Affrontando il gradino numero due della Mappa dei Talenti, ovvero la famiglia ( per chi non c’era vi invito a guardare il webinar gratuito: vedi video abbiamo visto come possiamo scoprire molto di come viviamo l’amore e il nostro rapporto con i soldi.

Nella masterclass ho solo accennato alla possibilità che ci fossimo accollati anche il destino di qualche membro della famiglia (nelle slide trovate specificato qual è l’energia della vostra famiglia) e oggi volevo approfondire questo argomento.

Mi è capitato in più di un’occasione che una persona mi dicesse: “pensa, sto vivendo la stessa situazione di mio bisnonno, oppure della sorella di mia nonna ecc.”

Per quale ragione accade questo? Perchè ci accolliamo il destino di un membro della famiglia? Cosa succede quando ci accolliamo il un destino?

Perché potremmo esserci accollati il destino di un familiare, sia volontariamente che per effetto di legamento, ma spesso neanche lo sappiamo.

Vi spiego la differenza: potremmo scegliere che rivivere ciò che ha vissuto quella persona può essere per noi una buona scuola per una questione di karma da sciogliere. Il senso sarà che dentro di noi esiste già una parte di esperienza per cui è come se partissimo da dove il nostro avo/a ha fallito o da ciò che ha lasciato incompiuto.

Altra possibilità è che la famiglia abbia da distribuire debiti familiari e che quindi imponga quel destino. In questo caso l’Anima potrebbe viverlo come un’ingiustizia perché indotto e non scelto anche se in realtà potremmo aver ceduto parte del nostro potere precedentemente.

All’interno delle famiglie karmiche  ci sono accordi energetici che si attivano a “comando” ovvero quando si pronuncia una parola o si muove una certa energia o si arriva ad una certa età.

Ecco che da quel momento le cose cominciano ad andare sempre in “quel modo strano”.

E la cosa che fa più rabbia è che accade anche se noi abbiamo visto, siamo coscienti che non va bene.

Succede semplicemente perché il “comando” si è attivato e comincerà ad interferire e a sovrascrivere i file energetici della nostra esistenza.

 

Cosa possiamo fare in questo caso? 

 

Le possibilità sono due: alzare e tenere alta l’energia, oppure sbloccare e pulire il patto.

In realtà andrebbero fatte in modo sequenziale, ovvero sbloccare e pulire e poi alzare l’energia.

Lo sblocco e la pulizia ha l’effetto di rimuovere il file danneggiato che invia il comando dannoso.

Noi faremo questo lavoro mercoledì 3 marzo alle 21.00, vi lascio il link per iscrivervi:

https://alessandrabarbieri.com/prodotto/webinar-sblocco-energetico-il-mio-spazio-sacro/

Ma tutti gli accordi con queste Anime sono negativi?

No!

Ci sono anche “staffette” ovvero un gruppo di persone che si danno un obiettivo e che tentano di raggiungerlo uno dopo l’altro, finchè qualcuno ce la fa. In questo caso lo sblocco aiuta a rimuovere i possibili ostacoli al compimento del proprio destino o parte di destino.

Questo è un periodo accelerato, i lavori energetici funzionano di più e più in fretta. L’Universo ha bisogno che si risvegli il più alto numero di persone possibile, ma soprattutto ha bisogno di persone centrate, non attaccate ai vecchi schemi.

Persone che possano essere attive nell’improntare il cambiamento, che probabilmente vedranno le generazioni future, ma è nostro compito rendere il terreno fertile, dissodarlo e prepararlo per la Nuova Era.

A proposito di cambiamento, vi invito a seguire i podcast di “Io sono il cambiamento” che inserirò nel canale Telegram: https://t.me/alessandrabarbiericommunity, parleremo di quale cambiamento desideriamo e del possibile Manifesto sul quale vorremmo fossero scritte le nuove regole della Società.

Io sono il cambiamento: e tu?

Alessandra Barbieri

www.alessandrabarbieri.com

Se il mio sito per te è fonte di
crescita ed evoluzione
sostienilo con una donazione



Grazie

Loading…

Lascia un commento