l'alba del sesto sole

ASTRI E DISASTRI -L’OROSCOPO CHE NON è UN OROSCOPO -SETTIMANA DAL 4 al 10 FEBBRAIO 2018 di Gaia Rosini

| 0 commenti

 

Salve amici da oggi comincia una nuova rubrica di oroscopi settimanali  di Gaia Rosini molto originale e di rara consapevolezza,un modo di fare astrologia che induce all’ approfondimento dei temi trattati  segno per segno  con leggerezza e sagacia .Il sottile humour è un fiore all’occhiello di questo oroscopo non oroscopo  così particolare .Ringrazio l’autrice per aver accettato di collaborare con il mio blog .Consiglio inoltre a tutti i miei lettori, una visita al blog di Gaia al suo meraviglioso  sito e alla sua pagina FB,troverete i link in calce all’articolo. Cammina nel Sole 

ARIETE – 4/10 febbraio 2018

Questa settimana l’oroscopo è ispirato al libro L’arte di ascoltare e altri mondi possibili, di Marianella Sclavi.

La popolazione eschimese Utkut, del Nord Canada, da adulta non conosce l’aggressività, tanto che non ha neppure un nome per indicarla e se capita, la descrive solo come un ‘comportamento bambinesco’ o ‘immaturo’. Un’antropologa in visita presso questa comunità, narra di come lei, pur essendo cresciuta in una società non violenta, di tanto in tanto, in particolari situazioni di tensione, non riuscisse a controllarsi, venendo appunto giudicata, dalla popolazione locale, bambinesca e immatura e, quindi, trattata come tale. Cari Ariete, forse ogni tanto siete un po’ bambineschi, non vi stupite se poi vi trattano di conseguenza. Vi invito a fare un breve soggiorno presso gli Utkut.

Esercizio: fate l’imitazione di un bambino che fa i capricci.

 

TORO – 4/10 febbraio 2018

Questa settimana l’oroscopo è ispirato al libro L’arte di ascoltare e altri mondi possibili, di Marianella Sclavi.

Secondo alcune scuole di pensiero l’uso del predicato essere, esclude e irrigidisce. Ossia, dire: questa cosa è così, piuttosto che mi sembra così o la vedo così, mette in una condizione di chiusura mentale che non prende in considerazione la soggettività della percezione dando per scontato che tutti facciano la nostra stessa esperienza. Di contro, dire ‘io vedo questo’ induce ad essere più flessibili e disponibili all’esplorazione di altri punti di vista. Per pensare correttamente è dunque consigliabile supporre che tutte le qualità, gli attributi e gli aggettivi che riferiamo a qualcosa, siano sempre frutto di un’interazione col nostro punto di vista e, pertanto, parzialmente soggettivi. Cari Toro, prendete in considerazione che il senso e il significato delle cose sia attribuito da voi. Provate a rinunciare al verbo essere e a sostituirlo con ‘come se’.

Esercizio: Provate a immaginare un mondo (una città, una scuola) in cui il diritto di ognuno di interrogarsi e interrogare gli altri sia considerato prezioso.

 

GEMELLI – 4/10 febbraio 2018

Questa settimana l’oroscopo è ispirato al libro L’arte di ascoltare e altri mondi possibili, di Marianella Sclavi.

Secondo molti terapeuti la comunicazione e la comprensione umana avvengono attraverso mezzi più sottili e meno tangibili della parola e del gesto. Rollo may dice che gran parte della comunicazione umana avviene attraverso i piccoli gesti dei quali non siamo consapevoli: le variazioni impercettibili dell’espressione facciale, i lievi trasalimenti all’apparire di pensieri sgradevoli e il repentino illuminarsi dello sguardo di fronte a un’idea piacevole. Cari Gemelli, non vi fermate alle parole. Provate a concentrarvi più sul non detto piuttosto che sul detto. Non tralasciate i dettagli.

Esercizio: giocate a poker.

 

CANCRO – 4/10 febbraio 2018

Questa settimana l’oroscopo è ispirato al libro L’arte di ascoltare e altri mondi possibili, di Marianella Sclavi.

Un assunto basilare della terapia Adleriana è quello secondo cui se una persona comprende veramente, agirà correttamente. In pratica, come direbbe Socrate, conoscere è fare. Ciò equivale a dire che la comprensione di un problema opera già di per sé una certa trasformazione nella persona. Molti, tuttavia, non sarebbero d’accordo. In effetti, è pieno il mondo di persone che a parole sembrano aver capito perfettamente ma che poi non fanno niente per cambiare la situazione. Adler avevo dunque torto? Può darsi. Ma forse, la domanda più pertinente è: cosa vuol dire ‘comprendere veramente’? Cari Cancro, non vi fermate a una comprensione cognitiva del problema, dovete capire con tutto il corpo. Rinunciate a parlare e provate a stare nel problema finché questo non vi illumini dall’interno.

Esercizio: scegliete una questione che vi sta a cuore e ogni volta che vi viene voglia di parlare o qualcuno vi chiede qualcosa al riguardo, dite: princesa banana hama.

