l'alba del sesto sole

GIRANDO LA PAGINA – AGOSTO 2020 di Emmanuel Dagher

| 0 commenti

 

Ciao amico mio,

È una benedizione per me collegarmi in questo modo. Abbiamo molto da recuperare, quindi cominciamo subito!

Agosto si sentirà molto diverso da quello che abbiamo vissuto negli ultimi mesi. Dopo essersi mosso attraverso una profonda introspezione emotiva, guarigione e, per molti, un po ‘di isolamento emotivo negli ultimi mesi, le energie di agosto serviranno a girare una pagina.

Ci aiuteranno ad andare oltre gran parte della pesantezza che molti hanno sentito ed elaborato, dentro se stessi e nel mondo esterno.

Potremmo già sentire i cambiamenti interni in atto, che includono un rinnovato senso di vigore e il desiderio di essere più proattivi.

Simile alle stagioni, l’energia attraversa diversi cicli. A volte l’energia è in un ciclo dormiente, e altre volte, è in un ciclo attivo.

Siamo appena entrati in un ciclo energetico altamente attivo che ci aiuterà, individualmente e come collettivo, a trasformare gran parte della densità che abbiamo attraversato, consentendo a più luce, facilità e grazia di fluire attraverso la nostra esperienza.

Una stagione di cambiamento e azione

Mentre ci spostiamo nel mese di agosto, le energie riprenderanno. Un ciclo di energia attiva si manifesta spesso nelle nostre vite personali nei seguenti modi:

  • Inizio di un nuovo progetto, lavoro o impresa creativa
  • Pulizia e risoluzione dei debiti passati (personali, finanziari, ecc.)
  • Decidere di trasferirsi in una nuova casa / posizione
  • Sperimentare cambiamenti nell’appetito e nelle abitudini alimentari
  • Volendo essere più social e fare nuove amicizie
  • Trovare un nuovo sbocco per esprimere la nostra creatività
  • Avvio di una nuova relazione o riaccensione di una precedente
  • Sentirsi più motivati, ispirati e orientati all’azione
  • Fare un viaggio
  • Esercizio fisico e maggiore attività fisica
  • Partecipare a una nuova lezione o corso
  • Apportare cambiamenti effettivi in ​​una zona della vita o in un’altra
  • Pulire la nostra casa o lo spazio abitativo

Se qualcuno di questi esempi risuona con te, ora è un momento eccellente per allinearsi a loro.
Un ciclo di energia attiva si manifesta spesso sulla scena mondiale in modi che includono:

  • Continui spostamenti e movimenti della Terra
  • Cambiamenti insoliti nei modelli meteorologici
  • Nuove informazioni, tecnologie e scoperte che hanno un impatto collettivo
  • Maggiore consapevolezza delle cause che incidono sull’umanità
  • Cambiamento sociale
  • Caos
  • Eventi che cambiano paradigma
  • La trascendenza della vecchia ideologia e delle strutture che non sono più allineate al nostro bene collettivo più elevato

Sebbene alcune di queste cose possano sembrare un po ‘schiaccianti, sono tutte conferme che il mondo si sta adeguando a una frequenza più alta.

Poiché il cambiamento non è qualcosa in cui il mondo è sempre a proprio agio, un po ‘di resistenza è un buon indicatore del fatto che grandi progressi sono all’orizzonte prossimo.

Intraprendere un’azione ispirata

Esistono due tipi di azione: azione ispirata e azione forzata.

Quando proviamo ad agire forzatamente, di solito ci imbattiamo in una grande resistenza interna ed esterna.
Fare o forzare qualcosa per accadere spesso richiede che dedichiamo molto tempo ed energia a qualcosa che potrebbe non essere naturale per noi. Spesso sembra difficile e richiede un grande controllo esterno.

