spazio a barlumi di speranza mista a rassegnazione. E soprattutto conviviamo con la morte. Stiamo facendo i conti col buio più profondo e come per effetto domino uno dopo l’altro quei demoni che credevamo belli che sepolti tornano a galla. Il pieno ed il vuoto si fondono come il giorno con la notte e si naviga tra gli opposti tanto velocemente da perdere il fiato. Luce e ombra si passano il testimone e non si può fare a meno di assecondare tale flusso mentre noi continuiamo a domandarci quando finirà tutto questo…

Ma è proprio qui che sta l’errore. Nel pensare che la “Fine” definisca un confine oltre il quale tutto possa cambiare. L’attesa della “Fine è solo un bisogno dell’Ego di controllare le cose. In questo momento possiamo solo navigare a vista convogliando gli stati di bisogno più reconditi dentro di noi, diventando il faro di noi stessi, trasformandoci nella nostra unica e sola risorsa oltre che nel centro più forte. Il vero cambiamento non aspetta la “Fine”, il vero cambiamento si compie durante il cammino. L’esperienza è nel viaggio non nella meta. Ed è proprio qui che vive l’Occasione….

La Forza della Resilienza
I 12 segreti per essere felici, appagati e calmi
€ 14,00

L’occasione di fermarci senza fare né dire nulla. Di ridefinire le nostre priorità. Di restare nell’ascolto e nella scrupolosa osservazione di questa danza tra il vuoto e i moti dell’anima…

Arrendiamoci a ciò che in questo momento è.

Arrendiamoci al non sapere.

Ognuno coi propri mezzi processerà tutto questo secondo il grado di evoluzione in cui si trova. Anime antiche che già erano in un autentico cammino si eleveranno ancor più nella luce portando messaggi e supporto per tutti coloro che ne avranno bisogno, altre si desteranno mentre altre ancora continueranno a vivere in uno stato di sonno, cieche e sorde rispetto al proprio sentire.

Ma l’occasione è per tutti indistintamente.. Un’occasione che porterà i suoi frutti soltanto a chi sarà pronto per compiere il salto…a chi consapevolmente farà una scelta.

Aldilà della guerra e del dolore, dell’inquietudine e della rabbia il nuovo scenario ha spalancato le sue porte dorate innanzi a tutti quei coraggiosi che non temono il buio e che navigano nella paura con la luce accesa. Che camminano con la fiducia che qualcosa di infinitamente più grande di noi ci ama, che ascoltano il cuore e seguono il proprio sentire nonostante tutto, anche e soprattutto in questo momento, nel dolore e nella solitudine più profonde. “Dall’altra parte” del ponte vive un mondo nuovo, che si manifesterà a tutte quelle anime pronte a conoscere o ancor più ri-conoscere la propria Essenza, che vogliono sperimentare la nudità primordiale dell’Essere assaporando la ricchezza e la fertilità più vera nella de-costruzione e nel nulla

Perché i fiori crescono anche nel cemento.

Perché niente è impossibile. Basta volerlo.

Con amore,

Alessandra Ruta

sultettoconale.wordpress.com

@la_fatina_ale

Fonte : https://sultettoconale.wordpress.com/2020/03/31/arrenditi-e-afferra-la-tua-occasione/

Se il mio sito per te è fonte di
crescita ed evoluzione
sostienilo con una donazione



Grazie

Loading…

Grazie...

Condividi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.