l'alba del sesto sole

GENNAIO 2018-MERCURIO IN CAPRICORNO : L’INDIPENDENZA DI UN FIGLIO di Rossana Strika

| 0 commenti

Buongiorno Amici, Mercurio si è appena trasferito in Capricorno, incontrando immediatamente Saturno e Lilith, primi compagni di viaggio.

Sapete, nella mia avventura di genitore, con le mie due preziose Anime Maestre, i miei due figli, mi sono spesso fatta questa domanda

“Cosa significa essere un bravo genitore?”

Sono arrivata alla risposta che essere un genitore non è un dono, una virtù, è un processo, per cui non si è genitori, ma lo si diventa, e quindi si è sempre work in progress, dipendentemente dalle fasi di crescita del figlio.

Non c’è un manuale da consultare, diventare genitori è un inno alla creatività, si cresce assieme ai figli. Ecco, Lilith, Mercurio e Saturno assieme ci ricordano l’importanza dell’autentica maturazione che noi genitori possiamo sviluppare grazie ai nostri figli e alle sfide che viviamo con loro; crescere grazie ad un figlio significa ammettere che oggi sono il prodotto del mio rapporto con lui, che è lui il mio Maestro.

A volte il percorso è irto di ostacoli, proprio perché il rapporto con un figlio ti destabilizza, ti denuda, può portare alla luce tutto il rimosso personale. Le ribellioni di un figlio all’autorità sono uno schiaffo al delirio di onnipotenza del genitore, e sono potenti lezioni sul libero arbitrio; e poi si deve fare i conti con tutti i dubbi interiori che sorgono quando ami qualcuno a tal punto da voler solo ed esclusivamente il meglio per lui, anche se ciò ti fa soffrire, a volte si creano dei vuoti di relazione, dei distacchi sofferti, ognuno per sé in silenzio, finché l’Amore ricongiunge.

Ci sono genitori che sono più pazienti quando i figli sono piccoli, per una mamma con Luna in Capricorno quale io sono, è più semplice la fase di genitorialità attuale, con figli adulti.

Parlo di fasi perché divenire genitore è una metamorfosi continua, e molti dei problemi che sorgono con i figli derivano proprio da uno sfasamento in questo senso. Mi spiego meglio: ci sono genitori , con figli di 30 anni, che continuano a trattarli come bambini, perché loro stessi hanno “congelato” il loro sviluppo genitoriale ad una fase infantile; non riescono a comprendere che, piano piano, è necessario lasciare gli aquilotti liberi di volare, di fare i loro errori, ed accettare di non essere più così indispensabili per loro o, per lo meno, di esserlo in modo diverso, più silente.

Oppure ci sono i genitori (com’ero io), che, sulla base di loro memorie personali, non si sono permessi di creare con i propri figli la spensieratezza della fase infantile, non avendola conosciuta per sé; quindi, per me, era importante  renderli indipendenti ed autonomi prima possibile, in caso la vita li avesse portati al doversi arrangiare da soli.

Col senno di poi, ho appreso che i dis-agi relazionali con un figlio sorgono perché lui è diverso da come lo immaginavamo nelle nostre fantasie, ci mette alla prova attraverso il suo mondo a noi sconosciuto, ci mette a contatto con l’ignoto.

La lezione che ho imparato e che mi ha aiutato a convivere con loro è quella di favorire il loro sviluppo personale e la loro indipendenza attraverso i loro unici ed irripetibili talenti. Gioisco dei loro progetti e ne caldeggio la realizzazione, mi piace trasmettere loro l’entusiasmo di crearsi la loro vita proprio come la desiderano, senza accontentarsi del “posto sicuro”, ma avendo il cor-aggio di osare.

Mercurio, Lilith, Saturno in Capricorno appoggiano i progetti di indipendenza dei nostri figli, quelli autentici, che rispecchiano il loro Essere più creativo. E’ questo un tempo di rinnovati dialoghicon loro, più costruttivi e, anche se sono piccoli, è un tempo di stabilire insieme delle nuove regole di convivenza.

E poi, conoscere il tema natale di nostro figlio è un tesoro di ricchezza inestimabile, perché ci svela il suo Essere profondo in tutte le sue sfumature. Nel mio Amore per i rapporti tra genitori e figli, se senti che ti possa essere utile, ho creato apposta il percorso “Conosci meglio tuo figlio“, per supportare te, genitore in itinere, a riuscire a goderti ogni fase della sua crescita con maggior serenità, per inaugurare con te il nuovo Anno ti riservo anche una sorpresina…

Una mamma in cammino ti abbraccia, a presto ❤

Rossana Strika

Fonti


Loading…

Grazie...

Condividi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.