A molti di noi è stato insegnato crescendo che creare o forzare qualcosa è ciò che fa andare avanti. Ci hanno insegnato che se fossimo assertivi nel trasformare i nostri sogni in realtà, saremmo ricompensati con risultati positivi.

Ci è stato detto che più lavoravamo , più cose potevamo acquisire per renderci felici.

Anche se questo metodo può funzionare temporaneamente, il più delle volte ha un prezzo elevato, come l’interruzione del nostro benessere.

Quando operiamo da uno spazio in cui proviamo sempre a fare o forzare qualcosa, ciò di solito esercita una grande pressione e stress sui nostri corpi emotivi e mentali.

Nel tempo, questo si presenta come uno squilibrio nel nostro corpo emotivo, mentale o fisico.

Ma c’è un tipo di azione che non ci richiede di spingere così forte, e questa è un’azione ispirata.

Quando intraprendiamo azioni ispirate, lo facciamo da un luogo di consapevolezza, facilità e grazia.

Diventiamo così presenti alle opportunità e alle benedizioni che l’Universo ci sta offrendo, che possiamo facilmente entrare in esse da un luogo di gratitudine. Non sono necessari forza, controllo o pressione.

Con un’azione ispirata arriva la consapevolezza che l’Universo / il nostro Spirito si sta prendendo completamente cura di noi.

Considerandolo vero, non abbiamo più bisogno di supervisionare o controllare ogni dettaglio specifico della nostra vita. Ci allontaniamo da qualsiasi modello di sopravvivenza o vittimismo.

Ikigai, ciò per cui vale la pena vivere
Come scoprire ciò che devi fare e farlo con decisione

Voto medio su 10 recensioni: Buono

€ 12,00

Agire in modo ispirato non deve essere confuso con stare seduti e aspettare la vita per far accadere le cose per noi.

Significa, tuttavia, che stiamo scegliendo intenzionalmente di essere presenti e aperti alle opportunità che ci vengono incontro.

L’Universo / il nostro Spirito ci regala costantemente nuove opportunità e benedizioni che ci aiuteranno a creare il tipo di vita che desideriamo veramente.

Tuttavia, quando siamo concentrati sul futuro o dimoriamo nel passato, cosa che la maggior parte delle persone ha imparato a fare, tendiamo a perdere ciò che ci viene presentato nel momento presente.

È in questo momento che siamo il creatore più efficace e deliberato della nostra vita.

A causa della concentrazione di energie altamente attive in questo momento, è diventato molto stimolante e quasi scomodo per noi procrastinare – resistere all’essere attivi.


Anche se è semplice come fare una passeggiata fuori o muovere il nostro corpo attraverso la danza o qualsiasi tipo di esercizio aerobico, queste azioni ispirate ci serviranno molto durante questo periodo.

Dalla paura all’amore

Quando attraversiamo un ciclo energetico altamente attivo, si verificano molti movimenti e cambiamenti. Quando ciò accade, molta paura non elaborata tende a venire in superficie per noi per guardare, affrontare e guarire.

Quando la paura emerge come risultato del cambiamento, la nostra mente cerca di fare tutto il possibile per distrarsi, semplicemente perché non ci è stato insegnato ad abbracciare e onorare i sentimenti che abbiamo associato alla paura reale.

Spesso, la mente si convince persino che la sua identità andrà persa se non reagisce o resiste a ciò che teme.

Stiamo vedendo questa resistenza collettiva al suo apice in questo momento, il che è una chiara conferma che enormi scoperte stanno per arrivare  presto.

Naturalmente, coloro che seguono un percorso consapevole hanno abituato le loro menti a lavorare in armonia con i loro cuori. Sono in grado di abbracciare prontamente il cambiamento e onorare la paura ad esso associata in modo più delicato.

Mentre si muove attraverso un ciclo energetico altamente attivo, può essere molto facile farsi prendere dalle tattiche della paura in cui è condizionata la mente collettiva. Spesso colpisce anche coloro che sono stati su un percorso spirituale e consapevole: possono anche essere catturati dall’illusione della dualità (bene contro male, noi contro loro).

