Da tempo si registrano sulla Terra diversi avvenimenti che la scienza non sa spiegare. Ci sono sempre più dati che confermano un cambiamento della frequenza del Pianeta, con grosse alterazioni del campo geomagnetico terrestre che solitamente sono causate dai venti solari. Il Sole, attualmente, è al suo minimo storico e non sembra aver ancora iniziato il nuovo ciclo che viene registrato ogni 11 anni e che dipende dall’intensità della sua attività e dalla presenza di macchie solari. Sembra che il Sole si sia fermato e nonostante questo, il campo terrestre è altamente perturbato, la temperatura molto aumentata e l’attività vulcanica, teutonica e naturale molto attiva.

Negli ultimi mesi i dati della NASA, disponibili sul portale ISWA (Integrated Space Weather Analysis System) e consultabili pubblicamente, hanno riportato grossi squilibri del nostro campo magnetico terrestre che risulta essere molto indebolito e questo può essere un problema, essendo la sua funzione, proprio di protezione del nostro pianeta e di chi lo abita. Riporto alcuni momenti critici di quest’anno:

 

Il 18 Aprile 2020 possiamo osservare l’alterazione del campo magnetico terrestre con la corrispondente risonanza di Schumann (osservare l’ispessimento del colore bianco che indica il picco del 18-07), un altro strumento per misurare il livello di cambiamento energetico che stiamo vivendo:

 

Altri due momenti critici di giugno e luglio 2020:

La definizione della risonanza di Schumann è questa:

 

“La risonanza Schumann è un gruppo di picchi nella porzione di spettro delle frequenze estremamente basse (ELF) del campo elettromagnetico terrestre. Si tratta di risonanze elettromagnetiche globali, eccitate dalle scariche elettriche dei fulmini nella cavità formata dalla superficie terrestre e dalla ionosfera. Sono così dette dal fisico Winfried Otto Schumann, che le calcolò matematicamente nel 1952 (Wikipedia). “

 

Il campo magnetico terrestre è la struttura che protegge la Terra dall’esterno, principalmente dalle attività solari. Nelle immagini possiamo vedere il lato schiacciato dal Sole e le linee magnetiche alterate; queste dovrebbero essere armoniche e in movimento parallelo tra di loro come indicato in figura. La colorazione del fondo, invece, indica la temperatura che, non registrando venti solari, non dovrebbe essere alta, ma non è così, infatti in Siberia si registrano temperature che hanno toccato i 25 gradi con corrispondente scioglimento dei ghiacci a una alta velocità. In più, gli scienziati stanno osservando uno spostamento molto veloce dei poli magnetici con diverse teorie tra cui che il cambiamento del flusso interno del materiale fuso del nucleo terrestre, stia alterando la posizione dei poli, ma nessuno dice o sembra sapere il perché il flusso sia cambiato o cosa stia influenzandolo.

 

Gli sbalzi magnetici del campo terrestre hanno registrato un crollo importante il 9 di Aprile del 2020 della durata di sei ore, evento straordinario per il suo normale andamento, che è continuato con sbalzi anomali fino ad oggi. Attualmente sui canali ufficiali nessuno spiega cosa sta accadendo né da cosa siano dettati. L’energia in eccesso che la Terra sta assorbendo da questi movimenti, viene poi rilasciata attraverso l’attività dei vulcani e terremoti che scaricano energia provocando cambiamenti della geografia mondiale, ma anche cicloni e tempeste di diverso tipo e l’aumento delle temperature e cambiamenti climatici improvvisi. Nel crollo del 9 di Aprile, 15 vulcani hanno eruttato all’unisono. Ultimamente si registrano, in corrispondenza delle alterazioni magnetiche, anche l’attivazione di terremoti che scaricano in diversi punti del pianeta contemporaneamente. Ma allora cosa sta accadendo? Perché nessuno ne parla?

Quest’anno il lockdown è stato cruciale per poter percepire un’energia molto sottile ma molto forte che stava agendo sul nostro Pianeta e per questo sentire così forte, ho iniziato a fare delle ricerche, cercando di attenermi il più possibile ai dati scientifici, per rimanere con i piedi per Terra. In questo articolo propongo solamente queste osservazioni come ipotesi alternative, ma su basi scientifiche, di ciò che sta accadendo.

 

Scienziati come la Dott.ssa Claudia Albers, fisico nucleare che sfida la NASA con la sua teoria, nonché osservazione con dati specifici, dell’esistenza di un sistema solare gemello di cui, il pianeta più famoso e di cui si parla da molto, si chiama Nibiru. Nel suo articolo “Sfidare la NASA a dimostrare che il Pianeta X non esiste” ha scritto che non esiste solo questo pianeta, ma un intero sistema solare che si trova strettamente legato al nostro, facendo diventare il nostro un sistema binario, ovvero con due stelle: esiste un altro Sole oltre al nostro. Lei ha chiamato questo sistema “Planet X system” e afferma che questi pianeti emettono luce infrarossa e sono visibili vicino al Sole e colti in immagini dalle telecamere telescopiche delle sonde spaziali della NASA.