 

LEONE – 4/10 febbraio 2018

Questa settimana l’oroscopo è ispirato al libro L’arte di ascoltare e altri mondi possibili, di Marianella Sclavi.

In italiano non esiste una traduzione letterale dell’ingleseLeader. Abbiamo capo, dirigente, comandante ma, a pensarci bene, non sono la stessa cosa. Un capo è qualcosa di imposto, i cui ordini vanno eseguiti; un leader è scelto liberamente e può cessare di essere leader in qualunque momento se chi lo segue cambia idea. Se il suo carisma cala, viene meno anche la sua leadership. Il fatto che la nostra lingua non abbia una parola corrispondente non è irrilevante e denota che nella nostra tradizione culturale l’esperienza di scegliersi un capo è considerata marginale mentre è molto più diffusa l’esperienza di ubbidire. L’idea che il potere non sia qualcosa che si prende e si tiene ma che ci è ‘dato’ dagli altri, e che si può perdere in qualsiasi momento, è tipica della democrazia. Cari Leone, indossate i panni del leader e abbandonate quelli di capo.

Esercizio: guardate un discorso di Obama.

 

VERGINE – 4/10 febbraio 2018

Questa settimana l’oroscopo è ispirato al libro L’arte di ascoltare e altri mondi possibili, di Marianella Sclavi.

La qualità dell’ascolto è fortemente influenzato dallo status di chi parla. Infatti, maggiore è l’autorità e il prestigio della persona che ascoltiamo e più ci rendiamo automaticamente disponibili a darci da fare per rendere ‘sensato’ quello che fa o dice, anche quando asserisce cose banali. Di contro, quando chi ‘parla e fa’ è in una posizione marginale rispetto a noi (o rispetto alla società) altrettanto automaticamente tendiamo ad ascoltare in maniera ‘passiva’, ossia poco interessata e spesso prevenuta; ci risparmiamo nello sforzo di capire. Essere consapevoli di questo meccanismo è estremamente importante perché può aiutare a resettare i filtri in entrata delle informazioni cui decidiamo di prestare attenzione. Cari Vergine, andate controcorrente e cominciate ad ascoltare dal basso.

Esercizio: parlate con un bambino ascoltandolo come se fosse la massima autorità riguardo a ciò che vi sta dicendo.

 

BILANCIA – 4/10 febbraio 2018

Questa settimana l’oroscopo è ispirato al libro L’arte di ascoltare e altri mondi possibili, di Marianella Sclavi.

Avete mai pensato all’emozione dell’imbarazzo? A come siamo soliti, comunemente, affrontare le occasioni di imbarazzo? Cosa facciamo? In linea di massima cerchiamo di evitarle e, se capitano, ci affrettiamo a porvi rimedio nel modo più rapido e disinvolto possibile. Il messaggio è: non è successo niente. Siamo soliti considerare la vita come un’auspicabile continuità di comportamenti prevedibili turbata da malaugurati incidenti di percorso. La domanda è: perché non provare, invece, a considerarla come un susseguirsi di imbarazzanti imprevisti grazie ai quali è possibile crescere e imparare a vedere le cose in modi nuovi? Cari Bilancia, costruite ponti verso mondi diversi e inesplorati. Impegnatevi a trasformare l’imbarazzo in occasioni di conoscenza e apprendimento, considerandolo non come qualcosa da evitare ma come un’interessante dissonanza che è un indizio e non risultato ultimo.

Esercizio: riportate alla mente una situazione di grande imbarazzo e provate a raccontarla ispirandovi a 3 diverse categorie cinematografiche, ad es: horror, commedia e drammatica. Scegliete voi quali.

 

SCORPIONE – 4/10 febbraio 2018

Questa settimana l’oroscopo è ispirato al libroL’arte di ascoltare e altri mondi possibili, di Marianella Sclavi.

Gli indiani Hopo, dell’America settentrionale, hanno solo due parole per indicare tutte le cose che volano: una si riferisce agli uccelli e l’altra a tutto il resto. Ciò significa che loro usano la stessa parola per indicare un calabrone, un aereo o un aviatore. Molti si chiederanno: ma come fanno a capirsi? È assurdo! Facciamo un esempio inverso: gli eschimesi hanno una quindicina di parole distinte per indicare la neve; se è fiocchi larghi e attecchisce o larghi e melmosa; il nevischio, la neve ghiacciata sul terreno etc. Per cui, se un eschimese venisse in Italia e vedesse che usiamo la parola ‘neve’ sia per quei 4 fiocchi romani che si sciolgono prima di toccare terra quanto per l’innevata Cortina, penserebbe: che barbari! Come fanno a capirsi?! Cari Scorpioni, non dimenticate chi siete e da dove venite. Tenerlo presente vi aiuterà a comprendere la parzialità delle vostre convinzioni. Tutto è relativo.

Esercizio: inventate 5 parole diverse per definire ‘l’avere ragione’, ognuno con un significato e una sfumatura bene distinte.