Se ti senti arrabbiato o emotivamente caricato in qualche modo, sii gentile con te stesso e sai che va bene essere umani.

Concediti il ​​permesso di muoverti attraverso le emozioni che stai vivendo e una volta che diventano più calme e non così cariche. . . saturale con amore e accettazione.

La Via della Leggerezza
Perdere peso nel corpo e nell’anima

Voto medio su 23 recensioni: Da non perdere

€ 13,00

Ciò ti consentirà di andare avanti con maggiore facilità e di tornare al tuo naturale stato d’amore.

Inoltre, conforta nel sapere che c’è molta luce e gentilezza nel mondo, anche in mezzo alla turbolenza. Non è qualcosa che è al centro della scena nel dialogo mainstream in questo momento, ma un giorno lo sarà.

Un potente surrogato

Ognuno di noi è un potente riflesso dell’umanità. Ogni situazione che stiamo vedendo nel mondo è direttamente collegata a ciò che ognuno di noi sta vivendo dentro di noi.

Quando vediamo separazione, guerra e combattimenti nel mondo, abbiamo il potere di rimediare scegliendo di esemplificare l’unità, l’amore e la pace dentro di noi.

Questo è ciò che Gandhi intendeva quando disse: “Sii il cambiamento. . “.

Quando ci preoccupiamo meno del tentativo aggressivo di riparare il mondo fuori di noi e ci concentriamo maggiormente sull’essere proattivi nel prenderci cura del mondo dentro di noi, allora il mondo esterno guarirà naturalmente.

Questo non deve essere confuso con l’ignorare tutte le sfide che si verificano nel mondo. È importante riconoscere ed essere consapevoli di ciò che sta accadendo.

Tuttavia, invece di reagire a tutto ciò dal punto di vista della vittima indifesa, possiamo usare queste sfide come feedback per concentrarci su ciò che vorremmo vedere di più nel mondo.

Possiamo farlo essendo i primi a incarnare le qualità che vorremmo vedere di più.

Trascendere il ruolo della vittima

In questo momento, ci viene presentata una straordinaria opportunità di ritirare gli archetipi della vittima con cui noi e i nostri antenati ci siamo identificati da millenni.

È importante prendersi un momento per onorare questi archetipi per servire a tenerci al sicuro e protetti in un mondo basato sulla sopravvivenza. Tuttavia, ora sappiamo che un mondo basato esclusivamente sulla sopravvivenza è un mondo che non è più in linea con ciò che siamo al centro: un Essere di Amore Divino.

Come Esseri dell’amore divino, siamo qui per prosperare nell’amore con noi stessi e il mondo che ci circonda. Questa parte divina di noi stessi ha sempre saputo che siamo costantemente al sicuro e protetti, anche quando la nostra mente basata sulla sopravvivenza pensava diversamente.

Quindi ora, mentre ringraziamo gli archetipi della vittima che ci hanno servito fino a questo punto, possiamo lasciarli andare con gioia dando il benvenuto al nostro Sé Autentico.

Il percorso per trascendere il ruolo della vittima ha diversi componenti importanti:

  • Il primo componente del rilascio della coscienza della vittima è accettare ogni persona, esperienza e cosa, comunque si manifestino nella nostra vita, senza cercare di cambiarle. Accettando queste cose, non stiamo necessariamente affermando di risuonare o concordare con esse. Ci stiamo dando il permesso di non permettere loro di definire chi siamo veramente . Tramite l’accettazione, liberiamo anche la necessità di soffermarci sul passato e su ciò che potrebbe essere stato.
  • Il secondo componente del rilascio della coscienza della vittima è lasciare andare la colpa. La colpa deriva dalla necessità di rendere qualcosa o qualcuno giusto o sbagliato, o buono o cattivo, e in qualche modo responsabile di ciò che abbiamo vissuto. In verità, siamo il Creatore della nostra esperienza. Quando operiamo dal nostro Sé supremo e ci riconosciamo come Creatore, trascendiamo questi giudizi. Dal nostro Sé supremo, navighiamo nel nostro cammino notando ciò che sembra essere in allineamento per noi e cosa no. Riesci a sentire come questa intuizione da sola sia già più leggera? Mentre, incolpando, ci tratteniamo in un tempo e in un luogo che ci impediscono di evolvere e riconnetterci con il nostro Sé supremo, divino.
  • La terza componente del rilascio della coscienza della vittima è quella di assumersi la piena responsabilità della nostra vita e del nostro benessere. A volte la mentalità della vittima mostra resistenza quando sente che siamo responsabili della nostra vita e del nostro benessere. Questo perché per così tanto tempo ha preso conforto nel separarsi, acquistando l’illusione che tutto ciò di cui abbiamo bisogno debba venire dall’esterno. È assolutamente normale quando questo accade. Tuttavia, assumendoci la responsabilità della nostra vita e del nostro benessere, siamo in grado di uscire dalla coscienza della vittima e di entrare nella coscienza del Creatore. È dalla coscienza del nostro Creatore che siamo in grado di spostare le montagne. È da lì che siamo in grado di manifestare l’aspetto più autentico e potente di noi stessi.

Integrando queste tre componenti nella nostra vita, siamo sicuri di sostenere la nostra transizione dalla coscienza della vittima e nella coscienza del Creatore in modo molto più fluido.

Reclamare il nostro potere

Il più grande potere del mondo è  L’AMORE.

Quando incarniamo l’amore, siamo l’essere più potente nell’universo. Contrariamente a quanto ci potrebbe essere stato insegnato, essere amorevoli non significa che siamo deboli  o che guardiamo dall’altra parte quando i tempi si fanno difficili.

Il vero amore non fa male, non ci si sente in difficoltà, né ci fa dare o nascondere parte di noi stessi. Questi sono costrutti mentali che semplicemente ci distraggono dal vero Amore.

Il vero amore è la costante che scorre per tutta la vita. Quando scegliamo di essere Amore, abbiamo l’intero Universo dietro di noi, che scorre nella stessa direzione.

A causa del condizionamento sociale, molti di noi sono stati restii a rivendicare il proprio potere, perché lo associamo all’essere corrotto o al controllo.

Quel tipo di potere falso o egoistico si muove nella direzione opposta dell’Amore. Ama separarsi dal tutto. Sebbene quel tipo di potere possa apparire abbastanza reale e convincente a volte, la verità è che non lo è.

Il potere egoico è fugace, e ad un certo punto si autodistruggerà sempre nel suo tentativo di spingere contro il flusso naturale di Amore e vita. Il potere egoico prospera sull’energia della paura, perché è l’unica cosa abbastanza convincente da spostare una persona fuori dal suo vero potere divino.

La vita è sempre qui per noi e mai contro di noi. Possiamo consolarci nel sapere che scegliendo di non vivere nella paura, abbiamo ogni oncia dell’Universo che ci sostiene.

Qualunque cosa cerchi di convincerci altrimenti, come l’idea che siamo un piccolo essere umano indifeso e manchevole, è solo una fugace illusione.

Abbandonandoci all’Amore, autorizziamo noi stessi e coloro che ci circondano a tal punto che siamo in grado di trasformare anche il più egoico dei poteri in Amore.

È tempo

Fino alla prossima volta,

Miracolosamente tuo,
Emmanuel

Traduzione a cura di Cammina nel Sole

Fonte : https://spiritlibrary.com/emmanuel-dagher/turning-the-page-august-2020

Se il mio sito per te è fonte di
crescita ed evoluzione
sostienilo con una donazione



Grazie

Loading…

Grazie...

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.