l'alba del sesto sole

IL 2019 COME ANNO DELLA TRINITA’ INCARNATA di Manuela Forte

| 0 commenti

 

I giorni che scivolano velocemente verso la chiusura di questo anno 2018 di Risveglio forte e scuotente sono già un invito a portare lo sguardo verso l’orizzonte dell’anno nuovo.

 La Ricerca si è fatta Osservazione nello spazio del cuore che tanto ha avuto da dire e tanto ha ancora da esprimere.

 Non si cancellano con un colpo di spugna anni di negazione dei sentimenti e dei valori che il Piccolo Io ha strategicamente ingabbiati per paura di soffrire oltremisura.

 Il corpo si ribella come sa, come può. I suoi segnali sono innegabili, le patologie sono sfuggenti e difficili da curare, la scelta di una alimentazione adeguata e personalizzata sembra via ineluttabile per tornare al benessere dell’intestino e del metabolismo.

 La Coscienza invita ogni individuo, giorno dopo giorno, a prendere il suo posto con onore e responsabilità nella grande scacchiera del Gioco della Vita.

 Osservo attentamente i flussi esterni ed interni, del clima e dell’individuo, dei venti e delle emozioni, delle acque e degli atteggiamenti sociali che mi circondano.

Le guarigioni energetiche hanno tutte un denominatore comune: il bisogno impellente di riportare armonia dove c’è separazione.Dove manca l’armonia, si crea sofferenza e inutile dolore.

Iniziamo dal corpo fisico, tempio dell’Anima che si manifesta attraverso di esso. In che condizioni è il mio corpo fisico? Lo ascolto? Me ne prendo cura come della creatura più preziosa del mondo? Non sto parlando di una cura estetica ed esteriore, sto parlando di osservare le zone di disarmonia, di malattia, di sofferenza e portare lì la coscienza del Respiro, coscienza del potere di auto-guarigione che appartiene al sé innato che posso attivare in ogni istante.

Nel corpo emozionale, come mi vivo? Sono in contatto con il cervello della pancia, con il mio intestino? Ascolto veramente i flussi che si muovono nel profondo del mio ventre e mi permetto di esprimerli e farli fluire?

Nel corpo mentale, come penso? Sono cosciente del potere distruttivo e costruttivo dei miei pensieri? Sono in balia di paura, preoccupazione, dubbio, confusione? Penso di essere vittima di ciò che mi circonda, di non avere potere di scelta?

Nel corpo spirituale, come mi espando? Do spazio alla preghiera, ai sentimenti nobili come la compassione, la collaborazione, la gentilezza, la gratitudine, l’amore?

Nel prosieguo di questo anno di Risveglio delle Coscienze su scala planetaria, nell’apparente caos che pervade l’umanità, vi è il denominatore comune della ricerca dell’armonia.

Il 2019 è il naturale movimento successivo alla presa di coscienza di non essere più individui separati gli uni dagli altri, ma tutti esseri viventi appartenenti ad una grande matrice di vita intelligente che si chiama Creazione.

Il respiro di uno è il respiro di tutti.

Il pensiero di uno è il pensiero di tutti.

Il gesto di uno determina conseguenze per tutti.

Il 2019 è l’invito ad armonizzare la Trinità nel profondo del cuore, a diventare Padre, Figlio e Spirito Santo, in altre parole ad incarnare le energie del Maschile e del Femminile nell’armonia dell’Androginia celeste, qualità dell’energia Cristica che si è risvegliata in ogni essere umano.

L’Anima non ha sesso, è un principio energetico ad altissima vibrazione, pura luce che si

manifesta nell’essere umano, attraverso l’essere umano.

 Il corpo umano, sia esso con attributi femminili che maschili, è una emanazione della perfezione dell’Opera del Grande Architetto Universale, Dio, che genera la vita diversificandosi e manifestandosi in molte forme diverse, ma tutte provenienti dalla Grande Anima Universale.

 L’anno 2019 è il ritorno all’unicum che è l’Umano Spiritualizzato nella Materia. Il corpo visto non più come manifestazione corrotta che bisogna mortificare e far soffrire per ascendere alle Schiere Celesti nella credenza di una condanna al dolore eterno, bensì visto come una meravigliosa e perfetta manifestazione spirituale che assume la densità dell’incarnazione per vivere nella Bellezza e nella Gioia da condividere con tutti.

 L’anno 2019 è il grande dono del Cosmo affinché l’Umano si ricordi la maestosità della sua essenza di Luce, riporti armonia nel profondo del Cuore ed illumini le stanze buie della mente per cancellare, per sempre, il delirio e la psicosi generati dall’idea di separazione dalla Fonte di Amore Universale.

 Padre, Figlio e Spirito Santo siano armonizzati ed illuminati in ogni Cuore, così che ognuno di noi possa incarnare la gioia e la bellezza ed essere esempio vivente per chi ancora barcolla nella confusione dei segnali interni ed esterni contrastanti.

 Tutti siamo arrivati ad un bivio.

 Possiamo scegliere da quale parte guardare e quali valori incarnare.

 Nessun individuo è troppo piccolo per fare la differenza, in quanto ogni individuo è parte dell’immensa Anima Universale che si riversa attraverso ogni Cuore.

 Il mio respiro è il tuo respiro.

Il nostro respiro è il respiro di tutta la Terra.

Il respiro della Tera è il respiro di ogni creatura vivente.

 Così è.

 Manuela Forte

Fonte : https://www.facebook.com/manuela.forte.77?ref=br_rs


Loading…

 

Grazie...

Condividi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.