 

La Dottoressa non è l’unica a parlare di questo sistema solare gemello. Samuel Hofman, è un altro studioso poco conosciuto che ha dovuto nascondersi perché aveva fatto alcune scoperte “scomode” per il governo americano. Samuel conferma che che il nostro universo è  sottoposto a leggi elettriche e non gravitazionali,, scoperta che già Tesla aveva portato avanti e che oggi, altri scienziati confermano. Se venisse accettata questa scoperta, tutta la scienza astronomica dovrebbe essere riformulata. Credo che il grande fallimento della scienza accade proprio davanti a tali scoperte, che se non accettate, rinnegano il senso più profondo della ricerca che avanza per ipotesi e studi di evidenze, verso una costante evoluzione della conoscenza della verità.

 

 

Samuel osserva, studia e fotografa il cielo da molto tempo. Negli anni i cieli che si osservano sono molto diversi e alcune formazioni si ripetono. Il sistema solare gemello che starebbe avvicinandosi sempre di più alla terra, mostra la sua presenza attraverso lo spostamento delle masse nuvolose e, in questo modo, Samuel ha dato nomi, colori e forme ai pianeti che lo compongono, sembianze e posizioni che cambiano di mese in mese. Le masse nuvolose prendono la forma del pianeta di corrispondenza che si trova al di sopra come nell’immagine disegnata qui di fianco. Questo è uno dei Pianeti del Immaru Star System (chiamato anche planet x system) che si chiama NAPISTI. E’ molto comune vederlo nelle formazioni e molto facile da riconoscere per avere una base a forma di lumaca:

Grazie alle sue mappe che ci indicano le posizioni dei pianeti, possiamo osservare il loro movimento e la loro posizione. Questo sistema solare è sempre stato connesso al nostro, solo che il suo movimento si avvicina in modo importante solo ogni 3.600 anni circa (cifra variabile per la variabilità elettrica di attrazione e repulsione delle masse e, quindi, della velocità di spostamento) e sembra che OGGI stiamo vivendo questa scadenza. La carica elettrica prodotta da questi giganti gassosi crea una perturbazione del cielo e, quindi, influenza il nostro campo magnetico proprio come i venti solari, alterando la frequenza di Schumann. Secondo la Albers e Hofman proprio ciò che sta accadendo è la conferma di ciò che avevano dichiarato molti anni fa che sarebbe accaduto quando i due sistemi si fossero riavvicinati.

 

Il sistema gemello viene chiamato da Samuel “Immaru Star System” ed è retto da una nana rossa che lui chiama Red Dwarf (sole del sistema) che è molto più grande del nostro. Sono sette pianeti tra cui esiste il famoso Nibiru che risulta essere molto simile alla Terra, è un pianeta fatto di acqua e al momento, è il più lontano. Altri autori e astronomi, stanno osservando il movimento di questi pianeti che sono ormai sulle nostre teste e che si fanno sempre più sentire. Il più vicino e che sembra stia causando tutto questo terremoto energetico e fisico sul nostro Pianeta, è Isatum il pianeta rosso che recentemente Samuel ha potuto fotografare. Per seguire il ricercatore si può accedere al gruppo più conosciuto di Facebook che si chiama Montana Sky Watcher da cui ho scaricato questa foto del pianeta rosso e dove sono consultabili tutte le foto e i video che spiegano le differenze tra i pianeti e le informazioni sulla loro scoperta.

 

Il sistema elettrico muove e raggruppa i suoi elementi attraverso l’energia elettrica. Questa è molto diversa da quella magnetica, perché non definisce delle orbite fisse, ma tutto è in movimento. Per avere un’idea di come funziona possiamo fare l’esempio delle molecole di acqua che tra di loro si legano e si slegano in base ai quanti di energia che possono rompere o creare il legame tra gli atomi e gli elementi. Il sistema Immaru funziona a grappolo chiamato CLUSTER.  I pianeti si allontanano e avvicinano tra di loro creando uno sfregamento che si manifesta come fulmini, ovvero emissioni di energia che si scaricano, nel nostro caso, a Terra e creano l’aumento dei fenomeni tempestosi con tuoni e fulmini che saranno sempre più frequenti, come mostrano queste foto scattate in Russia (sopra) e in Corsica (sotto):

 