 

SAGITTARIO – 4/10 febbraio 2018

Questa settimana l’oroscopo è ispirato al libroL’arte di ascoltare e altri mondi possibili, di Marianella Sclavi.

Pur essendo un’emozione universale, l’ira è diversa da cultura a cultura. Per gli Ilongotdelle Filippine, per esempio, l’immagine che corrisponde all’ira è quella di una ‘rappresentazione a pagamento’, cioè l’impulso dell’aggressività è accettato, a livello sociale, unicamente pagando qualcun altro perché vada a fare una scenata al tuo posto. Quanto invece uno si mette a tirare pugni o altro, quello non è definito ‘ira’ ma solo ‘un maiale impazzito’. La classe operaia statunitense, invece, ritiene che la le manifestazioni d’ira aiutino a superare la paura e ad esprimere la propria indipendenza. Ciò a dire che il significato è fortemente condizionato dal contesto di riferimento. Cari Sagittario, non date per scontato che il significato che voi attribuite sia universale. Ricordate sempre di studiare il contesto di riferimento della persona che avete di fronte. In poche parole, provate a essere meno intransigenti e, nel caso, mandate qualcun altro a fare la scenata.

Esercizio: chiedete la collaborazione di un amico che dovrà interpretare e drammatizzare al posto vostro le vostre emozioni nel corso della settimana. Spiegategli bene cosa sentite e guardatelo mettervi in scena.

 

CAPRICORNO – 4/10 febbraio 2018

Questa settimana l’oroscopo è ispirato al libro L’arte di ascoltare e altri mondi possibili, di Marianella Sclavi.

Il fatto che i bambini trasformino così spesso i tavoli in capanne (cosa che fa impazzire le mamme) è connesso al loro piano di osservazione, alla loro prospettiva. Essendo più bassi degli adulti non sono interessati al piano superiore del tavolo (che possono vedere solo salendo su una sedia) quanto piuttosto alla parte alla loro portata, ossia la cavità sottostante. Ecco che cambiando prospettiva il tavolo cambia anche funzione, e la loro zona di interesse diventa proprio quella cui noi adulti non badiamo, semplicemente perché non la vediamo. E’ probabile che lasciati liberi, i bambini mangerebbero (come è logico) dentro la capanna, ossia sotto il tavolo. D’altronde nessuno mangia su un tetto! Cari Capricorno, provate a essere più flessibili e a cambiare prospettiva. Forse da un’altra angolazione quello che non aveva senso prima potrebbe averlo adesso. Per fare ciò però, è indispensabile ragionare fuori dagli schemi.

Esercizio: risolvete il quesito dei 9 punti.

 

ACQUARIO – 4/10 febbraio 2018

Questa settimana l’oroscopo è ispirato al libro L’arte di ascoltare e altri mondi possibili, di Marianella Sclavi.

A roma, nel 1893 per la prima una donna si iscrisse alla facoltà di medicina della Sapienza. Essa venne rifiutata in quanto ‘le donne non erano adatte per questo tipo di professione”. In seguito a tale audacia, anche suo padre minacciò di ripudiarla e, in effetti, lo fece. La donna decise allora di chiedere sostegno all’uomo più potente del tempo, il Papa, il quale invece l’appoggiò; fu così che, grazie anche al sostegno della madre, Maria Montessori, donna di ostinata determinazione, riuscì a iscriversi a medicina e a divenire colei il cui metodo pedagogico è, ancora oggi, considerato rivoluzionario, innovativo, moderno ed efficace. Cari Acquario, non lasciate siano altri a decidere chi dovete essere o cosa potete diventare. E per altri, intendo anche le vostre paure. Risplendete.

Esercizio: Fate una ricerca sul campo: intervistate le vostre conoscenze e trovate 3 persone che hanno fatto qualcosa che ritenevano impossibile. Fatevi raccontare la loro storia annotando i vostri pensieri e le vostre reazioni su un taccuino.

 

PESCI – 4/10 febbraio 2018

Questa settimana l’oroscopo è ispirato al libroL’arte di ascoltare e altri mondi possibili, di Marianella Sclavi.

Nevrosi vuol dire indebolimento della guida dell’Io, incapacità di decidere in quale direzione muoversi e, di conseguenza, paralisi dell’azione efficace. Cari Pesci, siamo tutti un po’ nevrotici, nel senso che quasi tutti, in linea di massima, abbiamo un’area della nostra vita in cui non riusciamo a ottenere cambiamenti apprezzabili. Qual è la vostra? Rintracciate la vostra nevrosi, senza giudizi e senza fare nulla. Osservatela con interesse. La semplice visione, a volte, ha conseguenze stupefacenti.

Esercizio: fate la top ten delle persone più nevrotiche che conoscete.

Fonte: http://brezsnychi.blogspot.it/

Sito : http://astramente.blogspot.it/

Pagina FB : https://www.facebook.com/astriedisastri/

Manuale di Astrologia
Come scoprire gli aspetti segreti della personalità con l’aiuto delle stelle
€ 15

Loading…

 

Grazie...

Condividi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.