La parola-chiave che continua a manifestarsi prepotentemente nella mente è “coraggio”.
Ho sempre creduto che “essere coraggiosi” significasse avere la forza fisica e morale di affrontare problemi, od ostacoli, o blocchi.
Ho sempre “creduto”, appunto.
In questa ultimi anni di Risveglio della Coscienza, invece, ho scoperto che vivere coraggiosamente significa affrontare le questioni emozionali che fanno tremare dentro.


E’ nelle piccole cose quotidiane che misuri realmente la capacità del coraggio, intima, nella tua capacità di STARE quando qualcosa che viene detto o fatto ti fa soffrire emotivamente.
Guardati intorno: le persone litigano (e forse anche tu) per cose davvero inconsistenti, se ne analizzi davvero la natura da un punto di vista della Coscienza.
E’ veramente importante che mio figlio creda o meno in Dio?
E’ veramente importante che mia madre mi riconosca e mi dica “brava”?
E’ veramente importante che prenda un bel voto a scuola o che vinca un premio in una competizione?
E’ veramente importante quello che chiamo “status sociale”?
È veramente importante difendere la mia opinione su tutto?
Avere coraggio è saper ESSERE ciò che si è, senza nascondersi, senza indossare maschere.
Avere coraggio è essere gentili ed accoglienti quando il mondo ti dice di temere l’altro.


Avere coraggio è saper dire quello che si sente, quando lo si sente, senza offendere l’altro, senza attaccare, difendere, aggredire, ferire.
Avere coraggio è saper guardare dentro perché conosciamo la verità di “come dentro, così fuori”.
Sapere di essere coraggiosi, perché si sa andare dentro, sempre più in profondità, non necessità una conferma esterna.
Il vero coraggioso non ha bisogno che qualcuno gli dica “bravo”, “sei coraggioso”.
Chi conosce la sua fragilità, conosce il coraggio di manifestarla.
Chi conosce la sua vulnerabilità, conosce anche la vera forza del Cuore.
Il Mondo ha bisogno di coraggiosi emozionali e spirituali…di muscolosi mentali e fisici ipertrofici ce ne sono a sufficienza.
Il Mondo ha bisogno di chi ha il coraggio di parlare di Amore, di AGIRE l’amore, nonostante tutto il grigiore che diventa “normalità”

.
Ognuno faccia come può, come riesce, anche nel piccolo.
Ciò che si semina, si raccoglie.
Io scelgo di seminare AMORE, come posso, come riesco, con tutti i limiti che ho ma anche attingendo al coraggio della mia Essenza.
Io scelgo la GIOIA e la GRATITUDINE.
Nessuno è troppo piccolo per fare la differenza qui e ora.
Così è.
Manuela Forte

Fonte :

Se il mio sito per te è fonte di
crescita ed evoluzione
sostienilo con una donazione



Grazie

Loading…

Lascia un commento