Che poi le persone forti
le confondiamo con quelle che sembrano tutte d’un pezzo, invacillabili.
Consideriamo fragile chi si lascia apparentemente distruggere,
chi piange, chi ha il coraggio di perdersi e smarrirsi.
Sono proprio queste persone che custodiscono in sé quella solidità intrisa negli scogli del mare, nei sassi della Terra..quella di farsi plasmare dalla vita, di lasciarsi trasformare, cambiare forma. Sono così forti da avere il coraggio di apparire perdenti..quando in realtà nel silenzio sanno che stanno morendo per rinascere. Non escludono la paura e la tristezza perché sanno che fanno parte dell’umanità come le onde per il mare. Non si vergognano di mostrare le lacrime perché in quelle acque il cuore si connette all’anima.
Non hanno paura di smarrire la strada, sanno che la sensazione di essere persi è il primo passo per intuire la nuova rotta.
Sono quelle che cambiano, inarrestabili come l’acqua delle cascate, come i fluidi che garantiscono la Vita. Sono quelli che vivono più vite in una, quelli con gli occhi colmi di storie da raccontare. Occhi in cui entri e non trovi piu i confini..perché quelle persone hanno imparato tanto ad amare tutto,
quanto a lasciare andare.
attraversano e si lasciano attraversare.
Con i sorrisi donano gocce di speranza..
Sono andati oltre quel limite di fronte al quale molti si fermano: sono testimoni e frammenti viventi,
della bellezza innarrestabile,
Imprevedibile, della Vita.
Sara Surti
Se il mio sito per te è fonte di
crescita ed evoluzione
sostienilo con una donazione



Grazie

Loading…

Lascia un commento