di Alessandra Barbieri

Negli anni appena trascorsi la socialità è stata a dir poco devastata: facciamo una riflessione oggettiva rispetto a quello che è successo.

Torniamo nel terribile anno 2020, periodo di Pasqua, ve lo ricordate? Andiamo indietro a quei transiti, in particolar modo osserviamo l’undicesima casa e il nodo Nord.

Il nodo si trovava in Prima casa in Cancro, quasi appoggiato all’ascendente che stava iniziando a transitare verso il gemelli. L’undicesima casa in Ariete conteneva il Sole, Lilith e Kirone.

Leggiamo la situazione dal punto di vista filosofico.

Il Cancro è il segno della Madre, ovvero della nostra espulsione dall’utero dove siamo contenuti e protetti: è il segno che ci porta alla vita, ovvero alla nostra possibilità di metterci alla prova, di passare da progetto a realtà. Il Cancro nella sua simbologia contiene due teste con due code: molti le indicano come spermatozoi quindi gli spermatozoi che entrano nell’utero al fine di generare un incontro. L’umano è frutto di un incontro. L’umano non nasce in un ambiente sterile e chimico, nasce dall’incontro in un ambiente estremamente affollato tra due forze, che si richiamano per attrazione all’interno di una moltitudine di possibilità. La vita si genera dal caos, sia a livello energetico, che a livello reale. La vita ha bisogno di caos e ha bisogno di casualità per potersi esprimere veramente.

Undicesima casa in Ariete, che contiene il Sole (il principio vitale) e Lilith e Kirone, con Sole quadrato a Saturno e Giove in Capricorno. In astrologia della salute era palese ci fosse un grosso problema. Uniamo quindi tutti i puntini.

L’ariete dal punto di vista simbolico viene rappresentato da due linee che si uniscono e scendono in terra. Ancora una volta l’unione di due principi che fanno nascere questa volta lo spirito che si trova dentro al puntino del Sole, che appunto è il principio dell’Io insufflato dallo Spirito divino, per cui un Io potenzialmente divino. Ma questa sua divinità è composta dall’unione di due energie, quindi per essere attivata ha bisogno di almeno DUE energie, altrimenti si spegne.

Quindi l’essere umano ha BISOGNO di relazione. Non importa a qualle livello e di che tipo, ma la solitudine non è condizione umana: è condizione divina ma finché siamo incarnati possiamo viverla in parte per sviluppare attitudini che poi porteremo nel mondo e nelle relazioni.

Abbiamo detto però che oltre al Sole, in undicesima casa, quella della socialità, stavano sguazzando anche Lilith e Kirone con il chiaro intento di mostrarci dove stavamo sbagliando.

Lilith nella ricerca di una socialità che non ci mette in discussione e quindi non ci fa attivare il principio divino. Con l’eccessivo uso di social media ci si è dimenticati delle relazioni vere, anche difficili, ma vere, che ci mettono alla prova. L’eccesso di singletudine anche. E’ comodo da un lato, ma il quotidiano che a volte è snervante ci obbliga a tirare fuori attitudini che non ricorderemmo di avere. So che molti sono single non per scelta, ma anche questo è la conseguenza di quello che sto dicendo.

Kirone invece sottolineava l’incapacità di esercitare il sano principio di affermazione del sé, che quindi si rinchiude in mondi paralleli o che si esterna con un’aggressività dettata dalla paura. In entrambi i casi quello che è stato sottolineato è un continuo e progressivo allontanamento dalla relazione per non doversi più confrontare con temi scottanti, in primis l’amore.

Questa volta arriveremo al 25 ottobre a confrontarci nuovamente con il sociale, ma lo faremo con energie completamente diverse. Ne parleremo nel prossimo articolo ma intanto vi invito alla diretta che terrò il 4 ottobre su Facebook e sul mio canale YouTube, in cui parleremo di ritorno alla socialità.

Se leggete questo articolo dopo quella data, troverete la diretta salvasata oppure, ancora meglio, iscrivetevi al mio canale Telegram perché la condividerò anche lì.

Alessandra Barbieri

Fonte : https://scuola.symbolcacademy.com/blog/posts/la-vita-ha-bisogno-di-caos

Se il mio sito per te è fonte di
crescita ed evoluzione
sostienilo con una donazione



Grazie

 

Lascia un commento