Il movimento di questi pianeti e l’avvicinamento al nostro Pianeta terra ha un altra conseguenza di cui è importante parlare. Come nel nostro sistema solare esiste la cintura di asteroidi che sono ormai parte integrante e come loro, la cintura esterna chiamata cintura di Kuiper e la nube di Ort, così nel sistema gemello esistono molti residui che vengono trascinate e rilasciati di tanto in tanto. Il passaggio di asteroidi, comete e meteoriti è sempre stato naturale, ma questo 2020 che continua ad essere davvero sorprendente, ha registrato e continua a registrare, una quantità inusuale di asteroidi che passano vicino alla Terra. Questa “vicinanza” è ancora, fortunatamente, abbastanza lontana da non aver causato danni, nonostante si siano registrate, in diverse parti del Mondo, le scie di caduta che si sono spente nel cielo. La NASA ha diversi siti per controllare il passaggio degli asteroidi di possibile pericolo per la Terra, ma anche quanti ne sono previsti e quanti ne sono passati.

 

Tutto questo movimento descritto fin ora è in forte aumento. In Italia al momento non abbiamo avuto notevoli cambiamenti climatici, sicuramente i temporali registrati quest’anno sono stati molto forti e improvvisi, le trombe d’aria presenti e il clima è come se si stesse tropicalizzando e così continuerà a fare. Alzare gli occhi al cielo diventa fondamentale per distogliere l’attenzione sui temi economici e politici che attualmente stanno preoccupando il Mondo intero. Sembra che questo 2020 non finisca mai di sorprenderci. Sempre di più i ricercatori dovranno cercare informazioni che spieghino gli accadimenti e i dati scientifici che sono inconfutabili prove dell’esistenza di una realtà ancora da spiegare.

 

E’ affascinante poter riconoscere i pianeti sopra di noi che si stanno avvicinando e che nel tempo, affondano sempre di più nella nostra atmosfera. Grazie allo sfregamento elettrico, spiega Samuel Hofman, la Terra sta respingendo i gemelli. Nonostante che non c’è il rischio di impatto con nessuno di loro, il cambiamento climatico è assicurato. Ogni Era terrestre ha visto forti cambi radicali nella geografia del pianeta e nel clima delle diverse aree. Il Sole del nostro gemello è molto più grande del nostro sole, è rosso e potente. Ogni volta che si ri-incontrano, sono previsti forti cataclismi e grandi cambiamenti che la Terra è abituata a ospitare. (nelle foto Atu uno dei pianeti più vicini a noi in questo momento, un pianeta che ha una luna).

 

Rimaniamo in osservazione di ciò che accade e attenti ai forti eventi climatici che possono attivarsi improvvisamente. Il cambio di frequenza della Terra sta dando la possibilità di far emergere molto di ciò che il collettivo conserva dentro il proprio inconscio. Secondo la legge alchemica dettata dalle tavole smeraldine, sappiamo che “Come in alto così in basso e come sopra così sotto” per cui ciò che si sta svelando rappresenta uno specchio di ciò che abbiamo la possibilità di svelare dentro. E’ una grande guarigione che passa attraverso la presa di coscienza di ciò che è rimasto nascosto per millenni. Gli esseri umani sono costretti ad adattarsi a questa nuova frequenza. Ognuno sta avendo le proprie difficoltà a farlo, molti sintomi fisici stanno apparendo, sintomi che ci raccontano una storia che vuole guarire e che facendolo, può portarci a una trasformazione dello stato di coscienza. I sintomi più comuni sono: giramenti di testa, acufeni, alterazione della pressione sanguigna, malattie più gravi, dermatiti, sfoghi intestinali, gastriti, tachicardie, ansia, tremori. Il sistema nervoso è altamente sollecitato da questa continua energia e può provocare sbalzi di umore o disagi interiori e far emergere emozioni che rimanevano silenti. Questo è un buon momento per iniziare un lavoro su di sè e seguire il flusso del cambiamento che inevitabilmente ci richiede di elevare il nostro stato, verso un’umanità migliore. Siamo tutti chiamati a questo e vedremo che l’aumento della tensione elettrica provocherà ulteriori manifestazioni e avvenimenti importanti questo inverno.

 

 

Francesca Ollìn Vannini

Presidente dell’Accademia di Arti Olistiche e Metafisiche Integrate

Scrittrice, Biologa, Formatrice, Facilitatrice e Operatrice di tecniche di liberazione emotiva.

 

www.semidiluceblu.it

www.ollinsemidiluceblu.it

www.aomiaccademia.it

 

*copia consentita con citazione della fonte e rispettandone la forma integra

Fonte : https://www.ollinsemidiluceblu.it/2020/12/06/il-cambio-di-frequenza-planetaria-e-il-sistema-solare-gemello-oll%C3%ACn/

Se il mio sito per te è fonte di
crescita ed evoluzione
sostienilo con una donazione



Grazie

Loading…

Lascia un commento