di Delphine ORIEUX

Tutto ciò che sta accadendo ora è il risultato di scelte passate, ricordi passati e paure create durante i traumi originali della discesa vibrazionale di ogni coscienza individualizzata incarnata, qui sulla Terra.

La sequenza degli eventi era solo schemi ripetitivi, che l’uomo ricreava ogni volta per darsi l’opportunità di chiarire la sua comprensione delle esperienze passate, di riprodurle e possibilmente trascenderle.

Se oggi tutte le paure, le conseguenze materiali e le scelte collettive sono dirette verso queste convinzioni create nel passato, questa rivisitazione è ora L’OPPORTUNITÀ di lasciare andare il passato per creare un presente basato sulla fiducia e sull’amore. . Le brillanti creazioni di oggi creeranno il brillante futuro di domani.

Vivere questo processo di trasmutazione nella coscienza, attraverso la rivisitazione dei ricordi passati, permette l’ascesa della propria coscienza, e su scala collettiva quella dell’umanità.

Se ci sono paure, se ci sono minacce, se ci sono dubbi, è perché l’Uomo sta vivendo appieno questa OPPORTUNITÀ. L’esito della situazione non può che essere la trasmutazione di tutte le sue convinzioni passate e delle emozioni associate. Quanto tempo ci vorrà dipende solo dal percorso che prende per raggiungere questa uscita. Il percorso intrapreso non è altro che la serie di scelte che ognuno fa, che crea delle conseguenze.

Queste scelte vengono fatte o nell’interiorizzazione per trovare il senso delle sue esperienze al fine di modificare le convinzioni che gli fanno provare emozioni pesanti, o nella pesantezza portata dalle sue emozioni dolorose che lo spingono a poco a poco in un vicolo cieco e alla distruzione del  suo corpo fisico. Se c’è distruzione del corpo fisico, l’umano ritorna per continuare a chiarire questa comprensione, in un’altra forma.


Oggi la consapevolezza del processo di trasmutazione collettiva accelera gli eventi, in modo che ognuno sia spinto nelle proprie convinzioni, di fronte alle proprie emozioni e possa trascenderle. La scelta va nella direzione del ritorno al Sé o del non riconoscimento del Sé. Le prossime incarnazioni dipenderanno dal significato di questa scelta. Il che, in ogni caso, porterà ad un certo punto al ritorno al Sé, per ogni coscienza individualizzata che ha intrapreso questo percorso.

Quando gli eventi sono visti come questa OPPORTUNITÀ collettiva, la paura, il dubbio e le minacce perdono il loro potere su di noi, poiché sono visti come il nostro rivelatore di ciò che è dentro di noi. Quando l’ombra viene identificata, accolta e illuminata, diventa luce e finalmente la pace si stabilisce in Sé e da Sé.

Allora la fiducia può stabilirsi, perché gli eventi sono solo questo percorso di rivelazione, e ci aiutano a illuminare le zone più oscure. Cosa può fare una piccola area d’ombra a un campo di luce? Perché dare così tanto potere a una silhouette che indica la presenza di una luce nascosta?

Nulla altera la luce rivelata, l’ombra invece diventa luce quando è illuminata. La luce può essere nascosta solo se una sagoma scura arriva a stabilirsi tra la sua sorgente e la proiezione del raggio. Se la luce del raggio proiettato riconosce la sua sorgente, cioè l’origine del proiettore, nessuna massa oscura può insinuarsi e velarla, perché potrà sempre trovare la luce.

Questa è la magia del percorso, andare a riconoscere la luce proiettata dall’interno del Sé e rilevare qualsiasi sagoma che sarebbe intervenuta per bloccare il passaggio della luce.


Superare la paura della morte ci permette di superare qualsiasi altra paura che influisca sulla sopravvivenza. Per tornare a poco a poco al nocciolo che ha creato una serie di eventi legati a una credenza, la vita ci permette di rimuovere uno strato, poi un altro e ancora un altro. Più ci avviciniamo al nucleo, più la massa si restringe e la luce diventa visibile. Come  l’accelerazione degli eventi  si crea, cosi la luce cresce in noi.

Riconoscere il potere della luce che cresce dentro di noi sottrae potere all’ombra ancora presente, che diminuisce man mano che le esperienze vissute ci permettono di identificarci e liberarci dalle convinzioni.

Se consideriamo la nostra vita e gli eventi che sorgono in questa prospettiva come un’opportunità per liberarci dai propri veli, per andare a riconoscere che siamo venuti dalla luce, allora tutto va bene e tutto indica che siamo sulla strada giusta. .

Alimentando questo stato di gratitudine per potersi liberare da più veli, dopo tante vite ed esperienze passate, che hanno velato l’esistenza della luce in Sé, la luce  si rende ancora più visibile e permette un accesso più rapido a sé -illuminazione. Più siamo luminosi, più eleviamo in vibrazione e viviamo in uno stato di coscienza più unificato che ci avvicina alla fonte di luce dentro di noi.

Fiducia, amore, luce per tutto ciò che vive in ognuno di noi! Il risultato è Amore, Luce e vita più unita!

Fonte: https://ouverture-son-coeur.fr/

letto su :https://pressegalactique.com/2022/03/07/sortir-des-schemas-du-passe-pour-comprendre-comment-creer-un-meilleur-avenir/

Traduzione a cura di Cammina nel Sole

Se il mio sito per te è fonte di
crescita ed evoluzione
sostienilo con una donazione



Grazie

Lascia un commento