l'alba del sesto sole

IL CORRIDOIO TRA LE ECLISSI DI LUNA E DI SOLE ALLA CHIUSURA DEL CICLO GALATTICO DELLO TZOLKIN

| 0 commenti

Ci troviamo a navigare negli ultimi giorni dell’Onda Incantata della Stella Gialla, lo spazio di Tempo Sacro che chiude l’attuale Ciclo galattico dello Tzolkin. Riporto qui il LINK al post che descrive bene questo passaggio.
Oggi, 04 febbraio 2018, respiriamo dentro il flusso di informazioni portato dalla Terra Rossa Planetaria, Kin 257, giorno 10 dell’Onda, quando si viene a manifestare la Forma di un nuovo stato di coscienza, rappresentante il momento in cui ci siamo aperti a comprensioni che ci portano oltre i limiti di un sé rassicurante ma ben settato su ciò che già conosciamo. Ogni volta che ci troviamo in questo punto del tempo (ogni 260 giorni) sperimentiamo un piccolo salto quantico all’interno del nostro processo di allineamento con il Centro della Galassia, quindi con la nostra stessa Essenza. Questo perché siamo fatti ad immagine del Macrocosmo e lo conteniamo in ogni cellula.
Nel sesto giorno di questa ultima Onda dello Tzolkin si è verificata la potente Eclissi totale di Luna -vedi link sopra – che ci ha lanciato un impulso a liberare le cellule da memorie e paradigmi vecchi. Ora andiamo a chiudere ulteriormente un periodo della nostra vita. Mercoledì 07 sarà l’ultimo giorno, Sole Giallo Cosmico, Kin 260, Portale di Attivazione Galattica, durante il quale potremo attraversare il passaggio che ci porta in un altro Oltre.
Il nuovo ciclo detto Spin Galattico si apre l’08 febbraio con il Drago Rosso Magnetico, Kin 1, la Rinascita dentro un nuovo Sé. Inizia la prima Onda Incantata che ci guida dentro l’incontro con tutto quello che sta germogliando in questa precoce primavera 2018. Durante l’ottavo giorno di questo spazio-tempo di 13 giorni, Stella Gialla Galattica, Kin 8, 15 febbraio 2018, avviene un’eclissi parziale di Sole a 27° dell’Aquario.
L’Eclissi totale di Luna del 31 gennaio era avvenuta durante il giorno del Viandante dei Cieli Rosso Ritmico, Kin 253, mentre questa avviene durante la Stella Gialla Galattica, Kin 8. Ciò che accumuna questi due Glifi è l’appartenenza alla stessa Famiglia Terrestre, la Famiglia Segnale, che si prende cura di captare, come dice il nome stesso, tutte le risonanze che portano ad un cambio di coscienza, per poi ritrasmetterle al mentale collettivo. Si tratta della Famiglia posizionata lungo il Terzo Chakra della Terra, venuta a ripulire quindi tutti i giochi di potere e di paura, per riportare lo stato di coscienza umana ad un livello di autorevolezza, lontana da ogni forma di autoritarismo.
HOLON PLANETARIO
I 20 GLIFI SOLARI QUALI CUSTODI DEL PIANETA
Scoprendo la nostra Identità Galattica su mytzolkin.com possiamo comprendere
quale sia il punto della Terra con cui siamo telepaticamente collegati
Lo schema mostra i 20 Glifi Solari posizionati lungo i corrispettivi punti di connessione con la Terra. Ogni Glifo è custode di un luogo specifico. La Famiglia Segnale è la seconda dal basso ed è composta a partire dall’estrema destra verso sinistra, dalla Notte Blu, Specchio Bianco, Viandante dei Cieli Rosso e Stella Gialla. Questi ultimi due sono custodi rispettivamente dell’Atlantico meridionale e del Pacifico meridionale, dove si ipotizza si trovassero i due antichi continenti di Atlantide e Lemuria, i continenti perduti. Così come il Viandante dei Cieli Rosso è collegato con l’orbita di Marte, la Stella Gialla lo è con l’orbita di Venere. Marte fa parte dei pianeti perduti del nostro sistema solare e Venere è il pianeta dove tante anime sofferenti sostano per guarire dalle profonde ferite. L’attuale Corridoio dunque ci accompagna all’interno di questo tipo di percorso, nel lasciar andare volontariamente e definitivamente tutto ciò che ci è costato sofferenza ed oblio, negazione di sé, auto-sabotaggio. Sono giorni molto forti, estremamente intensi, che richiedono il coraggio di guardarsi dentro per non nascondersi più dietro la maschera della vittima, nella piena responsabilità di tutto ciò che è. E’ un passaggio delicato, da trascorrere in un atteggiamento di grande silenzio interiore. E’ necessario raccogliere tutta la forza per andare oltre le illusioni dei sé che abbiamo indossato finora quali maschere e guardare il vero volto che emerge dall’elaborazione delle informazioni che ci arrivano man mano, con il trascorrere dei giorni. Se il corpo soffre, direi che sia normale; se ci si sente stanchi, anche questo sicuramente è normale. Il sistema nervoso viene tanto sollecitato, portando anche ad una forte attività onirica, che aiuta tanto a liberare l’intero sistema umano individuale. Forte è anche la richiesta del corpo per un tipo di alimentazione leggero, così da purificare gli organi interni.
In un post successivo esaminerò questo passaggio dal punto di vista dell’Astrologia Solare.
Intanto un buon auto-ascolto a tutti!
In lak’ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila

Loading…

Grazie...

Condividi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.