di Caroline Faget

“Ci sono solo due modi per vivere la tua vita. Uno fingendo che niente fosse un miracolo. L’altro fingendo che tutto fosse un miracolo. »Alberto Einstein

Siamo particelle stellari, frammenti dell’Universo, vibrazioni celesti. La nostra appartenenza divina ci dà una dimensione eterna e infinita che ci permette di risuonare naturalmente con i regni più alti dell’Universo. Abbiamo la capacità di trasformare la materia, di creare mondi, di cancellare tutti i nostri limiti e condizionamenti in un istante e di vivere della vibrazione dei miracoli (leggi l’articolo “Tu sei il principio del Creatore”)

Ma ne siamo davvero consapevoli? Quante volte viviamo ogni giorno? Quante volte al giorno ci aggrappiamo alla nostra piccola realtà o al nostro piccolo sé? Quanta energia spendiamo cercando di far aderire la nostra realtà alle nostre convinzioni limitanti? La maggior parte delle nostre azioni non sono modi per rassicurarci su ciò che crediamo di poter o non possiamo fare? Quindi rimaniamo al caldo nella nostra zona  comfort dove nulla viene mai messo in discussione per paura dell’ignoto.

Inoltre, una parte del nostro mondo ha tutto l’interesse a farci credere che siamo inutili. Quindi passiamo il nostro tempo a compensare il divario che sentiamo tra chi siamo veramente e ciò che sperimentiamo quotidianamente. Spendiamo tempo e denaro in acquisti, cibo e attività più o meno utili che ci garantiranno di essere più belli, più ricchi, più questo o meno quello. Il nostro modo di parlare e pensare, le convinzioni a cui aderiamo senza mai metterle in discussione per paura di turbare le nostre piccole abitudini sono tutti modi per staccarci dal miracolo che siamo.

Quante volte al giorno ci prendiamo il tempo per immergerci nella frequenza più alta che ci è stata data ? Perché ci atteniamo alla vibrazione del condizionamento, della limitazione e della lotta quando abbiamo la capacità di elevarci alla frequenza dei miracoli?

Allo stesso modo in cui le onde ci permettono di captare diverse stazioni radio, siamo sensori di energia in grado di entrare in risonanza con diverse frequenze dell’Universo. Perché l’Universo siamo noi.

Viviamo principalmente a livello di materia, corpo, tempo lineare e spazio limitato. Crediamo che è solo nel “fare” che possiamo realizzare le cose. Se voglio una casa, devo chiedere un prestito alla banca. Se voglio perdere peso, devo mettermi a dieta. Se voglio più soldi, devo lavorare di più. Queste operazioni richiedono molto tempo ed energia. Anche se corrispondono a un livello di sperimentazione della nostra realtà, esistono altri livelli di coscienza che ci permettono di risuonare in modo diverso con la materia.

Il più delle volte, siamo così attaccati alla nostra realtà che quando un miracolo avviene davanti ai nostri occhi, non siamo in grado di riconoscerlo e onorarlo come tale.

La nostra visione limitata e il nostro modo di vivere ci hanno abituato a vedere solo una piccolissima parte della realtà.

È giunto il momento di aprirci alla vibrazione dei miracoli.

 

Un miracolo è un evento al di là della nostra comprensione, delle nostre prove scientifiche e della nostra realtà più comune. È un evento la cui esistenza non può essere negata ma che è inspiegabile fino ad oggi.

Come spiegare, infatti, che una statua della Vergine piange lacrime di sangue, che una persona guarisce da una malattia presumibilmente incurabile, che un cieco ricomincia a vedere, che una persona clinicamente morta torna in vita pochi minuti dopo , eccetera. ? Se esaminiamo l’argomento, ci sono così tante storie miracolose e stimolanti.

Ma il miracolo è anche e soprattutto quello che viviamo ogni giorno e che diamo per scontato, ci sembra così banale. Ogni mattina ci svegliamo con il cuore che batte, il sangue che scorre nelle vene, gli occhi per vedere, le orecchie per sentire, le gambe per camminare… Non è già e soprattutto un miracolo?

Siamo la vita stessa e non abbiamo bisogno di fare nulla perché i nostri occhi vedano, le nostre orecchie sentano e respirino. È il miracolo della vita che opera in ogni momento e per ognuno di noi. E se ci prendessimo il tempo per guardare per qualche minuto tutti i miracoli che sono all’opera nelle nostre vite ora? Quindi forse sentiremmo un sottile cambiamento in atto dentro di noi? Senza dubbio entreremmo in una percezione della realtà più fine, più ampia e più profonda? Se solo dessimo un’attenzione diversa alla nostra realtà… (Leggi l’articolo “Smetti di nutrire ciò che non è la luce in te”)

Quello che sarebbe stato considerato un miracolo secoli fa non è diventato la norma oggi? L’auto, gli aerei, la televisione e tutte le nuove tecnologie erano impensabili solo un secolo fa, eppure oggi sono diventate comuni.

Apriamo ampiamente il nostro campo visivo per credere in nuove possibilità e lasciamo che il miracolo scorra attraverso tutto il nostro essere senza intervenire… per una volta.

Tutti i miracoli di Gesù hanno una cosa in comune: la fede dei malati o delle persone che li hanno accompagnati nella potenza divina. «Quando i ciechi si avvicinarono a Gesù, lui disse loro: ‘Credete che posso fare questo? “Sì Signore”, hanno risposto. Poi toccò i loro occhi dicendo: “Secondo la tua fede, avvenga”. E i loro occhi si sono aperti! »

La vibrazione dei miracoli è puro amore e perfetta unità. Salire alla frequenza dei miracoli significa smettere di sentirsi separati dall’Universo. È unirsi incondizionatamente a Lui per diventare noi stessi Unità, Amore e Infinito. È staccarsi dal nostro piccolo me e dal nostro piccolo mondo per offrirci totalmente alla Sorgente.

Offrirci incondizionatamente, senza resistenza e senza paura alla vibrazione più alta che possiamo ricevere.

Salire alla frequenza dei miracoli è vibrare l’amore, la fiducia, la gioia e la purezza che siamo. La vibrazione dei miracoli significa ritirarsi e lasciare il posto a ciò che non possiamo concepire ma che esiste su un altro piano di coscienza. È immergersi nelle vibrazioni miracolose della Sorgente in ogni momento.

E così offriamo noi stessi alla vita come il sole si offre all’Eterno ardendo nel cielo infinito.

Caroline Faget

Fonte : https://pressegalactique.com/2022/08/11/la-vibration-des-miracles-2/

Traduzione a cura di Cammina nel Sole

Se il mio sito per te è fonte di
crescita ed evoluzione
sostienilo con una donazione



Grazie

 

Lascia un commento